Lyst rilascia il rapporto di sostenibilità 2018

Stile

Questa è una buona notizia!

Di Alyssa Hardy

12 marzo 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Composito. Foto: Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Non è un segreto che l'industria della moda sia uno dei maggiori inquinatori al mondo. Tra le discariche che si accumulano con indumenti scartati, tonnellate di acqua sprecata usata per tingere i tessuti ogni giorno e microfibre dannose che vengono rilasciate negli oceani, la necessità di grandi cambiamenti non è mai stata così grande. Sul lato positivo, tuttavia, la consapevolezza di questi problemi sta finalmente iniziando a portare a un cambiamento lento ma necessario. Secondo una guida ai dati completa compilata dal motore di ricerca della moda Lyst, le pratiche di sostenibilità stanno iniziando a cambiare moda in più di un modo.





meilleur produit contre l'acné

Tanto per cominciare, Lyst afferma che nel 2018 le ricerche di moda sostenibile sono aumentate del 66%. Secondo il loro sito Web, questa ricerca includeva parole chiave come 'marchi etici' ed 'econile', nonché 'cotone biologico'. Ricerche più specifiche come 'denim sostenibile' hanno portato a un massiccio picco del 187% nelle visualizzazioni di pagina per i marchi che lo offrono.

Un altro aumento positivo dei dati rivelati è stato per la rivendita e il riciclaggio di prodotti di lusso, in particolare i pezzi del logo di tendenza. Lyst afferma che 'c'è stato un aumento del 62% dei pezzi di logo vintage ricercati da marchi come Fendi, Dior e Louis Vuitton'. Come osserva Lyst, la moda riciclata è uno dei modi più rapidi e facili per i consumatori di iniziare a diventare più sostenibili e con dozzine di siti come DePop, Etsy e RealReal che prendono il sopravvento, non è mai stato così facile.

Infine, i dati evidenziano alcuni dei modi in cui marchi e celebrità stanno usando la loro influenza per aumentare la visibilità sia dei problemi della moda dispendiosa che delle sue soluzioni. Mentre persone come Meghan Markle ed Emma Watson hanno entrambe usato con successo i loro armadi e le loro piattaforme per sensibilizzare il problema, marchi come Patagonia, Reformation e Stella McCartney stanno mettendo in pratica la moda etica.

les tampons cassent-ils un hymen

Anche se abbiamo sicuramente molta strada da fare prima di poter affermare che la moda è sostenibile, i dati dimostrano che le cose stanno migliorando e che il cambiamento sta arrivando. Spero che sia solo prima piuttosto che dopo.

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

jeunes artistes de musique

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Questi 8 marchi di moda dimostrano che tutti dovrebbero seguire la Guida alla sostenibilità del CFDA