'Piccole donne', Laurie e l'argomento per il casting di Racebent

Film

'Piccole donne', Laurie e l'argomento per il casting di Racebent

Molti adattamenti sullo schermo non riescono ad affrontare un certo dettaglio su Laurie.

23 dicembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Wilson Webb / Columbia Pictures
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

In questo editoriale, Natalie de Vera Obedos esplora il contesto perduto del personaggio di Laurie in Little Women e come l'aggiunta della diversità all'ultimo remake avrebbe giovato al film.

Il tanto atteso adattamento di Greta Gerwig dell'amato Louisa May Alcott Piccole donne segnerà l'ottava volta in cui il pubblico seguirà le sorelle March nei loro viaggi dall'adolescenza all'età adulta. Con questo adattamento arriva uno dei personaggi maschili più noti della letteratura: Theodore 'Laurie' Laurence, la isolata, ricca orfana e vicina delle sorelle March che è interpretata da Timothee Chalamet nel film del 2019.

Greta ha spiegato che parte della decisione di lanciare Timothee era dovuta al suo aspetto androgino 'bello ma bello' che integrava la co-protagonista Saoirse Ronan; il casting è stato accolto con fanfara sia dai fan di Timothee che dalla critica. Dal suo ruolo di breakout come Elio nel 2017 Chiamami col tuo nome, Timothee è diventato un tesoro di Internet, guadagnando titoli come 'ragazzo bianco del mese' e 'il ragazzo di Internet'. Con l'idealismo onirico che Timothee porta spesso ai suoi personaggi, l'anticipazione della sua interpretazione è comprensibile.

Mentre molti sono entusiasti di vedere Timothee dare vita a questo personaggio, la sua iterazione e molti dei film precedenti non sono riusciti a contestualizzare correttamente Laurie durante questo periodo di tempo. Nel romanzo originale, Laurie è descritto come un giovane con 'Capelli neri ricci, pelle castana' e 'grandi occhi neri' (Alcott 42) - è canonicamente mezzo italiano. È attraverso Laurie che Piccole donne offrì a Greta un'opportunità davvero unica che avrebbe potuto cogliere: Laurie avrebbe potuto essere facilmente interpretata da una persona non bianca.

Quando Alcott pubblicò il libro per la prima volta nel 1868, lo status degli italiani in America era molto diverso dagli italiani adesso. È difficile individuare con precisione il motivo per cui Laurie è inizialmente trattata in modo diverso dalle sorelle March, ma è possibile a causa dello stato della politica in quel momento o semplicemente del fatto che fosse un altro a causa di chi fosse sua madre. Negli adattamenti cinematografici, questo viene in gran parte a causa del fatto che Laurie è un ragazzo, in parte europeo o entrambi. Queste cose possono ancora rimanere una parte del personaggio di Laurie, ma l'ulteriore diversità di interpretare il personaggio con qualcuno non bianco avrebbe aggiunto una ricchezza e un contesto che sono stati persi sul personaggio dal pubblico contemporaneo.

In un'altra intervista, Greta descrive Laurie come un maschio 'completamente innamorato del mondo femminile', ma lanciando Timothee o Christian Bale davanti a lui come Laurie, lo spettatore non riesce mai a capire perché Laurie sia così desideroso di legarsi con un gruppo di ragazze povere. Quando è stato implorato da Jo del motivo per cui a Laurie non è permesso suonare il piano, sua madre, Marmee, risponde: 'Non ne sono sicuro, ma penso che sia stato perché suo figlio, il padre di Laurie, ha sposato una donna italiana, un musicista, che ha dispiaciuto il vecchio, che è molto orgoglioso. La signora era brava, adorabile e brava, ma non gli piaceva e non vide mai suo figlio dopo essersi sposato »(Alcott 73).

coiffures de casquette et robe
Annuncio pubblicitario

Il padre di Laurie era effettivamente rinnegato per aver sposato la madre di Laurie, secondo Marmee, perché era una musicista. La teoria di Marmee è smentita dall'espressa passione del signor Laurence per Beth March per la sua inclinazione musicale, il che implica che il padre di Laurie era stato rinnegato per aver sposato la madre di Laurie non perché fosse una musicista, ma forse perché era italiana. Si dice che a Laurie non è spesso permesso di uscire e raramente fa conoscenza con altri prima del suo incontro clandestino con Jo a una festa di Capodanno. Rendendo Laurie non bianca, sarebbe di nuovo chiaro che cerca la compagnia delle sorelle March non perché sia ​​'alleato OG', come lo chiama Greta, ma perché, come loro, è un estraneo.

Dare il ruolo di Laurie a un uomo di colore avrebbe aggiunto molta profondità Piccole donne in un modo che sarebbe comunque riuscito a essere storicamente plausibile o addirittura accurato. Ma oltre a portare uno strato al personaggio di Laurie che era originariamente nei libri ma perso nella traduzione sugli schermi, incorporando più attori non bianchi in questa produzione avrebbe anche fatto Piccole donne sentirsi più inclusivi che mai.

Con la sua enfasi sull'ambizione femminile e sui temi fondati su legami e individualità fraterni, non c'è da stupirsi perché il romanzo di Alcott continui a essere ripetutamente rifatto. Ma poiché la diversità di Hollywood e della cultura pop continua come una conversazione sempre più importante, i remake di film con messaggi così universali sono ancora in ritardo.

LITTLE WOMEN, in senso orario da sinistra in alto: Emma Watson come Meg, Saoirse Ronan come Jo, Eliza Scanlen come Beth, Florence Pugh come Amy, 2019. Columbia Pictures / courtesy Everett CollectionColumbia Pictures / Courtesy Everett Collection

Inoltre, se Laurie verrà semplificata in ogni caso e non avrà il suo carattere in contatto con la sua posizione nella società durante il periodo in cui Alcott scrisse il suo romanzo classico, un Piccole donne film che sospende completamente l'incredulità e si piega ogni personaggio sembra del tutto possibile, e sarebbe stato importante in termini di rappresentazione sullo schermo. Con il successo di Lin-Manuel Miranda Hamilton, La storia personale di David CopperfieldDella BBC I miserabili, o anche Refinery29'S Elenco di Mr. Malcolm, poteva Piccole donne non seguire l'esempio e cast tutta la famiglia March come persone di colore? Piccole donne e classici come questo si sono dimostrati identificabili indipendentemente da chi legge o guarda. È tempo che i registi ne approfittino.

Il potere della rappresentazione ha effetti duraturi, specialmente sui giovani spettatori. Le persone di colore sono estremamente sottorappresentate sullo schermo e quando sono rappresentate, i ritratti tendono a cadere in stereotipi negativi o negli stessi vecchi tropi. Spettacoli come quello di Hulu Harlots o di Netflix Anne con una e potrebbe aggiungere persone di colore storicamente accurate al loro cast per riflettere il periodo di tempo, ma i personaggi di colore tendono ad essere interpretati solo come servitori, sex worker e lavoratori manuali. Questi pezzi d'epoca potrebbero sostenere che stanno semplicemente mostrando ciò che è realmente accaduto. Ma i romanzi classici di fantasia hanno messaggi che sono rilevanti per tutti indipendentemente dalla razza o dal tempo. Perché non riconfezionarli per il pubblico contemporaneo se si devono apportare ulteriori adattamenti?

Annuncio pubblicitario

Le sorelle e Laurie di March sono state lodate come influenti modelli di ruolo per i giovani lettori sin dalla versione originale del romanzo, e la loro immagine è stata data al pubblico bianco per generazioni. Se le apparenze dei personaggi non contano, se Jo può essere bionda senza protesta, allora perché non potrebbe essere mostrata come nera, latina, indigena o asiatica? È tempo per i giovani di colore che guardano o leggono Piccole donne per dimostrare che possono essere indipendenti come Jo, ambiziosi come Amy, compassionevoli come Beth e amorevoli come Meg.

L'adattamento del 1994 di Gillian Armstrong ha tentato di tenere il passo con i tempi, con la sfacciata disapprovazione dei corsetti di Marmee e l'attribuzione della sfortuna della famiglia March al tentativo del signor March di integrare razzialmente la sua scuola. L'adattamento di Greta sembrava probabilmente una versione ancora più fresca e radicale del classico di Alcott. Ma sebbene il film sia interpretato da numerosi attori di talento e acclamati dalla critica, non si può evitare il fatto che, ancora una volta, Laurie, Meg, Jo, Beth, Amy, i loro genitori, la loro prozia e i loro amici sono tutti interpretati da bianchi persone. Sebbene il film fornisca una visione sfumata della femminilità, l'adattamento di Greta non va abbastanza lontano.

Piccole donneLa longevità nella cultura pop ha dimostrato che si tratta di una storia riconoscibile che trascende non solo la generazione, ma anche la razza. Quindi perché non fidarsi che i suoi temi universali possano portare il pezzo? Invece di fare ancora un altro adattamento tutto bianco di Piccole donne e classici come questo, Great avrebbe potuto arricchire il film aggiungendo una diversità così necessaria a un genere molto bianco in un modo che molti altri pezzi del periodo non hanno nemmeno tentato.