L'appuntamento della Corte Suprema di Kavanaugh potrebbe significare il ritorno dei divieti di aborto bigotto

Identità

L'appuntamento della Corte Suprema di Kavanaugh potrebbe significare il ritorno dei divieti di aborto bigotto

E Indiana non sta perdendo tempo a scoprirlo.

yg entertainment noir rose
14 novembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Lydia Ortiz
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

In questo editoriale, Amanda Lamm, del Centro di risorse per la gravidanza di All-Options in Indiana, esplora come l'appello dello stato a una restrizione all'aborto vietata da un tribunale inferiore possa avere un impatto sulle donne in tutto il paese.

Quando l'allora governatore Mike Pence dell'Indiana ha firmato la legge 1337 della House Enrolled Act nel 2016, all'epoca era considerata una delle leggi sull'aborto più restrittive della nazione. HEA 1337 vieta l'aborto in base al sesso, alla razza o alla diagnosi fetale e richiede ai fornitori di seppellire o cremare i tessuti medici a seguito di un aborto, tra le altre disposizioni.

Velocemente fino ad oggi: Pence è ora il vicepresidente di un'amministrazione che ha sostenuto con entusiasmo l'elevazione di un accusato aggressore sessuale e noto giudice conservatore alla Corte suprema. Con l'aggiunta di Brett Kavanaugh in panchina, è probabile che il tribunale sostenga restrizioni sull'aborto come quelle della HEA 1337, qualora dovessero essere oggetto di discussione. Indiana, ovviamente, non ha perso tempo a presentare una mozione per scoprirlo.

Solo una settimana dopo la conferma del giudice Kavanaugh, il procuratore generale dello Stato dell'Indiana Curtis Hill ha chiesto alla Corte suprema di avviare una causa sfidando HEA 1337 nella speranza di ribaltare le sentenze del tribunale inferiore che hanno ritenuto il divieto di aborto e il requisito della sepoltura dei tessuti medici incostituzionali. Se la Corte Suprema accetta il caso, la sua sentenza su HEA 1337 potrebbe avere implicazioni a livello nazionale - secondo l'Istituto Guttmacher, altri sette stati hanno varato leggi che vietano l'aborto sulla base del sesso del feto e uno stato vieta l'aborto basato sul razza del feto, mentre il Nord Dakota rimane l'unico altro stato che proibisce l'aborto in caso di diagnosi fetale.

I sostenitori di questa legge sostengono che impedisce la discriminazione sulla base della razza, del sesso o della disabilità, ma nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Le disposizioni sul divieto di aborto basato sulla razza e sul sesso in HEA 1337 si basano su stereotipi bigotti per vergognare le donne di colore che cercano l'aborto e punire i medici che si prendono cura di loro. I divieti di aborto basati sulla diagnosi fetale, inclusa la disposizione di HEA 1337, sono tentativi offensivi da parte dei legislatori anti-aborto di utilizzare le persone con disabilità per ottenere punti politici. In effetti, divieti come questo non fanno nulla per migliorare la salute e il benessere delle persone con disabilità; interferiscono solo con la capacità di una persona incinta di trovare informazioni mediche oneste dai fornitori a cui si rivolgono per il supporto.

Come qualcuno che lavora direttamente con Hoosiers in gravidanza e genitori ogni giorno, sento in prima persona quanto sia difficile per le persone trovare il supporto e le risorse di cui hanno bisogno, dai test di gravidanza al supporto finanziario per le cure per l'aborto ai pannolini.

nouveau spin-off de harry potter

Questo perché l'Indiana sceglie troppo spesso di investire le proprie risorse nella promozione di un'agenda anti-aborto, piuttosto che nei programmi e nei servizi che consentirebbero a tutti gli Hoosier e le famiglie di prosperare. La povertà è in aumento in molte grandi città dell'Indiana. I nostri crescenti tassi di mortalità materna e infantile sono di gran lunga superiori alla media nazionale e gli Hoosier rurali spesso lottano per ottenere cure prenatali e parto adeguate. L'Institute for Women's Policy Research ha dato all'Indiana una 'D' (di nuovo) per lo status economico delle donne e una 'F' per lavoro e famiglia, classificandoci per ultimi tra tutti gli stati e il Distretto di Columbia per la nostra mancanza di politiche come quelle retribuite congedo familiare o per invalidità, assistenza agli anziani e alle persone a carico, assistenza all'infanzia e scuola materna.

Questa mancanza di supporto per le famiglie e le persone con disabilità può essere un fattore importante nel processo decisionale in gravidanza. In All-Options, le persone vengono da noi quando valutano le loro opzioni e prendono decisioni difficili su genitori, aborto e adozione. Mentre la maggior parte delle persone che considerano l'aborto sono chiari circa la loro decisione e ciò che è giusto per loro e la loro famiglia, altri stanno lottando. Molto spesso coloro che sono ambivalenti bilanciano il desiderio di genitori con una comprensione realistica di quanto poco supporto ci sarà per loro e il loro bambino, specialmente se quel bambino avrebbe bisogni speciali. Quando si prendono decisioni su gravidanza e genitorialità, è fondamentale che le persone abbiano tutte le informazioni e le risorse di cui hanno bisogno per prendere le decisioni migliori per loro. Ciò include informazioni accurate su tutte le opzioni, la capacità di prevenire o terminare una gravidanza e le risorse e il supporto per crescere i propri figli con dignità.

Le restrizioni in HEA 1337 fanno parte di un'agenda più ampia per ridurre l'accesso all'aborto e vergognare le persone che cercano cure. Rivelano l'ipocrisia dei sostenitori dell'aborto che dichiarano di preoccuparsi della discriminazione e dei diritti umani, ma si oppongono in ogni momento a programmi di assistenza sanitaria, salario di sussistenza, retribuzione e rete di sicurezza accessibili. Se l'Indiana e altri stati si interessano davvero dei bambini e delle persone con disabilità, dovrebbero mettere le risorse in programmi che possono fare la differenza, piuttosto che in azioni legali per limitare ulteriormente i diritti riproduttivi.

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.