Jenny Han afferma che alcuni attori di Hollywood hanno tentato di imbiancare 'A tutti i ragazzi che ho amato prima', anche

Film

Jenny Han afferma che alcuni attori di Hollywood hanno tentato di imbiancare 'A tutti i ragazzi che ho amato prima', anche

'Per me, la parte più allarmante era che la gente non capiva perché fosse un problema'.

16 agosto 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
A tutti i ragazzi che ho amato prima Photo: Awesomeness Films / Netflix
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Come i romanzi rosa con cui la sua eroina è ossessionata, A tutti i ragazzi che ho amato prima è praticamente perfetto. Lara Jean Song Covey (Lana Condor) scrive una lettera d'amore per ogni cotta che ha, e li tiene in una cappelliera lasciata a lei dalla sua defunta madre. Quando, un giorno, la cappelliera si svuota e le lettere raggiungono i ragazzi su cui sono scritte, la vita di Lara Jean si ribalta, mentre le sue cotte passate tornano a perseguitarla.

Il film, diretto da Susan Johnson, ha un fascino assoluto. Adattata dall'omonimo romanzo di Jenny Han, è la commedia romantica perfetta. È divertente, è riconoscibile ed è avvincente. E succede solo che la sua eroina tutta americana è asiatica-americana.

Prima dell'uscita del film su Netflix il 17 agosto, abbiamo parlato con Han degli alti e bassi della realizzazione del film, del senso della moda di Lara Jean e del cibo come tessuto connettivo culturale.

Teen Vogue: Il libro A tutti i ragazzi che ho amato prima è stato scelto per la prima volta come adattamento cinematografico quattro anni fa; com'è stata la strada dalla pagina allo schermo per te?

Jenny Han: È stata sicuramente una lunga strada. Quattro anni non sono così lunghi se ci pensate in termini di quanto tempo ci vuole per realizzare un film; Penso che una volta che la squadra fosse stata a posto, le cose si sono mosse molto velocemente. Ma fino a quel momento, era sempre un po 'in aria. È abbastanza comune ottenere qualcosa di opzionale, ma è davvero raro vederlo diventare un film. Ci sono voluti il ​​casting per iniziare e per loro fare cose sul posto per me davvero credere che stesse succedendo.

tv: Hai mai dubitato che sarebbe stato realizzato?

teinture capillaire teintée bleue

JH: L'ho fatto. Penso che una delle maggiori difficoltà sia stata quella di trovare i giusti partner che avrebbero accettato di fondere una famiglia asiatico-americana e di avere Lara Jean, in particolare, essere asiatica. Questa è stata la sfida più grande. Penso che spesso ciò che la gente dice è: 'Abbiamo bisogno di un'attrice che sarà in grado di dare il via libera a un film', e il mio controargomentazione è sempre che, quando si tratta di un film per adolescenti, hai pochissime persone che possono dare il via libera un film. Non sarà Tom Cruise o Julia Roberts - quelle sono le persone che danno il via libera ai film, e in termini di giovani talenti, sarà una scommessa, qualunque cosa tu faccia. Anche se è qualcuno con un seguito di social media davvero grande, semplicemente non sai se questo si tradurrà nel film che viene realizzato.

Con gli attori asiatico-americani, in particolare, ci sono state meno opportunità per loro in TV e nei film, e meno hanno la capacità di farne una carriera. Diventa un po 'una situazione di pollo e uova, in cui sono tipo 'Oh, ma non sono nomi famosi', ma non hanno nemmeno avuto la possibilità di trovarsi in nulla. Vuoi dare alle persone la possibilità di crescere ed evolvere pure.

tv: Questo è sicuramente qualcosa di cui ero curioso con questo film; sul Crazy Rich Asian tour stampa, l'autore Kevin Kwan stava parlando di come un produttore gli ha suggerito di cambiare il ruolo in una donna bianca. È mai successo nel casting per questo?

JH: Sì. Non con le persone con cui ho finito per lavorare, ma all'inizio è successa la stessa cosa. Per me, la parte più allarmante era che la gente non capiva perché fosse un problema.

Annuncio pubblicitario

tv: Quanto sei stato coinvolto nel processo di adattamento del film?

JH: Ho dato note sulla sceneggiatura un paio di volte e ho creato mood board per il regista e per i produttori, solo per far loro conoscere l'estetica di Lara Jean, come la sua camera da letto. Ho fatto il suo senso della moda, il suo stile, ho realizzato le bacheche Pinterest per tutte queste cose, perché ho sentito che era davvero importante che quella parte fosse fatta bene. Spesso con una storia realistica contemporanea, non ci sono così tante cose che vanno nei costumi quanto ce ne sono per qualcosa come la fantasia, ma in questa storia, è davvero cruciale farlo bene, perché è un personaggio introverso, e il modo in cui lei si esprime attraverso il suo personale.

tv: So che avevi postato sui social media a sostegno del lavoro di Lana Condor prima ancora che fosse cast nel film. In che cosa l'hai vista per la prima volta e cosa ti ha fatto pensare che sarebbe stata perfetta per il ruolo di Lara Jean?

JH: Ha pubblicato una sua foto in una fontana di soda, un bancone di fontane in stile anni '50, e l'immagine era davvero pastello e tutti colori sorbetto, indossava una fascia e sembrava così dolce e affascinante, e Volevo che la gente avesse quell'immagine.

tv: Hai parlato con lei o con qualcuno del cast mentre il film era in produzione?

JH: Ho parlato un po 'con Lana; ci scambiamo messaggi. Lei è davvero professionale. Aveva letto il libro e aveva delle note, ed era davvero pensierosa nel modo in cui si avvicinava al personaggio. Quando sapevo che stava girando una grande scena, le avrei scritto la sera prima. Ad esempio, la scena della vasca idromassaggio, che è una delle mie scene preferite in tutto il film, ho detto: 'Ricorda, sei davvero inesperto e nervoso'. Penso che quando pensi a una scena di collegamento in una vasca idromassaggio, stai immaginando che sarà un po 'più sul lato pieno di vapore, quindi era importante per me che sarebbe ancora affascinante e più innocente.

tv: Per quanto riguarda il suo guardaroba e quella foto di Lana che hai menzionato, che ne dici di quella particolare estetica che ti parla?

JH: Penso che sia un tipo di personaggio al passato. Le piace il vintage, è romantica, le piace americana. Quando è arrivato il momento di creare la moodboard, ho detto che il suo stile è come quello degli anni '60 e degli anni '90 incontra lo streetwear asiatico. È qualcuno che va al negozio vintage per cercare vestiti; è anche qualcuno che sta guardando blog di streetwear asiatici di persone che passeggiano per Tokyo, Seoul o Hong Kong.

tv: Quanta parte della storia di Lara Jean diresti sia autobiografica?

JH: C'è molto di me nella storia, in quanto adoro cucinare, sono molto vicino a mia sorella e vengo dalla Virginia. E la mia sorellina è di sicuro a Kitty. Mi considererei una Lara Jean con Margot in ascesa, perché sono una sorella maggiore e il tuo ordine di nascita ti orienta sicuramente nel mondo.

tv: C'è qualcosa da tagliare dal film che eri triste vedere?

JH: Speravo di vedere la scena di Halloween, in cui è vestita da Cho Chang e Peter è vestita da Spider-Man, ma penso che Spider-Man fosse una questione di diritti con il fatto che gli fosse permesso di indossare quel costume nel film. Sto bene che non ci sia; Preferirei che fosse com'era, o per niente.

Foto: Netflix

tv: Hai parlato di quanto a volte possa essere difficile sentirti connesso alla tua eredità di bambino biraziale o di seconda generazione. È qualcosa che hai trovato personalmente più facile o più difficile col passare del tempo, se non del tutto?

tendances de la mode chez les adolescentes
Annuncio pubblicitario

JH: Penso che per me, come scrittore, quella doppia identità sia davvero strumentale al mio processo. Penso che esista in due mondi diversi e che debba andare avanti e indietro tra loro, dove parli una lingua a casa, quindi stai parlando una lingua diversa con i tuoi amici; ci sono diverse regole e norme culturali. Avere quella possibilità di muovermi attraverso mondi diversi mi impatta davvero come narratore, perché penso che ti insegni l'empatia e anche come essere consapevole di ciò che ti circonda, perché cambi costantemente codici.

tv: Hai anche parlato del cibo come tessuto connettivo in quel senso.

JH: Nel film c'è anche una scena con perché ssam, pure. (ride) Penso che per molte persone che non sanno parlare la lingua dei loro genitori, il cibo è un modo davvero grande di connettersi alla cultura, perché puoi assaggiare qualcosa e sentirti come a casa. So che per molti dei miei amici non parlano coreano, ma quando mangiano il cibo sembra di essere a casa loro. A volte può essere difficile essere una persona di seconda generazione e avere la sensazione di non appartenere veramente a nessuno dei due mondi, quindi ho sempre visto il cibo come quel tessuto connettivo.

tv: Come coreana-americana, ho adorato i piccoli dettagli del film come l'amore di Lara Jean per Yakult. L'identità culturale nel libro e nel film è qualcosa che è solo una parte naturale della storia anziché un'anomalia o qualcosa che viene esotizzata. È qualcosa di cui eri consapevole mentre scrivevi?

JH: Per me era importante che facesse parte della sua identità, ma non è tutta la sua identità. Penso spesso che quando vedi una persona di colore essere il personaggio principale, quindi di solito la spinta della storia è tutta incentrata sulla lotta per essere una persona di colore, e questo film non lo riguarda.

tv: Trovi che quell'equilibrio sia difficile da trovare nella narrazione?

JH: Il modo in cui ho concepito Lara Jean era di diventare un'eroina del libro per bambini dei nostri giorni, lo stesso tipo di eroina che sono cresciuto leggendo, tranne che non ho mai visto una ragazza afroamericana essere l'eroina. È brillante, è ottimista, è davvero romantica, è davvero una ragazza americana. La ragazza americana non sembra solo un modo, non nel 2018, mai. Questo è quello che volevo mostrare per le ragazze che non si adattano a quello che la gente pensa che assomigli a una ragazza americana, ma anche per le ragazze che si adattano a quello stampo, perché penso che la rappresentazione sia buona per tutti.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo:

  • Lana Condor sta per rubarti il ​​cuore A tutti i ragazzi che ho amato prima
  • Noah Centineo è pronto a realizzare i tuoi sogni Rom-Com