I candidati presidenziali di Time 2020 entrano in azione per smantellare la pipeline dalla scuola alla prigione e alla deportazione

Politica

In questo sedicenne Anthony Villaneda Martinez, 16 anni, leader giovanile a Latinos United Sempre, spiega cos'è la conduttura da scuola a prigione e espulsione, come influenza sproporzionatamente i giovani neri e marroni e perché i giovani di tutto il paese chiedono ai candidati alla presidenza di iniziare a fare qualcosa al riguardo.

Di Anthony Villaneda Martinez

19 novembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Prima di avere l'età per ottenere la patente di guida o esprimere il mio primo voto, mi sono trovato faccia a faccia con uno dei problemi più grandi che affrontano oggi i giovani neri e marroni: la conduttura da scuola a prigione e deportazione.





Avevo otto anni la prima volta che la polizia mi ha arrestato a scuola. Ero nella mia classe quando sono stato chiamato all'ufficio dell'amministratore. Mi è stato detto che ero nei guai per un alterco, è entrato un agente di polizia, ammanettato e detenuto, e mi ha interrogato fino a quando mia madre è venuta a prendermi. Sono stato espulso da scuola.

Quando avevo 12 anni sono stato nuovamente arrestato e questa volta sono stato portato direttamente alla detenzione minorile. Tutta la scuola mi ha visto mentre venivo portato via. Ero confuso. Ero spaventato. Ero solo. Per i tre mesi in cui sono stato in detenzione, non sono stato io. Ero un codice a barre. Cell B 1 Martinez.

Quell'incidente mi ha messo su un percorso che ha cambiato la mia vita per sempre. Quando metti i bambini dietro i muri di mattoni per così tanto tempo senza aiutarli, è una garanzia che si rivolgeranno a qualsiasi presa si faccia strada. Per me, quella era droga. Per i prossimi anni sono entrato e uscito dal sistema giovanile, spostandomi tra la detenzione, una scuola alternativa e le strutture di riabilitazione, occupandomi anche dei senzatetto. So in prima persona come il trauma interiorizzato di quelle esperienze può seguirti molto dopo che le persone hanno smesso di parlarne.

La triste realtà è che la mia storia non è unica. Ci sono troppi giovani, in particolare i giovani neri e marroni a basso reddito - compresi molti che ho incontrato attraverso il movimento per la giustizia giovanile - che sono ingiustamente puniti e non adeguatamente supportati mentre vengono spinti fuori da un sistema scolastico pubblico che dovrebbe essere un rifugio sicuro dove possiamo crescere e imparare. Nel mio distretto scolastico a Salem, Oregon, gli studenti con disabilità di Latinx rappresentano circa il 38% della popolazione studentesca, ma sono oltre il 62% degli studenti con disabilità che vengono espulsi. Ma il problema è molto più grande di ogni singola scuola.

Un rapporto del 2018 del Government Accountability Office ha rilevato che gli studenti neri sono sovrarappresentati in ogni categoria disciplinare studiata, inclusi arresti, rinvii alle forze dell'ordine, sospensioni ed espulsioni. I ragazzi neri sono sospesi tre volte più spesso dei loro coetanei bianchi e le ragazze nere sono sospese sei volte più spesso, secondo un rapporto del 2015 dell'African American Policy Forum e del Center for Intersectionality and Social Policy Studies. Nel 2012, i dati del Dipartimento della Pubblica Istruzione del periodo 2009-2010 hanno rivelato che gli studenti neri e latini rappresentano il 70% degli studenti coinvolti in arresti a scuola o riferiti alle forze dell'ordine. I dati per l'anno scolastico 2015-2016 dalla raccolta di dati sui diritti civili del DOE hanno rilevato che gli studenti maschi che erano neri, latini o indigeni hanno dovuto affrontare una disciplina più severa rispetto alle loro controparti bianche.

acteurs latino adolescents

Fortunatamente per me, ho trovato sostenitori attraverso organizzazioni giovanili come Latinos United Sempre (LUS), che mi ha aiutato a capire che non sono rotto, il sistema lo è. Ed è il sistema che deve essere riparato.

Negli ultimi due mesi ho visto candidati presidenziali presentare i loro piani per l'educazione pubblica e la riforma della giustizia penale. Da dove mi trovo, ciò che è evidentemente mancante è il loro inequivocabile impegno nell'affrontare direttamente il gasdotto da scuola a prigione e deportazione.

Sappiamo che questa elezione è importante. Abbiamo un interesse nel plasmare quel futuro. Non permetteremo che le nostre voci vengano messe a tacere o ignorate.

Latinos United Sempre attivisti durante una marcia.

Per gentile concessione di Latinos Unidos Siempre
Annuncio pubblicitario

Questo è il motivo per cui centinaia di giovani leader come me in questo paese chiedono ai candidati alla presidenza di firmare il mandato dei giovani per i candidati alla presidenza: smantellare permanentemente la pipeline da scuola a prigione e deportazione. Descrive le azioni necessarie per creare scuole inclusive e di supporto. Il mandato per i giovani esorta a scuole libere da infrastrutture di polizia e criminali e invita il governo federale a ripristinare e rafforzare i diritti civili di tutti gli studenti e porre fine all'acquisizione privata del sistema scolastico.

Comprende richieste che dovrebbero essere ovvie - cose come l'interruzione della fornitura di attrezzature militari ai distretti scolastici (sì, questo in realtà accade) o la fine dell'uso di perquisizioni, punizioni corporali e confinamento in stanze solitarie (sì, tutto ciò accade anche) . Richiede finanziamenti per le cose che le scuole dovrebbero o sono già obbligate a fare ma che sono spesso troppo finanziate per essere implementate, come fornire pari opportunità educative per gli studenti con disabilità e studenti a basso reddito e finanziare i servizi di salute mentale per tutti gli studenti.

Il mandato richiede che l'Ufficio per i diritti civili all'interno del Dipartimento della Pubblica Istruzione degli Stati Uniti sia adeguatamente finanziato e dotato di personale al fine di assicurarsi che le scuole non violino i nostri diritti civili facendo cose come espellere sistematicamente studenti neri e latini o indirizzarli alla polizia, o non riuscendo a garantire che gli studenti trans possano usare il bagno giusto ed essere al sicuro nelle scuole. Si basa anche su un crescente movimento di base che chiede l'abrogazione e la sostituzione del disegno di legge del crimine del 1994, che ha creato il programma COPS (Community Oriented Policing Services) del Dipartimento di Giustizia che alla fine ha lasciato il posto alla più grande fonte sostenuta di dollari federali diretti per mettere la polizia nelle scuole.

Il mandato dei giovani riconosce che, al fine di proteggere gli studenti privi di documenti e di immigrati, dobbiamo abolire l'immigrazione e l'applicazione della dogana (ICE) e, nel frattempo, vietare alle scuole di partecipare alla deportazione.

Alla base, il mandato dei giovani è incentrato sulla convinzione che i diritti fondamentali degli studenti debbano essere onorati e protetti. Abbiamo il diritto a un'istruzione di qualità. E abbiamo il diritto a quell'educazione libera dalla paura della criminalizzazione e della persecuzione.

Guidata dalle organizzazioni guidate dai giovani nelle reti del Center for Popular Democracy Action e dell'Alleanza per la giustizia educativa, la visione è già stata sostenuta da oltre 130 organizzazioni giovanili e dai nostri alleati, compresi i gruppi che hanno già ottenuto importanti vittorie nello smantellamento del gasdotto nella loro comunità.

Quest'estate, grazie agli anni di organizzazione da parte dei giovani della Urban Youth Collaborative, New York City ha apportato cambiamenti significativi alle sue politiche sul clima scolastico, tra cui la limitazione dell'uso di arresti e convocazioni, riducendo il numero di giorni in cui le scuole possono sospendere gli studenti per la maggior parte dei reati da 180 a 20 giorni e l'aggiunta della formazione di giustizia riparativa a tutte le scuole medie e superiori.

E il mese scorso a Milwaukee, i mesi di pressione e patrocinio dei leader che hanno acceso la trasformazione hanno contribuito a fermare un contratto da $ 217.600 che avrebbe acquistato 16 macchine radiografiche di ricambio in stile aeroporto per mettere nelle scuole superiori pubbliche di Milwaukee.

Queste sono mosse potenti nella giusta direzione. Ma al fine di smantellare permanentemente il gasdotto e garantire ai giovani ciò di cui abbiamo bisogno per prosperare, abbiamo bisogno che il prossimo presidente degli Stati Uniti ci metta il peso. E questo inizia con l'adozione dell'intero mandato dei giovani.

Questa criminalizzazione sistematica della gioventù di colore nelle scuole è uno degli esempi più palesi ed egregi di razzismo strutturale e violenza in questo paese. Come giovani di colore, stiamo cercando il riconoscimento da parte dei candidati che capiscono come viviamo i nostri sistemi e le nostre istituzioni in modo diverso a causa della nostra identità razziale e del razzismo fondamentale di questo paese. Ciò significa che i candidati devono parlare in modo proattivo del razzismo istituzionale in tutte le sue forme. Ma oltre a parlare, abbiamo bisogno di azione. Abbiamo bisogno di politiche che proteggano le nostre libertà.

Invece di avere le risorse di cui abbiamo bisogno per affrontare lo stress della vita - comprese le situazioni abitative instabili e le esigenze di salute mentale - siamo puniti per i fallimenti di un sistema che stiamo solo cercando di navigare in un momento formativo della nostra vita. Siamo etichettati come 'difficili' o 'delinquenti' invece di essere visti come gli artisti, i sopravvissuti, i leader e gli studenti che siamo. Siamo cancellati e lasciati indietro, non abbiamo mai avuto l'opportunità o il beneficio del dubbio per avere successo.

Ho visto il potere che hanno i giovani quando si uniscono e combattono per la giustizia degli immigrati, contro la violenza della polizia, per la giustizia climatica e per la libertà di prosperare nelle scuole che non ci criminalizzano. Questa è la nostra vita e chiediamo in modo apologetico che tutti i politici, compresi i candidati alla presidenza, agiscano per proteggerla.

cheveux blancs zayn malik

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Come funziona la pipeline da scuola a prigione