Sono uno studente trans e il memo dell'amministrazione Trump non mi cancellerà

Salute sessuale + identità

'Merito di essere riconosciuto. Io esisto'.

Di Sage Grace Dolan-Sandrino

chaussures alexandria ocasio cortez
23 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Sage Grace Dolan-Sandrino
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

In questa studentessa di 18 anni e ambasciatrice del campus GLAAD Sage Grace Dolan-Sandrino intervista i suoi colleghi sulle recenti notizie secondo cui l'amministrazione Trump ha intenzione di annullare qualsiasi riconoscimento dell'identità transgender.





Era una domenica. Avevo dormito, non avevo letto le notizie e finalmente avevo tempo per la cena con gli amici. Più tardi quella sera, mentre lasciavo la cena, ho controllato Instagram e l'ho visto: una foto di GLAAD, un'organizzazione LGBTQ + per la quale sono un ambasciatore del campus. La didascalia era #WontBeErased. Ho cliccato sull'hashtag e ho trovato centinaia di altre foto di raduni, tweet, post di testo e titoli. Presto mi sono ritrovato a leggere il New York Times articolo `` Il transgender 'potrebbe essere definito fuori dall'esistenza sotto l'amministrazione Trump', su un nuovo memo interno dell'amministrazione Trump che suggerisce che persone trans come me non esistono. Il respiro mi si bloccò in gola mentre i miei occhi correvano giù per la pagina. Ero terrorizzato. Ero bloccato sul marciapiede con le lacrime agli occhi. La mia pelle è diventata fredda e ho sentito quel panico familiare che ritorna ogni volta che mi viene in mente che i miei colleghi e io non siamo i benvenuti in America di Trump.

'Questo promemoria dell'amministrazione Trump spinge a cancellare la nostra identità da documenti pubblici, da certificati di nascita, da patenti di guida', afferma il ventenne Owen Logios di Storrs, nel Connecticut. 'Quando non possiamo esistere in pubblico, neanche i nostri giovani transessuali possono farlo e diventano più propensi a sperimentare problemi di insicurezza e autostima, vergogna e possono respingere la loro identità trans. I giovani non dovrebbero preoccuparsi di esistere semplicemente in pubblico mentre sono ancora alle elementari '.

'Questo promemoria potrebbe distruggere qualsiasi protezione che abbiamo contro la violenza, l'assalto e i discorsi d'odio sulla base della nostra identità transgender', aggiunge il ventunenne Sawyer Stephenson di Norman, Oklahoma. 'Come persona che è già sopravvissuta a tutti e tre questi eventi al college, ho molta paura della futura sicurezza dei giovani trans'.

Durante l'amministrazione Obama, l'Ufficio per i diritti civili all'interno del Dipartimento della Pubblica Istruzione stava rispondendo alla necessità di garantire la protezione dei diritti civili degli studenti transgender e non binari. In realtà hanno contattato circa una dozzina di noi in tutta la nazione per incontrare l'allora segretaria all'istruzione Arne Duncan e fargli conoscere la discriminazione che abbiamo dovuto affrontare nelle scuole e le soluzioni di brainstorming. Le nostre esperienze personali e la nostra esperienza vissuta come studenti trans e non binari hanno contribuito a informare la guida di maggio 2016 sul titolo IX, che ha chiarito che i divieti di discriminazione nei confronti degli studenti sulla base del loro sesso includevano anche divieti di discriminazione sulla base del genere, incluso il transgender. Ci siamo sentiti visti.

Quindi Betsy DeVos e l'amministrazione Trump hanno annullato la guida. Ho incontrato anche DeVos dopo quello. Con le lacrime agli occhi, giurò che tutti i bambini sarebbero stati trattati allo stesso modo. Ha mentito. E con questo nuovo memo, l'amministrazione Trump cerca non solo di revocare le protezioni per gli studenti trans e non binari, ma anche di scrivere tutte le persone trans, non binarie e non binarie fuori dall'esistenza.

'In quanto individuo non binario che già lotta per ottenere il riconoscimento e il rispetto della propria identità, questa notizia mi ha colpito duramente', afferma Morgan Pasquier di Tacoma, Washington, che usa i loro pronomi. 'È molto doloroso sapere che il mio paese non ha interesse a proteggere i miei diritti e la mia umanità. In questo momento mi sento senza speranza, attaccato e ferito. Ma una volta che ho curato le mie ferite, mi alzerò con i miei fratelli trans, non binari e intersessuali e li farò sentire '.

'L'amministrazione ha continuamente manifestato il proprio disprezzo per le vite trans', afferma il 18enne Ose Arheghan dell'Ohio. 'Il mio genere è un casino fluido e caotico che in quel modo è diverso dal mio sesso assegnato alla nascita. Merito di essere riconosciuto. Merito di essere convalidato. Io esisto'.

Annuncio pubblicitario

Ma non andremo da nessuna parte. In effetti, stiamo crescendo in numero e in potere politico. Se i giovani votassero in numero sufficiente, potremmo oscillare ogni singola elezione. Abbiamo il potere di trasformare l'agenda nazionale contro l'odio e l'esclusione e verso l'equità e l'inclusione. E davvero, questo è ciò di cui l'amministrazione ha più paura. Quindi, ad un certo livello, mi sento potenziato. Più siamo attaccati, più forte è la nostra risposta. Ma a un altro livello, essere costantemente sotto attacco crea stress inutili e può scatenare ansia e persino depressione.

'È difficile rimanere ottimisti e positivi durante un attacco così grande alla mia comunità e alla mia identità', afferma il 22enne Jayson Bijak di Houston. 'È devastante pensare che tutti i combattimenti che ho fatto per tutta la vita solo per essere riconosciuto possano essere portati via così. Ma devo andare avanti e devo continuare a combattere, se non per me, quindi per la prossima generazione di bambini trans.

Nel corso della storia, le persone transgender e non binarie hanno vissuto tutta la nostra vita sotto stress e attacchi. Di recente abbiamo iniziato a fare progressi poiché le nostre voci sono diventate più forti e la nostra solidarietà più forte, facilitata da Internet. C'è conforto nei numeri. C'è ispirazione nella collaborazione. C'è un senso di sicurezza e sicurezza nella comunità. Per la mia generazione, Gen Z, la nostra comunità è ampia e diversificata perché gran parte di essa esiste online.

'Mi sembra che mi venga detto che la mia identità è falsa', afferma la diciannovenne Athena Schwartz di Salt Lake City. 'D'altra parte, ho visto così tanto supporto dalla comunità trans online. Sto ancora tremando, ma sono pronto a combattere '.

Ma per quanto positive possano essere le organizzazioni online e le comunità online, c'è anche una sorta di alienazione che ne deriva. Quando siamo sotto attacco - che per troppi di noi è ogni giorno, a casa, nelle scuole, per le strade, nei luoghi di lavoro, negli studi medici - abbiamo bisogno di cure. Abbiamo bisogno di modi per esprimerci a coloro che ci ascolteranno e offriranno una spalla o un orecchio - o un lavoro, una casa, un'istruzione, una copertura sanitaria. Abbiamo bisogno dell'accesso ai professionisti della salute mentale. Abbiamo bisogno delle nostre leggi per sostenerci, servirci e garantire la nostra protezione contro la violenza e la discriminazione.

Non saremo cancellati. La nostra umanità non sarà dettata da false idee religiose e ideologiche di genere e binari. I giovani di tutto il paese continueranno a organizzarsi e parlare. E il nostro benessere mentale e spirituale individuale e collettivo sarà messo alla prova. Continua a connettere i tuoi colleghi e i membri della community con risorse locali e digitali che possano aiutarli. È importante unirsi o creare spazi di supporto online o nelle scuole e città.

Sii un alleato. Dobbiamo sostenerci a vicenda e mobilitarci insieme. Ecco come vinceremo.

Le citazioni sono state modificate e condensate per maggiore chiarezza.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Questi giovani sanno fin dall'inizio, e pensano che anche Brett Kavanaugh dovrebbe