Indosso un bindi ogni giorno e non mi dà fastidio se i non indiani lo abbracciano

Stile

Indosso un bindi ogni giorno e non mi dà fastidio se i non indiani lo abbracciano

'Fintanto che le persone rispettano il significato culturale, non ho alcun problema anche con loro che lo indossano'.

30 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Per gentile concessione di Deepti Sharma
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

In questo editoriale, la scrittrice Deepti Sharma spiega perché non la offende se i non indiani scelgono di indossare Bindis.

Crescendo, c'era una canzone dolorosa che i bambini della mia scuola cantavano per prendermi in giro: 'Ho un punto in testa e il colore è rosso. Sono un indù '. Ho odiato quella canzone. Come un bambino indiano che vive in America, ho attraversato tutte le fasi di rifiuto, accettazione e infine abbraccio della mia cultura. Ma qualche anno fa, ho preso una decisione che mi rende ancora più visibilmente indiano: ho deciso di indossare un bindi ogni giorno.

Il bindi non è solo un amato legame con la mia cultura, è diventato una sorta di affermazione politica. Indossare un bindi è un atto di resistenza, in particolare in un momento in cui l'amministrazione Trump applica regolarmente le politiche xenofobe e le violente vittime di destra colpiscono le comunità di immigrati. Abbracciando semplicemente la mia cultura, sto normalizzando una pratica culturale che è spesso diffamata in America.

Nell'Asia meridionale, i bindis hanno una storia ricca e complessa. Tradizionalmente, le donne indù sposate lo indossavano per proclamare il loro stato civile. Secondo le credenze indù, la fronte è considerata il terzo occhio e tiene lontana la sfortuna. Nello Yoga, è un punto centrale per la meditazione. Mentre il bindi porta un sacco di significato religioso, spirituale e persino fisico, per me è un legame con la mia infanzia. Mi ricorda di vedere mia madre prepararsi ogni giorno, prestando molta attenzione a completare ogni fase della sua vasta routine di bellezza: sistemarsi i capelli, idratare la pelle, e poi alla fine raggiungere la sua scatola di bindi e aggiungere quel tocco finale. Rimasi incantato dal processo da bambina e quando indossai per la prima volta un bindi, nella mia mente c'era soprattutto l'immagine di mia madre. Come la maggior parte degli asiatici del sud della diaspora, sono cresciuto indossando il bindis adesivo decorativo come una dichiarazione di moda culturale: un accessorio da indossare a feste, matrimoni e funzioni familiari.

All'inizio, ho chiesto a mia mamma un pacchetto del suo Bindis, ma alla fine ho iniziato a comprare il mio. Ogni volta che vado in India, ne compro tonnellate. Sperimento colori, dimensioni e stili: è tutto divertente e fa parte dell'accessorio. Ma quando indosso un bindi al di fuori degli spazi culturali sicuri, diventa un punto di contesa.

meilleurs endroits pour se faire tatouer

Indiani e non indiani allo stesso modo sono confusi dalla mia scelta. Nella mia cultura, le persone a volte assumono che io sia devotamente religioso e che vada al tempio ogni giorno. Sono scioccati quando scoprono che lo indosso al di fuori di spazi focalizzati spiritualmente. 'Lo indossi tutti i giorni? Lavorare? Con abiti occidentali? l'interrogatorio va.

E poi ci sono non indiani che mi stereotipano in altri modi. Presumono che io non sia americano - e l'ignoranza non si ferma qui. Mi è stato chiesto 'Sei nato con quello'? o 'Tuo marito ti fa indossare'? Se li vedo in seguito senza il mio Bindi, a volte presumono (e chiedono se) di averlo rimosso chirurgicamente.

I commenti sono offensivi, certo, ma non mi arrabbio più. Lo vedo come un momento insegnabile. Se sembrano sinceramente curiosi, allora mi prendo il tempo per spiegare. Invece di rispondere con rabbia, considero il loro background e a quali religioni, tradizioni e culture sono stati esposti. Fintanto che sono rispettosi, apprezzo e accolgo con favore le loro domande.

Quando i rivenditori di massa iniziarono a vendere bindis e le donne bianche iniziarono a indossarli ai festival e alle feste musicali, all'inizio mi fece arrabbiare. Ho pensato, la cosa per cui sono stato ridicolizzato come una donna dell'Asia meridionale è etichettata alla moda quando le donne caucasiche lo indossano. Mi ha ricordato quella canzone che i miei compagni di classe erano soliti cantare, prendendo in giro la mia etnia e riducendomi a stereotipi disumanizzanti.

Annuncio pubblicitario

Ma presto, ho capito che questa conversazione poteva essere una strada verso la comprensione e il rispetto reciproci. Considera questo: se le aziende includessero informazioni sui prodotti che stanno vendendo - come una spiegazione del significato del bindi, per esempio - le persone diventerebbero più consapevoli della sua origine e l'intera nozione di non indiani che indossano il Bindi potrebbe diminuire offensivo.

meilleures positions pour les crampes menstruelles

Ad esempio, adoro la moda e il cibo di altre culture; non posso abbracciarli anche se sono consapevole e rispettoso della storia? Non è intrinsecamente sbagliato voler celebrare e persino abbracciare la bellezza di un'altra cultura, ma la consapevolezza e il rispetto sono importanti. Ecco dove la maggior parte delle persone vacilla.

Il mio bindi è parte della mia identità, uno che ho imparato ad amare nonostante sia stato preso in giro da bambino. È un legame con la mia religione, la mia etnia, la mia famiglia e alcuni dei miei primi ricordi d'infanzia. Finché le persone rispettano e onorano quella ricca storia e l'attuale significato culturale, non ho alcun problema con loro che abbracciano anche il bindi.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Savage X Fenty era tutto ciò che la sfilata di moda di Victoria's Secret doveva essere