Come i tuoi prodotti cosmetici preferiti hanno ottenuto i loro nomi sfacciati

bellezza

Come i tuoi prodotti cosmetici preferiti hanno ottenuto i loro nomi sfacciati

Il processo di denominazione dietro marchi come Urban Decay, Essie, Tarte ed EOS.

11 aprile 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Fuligginoso, sangue di unicorno, nessun sonno, nonna, chihuahua, film indipendente, brandy ghiacciato, brutta cosa, piccione rosa. Questi sono solo alcuni dei nomi sfacciati dati a rossetti, tinte per labbra, smalti per unghie e altri cosmetici di alcuni dei nostri marchi preferiti.
Per marchi come EOS, Urban Decay, Tarte e L'Oreal's Essie, un moniker può realizzare o distruggere anche il prodotto più performante. Ma ti sei mai chiesto chi c'è dietro questi nomi alla moda o chi è responsabile di farti ridere quando ti schiaffi su un labbro rosso fuoco?

Teen Vogue ha parlato con quattro esperti di alcuni dei più grandi marchi di bellezza del mondo, delle loro ispirazioni per i prodotti di denominazione e del lavoro intenso (ma soprattutto divertente) che lo coinvolge. Oltre a spiegare i loro processi personali, hanno anche riflettuto sulla strana tendenza del nome di oggi, che ha rapidamente conquistato l'industria della bellezza. Alcuni sostengono che è passato molto tempo, ma altri attribuiscono ai social media la forza dietro la strana moda.

Jamie Sacchi EOS

Jamie Sachs, che lavora con il team di sviluppo di fragranze e sapori di EOS, afferma che quando sceglie i nomi per i loro popolari balsami per labbra a forma di sfera, cerca di introdurre parole e concetti che sono innovativi e spingono i confini.

'Creiamo sapori come uno chef crea cibo artigianale: con sfumature, complessità e stratificazione', racconta Teen Vogue.

In sole due o tre parole, ha bisogno di comunicare 'un concetto di raccolta, il profilo aromatico principale e una personalità aromatica aggiuntiva', spiega Sachs. Questa impressione deve essere abbastanza potente da invogliare il consumatore a provare e infine ad acquistare il prodotto.

meilleurs sacs à dos pour adolescents

'Prendo un'idea o un tema di base e aggiungo una sfumatura e un punto di vista specifici per migliorare l'esperienza dell'utente finale', afferma. 'L'interesse e l'acquisto dei sapori sono guidati dall'attrattiva generale di quanto il nome del sapore si adatti al sapore reale'.

Mentre è allettante fare semplicemente sembrare un nome sexy o eccitante, dice Sachs, deve anche descrivere accuratamente il gusto, il profumo e la sensazione del prodotto. Si tratta anche di aggiungere un elemento di personalità.

'Viviamo in un'epoca in cui i consumatori sono sempre più consapevoli delle loro decisioni di acquisto e rispondono favorevolmente alla trasparenza e allo storytelling del marchio', afferma. 'La fragranza e il sapore sono mezzi potenti che possono trasportare il consumatore ed evocare emozioni, quindi l'aggiunta di personalità e dettagli ai nomi dei sapori può attingere a quell'emozione e aiutare il consumatore a connettersi e godersi ancora di più la sua esperienza con il balsamo per labbra'.

Candace Craig Bulishak, Tarte

Per Tarte CMO Candace Craig Bulishak, le didascalie di Instagram sono state l'ispirazione dietro alcuni dei nomi sfacciati del marchio. 'I nostri fan sono abituati a vedere sottotitoli veloci e spiritosi sulle foto, quindi ha senso adottare un approccio simile quando nomina i nostri prodotti', afferma.

Alla Tarte, piuttosto che avere un brainstorming professionale i nomi, Bulishak coinvolge l'intero team di bellezza e anche gli stagisti. Alcuni nomi preferiti includono: Seaglass, Kisses & Kindness e Lippie Lingerie.
A volte il nome deriva da un ingrediente chiave nella formula; altre volte sarà più mirato ai benefici di un prodotto. Se l'idea è forte, a volte il team adatterà il prodotto per abbinarlo.

'Traiamo ispirazione da viaggi, natura, moda, casa e molto dai social media', afferma Bulishak.

Anche i fan del marchio - dolcemente soprannominati 'Tartelette' - sono molto coinvolti nel processo di denominazione. Bulishak afferma che il team di bellezza ha persino fatto il crowdsourcing di nomi da loro su Instagram.

Degrado urbano

Per Wende Zomnir, socio fondatore di Urban Decay, il processo di denominazione dietro ciascuna delle loro tinte per le labbra prevede un paio di bicchieri di vino e un esilarante incontro nella sala del consiglio '. Non ci sono regole ', dice.

Annuncio pubblicitario

'Abbiamo messo tutto sul tavolo con una raccolta di nomi, e li abbiamo modificati da lì', dice Zomnir. 'A volte il nome è proprio lì; altre volte, facciamo riferimento a questo elenco di nomi che conserviamo quando siamo bloccati. Altre volte, niente nella lista funziona, quindi facciamo in modo che un intero gruppo attorno al tavolo faccia il brainstorming '.

Ogni nome di lucidalabbra, evidenziatore e eyeliner riflette le idee del marchio su come 'la bellezza può essere diversa, inaspettata e insolita, come trovare l'ispirazione nell'iridescente lucentezza arcobaleno di una chiazza d'olio'.

I preferiti dai fan includono Hi-Fi Shine, Born To Run, Game of Thrones e il suo preferito personale, il rossetto Vice.

Essie Weingarten, Essie

Essie Weingarten è la donna dietro i nomi di alcuni dei tuoi colori di smalto preferiti e la fondatrice di Essie Cosmetics. Ha fondato l'impero di successo dello smalto per unghie nel 1981 e molti addetti ai lavori le attribuiscono ancora la tendenza del 'nome divertente'. Dopotutto, è il genio dietro Ballet Slippers, uno dei colori per smalto più popolari della nostra generazione e la scelta di Meghan Markle per il suo matrimonio reale dell'anno scorso.

Weingarten afferma che l'ispirazione dietro i nomi senza tempo del suo marchio - Blanc, Bordeaux, Mademoiselle e Wicked, tra gli altri - proveniva da 'camminare per le strade di New York, Parigi, Milano e Tokyo'. E quando non viaggiava fisicamente, i suoi sogni da fiaba divennero la sua fonte di creatività.

Prima di vendere la sua azienda a L'Oreal nel 2010, era la mente creativa dietro i tag accattivanti. Guardando indietro, descrive quel periodo della sua vita come 'quando avevo una tela bianca'.

Anche se ammette che la scelta del nome giusto per un rossetto, una tavolozza di ombretti, un bronzer o uno smalto per unghie può inviare un prodotto alla celebrità del mondo della bellezza, crede che ci sia qualcosa di molto più personale nel battezzare un prodotto meraviglioso. Non sono solo affari, è arte. 'Ogni colore ha una sua personalità', dice, 'che è una mia estensione'.