Come la morte di Michael Brown ha risvegliato una nazione alla brutalità della polizia

Politica

Sono passati quattro anni da quando un adolescente nero disarmato è stato ucciso da un ufficiale bianco.

Di Lincoln Anthony Blades

9 agosto 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
FERGUSON, MO - 7 AGOSTO: I dimostranti marciano per celebrare il primo anniversario della morte di Michael Brown il 7 agosto 2015 a Ferguson, Missouri. Brown, un adolescente nero disarmato, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco da un agente di polizia di Ferguson il 9 agosto 2014. La morte di Brown ha scatenato mesi di proteste a volte violente a Ferguson e ha attirato l'attenzione nazionale sul trattamento della polizia di sospetti neri. (Foto di Scott Olson / Getty Images) Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Quattro anni fa, un adolescente nero disarmato di nome Michael Brown è stato ucciso e ucciso da Darren Wilson, un ufficiale di polizia bianco a Ferguson, nel Missouri. In un attimo, la brutalità della polizia e il clamore che la materia delle vite nere sono stati portati in primo piano nella coscienza della nazione.





La morte di Michael ha galvanizzato la nazione in un modo mai visto prima. Non ha solo ispirato proteste: ha contribuito a innescare un movimento che ha catturato il cuore, la mente e l'anima collettivi del paese. Esempi di brutalità della polizia vengono registrati dalle persone comuni, gli hashtag vengono utilizzati per sostenere il cambiamento legislativo e vengono raccontate le storie di uomini e donne neri disarmati sottoposti a forza eccessiva. La morte di Michael Brown ha risvegliato la nazione ai dati e alle circostanze della brutalità e ai problemi sistemici che consentono agli ufficiali di evitare sistematicamente qualsiasi disciplina.

vieux acteurs mexicains

Di seguito, scopri di più sulle circostanze della morte di Michael, nonché su altri episodi significativi di brutalità della polizia:

Michael Brown

Dopo che Michael Brown fu ucciso a morte dall'addetto alla pensione Darren Wilson, fu deciso che Michael era disarmato. Una grande giuria decise di non accusare Darren e il Dipartimento di Giustizia si schierò dalla parte di quella decisione. Il DOJ ha scoperto che la città di Ferguson stava violando i diritti civili dei suoi cittadini neri e ha fatto causa alla città in modo da mettere in atto piani di riforma.

Ripara il riso

Tre mesi dopo la morte di Michael Brown, Tamir Rice fu ucciso a Cleveland, Ohio, mentre giocava con una pistola giocattolo Airsoft in un parco cittadino. Dopo che un residente ha erroneamente detto alla polizia che un ragazzo stava camminando con una pistola, due ufficiali sono scesi sulla scena, con il 26enne Timothy Loehmann che ha sparato e ucciso Tamir in meno di due secondi dopo aver lasciato la sua auto di pattuglia. Sebbene fosse ritenuto 'emotivamente instabile' e 'inadatto a essere un ufficiale' dalla Forza di polizia dell'indipendenza prima di unirsi alle forze di polizia di Cleveland all'inizio di quell'anno, una grande giuria decise di non accusare Loehmann o il suo partner, Frank Garmback.

Laquan McDonald

Sebbene Laquan McDonald sia stato girato 16 volte in meno di un minuto dall'agente di polizia Jason Van Dyke di Chicago un mese prima di Tamir Rice, le riprese del cruscotto non sono state pubblicate fino a oltre un anno dopo, il 24 novembre 2015. Un mese dopo, Jason è stato accusato da una grande giuria per sei accuse di omicidio di primo grado. La morte di Laquan non solo ha provocato massicce proteste in tutta la città, ma il sindaco di Chicago Rahm Emanuel e l'allora avvocato dello stato della Contea di Cook Anita Alvarez sono stati ampiamente criticati per aver ritardato le indagini che molte persone credono abbiano portato Anita Alvarez a perdere la sua offerta di rielezione.

Freddie Grey

Quando la nazione scoprì i raccapriccianti dettagli intorno alla morte di Freddie Gray, lo sdegno ne seguì così rapidamente e amaramente che la città di Baltimora si ritrovò impantanata in rivolte. Dopo essere stati arrestati e trasportati in un veicolo della polizia - per emergere con una grave lesione al midollo spinale e una casella vocale schiacciata - molti residenti volevano risposte e responsabilità. Sei ufficiali sono stati accusati della sua morte, ma alla fine del mese scorso sono state ritirate tutte le accuse contro gli ufficiali.

Sandra Bland

Mentre Sandra Bland non è stata colpita da un poliziotto, la sua morte è stata legata alla fermata ingiustificata del traffico che ha subito il 13 luglio 2015. Dopo essere stata arrestata per una piccola violazione del traffico, il poliziotto statale Brian Encinia ha detto a Sandra che 'Accenderò tu su '! e estrasse la sua pistola stordente dopo che non sarebbe uscita dall'auto. Giorni dopo, Sandra si sarebbe suicidata mentre era in prigione. Dopo che le riprese della dashcam hanno rivelato che Brian aveva mentito su ciò che è accaduto durante la sosta, è stato incriminato da una giuria per spergiuro di classe A e licenziato dal suo lavoro.

Annuncio pubblicitario

Eric Garner

Molte persone non ricordano che Eric Garner è stato effettivamente ucciso poche settimane prima di Michael Brown. Eric, che è stato messo in una soffocata illegale dall'ufficiale del dipartimento di polizia della città di New York Daniel Pantaleo, è morto il 17 luglio 2014, a Staten Island. Una grande giuria in seguito ha deciso di non accusare l'ufficiale. La morte di Eric e la mancanza di una risposta punitiva hanno provocato i segni e le magliette 'I Can't Breathe' mostrati da attivisti e atleti.

Trayvon Martin

Una statistica che è stata ampiamente discussa dopo la morte di Michael Brown è quella che afferma che una persona di colore viene uccisa da un agente di polizia, una guardia di sicurezza o un vigilante, ogni 28 ore. Mentre alcuni potrebbero chiedersi perché il vigilante sia stato aggiunto a quella statistica, è stato a causa della famigerata morte sparata di Trayvon Martin nel 2012 da George Zimmerman, che era un volontario di sorveglianza del vicinato. Sebbene ci siano voluti mesi di proteste per far accusare George, una giuria alla fine lo ha assolto da tutte le accuse che hanno portato alla nascita del movimento Black Lives Matter - lo stesso movimento che ha radunato le proteste a Ferguson dopo la morte di Michael Brown.

Nota dell'editore: Questa storia è stata pubblicata originariamente il 9 agosto 2016, in occasione del secondo anniversario dell'omicidio di Mike Brown.

Relazionato: La mamma di Michael Brown spiega perché la vita di suo figlio è importante