La speranza in una scatola sta mostrando agli studenti LGBTQ che esistono persone strane in letteratura

Libri

Hope in a Box sta cercando di cambiare i libri e i contenuti multimediali disponibili nelle classi a basso reddito e nelle aree rurali.

Di Gabe Bergado

article de teen vogue sur le sexe anal
31 ottobre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Ci sono molti libri che molti studenti in tutto il paese dovrebbero aver letto alla fine del liceo per influenzare la loro visione del mondo. Il grande Gatsby, Fattoria di animali, e Romeo e Giulietta sono tre che mi vengono in mente, ma molte di queste storie non riescono a considerare un mondo in cui esistono persone strane. Attraverso lavori come Camera di Giovanni di James Baldwin, l'amato libro YA I vantaggi dell'essere timidiDi Virginia Woolf Signora Dalloway, e altri, l'organizzazione Hope in a Box sta dimostrando che ci sono molti più giovani che possono leggere oltre ai semplici protagonisti che salvano la giornata o seguono il via libera.





Donando scatole di libri inclusivi di LGBTQ e risorse di curriculum come colonne sonore e film per le classi, Hope in a Box vuole cambiare il modo in cui le scuole rurali e quelle a basso reddito pensano alla diversità e alla salute mentale di LGBTQ. Joe English, il fondatore del non profit, è cresciuto in una città rurale e upstate di New York con 1.900 persone. Ogni canzone che ha ascoltato, ogni rivista che ha raccolto, ogni film che ha visto incentrato su narrazioni eteronormative.

'Ricordo di essermi sentito acutamente solo. Penso che questa sia ancora la realtà nel 2019 per molti, molti bambini che vivono in America rurale e a basso reddito, anche se le città liberali e cosmopolite come New York e D.C. o L.A. diventano più inclusive di identità diverse ', dice Teen Vogue. 'È un disservizio leggere questa letteratura e aprire la tua mente e poi rimanere nei centri urbani e nelle bolle liberali per il resto della tua vita. Sento un profondo interesse e obbligo nel colmare i due mondi da cui provengo '.

Durante gli studi alla Yale University, il mondo di Joe è stato aperto a una vasta gamma di pubblicazioni oltre a ciò che gli era disponibile da adolescente. Dopo la laurea, Joe è tornato al suo liceo per avere una conversazione sincera con i suoi ex insegnanti sui sentimenti di isolamento che aveva avuto durante l'adolescenza e sui testi che ha acquisito familiarità da studente. Ha imparato che molti educatori vogliono sostenere profondamente i loro studenti, ma non sempre sanno come, perché c'è incertezza sulle risorse da utilizzare, come incorporare gli argomenti in modo appropriato nei curricula e, ovviamente, i vincoli del budget scolastico.

huile de coco et peau grasse

Quindi circa un anno e mezzo fa, ha creato Hope in a Box senza scopo di lucro. Hanno lavorato con oltre 50 professori universitari e insegnanti delle scuole superiori in tutto il paese per creare il primer definitivo della letteratura LGBTQ per i giovani adulti e hanno inviato le loro scatole curate agli educatori bisognosi. Le selezioni sono inclusive quando si tratta di sessualità e genere, ma l'elenco include anche storie su persone di tutte le razze, stati socioeconomici, età, periodi di tempo e background per fornire le storie più inclusive e intersezionali disponibili. Ci sono scelte per i lettori di età compresa tra la sesta o la seconda media fino all'aula di letteratura AP con studenti delle scuole superiori e anziani. Il risultato è una gamma di materiale incluso The Miseducation di Cameron Post, Il colore viola, e autori come Oscar Wilde e Gloria E. Anzaldua.

Anche se non sei istruito sulle persone LGBTQ in classe, ora ci sono molte risorse online. Ma Joe è consapevole che non tutti gli studenti hanno una connessione a Internet facilmente accessibile.

'La nostra speranza è che andando avanti possiamo fornire copie di e-book oltre alle copie di stampa fisica, ma la stampa ha ancora un posto davvero importante nel sistema di istruzione americano', afferma. 'Nel bene e nel male, è così che accade molta lettura nelle scuole, specialmente nelle scuole rurali e a basso reddito che potrebbero non avere le risorse per investire in laptop per tutti i loro studenti o in tablet'.

fille blanche agit en noir
Annuncio pubblicitario

Julie Jee, un'insegnante di inglese di 10 ° e 12 ° grado presso la Arlington High School nello stato di New York, è una delle educatrici che è stata in grado di espandere la sua biblioteca in classe grazie all'aiuto di Hope in a Box. Ha scoperto per la prima volta sul non profit tramite Twitter ed è stata 'delirantemente felice' di vedere il numero di libri, film e altro che ha ricevuto. The Dangerous Art of Blending In, The Perks of Being a Wallflower, The Miseducation of Cameron Post, e Will Grayson, Will Grayson sono stati favoriti tra i suoi studenti del secondo anno.

'È stato davvero bello per loro capire le esperienze dei personaggi che si identificano come LGBT o vedersi riflessi nella letteratura che li circonda', racconta Teen Vogue. 'Penso che abbiamo un'idea di ciò che è normale nella citazione e non quotato nella società, e gli studenti che si identificano come LGBT sentono di non far parte di tale normalità. Quando abbiamo libri che identificano le loro identità, è un modo affermativo per far loro sapere che appartengono, sono ascoltati, sono riflessi e fanno parte del normale '.

Hope in a Box finora ha subito solo un programma pilota, con passaparola informale e reti di insegnanti che si radunano in quasi 200 scuole di 35 diversi stati che richiedono di lavorare con loro per un paio di mesi. Al momento c'è una lista d'attesa a causa della domanda, ma le persone dietro Hope in a Box stanno lavorando lontano, incoraggiate dall'intenso interesse degli educatori a rendere le loro classi più inclusive. L'aspirazione di Joe è di supportare centinaia di scuole in tutti i 50 stati entro la fine dell'anno accademico 2019-2020.

'In alcuni dei distretti in cui abbiamo lavorato ci sono state alcune esitazioni, in particolare dai membri del consiglio scolastico e da alcuni genitori. Questo è comprensibile; è prevedibile ', dice. 'La cosa importante in queste conversazioni è capire che nessun genitore vuole vedere un bambino ostracizzato, nessun insegnante vuole vedere uno studente vittima di bullismo. Questa non è una conversazione concettuale o nebulosa sui diritti civili. In sostanza, è davvero una conversazione umana su come possiamo garantire che gli studenti siano al sicuro a scuola '.

Relazionato: Sono ossessionato da queste copertine di libri con alcuni dei principali attivisti di oggi