Ecco perché i membri del Congresso tra cui Alexandria Ocasio-Cortez e Ilhan Omar mi danno speranza

Politica

Ecco perché i membri del Congresso tra cui Alexandria Ocasio-Cortez e Ilhan Omar mi danno speranza

In questo editoriale, l'ex candidato politico Hadiya Afzal spiega perché la diversità e l'interattività del nostro Congresso appena giurato danno a lei e ai suoi colleghi la speranza per i prossimi due anni.

7 gennaio 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Rappresentanti Alexandria Ocasio-Cortez, democratica di New York, da sinistra, Barbara Lee, democratica della California, Jahana Hayes, democratica del Connecticut, Lauren Underwood, democratica dell'Illinois e Sheila Jackson-Lee, democratica del Texas, sedersi per una fotografia alla Camera della Camera durante l'apertura del 116 ° Congresso alla Camera della Camera a Washington, DC, USA, giovedì 3 gennaio 2019. Nancy Pelosi è quasi certo che diventerà oratore della Camera giovedì come il nuovo Congresso ha prestato giuramento e i democratici rivendicano il controllo della camera, istituendo due anni di confronto e possibili compromessi con il presidente Donald Trump. Fotografo: Andrew Harrer / Bloomberg via Getty ImagesBloomberg
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Ho sorriso mentre guardavo il 116 ° Congresso giurare il 3 gennaio 2018 - ma ho anche pianto.

Le emozioni si sono gonfiate perché sono un candidato recente per l'ufficio locale me stesso. So esattamente quanto lavoro va fatto nella campagna elettorale: ogni persona giurata al Congresso ha sopportato lunghi giorni e notti insonni; avevano bussato a centinaia di porte, chiamato migliaia di telefoni e scritto innumerevoli cartoline. Ancora più volontari e attivisti avevano fatto lo stesso a sostegno, sperando che ciò avrebbe portato alla vittoria futura. E ha funzionato: questi legislatori includono la maggior parte delle donne e delle donne di colore, di tutti i tempi, tra le altre prime.

Ho sorriso guardando l'inaugurazione del Congresso perché sapevo che era il risultato finale di un duro lavoro, ma sapevo anche che non poteva finire lì. L'obiettivo di una campagna non è solo quello di eleggere un degno candidato, ma di eleggere un funzionario che promulgerà una legislazione per migliorare la vita dei propri elettori. E per la prima volta nella mia vita, ho potuto sentire distintamente quella differenza. Assistere a eventi di prim'ordine al Congresso come Alexandria Ocasio-Cortez, la donna più giovane al Congresso, fa un selfie con Ilhan Omar, una delle prime donne musulmane al Congresso, e Sharice Davids, una delle prime donne native americane al Congresso , in un momento, e poi proponendo una legislazione progressiva nel successivo, illustra il loro vero potere. Questi sono rappresentanti del Congresso che non sono venuti a suonare. Questi nuovi rappresentanti non sono presenti come prestanome della diversità - stanno lavorando attivamente per approvare una legislazione che creerà un paese migliore. E lo stanno facendo con l'aiuto degli stessi attivisti che li hanno portati a Washington D.C. in primo luogo.

Per molti dei miei colleghi, i midterms del 2018 sono state le prime vere elezioni alle quali abbiamo prestato attenzione, alcuni perché questo è stato il primo a cui potevano votare, e altri perché questa era la loro possibilità di avere un impatto in un processo che si era rivelato così inaspettatamente solo due anni prima. Siamo una generazione che cresce solo conoscendo un nuovo modo radicale di politica americana. Siamo passati dal senso dell'infanzia dell'onnipotenza nazionale del presidente Barack Obama a una conoscenza più reale e adulta della presidenza di Donald Trump.

beyonce fabriqué en amérique

Molti Gen Z'er non sono stati civicamente impegnati abbastanza a lungo da sapere quali vecchie regole politiche dovremmo tecnicamente rispettare. Non sappiamo che le donne dovrebbero 'aspettare il loro turno' prima di candidarsi per l'ufficio. Non sappiamo che i candidati dovrebbero essere 'così vecchio', 'questo maschio' e 'questo bianco' per correre. Che devi avere connessioni politiche per lanciarti in una campagna. Non conosciamo le norme politiche di Clinton e Bush, le etichette del Congresso di Harry Reid - conosciamo nuove regole.

Alcune persone ci dicono che non sappiamo ancora abbastanza della politica. Credo semplicemente che non siamo ancora stanchi.

E ora, abbiamo appena visto un nuovo gruppo diversificato di candidati abbattere ogni barriera davanti a loro per raggiungere il D.C. e osservare come nuove norme politiche sono state stabilite davanti ai nostri occhi. Sappiamo che è possibile un presidente nero. Che le donne musulmane possano essere al Congresso. Che le donne possano candidarsi per l'ufficio più alto della terra.

Conosciamo anche altre regole più brutte. Sappiamo che un aggressore sessuale accusato può diventare presidente. Sappiamo che per quello stesso presidente è possibile installare membri corrotti del gabinetto, attuare leggi incostituzionali sull'immigrazione e rovesciare un sistema di asilo. Sappiamo che è possibile manipolare il sistema di assegni e bilanci che una volta ci hanno insegnato erano immutabili.

artistes de musique adolescents
Annuncio pubblicitario

La mia generazione conosce bene anche il razzismo, l'islamofobia, il sessismo, l'omofobia e la transfobia. Assaggiamo l'amarezza di queste oppressioni ogni giorno, che si tratti di camminare per le strade della città di notte o di guidare le nostre città in pieno giorno. Viviamo con la sempre presente minaccia di violenza armata nelle nostre scuole. Siamo profondamente consapevoli della minaccia che i cambiamenti climatici presentano al nostro pianeta. Abbiamo DREAMER nei nostri ranghi, incerti sui loro futuri nell'unico paese che abbiano mai conosciuto.

Ma ci hanno anche concesso gli strumenti per l'attivismo e le connessioni che nessun'altra generazione politica ha avuto. I movimenti studenteschi degli anni '70 non avevano smartphone o social media. Il cambiamento che siamo stati in grado di creare con questi nuovi strumenti è già evidente nelle nuove conversazioni che si stanno svolgendo nelle sale del Congresso.

Per la prima volta, la politica sui cambiamenti climatici viene trattata come una minaccia urgente. La politica di controllo delle armi è prevista per una vera discussione e attuazione. Le regole relative al copricapo religioso vengono cambiate. La legislazione anti-linciaggio è stata approvata. La riforma dell'immigrazione è promessa. Allo stesso tempo, mentre stiamo osservando le forme più brutte della nostra politica rivelarsi, stiamo anche vedendo il potenziale per il meglio.

Questo è solo l'inizio. Mentre guardavo il giuramento del nostro nuovo Congresso meravigliosamente vario, appassionato e schietto, sorridevo per la storia che si stava facendo in quel momento. Ma stavo piangendo al pensiero dei cambiamenti ancora più storici che sicuramente seguiremo se noi, come cittadini civicamente impegnati, continuiamo a mantenere il nostro attivismo per conto di politiche audaci e progressiste che aiuteranno a creare un'America migliore. Abbiamo un nuovo Congresso che si è impegnato a lavorare per maggiori cambiamenti. Ora tocca a noi mantenerle a quelle promesse.