Ecco tutti i democratici che corrono ancora alle elezioni presidenziali del 2020

Politica

Ecco tutti i democratici che corrono ancora alle elezioni presidenziali del 2020

È un primario affollato.

25 novembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Le elezioni presidenziali del 2020 sono ben avviate, poiché i candidati continuano ad annunciare l'intenzione di correre. Con diversi democratici di spicco e pochi repubblicani di spicco diversi dal presidente Donald Trump ufficialmente in gara (e oltre 250 Dems dichiarati ufficialmente alla Commissione elettorale federale), è un campo affollato come senatori, governatori e persino uno stile di vita i guru sostengono che la loro causa è la risposta del partito a Trump.

Le primarie democratiche si stanno preparando per essere una prova chiave di come il partito si è spostato dal 2016 e di come gli elettori vogliono vederlo rispondere al primo mandato della presidenza di Trump. Sarà in discussione il modo in cui i candidati del partito sceglieranno di appoggiarsi alla politica dell'identità e se l'ingiustizia economica e le questioni di classe abbiano o meno un ruolo da svolgere.

Ma è una lunga strada per la Convenzione nazionale democratica di Milwaukee, Wisconsin, nel luglio 2020. Ecco cosa stanno portando al tavolo del 2020 tutti i democratici che hanno annunciato finora.

Ex rappresentante John Delaney

Il tempo di John Delaney come rappresentante dello stato del Maryland si è concluso nel 2019 in seguito al suo annuncio che non avrebbe cercato la rielezione a metà mandato del 2018 per candidarsi alla presidenza nel 2020. In un luglio 2017 pubblicato per il Washington Post, Delaney annunciò che stava entrando in gara e spiegò perché.

'Il nostro governo è ostacolato da un'eccessiva partigianeria. Stiamo offrendo opportunità critiche per migliorare il paese che ci passa. E non stiamo nemmeno parlando della cosa più importante: il futuro ', ha affermato Delaney, sostenendo anche gli investimenti in infrastrutture e la riforma fiscale internazionale. 'Ho un approccio originale al governo e una politica economica che può portarci su una rotta diversa'.

Il sito Web di Delaney pubblicizza le sue 'radici da colletti blu' come figlio di un elettricista sindacale, il suo successo come imprenditore che ha avviato due attività (era un tempo il più giovane CEO della Borsa di New York) e i suoi valori progressivi. Secondo il Center for Responsive Politics, è stato il terzo membro più ricco della Camera nel 2015, per cui sono disponibili i dati dell'ultimo anno su Delaney. Secondo il atlantico, i primi sforzi per fare una campagna in Iowa hanno visto Delaney proporsi come un unificatore in grado di superare le tensioni dei partigiani.

https://twitter.com/CNN/status/1104889903253458944

La senatrice Elizabeth Warren

Elizabeth Warren, una senatrice che rappresenta il Massachusetts, ha ufficiosamente gettato il suo cappello sul ring quando era ancora il 2018 con un annuncio video pubblicato su Twitter. Ha aderito ufficialmente alla gara il 9 febbraio e ha sviluppato il suo caso su un problema che è stato un segno distintivo della sua carriera politica: l'ingiustizia economica.

https://twitter.com/ewarren/status/1079734725323964417

'Sono determinato a costruire un'America in cui non solo i figli dei ricchi abbiano la possibilità di costruire qualcosa, ma dove tutti i nostri figli abbiano la possibilità di costruire un futuro reale', ha detto a potenziali elettori dell'Iowa a gennaio. 'Questo è ciò per cui sto combattendo'.

Annuncio pubblicitario

Warren ha già una relazione controversa con Trump, che l'ha derisa regolarmente per le sue affermazioni sull'eredità dei nativi americani.

FiveThirtyEight ha notato che essere una donna con quello che hanno caratterizzato come uno 'stile di confronto' come quello di Warren potrebbe significare che il sessismo potrebbe funzionare contro di lei. Avrà anche una buona dose di sovrapposizione dei voti primari con un altro candidato che dovrebbe correre nel 2020: il senatore del Vermont Bernie Sanders.

Imprenditore Andrew Yang

La campagna di Andrew Yang, che ha archiviato documenti ufficiali il 6 novembre 2017, ruota principalmente attorno a un unico problema: il reddito di base universale. Definisce la politica 'il dividendo per la libertà' e stabilisce che ogni adulto statunitense di età superiore ai 18 anni riceverà $ 1.000 al mese con assegno governativo. Supporta anche Medicare per tutti e suggerisce che il capitalismo dovrebbe essere riconsiderato e riconfigurato per renderlo al servizio delle persone anziché dei profitti.

https://twitter.com/breakfastclubam/status/1104139403285458945

La storia di Yang è principalmente negli affari. Il New York Times lo ha definito 'un imprenditore seriale' in una storia del 2012 su Venture for America, un'associazione senza scopo di lucro che ha lanciato per collocare neolaureati in aziende startup, ispirato al modello di Teach for America. Yang sembra sperare che il suo approccio esperto di business possa conquistare gli elettori nel mezzo che speravano che le politiche di Trump avrebbero rafforzato l'economia.

'Donald Trump dà agli imprenditori una brutta reputazione perché è un ciarlatano di marketing, non un costruttore di organizzazioni aziendali', ha detto a Business Insider nell'agosto 2018. 'Credo di avere molte delle qualità che Trump ha preteso di avere'.

Rappresentante Tulsi Gabbard

Tulsi Gabbard è attualmente rappresentante della Camera per il secondo distretto congressuale delle Hawaii, e il suo background è nell'attivismo ambientale e nel servizio militare; ha persino promesso di portare 'il cuore di un soldato' alla Casa Bianca. È entrata ufficialmente in gara l'11 gennaio.

https://twitter.com/TulsiGabbard/status/1083903626748272640

Riforma di Wall Street, problemi nativi delle Hawaii, alloggi a prezzi accessibili e riforma della giustizia penale sono solo alcuni dei problemi principali che Gabbard elenca sul suo sito web. Secondo GovTrack, che monitora i documenti di voto del Congresso, Gabbard ha spesso sponsorizzato progetti di legge su forze armate, questioni di sicurezza nazionale e affari internazionali durante il suo periodo al Congresso, iniziato nel 2013.

Annuncio pubblicitario

La storia passata di retorica divisiva di Gabbard è diventata una delle prime pubblicazioni della sua campagna. All'inizio degli anni 2000, ha lavorato con l'organizzazione anti-gay di suo padre, un fatto che ha suscitato una certa attenzione a seguito del suo annuncio, come riportato dalla CNN. Da allora Gabbard si è scusato.

Non è quasi l'unica democratica nella storia recente con un disco macchiato su questioni LGBTQ +; come osservato dal Costituzione del diario di Atlanta, il partito stesso non si è unito all'uguaglianza matrimoniale, una questione di punta dell'attivismo LGBTQ + nei primi anni 2000, fino al 2012. Ma non è chiaro se la retorica del 'cuore del soldato' di Gabbard risuonerà con gli elettori, indipendentemente dal suo passato.

Major Pete Buttigieg

Il sindaco di South Bend, Indiana, Pete Buttigieg, è entrato in gara il 23 gennaio, dicendo ai sostenitori che stava correndo gli ideali di libertà, sicurezza e democrazia. Buttigieg potrebbe avere una campagna potenzialmente storica, in quanto sarebbe il primo millenario e il primo uomo apertamente gay ad essere nominato alla presidenza se avesse vinto la nomination. Sarebbe il presidente più giovane di sempre se fosse riuscito a vincere le elezioni generali.

Senatrice Amy Klobuchar

Il senatore senior del Minnesota è entrato in gara il 10 febbraio, sparando ai capelli di Trump mentre annunciava la sua candidatura in condizioni di neve. Presentandosi affrontando i cambiamenti climatici e le disparità di reddito come assi della sua piattaforma, Amy Klobuchar ha usato le brutali condizioni per pubblicizzare la sua forza e il modo in cui potrebbe essere un vantaggio in una campagna contro Trump.

La durezza è arrivata a definire le prime fasi della corsa dell'ex avvocato aziendale - in particolare, le caratterizzazioni di lei come capo duro sono state al centro della scena dopo che gli ex impiegati si sono fatti avanti per le esperienze di grida e rimproveri. La squadra di Klobuchar ha respinto l'idea che lo staff ha lasciato in condizioni infelici, e la stessa candidata ha preso a scherzare su alcune delle storie del suo duro trattamento con il personale.

https://twitter.com/SenAmyKlobuchar/status/1101224120551907329

Klobuchar si è inclinato nell'angolo di resistenza. La sua mossa sembra far sapere agli elettori che Trump non si sarebbe risparmiata la sua ira nelle elezioni generali, sebbene i suoi messaggi completi non siano ancora chiari all'inizio della campagna.

Il senatore Bernie Sanders

Dopo la sua corsa senza successo per la nomination democratica nel 2016, Bernie Sanders è tornato. Ha annunciato la sua corsa per il 2020 il 19 febbraio. Tecnicamente un indipendente, il senatore del Vermont, un veterano del Congresso di 28 anni, corre di nuovo come democratico su una piattaforma di socialismo democratico.

Annuncio pubblicitario

La corsa 2016 di Sanders ha contribuito a spingere molti dei suoi concorrenti del 2020 a sinistra su politiche come Medicare per tutti, un salario minimo di $ 15 e un college pubblico senza tasse scolastiche. Ma proprio come Sanders ha spostato la conversazione, così la conversazione stessa si è spostata attorno a lui.

comment faire éclater une cerise par vous-même

https://twitter.com/BernieSanders/status/1104527895060451328

Sanders ha criticato la politica dell'identità in seguito alle elezioni generali del 2016, che hanno alienato alcuni sostenitori. L'ex volontaria della campagna Sanders Isabella Gomez Sarmiento ha smantellato il motivo per cui Sanders aveva perso il suo sostegno in un editoriale per Teen Vogue, esponendo il modo in cui crede che non sia andato abbastanza lontano su alcune questioni progressiste e la sua campagna è in contrasto con il modo in cui la politica dell'identità ha avuto un impatto sugli intermediari del 2018.

L'ex vicepresidente e senatore Joe Biden

L'ex vicepresidente Joe Biden ha fatto il suo ingresso relativamente tardi nelle primarie democratiche del 2020 con un video di YouTube il 25 aprile. Apertura con una riflessione sul Dichiarazione di indipendenza, Biden usa le radici del suo autore, Thomas Jefferson, a Charlottesville, in Virginia, per discutere del raduno Unite the Right del 12 agosto 2017 che ha avuto luogo lì, facendo ricadere il presidente Donald Trump sulle sue osservazioni a seguito dell'uccisione di un controprotester e dicendo che sta accadendo 'una battaglia per l'anima di questa nazione'.

'Fu allora che sentimmo le parole del presidente degli Stati Uniti che sbalordirono il mondo e scioccarono la coscienza di questa nazione. Ha detto che c'erano, citate, 'alcune persone molto belle da entrambe le parti', continua Biden. 'Belle persone da entrambe le parti? Con queste parole, il presidente degli Stati Uniti ha assegnato un'equivalenza morale tra coloro che diffondono l'odio e quelli che hanno il coraggio di opporsi. E in quel momento, sapevo che la minaccia per questa nazione era diversa da qualsiasi altra che avessi mai visto in vita mia '.

Biden è stato a lungo un front-runner nei sondaggi, anche prima del suo annuncio ufficiale. La sua lunga storia del Congresso ha alcuni punti problematici e anche recenti accuse di tocco inappropriato (Biden ha negato di agire in modo inappropriato) incombono sulla sua candidatura.

Il senatore Michael Bennet

Il senatore Michael Bennet del Colorado ha annunciato la sua candidatura alla CBS Questa mattina il 2 maggio. Secondo la CNN, il suo annuncio è stato ritardato dopo che gli è stato diagnosticato un cancro alla prostata in aprile. Nel suo annuncio, Bennet ha evidenziato due sfide che la nazione deve affrontare: 'Una è la mancanza di mobilità economica e opportunità per la maggior parte degli americani e l'altra è la necessità di ripristinare l'integrità del nostro governo', ha affermato. Ha sottolineato la priorità di lasciare un futuro migliore alle giovani generazioni.

Bennet ha detto alla CBS Questa mattina il suo lavoro bipartisan e la sua capacità di vincere nelle contee rosse in Colorado lo rendono in una posizione unica per vincere le elezioni del 2020. Su Twitter, Bennet è stato critico nei confronti della 'politica infranta'.

Attivista miliardario Tom Steyer

Invertendo la rotta della sua decisione di gennaio di rimanere fuori dalla corsa del 2020, l'attivista miliardario Tom Steyer ha annunciato ufficialmente la sua candidatura martedì 9 luglio, con un video che è servito come critica puntuale dell'America corporativa e del suo coinvolgimento in politica.

Annuncio pubblicitario

'Penso che ciò che la gente crede sia che il sistema li abbia lasciati. Penso che la gente creda che le corporazioni abbiano comprato la democrazia, che i politici non se ne curino o non le rispettino ', ha detto Steyer. 'Se questa è una repubblica delle banane con poche persone molto ricche e tutti gli altri che vivono nella miseria, è un fallimento'.

https://twitter.com/TomSteyer/status/1148579342680637440

Steyer ha anche affrontato la propria ricchezza nel video, dicendo che aveva firmato il Giving Pledge per dare metà della sua ricchezza a buone cause. Steyer vale $ 1,6 miliardi, secondo Forbes, e un portavoce della campagna ha detto al New York Times Steyer prevede di spendere $ 100 milioni per la sua campagna.

Deval Patrick, ex governatore a due mandati del Massachusetts

Patrick ha annunciato il 14 novembre che stava gettando il cappello nell'anello ancora affollato del 2020. L'ex governatore del Massachusetts e alleato dell'ex presidente Barack Obama si sta autoproclamando il moderato sensibile della corsa, dicendo ai giornalisti che fino ad oggi la corsa è stata una contesa tra 'nostalgia' e 'grandi idee - a modo mio o no' .

Patrick ha dichiarato al Boston Globe di sapere che la sua campagna equivale a un 'Ave Maria da due stadi' dato il numero incredibile di candidati che corrono. Le prime indicazioni sembravano confermare tale previsione. Patrick ha saltato fuori un evento al Morehouse College di Atlanta dopo aver appreso che solo due studenti si erano presentati per vederlo parlare, come riportato dal Boston Globe.

Michael Bloomberg, ex sindaco miliardario di New York City

L'ex sindaco di tre periodi della più grande città americana ha fatto il suo ingresso ufficiale, molto tardi, nella gara 2020 di domenica 24 novembre. Bloomberg si posiziona come l'unico candidato in grado di sconfiggere Trump nel 2020, promuovendo la sua 'comprovata leadership' di New York City.

Bloomberg è stato sindaco dal 2002 al 2013 e gestisce la società globale di servizi finanziari e media Bloomberg, LP. È una delle 10 persone più ricche degli Stati Uniti, con un patrimonio netto di $ 54,1 miliardi a novembre 2019, secondo Forbes .

Citando la sua enorme ricchezza, Bloomberg ha detto che rifiuterà le donazioni politiche alla sua campagna. Si trova ad affrontare una gara in salita grazie al suo supporto passato per le attività di polizia stop-and-frisk; addebita a candidati come Sanders che sta cercando di 'acquistare' la corsa con miliardi di dollari in spese pubblicitarie; e poco tempo per connettersi con i donatori prima che le primarie inizino all'inizio dell'anno prossimo.

I candidati non più

Rappresentante Eric Swalwell

Swalwell, un democratico della California, è diventato il primo democratico ad abbandonare la gara del 2020 lunedì 8 luglio. Il deputato democratico, che ha fatto una campagna su una piattaforma focalizzata sulla prevenzione della violenza armata, non è riuscito a sfondare nei sondaggi o catturare molto attenzione della stampa nazionale. Il 38enne ha annunciato che correrà invece per la rielezione al suo posto nella Camera degli Stati Uniti.

Annuncio pubblicitario

Swalwell l'ha presa per la prima volta Lo spettacolo a tarda notte con Stephen Colbert per annunciare la sua candidatura l'8 aprile, riporta CBS News. CBS News ha notato che Swalwell è stato un critico vocale dell'amministrazione Trump per qualche tempo.

Lo slogan di Swalwell era: 'Go Big. Essere audace. Fare del bene'.

Ex senatore Mike Gravel

Gestendo una campagna ricca di meme avviata da un gruppo di adolescenti, Gravel non era esattamente un candidato tradizionale. Con un obiettivo dichiarato di 'spalancare la finestra di Overton', Gravel si concentrò sul tentativo di spingere i suoi compagni democratici a sinistra. Ha lanciato la sua campagna l'8 aprile con un video che imita quello che ha usato durante la sua campagna presidenziale del 2008. La campagna si concluse il 6 agosto, annunciando che i $ 100.000 raccolti sarebbero stati devoluti in beneficenza e che Gravel era 'orgoglioso e onorato' di sostenere Sanders.

https://twitter.com/MikeGravel/status/1158766689082925057

Gravel, che ha servito come senatore per lo stato dell'Alaska dal 1969 al 1981, pubblicizza il suo record legislativo progressivo su un sito web biografico. Su Twitter, è stato un duro critico nei confronti dei 'truffatori neoliberisti' e del complesso militare-industriale e ha espresso il proprio sostegno a Chelsea Manning, l'ex leaker militare che viene nuovamente incarcerato. Gli adolescenti che gestivano l'account hanno fatto frequenti scatti ai candidati del 2020 Pete Buttigieg, John Hickenlooper, Kamala Harris, Amy Klobuchar, Cory Booker e Beto O'Rourke, twittando in una bruciatura particolarmente brutale, 'La campagna di Beto aprirà nuove frontiere in insensatezza '.

Ex governatore John Hickenlooper

L'ex governatore del Colorado John Hickenlooper ha annunciato il 15 agosto che stava abbandonando la campagna del 2020. Il 22 agosto, ha annunciato che avrebbe corso invece per il Senato degli Stati Uniti, dicendo in un video della campagna che 'non è il momento di allontanarsi dal tavolo'. Secondo quanto riferito, i democratici sperano di poterli aiutare a riprendere il controllo di quella camera.

L'ex governatore moderato non ha mai fatto grandi progressi in gara. Secondo il sito web della sua campagna, ha iniziato una catena di birrifici negli anni '80 dopo aver perso il lavoro come geologo. Ha continuato a diventare sindaco di Denver e governatore dello stato mentre lavorava su questioni come il trasporto di massa, la riforma della polizia, la creazione di posti di lavoro e la lotta ai cambiamenti climatici. È entrato nella corsa presidenziale con un video pubblicato su Youtube il 4 marzo.

Governatore Jay Inslee

L'attuale governatore di Washington, Jay Inslee, ha fatto il suo ingresso nella gara del 2020 il 1 ° marzo con un video che evidenzia il singolo problema che guiderà la sua campagna: i cambiamenti climatici. Cinque mesi dopo, in un'apparizione del 21 agosto in poi The Rachel Maddow Show, Inslee ha annunciato che la sua campagna stava per concludersi. Ha accreditato la sua corsa spingendo altri candidati del 2020 a lanciare piani ambiziosi per il clima.

Annuncio pubblicitario

L'Associated Press ha riferito che prevede di cercare un terzo mandato come governatore di Washington.

Inslee, il primo governatore a partecipare alla gara, si è concentrato sul cambiamento climatico durante tutta la sua esperienza come dirigente politico e il suo periodo di servizio al Congresso. È stato soprannominato 'il candidato del clima', ma è stato anche citato in giudizio insieme allo stato di Washington da attivisti climatici il cui avvocato ha affermato di aver causato e contribuito al cambiamento climatico 'promuovendo e implementando un sistema di energia e trasporto basato sui combustibili fossili'.

Rappresentante Seth Moulton

Il rappresentante Seth Moulton (D-MA) ha annunciato la sua candidatura ufficiale per le elezioni presidenziali del 2020 in un video in cui sua moglie e i suoi genitori sono stati rilasciati lunedì 22 aprile. Il Washington Post, Moulton ha annunciato che stava terminando la sua offerta il 23 agosto, dicendo al Inviare in un'intervista che riteneva che la gara fosse effettivamente una gara a tre tra Biden, Sanders e Warren

Moulton ha anche affermato di voler rimanere attivo nella politica nazionale, aggiungendo: 'Non vado da nessuna parte. Ho solo 40 anni '.

Il senatore Kirsten Gillibrand

Dopo aver fallito nel tagliare il terzo dibattito, il senatore Kirsten Gillibrand annunciò il 29 agosto che stava terminando la sua campagna presidenziale. In un video condiviso su Twitter, ha ringraziato i sostenitori e ha detto loro che i passi successivi sarebbero stati 'andare a battere Donald Trump e riconquistare il Senato'. Gillibrand è la prima donna ad abbandonare.

https://twitter.com/SenGillibrand/status/1166826680134057984?s=20

Gillibrand è entrato presto in gara, annunciando la sua campagna a gennaio su una piattaforma di 'ripristino del potere alle persone'. Gillibrand ha dichiarato che sta correndo perché vuole che qualcuno ripristini l ''integrità morale' degli Stati Uniti. Lo ha reso ufficiale il 17 marzo, lanciando la sua campagna con lo slogan 'vittorie coraggiose'.

Gillibrand venne al Congresso come democratico moderato alla Camera. Negli ultimi anni è diventata più progressista, promettendo di recente il supporto per Medicare per tutti e il New Deal verde. Come notato dal Washington Post, è stata a lungo sostenitrice di interventi legislativi su come le accuse di molestie sessuali sono gestite in campo militare e al Congresso.

Come notato da Politico e FiveThirtyEight, la campagna di Gillibrand sembra destinata a colpire le donne che votano come parte delle sue strategie per vincere le primarie.

Il sindaco di New York Bill de Blasio

Il 16 maggio, il sindaco Bill de Blasio di New York City è andato su ABC Buon giorno America per annunciare ufficialmente la sua campagna 2020.

https://twitter.com/ABC/status/1129000329578631170

'In questo momento il governo federale non è dalla parte dei lavoratori, ed è perché Donald Trump sta giocando un grosso problema con l'America', ha detto de Blasio. Ciò spinse Trump a reagire lo stesso giorno, che definì de ​​Blasio 'il peggior sindaco degli Stati Uniti'.

Annuncio pubblicitario

Trump non era l'unico critico di de Blasio quel giorno. Come riportato da ABC News, i manifestanti lo hanno definito un 'bugiardo' attraverso le finestre Buon giorno America. MSNBC ha parlato con i newyorkesi che erano estremamente critici nei confronti del loro attuale sindaco anche il giorno del suo annuncio.

Il sindaco si è ritirato dalla corsa il 20 settembre, scrivendo per la NBC News che intendeva garantire 'che New York City rimanga all'avanguardia del progressismo'.

Rappresentante Tim Ryan

Il 4 aprile, Ryan ha annunciato il La vista che sarebbe stato candidato alla presidenza nel 2020. Il rappresentante del 13 ° distretto dell'Ohio dal 2003, Ryan ha detto agli ospiti di La vista che il paese era diviso da molto tempo e parlava di suo padre e suo cugino che perdevano il lavoro. Ha detto che aveva detto a sua figlia che sarebbe candidata alla presidenza dopo che lei lo aveva chiamato piangendo che un amico di scuola doveva trasferirsi perché il lavoro di suo padre in un impianto della General Motors era stato trasferito, il che significa che la famiglia dell'amico avrebbe dovuto trasferirsi.

Ryan ha pubblicato un video che annuncia ufficialmente la sua candidatura il 4 aprile, mettendo in evidenza le radici della sua famiglia nel lavoro in fabbrica e il suo impegno nei confronti dei lavoratori.

https://twitter.com/TimRyan/status/1113830609980461056

'Questo vecchio sistema è rotto', dice Ryan nel video. 'C'è una rivoluzione silenziosa in corso nel paese. Ci mettiamo la spalla dentro; succederà '.

Ryan ha abbandonato la gara il 24 ottobre in un annuncio video, dicendo che avrebbe organizzato una campagna di rielezione per il suo seggio al Congresso.

Ex rappresentante Beto O'Rourke

Beto O'Rourke ha concluso la sua offerta presidenziale venerdì 1 novembre, scrivendo in un post di Medium che la sua campagna 'non ha i mezzi per andare avanti con successo'. Ha aggiunto: 'Il mio servizio al Paese non sarà né come candidato né come candidato. Riconoscere questo ora è nel migliore interesse di quelli della campagna; è nel migliore interesse di questo partito mentre cerchiamo di unirci attorno a un candidato; ed è nel migliore interesse del Paese '.

O'Rourke ha annunciato per la prima volta la sua candidatura alla presidenza il 14 marzo. L'ex rappresentante democratico del 16 ° distretto del Texas si sta cogliendo lo slancio della sua stretta perdita contro il senatore Ted Cruz (R-Tex.) A metà del 2018 mentre ruota verso il 2020 gara.

Annuncio pubblicitario

'Questo è un momento determinante della verità per questo Paese e per ognuno di noi', ha detto O'Rourke in un annuncio video. 'Le sfide che affrontiamo in questo momento - le crisi interconnesse nella nostra economia, nella nostra democrazia e nel nostro clima - non sono mai state maggiori e ci consumeranno o ci offriranno la più grande opportunità di liberare il genio degli Stati Uniti di America'.

https://twitter.com/BetoORourke/status/1106155281845760000

Un colpo apparentemente lungo nel Texas profondamente conservatore, O'Rourke ha dato a Cruz una corsa seria per i suoi soldi grazie alla sua inclinazione attivista, campagna non convenzionale e dibattiti schiaccianti, guadagnandogli avalli di alto profilo da artisti del calibro di Beyonce lungo la strada. Alla fine Beto ha fatto bene alle urne con elettori neri, una chiave di tornasole chiave per i candidati del 2020. Poco dopo l'intervallo, è stato riferito che ha avuto un incontro con l'ex presidente Barack Obama per discutere del 2020.

Secondo quanto riferito, O'Rourke aveva preso in considerazione l'idea di organizzare un'altra campagna del senato contro l'altro repubblicano in carica del Texas, John Cornyn, ma ha detto al Dallas Morning News ha deciso di non farlo il mese scorso. Ora, l'ingresso di O'Rourke in una primaria democratica piena di test verificherà se il suo appello di medio termine è dovuto o meno alle persone desiderose di vedere perdere Cruz o al più potente carisma politico che possiede.

Major Wayne Messam

Messam - il primo sindaco nero di Miramar, in Florida - ha annunciato la sua candidatura il 28 marzo con un video che illustra la sua vita come figlio di immigrati dalla Giamaica, dicendo: 'Sono appassionato del sogno americano perché non è una cosa fittizia per me. È reale per me '. Nel video, Messam evidenzia il fatto di far parte di una squadra di calcio vincitrice di un campionato nazionale alla Florida State University, di avviare una società di costruzioni con sua moglie e diventare sindaco di Miramar.

https://twitter.com/WayneMessam/status/1111222748683161600

Messam sospese la sua campagna il 19 novembre, scrivendo su Medium che intendeva continuare a servire come sindaco di Miramar.

Ex rappresentante e ammiraglio in pensione Joe Sestak

Joe Sestak, ex membro del Congresso della Pennsylvania, ha annunciato la sua campagna il 23 giugno in un video di quindici minuti che evidenzia il suo servizio di ammiraglio della Marina in pensione durante la guerra in Afghanistan. Sestak ha discusso delle sue priorità di sicurezza nazionale, sostenendo che il cyberspazio era il futuro e che i cambiamenti climatici potrebbero portare a conflitti. Ha anche detto che la sua copertura sanitaria militare ha aiutato sua figlia a combattere il cancro, ispirandolo a lottare per l'assistenza sanitaria. Sestak ha anche preso di mira Trump nel suo annuncio, dicendo che il presidente era un sintomo del sistema.

Annuncio pubblicitario

Sestak si è ritirato dalla gara il 1 ° dicembre, dicendo in una nota che 'mancherà le opportunità che ho avuto vivendo l'America in un modo così meraviglioso'! Ha anche notato che la sua campagna è stata condotta 'senza il privilegio della stampa nazionale', mettendo a dura prova le risorse dei suoi sostenitori.

Governatore Steve Bullock

Il governatore del Montana Steve Bullock ha annunciato la sua campagna il 14 maggio con un video condiviso online. Bullock ha sottolineato la sua esperienza come governatore democratico in uno stato rosso per sostenere che le sue credenziali bipartisan che combattono il denaro oscuro e che approvano le leggi sul finanziamento della campagna lo distinguono.

Bullock ha annunciato che stava terminando la sua campagna il 2 dicembre, dicendo in una dichiarazione: 'è diventato chiaro che in questo momento, non sarò in grado di passare al livello più alto di questo campo di candidati ancora affollato'. Bullock dovrebbe servire per il resto del suo mandato come governatore del Montana, e un portavoce ha detto alla CNN che non parteciperà alla corsa del Senato degli Stati Uniti del 2020.

Il senatore Kamala Harris

Kamala Harris, la seconda donna afroamericana eletta al Senato, ha annunciato la sua offerta il 21 gennaio - Martin Luther King Jr. Day. La democratica californiana ha sottolineato come il suo passato come procuratore potesse essere un vantaggio per le elezioni, ma quella stessa carriera è stata al centro delle domande della critica progressista.

https://twitter.com/KamalaHarris/status/1087327713277460481

Harris ha sostenuto parte del suo passato di accusa, mettendo in evidenza i suoi sforzi di riforma, ma altri avvocati hanno respinto questa caratterizzazione. In particolare, le persone sono state critiche nei confronti dei suoi precedenti sull'incarcerazione, in particolare per quanto riguarda le prostitute e le detenute transgender.

Harris ha annunciato che avrebbe sospeso la sua campagna il 3 dicembre, scrivendo su Medium che le considerazioni finanziarie erano un fattore.

'La mia campagna per il presidente semplicemente non ha le risorse finanziarie di cui abbiamo bisogno per continuare', ha scritto Harris. 'Non sono un miliardario. Non posso finanziare la mia campagna. E mentre la campagna è andata avanti, è diventato sempre più difficile raccogliere i soldi di cui abbiamo bisogno per competere '.

Ex sindaco di San Antonio ed ex segretario per l'edilizia abitativa e lo sviluppo urbano Julian Castro

Proprio come suo fratello gemello, Joaquin, Julian Castro è stato considerato una stella nascente tra i democratici. L'ex sindaco di San Antonio ha persino lavorato nella Casa Bianca dell'ex presidente Barack Obama come segretario per l'edilizia abitativa e lo sviluppo urbano. Al momento del suo annuncio del 12 gennaio, Castro si posizionava come un perdente con esperienza di leadership e un'antitesi per Trump a causa del background della sua famiglia; sua nonna era immigrata e sua madre era un'attivista di Chicano.

https://twitter.com/JulianCastro/status/1212738343588511747

Castro ha abbandonato la gara il 2 gennaio 2020, pubblicando un video su Twitter dei momenti salienti della sua campagna. Ma il ruolo di Castro nelle elezioni del 2020 potrebbe non essere ancora finito; come riportato dal Texas Tribune, La stretta alleanza di Castro con Warren aveva portato molti a chiedersi se potesse essere un potenziale compagno di corsa. Warren ha ringraziato Castro per aver corso su Twitter dopo aver annunciato che avrebbe abbandonato.

Annuncio pubblicitario

Secondo il New York Times, La decisione di Castro di abbandonare la gara all'epoca significava che ora c'erano 14 candidati di alto profilo che erano usciti - quanti ne erano rimasti in gara per la nomination democratica 2020.

L'autrice di auto aiuto Marianne Williamson

la New York Times Marianne Williamson, autore di best seller e 'amica e consigliera spirituale' di Oprah Winfrey, è entrata in gara il 28 gennaio. Williamson, la cui unica offerta precedente per un incarico pubblico era una campagna congressuale infruttuosa nel 2014, ha focalizzato il suo messaggio sull'affrontare la 'spiritualità' e marciume morale 'nell'attuale sistema economico del paese.

idées de costumes d'halloween pour groupe d'adolescents

'Tanta parte di quella disperazione economica era lì che ci sarebbe stato un grido di disperazione populista', ha detto Williamson nel suo discorso di annuncio. 'Sarebbe stato un populismo autoritario o sarebbe stato un populismo progressista, ma sarebbe venuto dal fondo delle cose'.

https://twitter.com/NewDay/status/1090969551397765120

Nonostante sia diventato uno dei protagonisti del foraggio meme che ha fornito al dibattito di luglio, la campagna di Williamson ha faticato a guadagnare terreno. Ha annunciato che stava sospendendo la sua campagna il 10 gennaio, scrivendo in un messaggio ai sostenitori, 'Non saremo in grado di raccogliere abbastanza voti alle elezioni per elevare la nostra conversazione più di quanto non sia ora'.

Senatore Cory Booker

Cory Booker, ex sindaco di Newark, New Jersey, ha lanciato il cappello sul ring il 1 ° febbraio, il primo giorno del Black History Month. Invocando uno scopo e un orgoglio comuni nei leader degli Stati Uniti, Booker si sta dando da fare con le idee alte di sogno e grazia - qualcosa che gli scettici potrebbero non funzionare - impegnandosi a sostenere politiche progressiste.

Come apparentemente ogni democratico in scena sul palcoscenico nazionale, Booker ha affrontato critiche da parte della sinistra. I suoi legami finanziari con Wall Street potrebbero alienare quelli con problemi economici e il suo lavoro passato insieme al segretario alla Betsy DeVos potrebbe essere preoccupante.

Booker ha annunciato che avrebbe sospeso la sua campagna il 13 gennaio, dicendo che avrebbe fatto campagna per l'eventuale candidato e tutti i tipi di altri candidati. Secondo NPR, Booker ha citato carenze finanziarie nel mantenere attiva la sua campagna in un'e-mail ai sostenitori.

Nota dell'editore: Questa storia è stata continuamente aggiornata man mano che un numero maggiore di candidati rendeva ufficiali le loro corse del 2020 o abbandonavano la gara. Tra i candidati che sono stati aggiunti: Beto O'Rourke (aggiunto il 14 marzo); Wayne Messam e Tim Ryan (aggiunti il ​​4 aprile); Eric Swalwell e Mike Gravel (aggiunto il 12 aprile); Seth Moulton (aggiunto il 22 aprile); Joe Biden (aggiunto il 25 aprile); Michael Bennett, Bill de Blasio e Steve Bullock (aggiunti l'11 giugno); Tom Steyer (aggiunto il 9 luglio); Joe Sestak (aggiunto il 4 ottobre); Deval Patrick (aggiunto il 14 novembre); e Michael Bloomberg (aggiunto il 25 novembre). I candidati le cui voci sono state aggiornate per includere le loro decisioni di abbandonare la gara includono Eric Swalwell (modificato l'8 luglio); John Hickenlooper (modificato il 15 agosto); Jay Inslee (cambiato il 22 agosto); Seth Moulton (modificato il 23 agosto); Kirsten Gillibrand (modificato il 29 agosto); Bill de Blasio (modificato il 4 ottobre); Tim Ryan (cambiato il 24 ottobre); Beto O'Rourke (modificato il 1 novembre); Joe Sestak e Steve Bullock (cambiato il 2 dicembre); Wayne Messam e Kamala Harris (modificato il 3 dicembre); Julian Castro (cambiato il 2 gennaio); Marianne Williamson (modificato il 10 gennaio); Cory Booker (modificato il 13 gennaio).

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Sono già stufo del ciclo elettorale, ma ecco perché non possiamo essere