'Hala' ha creato un acceso dibattito attorno alla rappresentazione musulmana nel cinema

Cultura

'Hala' ha creato un acceso dibattito attorno alla rappresentazione musulmana nel cinema

'Hala' di Minhal Baig racconta la storia di un'adolescente di skateboard alle prese con l'identità in una casa musulmana.

6 dicembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Apple TV / Collezione Everett di cortesia
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Quattro mesi fa, ho rotto con il mio ragazzo di tre anni perché non era musulmano, qualcosa che sapevo che i miei genitori non avrebbero mai accettato. Naturalmente, le cose sono finite a causa di qualcosa di più - ogni relazione a lungo termine ha i suoi problemi - ma la frattura principale nel nostro legame sono state le nostre culture divergenti. Dopo anni di nascondere la nostra relazione, sperando che le barriere religiose tra noi si dissolvessero in qualche modo, diventammo stanchi e stanchi. Per tutto il tempo mi sono sentito in colpa, sapendo di tenere sia il mio partner che i miei genitori al buio.

Non sono solo in questo enigma. È una sensazione a cui molti adolescenti e adulti musulmani possono relazionarsi. La lotta diasporica di unire i nostri desideri con le tradizioni religiose e culturali a cui ci viene detto che dobbiamo attenerci. È anche un sentimento riflesso in molti film per adulti e spettacoli sull'esperienza musulmana, come il regista e scrittore Minhal Baig Ancora.

julia roberts aisselle cheveux

Ero entusiasta di apprendere che Baig era pakistana e musulmana, come me, e il suo protagonista era un adolescente hijabi musulmano. Anche se non indosso l'hijab, mi aspettavo di relazionarmi con il personaggio principale che faceva i conti con la sua sessualità e si innamorava, il tutto rettificando le sue diverse identità.

Ma poi, ho visto il film.

ancora mi sono perso, non perché non rispecchi 'accuratamente' l'esperienza musulmana - un compito impossibile - ma perché ho scoperto che il personaggio è sottosviluppato e i punti della trama sono sparpagliati a casaccio per il valore di shock. Baig definisce la vita domestica di Hala protetta e religiosa, con la maggior parte delle pressioni per essere una 'brava ragazza musulmana' proveniente da sua madre prepotente, Eram. È suo padre Zahid con cui si collega. Non solo i due risolvono abitualmente i cruciverba insieme, ma sembrano davvero divertirsi l'uno con l'altro.

Ma dopo che Hala si innamora di Jesse - che sì, sembra essere un ragazzo bianco - torna a casa a tarda notte da suo padre che fuma. Nota un'auto insolita nel vialetto e presume automaticamente che Hala si stia frequentando e la avverte delle 'conseguenze'. È un sorprendente contrasto con il padre intelligente e riflessivo che difende lo skateboard di Hala solo scene prima. Più tardi, schiaffeggia sua figlia così forte che c'è un livido visibile sul suo viso.

Ero confuso e deluso dalla trama. E non ero solo. Una conversazione infuocata si è accesa online con alcune donne musulmane che discutevano se il film rappresentasse un'accurata rappresentazione della cultura musulmana. Ma il critico culturale Shamira Ibrahim sottolinea che la visione dei media in questo quadro riduttivo impedisce sia i creatori che i consumatori.

'Mi è un disservizio come scrittore perché personalmente non voglio scrivere contenuti su come ancora non è 'AF musulmano, & # x27'; Dice Ibrahim. '... il discorso parla di ragazze musulmane che frequentano ragazzi bianchi'.

In precedenza, è stato rivelato un segreto su suo padre e sebbene possa far pensare agli spettatori meno di lui. Nemmeno i rapporti di Hala con gli altri personaggi maschili si arricchiscono. Dopo un confuso incontro sessuale con Jesse, lei si separa da lui (non dandogli mai la possibilità di diventare il salvatore bianco che alcuni presumevano dal trailer). Hala cerca quindi rifugio nel suo insegnante di inglese durante un momento di vulnerabilità, cercando di dormire con lui. La scena è sconvolgente. Sebbene la frustrazione sessuale ed emotiva di Hala sia giustificata, il modo in cui lo esprime non lo è.

I sentimenti interni di Hala non vengono mai rivelati, il che rende difficile razionalizzare le sue azioni come quando, nella scena finale, si toglie il suo hijab. Sebbene le lotte che derivano dall'indossare un hijab siano una realtà per molte donne musulmane, nel film appare fuori dal campo di sinistra.

Annuncio pubblicitario

'Non abbiamo alcuna indicazione che sia frustrata dal suo stile di vita come hijabi. Questo sottotesto non esiste mai ... la conclusione è molto confusa e rafforza gli stereotipi molto problematici ', afferma Ibrahim.

est ezra miller transgenre

Nella sua recensione, Kadija Osman, una studentessa di giornalismo alla Ryerson University, ha elogiato Ancora. Tuttavia, nonostante non lo affermi nel suo articolo, non le piaceva la fine del film. Come stessa hijabi, dice che assistere al personaggio principale indossare il velo era 'un momento di gioia'. Osman alla fine si sentì rappresentato sullo schermo - fino a quando Hala non lo toglie.

'Ero tipo,' Oh, (Hala) si è appena rivelata una di quelle ragazze che stavano cercando di allontanarsi dall'hijab, & # x27 '; Racconta Osman Teen Vogue. 'Ma preferirei essere travisato piuttosto che sottorappresentato e ancora c'è ancora un film su un hijabi che pattina, come ?! Raramente vediamo che sh * t '.

Il personaggio titolare dello skateboard è, infatti, diventato lo scatto promozionale del film. Il risultato è solo qualche minuto di screentime, ma non fa molta impressione. Il film riverbera più fortemente, tuttavia, nel suo uso di Urdu. Seguendo l'esempio in Lulu Wang's L'addio con il suo dialogo prevalentemente mandarino, Eram parla solo nella sua lingua madre. Tuttavia, Hala sceglie di rispondere in inglese, un'esperienza riconoscibile per molti di noi con genitori immigrati e qualcosa che l'ingegnere del software Mahima Bhayana afferma di averla distinta quando ha visto il film.

santé de katy perry

'Una delle cose che mi è piaciuta molto è che usano Urdu per tutto il dialogo dei genitori. In molti film, lo imbiancano e usano l'inglese ... ha appena aggiunto questa autenticità ', dice Bhayana.

Nella sua critica di Lena Waithe Queen & Slim, afferma la scrittrice Cassie De Costa, '... la politica della rappresentazione mi ha sempre turbato perché possono rendere l'atto di mostrare qualcosa di più importante di quello che fai realmente con la storia che stai raccontando'.

Il sentimento potrebbe essere applicato a ancora. Una ragazza musulmana che pattina, abbraccia la sua sessualità e strappa il suo hijab può creare immagini avvincenti. Ma non si traduce necessariamente in una buona narrazione. Piuttosto, la trama del film è tenue. L'ultima scena - in cui Hala prega poco prima di togliersi l'hijab - sembra un forte richiamo al pubblico di essere ancora un Musulmano. Potrebbe essere così, ma non la vediamo mai contemplare la sua fede internamente o con gli altri.

È facile avere l'impressione che per vivere una vita appagante, Hala debba lasciare indietro i suoi genitori, casa e hijab. Un messaggio confuso quando si pensa al passato problematico che i musulmani hanno avuto con la rappresentazione a Hollywood. Ma Baig - come tanti altri creatori prima di lei - ha difeso ancora come una storia molto personale. Tuttavia, ciò non significa che il suo film sia irreprensibile, un sentimento condiviso da Ibrahim.

'Diventa,' Beh, voglio solo raccontare la mia storia ', dice Ibrahim. 'Ed è come, sì e no. Sì, stai raccontando la tua storia, ma stai anche costruendo in cima al canone di una narrazione più ampia. E sai che lo stai facendo come parte dell'etica in cui sei stato sollevato intenzionalmente e del concetto di comunità'.

Non mi piace ancora a causa delle scelte della protagonista, né penso che sia meno connessa all'Islam a causa loro. Vorrei solo avere una migliore comprensione di perché lei agisce in certi modi. Dopotutto, come spettatori, ci innamoriamo dei personaggi ottenendo l'accesso alla loro psiche ed empatizzando con loro - anche quelli le cui vite differiscono notevolmente dalla nostra. E anche quelli con cui non siamo sempre d'accordo.