Da Beyonce a Zoe Kravitz, Why Braids Were the Hairstyle of the Decade

Stile

Da Beyonce a Zoe Kravitz, Why Braids Were the Hairstyle of the Decade

Abbiamo visto un afflusso di celebrità che indossavano stili che mettevano al centro l'arte e la tradizione dell'intrecciatura dei capelli.

20 dicembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Per celebrare il 21 ° secolo che ha attraversato la sua adolescenza, # 20teens è una serie di Teen Vogue che celebra il meglio della cultura, della politica e dello stile dell'ultimo decennio.

Il 9 dicembre Beyonce Knowles-Carter ha annunciato il rilancio della sua linea di abbigliamento, Ivy Park, pubblicando su Instagram una sua foto in trecce bordeaux e avorio che spiegano il nome del marchio. Lo stesso giorno, è apparsa sulla copertina di Lei Rivista, girata dalla sua frequente collaboratrice Melina Matsoukas, in trecce jumbo disordinate. Due casi in cui la pop star, che ha trascorso i primi anni della sua carriera in acconciature intrecciate, ha deciso di mostrare orgoglio e apprezzamento per la cultura nera, quasi come se stesse tornando alle sue radici.

È una forte argomentazione sul fatto che le trecce e le loc, in tutti i loro stili e complessità, fossero l'acconciatura che ha definito questo decennio. Stili come le treccine sono in circolazione dalla pre-colonizzazione in Africa, ma negli anni 2010 abbiamo visto un afflusso di celebrità, creativi e influencer che indossavano una varietà di stili intrecciati che mettono in primo piano l'arte e la tradizione dell'intrecciatura dei capelli. Le trecce non sono più solo uno stile estivo da indossare in vacanza o fare sport o un ricordo nostalgico dei capelli che ricorda: con la rinascita del movimento naturale dei capelli, le donne nere si nascondono i capelli in tutte le stagioni, a tutte le età e per ogni occasione. Pertanto, le trecce sono diventate un modo in cui i neri si stanno manifestando in modo scusato come se stessi a Hollywood, nei media e sul posto di lavoro.

Beyonce non è l'unica celebrità che si vede spesso indossare trecce, treccine o locs di recente. Grazioso re Regina Spettacolo settimanale come intrattenitore dell'anno in trecce viola. Rihanna è arrivata ai British Fashion Awards 2019 con un design a forma di labirinto simile a un labirinto (e sulle copertine di Allure, i-D, e rivista Lui con trecce grosse e larghe). Gli stili a treccia fanno parte del look distintivo dei ramoscelli FKA. La giovane M.A emerse con la sua famosa canzone 'OOOUUU' con quattro trecce intrecciate che le colpivano le spalle. Piste di moda, editoriali e campagne pubblicitarie sono piene di modelli neri con treccine e intricati stili intrecciati. Halle Bailey sarà la protagonista La Sirenetta l'anno prossimo con i suoi locs. Più di recente, Nia Franklin ha indossato trecce mentre lavorava come Miss America 2019, e il rapper Chika è apparso Teen VogueLa copertina di dicembre in una corona intrecciata del parrucchiere Lacy Redway.

Nell'ultimo decennio, con l'aiuto di celebrità come Solange Knowles, Janelle Monae, Justine Skye, Jordyn Woods, Yara Shahidi, Gabrielle Union, Alicia Keys, Amandla Sternberg, Ciara, Tessa Thompson, Marsai Martin, Serena e Venus Williams, Zoe Kravtiz, Lupita Nyong'o, Willow Smith, Issa Rae, Tracee Ellis Ross e Keke Palmer, abbiamo visto trecce al centro della scena sui tappeti rossi e sulle copertine delle riviste.

Annuncio pubblicitario
Emma McIntyre

Fuori dal tappeto rosso, anche le trecce si sono fatte strada in politica. Querele e storie virali hanno continuato a portare l'attenzione sulla discriminazione dei capelli; leggi che vietano la discriminazione contro gli stili protettivi e le trame dei capelli sono state approvate in California, New York e New Jersey. La giornalista sportiva Jemele Hill ha definito il presidente Donald Trump un 'suprematista bianco' mentre indossava le sue trecce distintive in onda.


È importante notare che le trecce e le treccine sono state a lungo sulle copertine e sulle pagine di riviste nere, e ce n'erano persino solo dedicati alle acconciature intrecciate. Nel 1973, Cicely Tyson è apparso sulla copertina di Jet Rivista in stile cornrow simile a quella indossata dal suo personaggio Rebecca nel film ricevitore acustico. Indossava anche trecce sulla copertina di Ebano nel 1979 e nel 1981.

Anche se celebrità come Queen Latifah e Alicia Keys sono apparse sulle copertine di Essenza e Ebano negli anni '90 e nei primi anni 2000, questi momenti erano pochi e lontani tra loro. Sì, le trecce box e i microbraid hanno guadagnato popolarità, ma questo era un momento in cui le trame e i capelli stirati avevano maggiori probabilità di essere indossati dalle donne nere sotto i riflettori - e con orgoglio. Questi stili erano visti come più presentabili, desiderabili e cresciuti sotto gli occhi del pubblico, specialmente considerando che le donne di colore erano costantemente discriminate per i loro stili naturali. Nel controverso documentario del 2009 di Chris Rock, Capelli buoni, le celebrità nere parlano apertamente delle loro relazioni con la trama. 'C'è sempre questo tipo di pressione all'interno della comunità nera, come, se hai i capelli buoni, sei più bella o migliore della ragazza dalla pelle marrone che indossa l'Afro o i terrori o l'acconciatura naturale', ha detto l'attore Nia Long nel documentario.

Ron Galella, Ltd.
Annuncio pubblicitario

Il parrucchiere Araxi Lindsey è d'accordo. È responsabile dello stile del nodo bantu indossato dal personaggio di Jada Pinkett-Smith nel film Matrice franchising e stile Pinkett-Smith in treccine per il Kingdom Come premiere cinematografico nel 2001. 'Non avevo visto attori femminili sul tappeto rosso con lo stile treccia cornrow che ho fatto su Jada per il Kingdom Come premiere ', racconta Lindsey Teen Vogue. 'Allora, la gente chiamava quello stile di trecce' trecce Iverson (Allen Iverson) '.'

Lindsey ricorda che è stata una delle prime volte in cui ha visto una foto documentata di un attore che indossava treccine su un tappeto rosso e ha portato le persone alla sedia del suo salone per lo stesso aspetto. Oggi Lindsey è il capo del reparto capelli di nerastro e ha disegnato alcuni dei look di Tracee Ellis Ross per la premiere dello show.

Jon Kopaloff

E poi c'è Brandy Norwood. Quando è apparsa Thea (andato in onda per una stagione ma ha portato al suo ruolo da protagonista Moesha), indossava trecce individuali lunghe fino al collo, bruciate alle estremità per un aspetto corto. Da lì, il pubblico ha acquisito familiarità con Brandy e le sue acconciature intrecciate: microbraidi, trecce jumbo in stili a metà su, a metà in basso e diverse tonalità di colore per ogni tipo di lunghezza. Quindi, naturalmente, nel 1997, quando Brandy è diventato il primo attore nero a recitare Cenerentola sullo schermo, era naturale che indossasse le sue trecce adornate da una corona.

Frank Trapper
Annuncio pubblicitario

Nel 2010, tutti gli occhi erano puntati sul movimento dei capelli naturali. Documentari come My Nappy Roots: A Journey Through Black Hair-itage gettare luce sui capelli neri e sull'impatto degli standard di bellezza eurocentrici nel corso della storia, mentre artisti come India Arie, Jill Scott, Erykah Badu e Lauryn Hill indossavano i loro capelli naturali. Le trecce venivano indossate più frequentemente, in tutte le stagioni, come un modo per passare da capelli rilassati a capelli naturali senza fare molto tirare e acconciare. Questi stili iniziarono anche a essere conosciuti come stili protettivi. I vlogger di bellezza su YouTube non stavano solo documentando i propri viaggi capelli e dando consigli sui prodotti, ma pubblicando tutorial su come gli spettatori potevano intrecciare, torcere e troncare i capelli con video come 'Janet Jackson Poetic Justice Makeup + Braids' e 'Step by Step Marley Twists for Beginners '. Questi stili erano convenienti ma anche uno sbocco creativo e i video hanno contribuito a far luce sulla frequenza con cui le donne nere cambiano le loro acconciature.

Anche attori e modelle neri hanno iniziato apertamente a discutere della necessità di squadre di stile che potessero fare capelli testurizzati. 'La maggior parte delle attrici di colore arriva in un nuovo set con i capelli fatti (me) o porta le loro parrucche e clip con loro. O è quello o hai la possibilità che tu sembri pazzo sullo schermo ', ha detto l'attore Yvette Nicole Brown su Twitter. Da lì, Natasha Rothwell di Insicuro e altri attori interpellati per condividere le loro esperienze.

'Per coerenza, stile di vita e programma di viaggio, ciò che aveva più senso erano le estensioni e i colpi di scena della treccia', ha dichiarato l'ex conduttrice on-air MSNBC e indossatrice di lunga data Melissa Harris-Perry nella prefazione della nuova edizione di Hair Story: Districare le radici dei capelli neri in America.

In effetti, le parrucche e le trecce sono diventate un lusso, salvando le donne di colore da frequenti viaggi al parrucchiere, il tempo mentre si preparavano al lavoro al mattino e persino, per quelli di pubblico dominio, gli stili andavano male sui set di servizi fotografici. Sul posto di lavoro e in contesti educativi, gli stili protettivi erano ancora discriminati, ridicolizzati come 'scarsi' o sgranati, ma i neri non erano più silenziosi al riguardo.

Nel 2014, l'esercito degli Stati Uniti ha finalmente revocato il divieto di acconciature naturali come colpi di scena e loc. Il CROWN Act, che esclude la discriminazione contro gli stili protettivi e la struttura dei capelli, è stato approvato quest'anno a New York e entrerà in vigore in California nel gennaio 2020. Di recente è stata approvata anche una legge antidiscriminazione nel New Jersey, lo stesso stato in cui nel 2018 a un lottatore fu detto di tagliare i suoi dreadlocks o di rinunciare alla partita. Dodici altri stati stanno prendendo in considerazione la legge CROWN o scrivendo il proprio conto.

Man mano che termini come 'nero apologicamente', 'ragazza nera spensierata' e 'magia della ragazza nera' divennero popolari e si aprirono altre porte per la visibilità dei neri in spazi che non sempre accettavano, l'appropriazione culturale e la cultura nera divennero un grande argomento di discussione. Nel 2011, Kim Kardashian ha filmato un video musicale in stile treccia Fulani e li ha chiamati 'trecce Bo Derek'. L'attore Bo Derek ha indossato lo stile nel 1979 per il film 10 e fu accreditato per averlo reso uno stile popolare all'epoca, una prospettiva che trascurava le origini delle trecce in una comunità pastorale nomade dell'Africa occidentale. Nel 2015 anche Kylie Jenner, Kendall Jenner e Khloe Kardashian erano stati avvistati con le treccine. Ha provocato un tumulto completo, lanciando un migliaio di pezzi di pensiero sulle origini delle treccine, chi li possiede e chi è autorizzato a indossarli - tutto mentre i siti di stile di vita hanno continuato a pubblicare pezzi su stili provenienti dalla cultura nera come una tendenza calda 'presa a un nuovo livello epico 'di stelle bianche. Amandla Stenberg ha notoriamente risolto il problema in un video di YouTube che è servito anche come progetto scolastico sull'appropriazione culturale.

L'ascesa di trecce sotto i riflettori servì anche a rivelare l'ignoranza culturale. Nel 2015, Zendaya è arrivata agli Oscar in falsi locali (uno stile che il suo parrucchiere di quella notte, Shelby Swain, afferma che Zendaya indossava 'per portare consapevolezza sulla bellezza dei capelli naturali') e ne è stata ridicolizzata per l'ex Polizia della moda conduttore Guiliana Rancic. 'Odora di olio di patchouli ... o forse di erba', ha detto Rancic. (Ha finito per scusarsi in onda.)

Annuncio pubblicitario
Steve Granitz

'Chi deve difendere il proprio aspetto o essere colpito da dichiarazioni ignoranti o talvolta dichiarazioni disumanizzanti e poi chi non lo fa'? afferma Kimberly Jenkins, docente di storia e teoria della moda presso la Parsons School of Design. 'Chi può essere applaudito per essere cool e spigoloso o alla moda o per rendere un 'cappuccio' chic '?

Mentre i commenti di Rancic hanno fatto luce sulla risposta a questa domanda, i falsi loc di Zendaya sono stati anche un significante di come i parrucchieri neri stavano iniziando a sperimentare nuove tecniche a treccia che hanno portato a nuove tendenze.


Ci sono i luoghi di dea sciolti e ondulati creati da Kari Williams, un tricologo e parrucchiere. L'attore Meghan Good è stata la prima persona a indossarli nel 2015. Sapevo che c'era qualcosa di speciale e diverso (rispetto a loro) dai tradizionali finti luoghi, quindi li ho chiamati Goddess Locs. Ho rapidamente iniziato a ricevere richieste da diverse donne che volevano lo stile ', afferma Williams. Star come Willow Smith, Tyra Banks, Lisa Leslie, Rutina Wesleyand, Eva Marcille, sono andate a Williams per lo stile.

de quelle couleur sont les cheveux d'Ariana Grande

Tiffini Gatlin ha lanciato la sua linea di capelli sintetici pre-arricciati e pruriti, Latched + Hooked, ideale per le trecce all'uncinetto e un aggiornamento alla tecnica di curling con acqua calda per lo stile che rappresentava la minaccia di bruciare. Oggi gli stili di trecce all'uncinetto si sono espansi oltre l'uso delle aste di curling che Gatlin aveva familiarità con la scuola media e ad altre tecniche, come i finti luoghi all'uncinetto.

Kailyn Rogers, la creatrice di colpi di scena per passione, ha debuttato su Instagram a gennaio 2018. Ha detto Il rapporto Zoe, 'Volevo qualcosa che somigliasse a loci della dea, ma sembrava anche che i nostri capelli fossero contorti'. Lo stile presenta un tipo di capelli intrecciati con diverse trame, sia crespi che setosi, lasciando un prodotto finito con estremità sciolte e ricci.

Erano tutti parte della crescente tendenza di stili intrecciati che sembravano logori, 'boho' e 'quell'aspetto disordinato', come la definisce la parrucchiera Susan Oludele - nonostante le continue critiche che le donne di colore hanno affrontato sul posto di lavoro per stili 'non curati'. La prima volta che Zoe Kravitz ha indossato le trecce è stato per il film DOPE nel 2015. È diventato il suo stile preferito e quello con cui è più frequentemente vista sulle copertine delle riviste. Nel maggio 2017, Kravitz è apparso sulla copertina di allettare con microbraidi biondo platino disegnati con una corona disegnata da Nikki Nelms. Kravitz indossava anche i capelli in panini o code di cavallo o arricciati e poneva un nuovo riflettore sulla versatilità dei microbraid, diffondendo lo stile disordinato e spensierato.

Annuncio pubblicitario
C Flanigan

L'attore ha detto C Magazine: 'Inizialmente li facevo come uno scherzo, come un'ode agli anni '90 ... Ma anche se non erano una scelta simbolica sin dall'inizio, mi sembra comunque importante essere una ragazza bruna con i capelli naturali. Vedi ragazze bionde con gli stessi capelli in ogni film '.

Abbiamo anche visto la popolarità delle trecce a scatola senza nodi, uno stile creato alimentando i capelli nei capelli di chi li indossa rispetto a quelli che si agganciano al cuoio capelluto. Questa tecnica è vista come un modo per prevenire la rottura dei capelli vicino alle radici e intorno ai bordi. Tuttavia, le scatole di Janet Jackson si intrecciano nel 1993 Giustizia poetica è rimasto un riferimento per l'ispirazione.


Mentre ci sono state molte celebrità nell'ultimo decennio le cui acconciature intrecciate sono diventate un'ispirazione per nuovi dos, si può dire che Beyonce e Solange fossero catalizzatori della loro popolarità.

Nel 2010, quando Solange ha iniziato a fare il DJ e ad avere maggiore attenzione per la sua musica, spesso indossava trecce box da testa a testa, uno stile che indossava da appena 15 anni. Negli ultimi nove anni, Solange ha collaborato con famosi parrucchieri, come Oludele e Nikki Nelms, in diversi stili, tra cui trecce scatolate e colpi di scena dell'Avana che indossava sulla copertina di Surface Magazine, e la sua copertina per l'album Un posto al tavolo. Finché detto Standard serale, che ironicamente ha ritagliato la sua corona intrecciata per la sua storia di copertina, che per la sua treccia è 'atto di bellezza, un atto di convenienza e un atto di tradizione'.

Jamie McCarthy
Annuncio pubblicitario

Anche la sorella di Solange, icona Beyonce Knowles-Carter, ha indossato trecce, colpi di scena e treccine durante la sua carriera. Nel 2014, Oludele ha fatto una sbirciatina in profondità su Knowles-Carter per il video 'Say Yes' di Michelle Williams. Nel debutto del suo album in studio e film limonata, ha messo in mostra una varietà di stili dal parrucchiere Kim Kimble che ha dato il via alle tendenze della treccia, tra cui le trecce Fulani e un altro aspetto del cornrow profondo, soprannominato le 'trecce Lemonade'. È apparsa anche nell'ambita numero di settembre di Voga nel 2018, fotografato da Tyler Mitchell, il primo afroamericano a sparare a Voga copertina nella sua storia di 125 anni.

Jon Kopaloff

In un'intervista con NPR Tutte le cose considerate, Solange disse: 'Il viaggio dei capelli di una donna di colore è così specifico. Ed è davvero difficile. E i tuoi capelli possono inviare così tanti messaggi diversi a così tante persone diverse nel mondo che diventa politico. Diventa social '.

Dal tappeto rosso all'aula di tribunale e al posto di lavoro, le trecce sono diventate un modo in cui le donne di colore hanno iniziato a dire semplicemente a questo mondo: 'Questo è quello che sono'. Proprio come il Black is Beautiful movimento degli anni '60, in cui l'Afro, visto anche come uno stile più facile da mantenere rispetto ai capelli stirati, era un simbolo di orgoglio nero. In questo decennio, le trecce sono diventate un modo per esprimere in modo non apologetico il proprio nero, sia politicamente che socialmente.