Gli ex acquirenti di Victoria's Secret reagiscono ai commenti 'Fatphobic' di Ed Razek

Stile

Gli ex acquirenti di Victoria's Secret reagiscono ai commenti 'Fatphobic' di Ed Razek

'Posso solo sperare che un giorno il VS sarà più positivo per il corpo, così le altre ragazze non dovranno provare la vergogna che ho fatto'.

16 novembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
PARIGI, FRANCIA - 30 NOVEMBRE: Adriana Lima, Elsa Hosk, Alessandra Ambrosio, Taylor Hill, Martha Hunt e Sara Sampaio camminano la pista alla sfilata di moda di Victoria's Secret il 30 novembre 2016 a Parigi, Francia. (Foto di Pascal Le Segretain / Getty Images per Victoria's Secret) Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Ogni anno, il Victoria's Secret Fashion Show è un evento di 45 minuti in cui modelle magre, per lo più bianche, sfilano sulla passerella in lingerie e ali d'angelo. Ma a differenza di altri marchi di lingerie che cercano di essere inclusivi, Victoria's Secret è sempre stata molto all'avanguardia nella discriminazione delle loro dimensioni. E i recenti commenti del segretario esecutivo di Victoria, Ed Razek, hanno reso molto chiara la posizione della compagnia ai clienti: non sono permesse persone grasse.

In un'intervista con Voga prima della registrazione della sfilata di quest'anno, Razek e il vice presidente delle pubbliche relazioni di VS, Monica Mitro, hanno discusso dell'approccio controverso del marchio al casting. 'Se ci stai chiedendo se abbiamo preso in considerazione l'idea di mettere un modello transgender nello show o abbiamo cercato di inserire un modello plus size nello show, lo abbiamo fatto', ha detto Ed, continuando in seguito: commercializziamo a chi vendiamo e non commercializziamo in tutto il mondo. Abbiamo tentato di fare uno speciale televisivo per taglie forti (nel 2000). Nessuno ne aveva interesse, ancora no '.

Da quando l'intervista a Razek è andata in diretta, gli acquirenti taglie forti hanno chiamato il marchio sui social media, dicendo che non faranno mai più un acquisto da Victoria's Secret. Ma dove si rivolgeranno ora queste donne per le loro esigenze di reggiseno e lingerie? Hanno molte opzioni. Teen Vogue ha parlato con sei donne del perché hanno abbandonato ufficialmente Victoria's Secret e dove ora spenderanno i loro soldi.

Getty Images

Alexandra D'Aluisio, New Jersey

Durante gli anni del liceo, Alexandra D'Aluisio faceva spesso acquisti a Victoria's Secret. Mentre ricorda di essere stata in grado di spremere le opzioni di abbigliamento, la vestibilità era sempre tutt'altro che perfetta. 'Potrei dire che stavano solo cercando di spingere le cose su di me per comprare anche se sapessero che non sarebbero andate benissimo', ha detto Teen Vogue. Dopo circa quattro anni di brutte esperienze al Victoria's Secret, Alexandra ha abbandonato completamente il marchio.

'Quando avevo 18 anni, sono andato e mi sono fatto un reggiseno personalizzato: avere un petto largo è duro da adolescente. L'installatore mi ha detto che il 90% delle ragazze indossa una taglia di reggiseno sbagliata, soprattutto perché marchi come VS arrivano solo al 38DD. Alcuni mesi dopo, i miei amici sono andati al VS per ottenere nuovi reggiseni e non volevo perderlo, quindi ho taggato. L'impiegata mi ha misurato usando il suo nastro e mi ha detto che ero un 38DD quando lo ero letteralmente appena detto da uno specialista del reggiseno personalizzato che non ero di quelle dimensioni da un colpo lungo. Ci sono andato comunque e ho provato il reggiseno, che quasi in forma. Era gonfio e scavato e nel complesso orribile. La signora entrò ed era tipo 'omg, sta benissimo!' Non l'ho comprato e non sono mai tornato perché era così ovvio che non mi andava bene e tuttavia era disposta a mentire solo per fare una vendita '.

premières suggestions de tatouage
Annuncio pubblicitario

Successivamente, Alexandra ha iniziato a ordinare reggiseni da marchi come Wacoal e Natori. 'Cacique è buono anche se hai più budget perché di solito hanno vendite. Consiglio vivamente a tutti di avere almeno un reggiseno personalizzato, che cambia la vita ', ha spiegato, spiegando che questi marchi sono stati molto inclusivi e solidali con le donne con montature più grandi.

Alla domanda sulla sua reazione ai commenti di Razek, Alexandra disse: 'Sono rattristato, ma non sorpreso. Fondamentalmente, ogni grande marchio si è ampliato per includere plus-size ora e visto che VS non lo ha ancora fatto nel 2018 dimostra che non si preoccupano dei loro clienti. È ora di andare avanti e iniziare a supportare altri marchi che si preoccupano davvero dei corpi delle donne e farli apparire e sentirsi a proprio agio in qualsiasi dimensione '.

Anna Swenson

Durante il liceo e l'università, Anna Swenson era molto interessata a Victoria's Secret. 'La vendita semestrale, in particolare, sembrava un modo per ottenere una bella lingerie a un prezzo accessibile', ricorda. Ma invecchiando, il marchio ha iniziato a sembrare più esclusivo per l'acquirente plus-size.

'Ricordo di aver apprezzato la sensualità di quando avevo 19 anni. Le stampe animalier e l'illuminazione scura sembravano allettanti. Ma è stato più di dieci anni fa e i negozi sembrano sostanzialmente gli stessi adesso come allora. Ho letto un articolo su come la sfilata non si è evoluta ed è strano, e sembra che il marchio non abbia neanche tanto. Detto questo, non vado in VS da anni, ma perché dovrei?

Ha aggiunto, '... l'abbigliamento stesso (da Victoria's Secret) mi fa sentire indegno e poco sexy perché non sono di una certa taglia, non ho un busto abbronzato da lungo tempo, cerco il supporto reale dal mio reggiseni.

E così, Anna ha abbandonato il marchio e ha iniziato a raccogliere opzioni da Savage X Fenty, Cacique e Torrid per le basi. Tuttavia, desidera che ci siano più opzioni. 'Non conosco un marchio di lingerie di lusso medio che produce lingerie plus size. Direttamente ai marchi di consumo come Lunya servono raramente su XL. È esasperante. Prendi solo i miei soldi alla moda e grassa '.

In risposta a Razek, Anna disse: 'L'intera cosa puzzava di un uomo che cercava di proteggere il suo privilegio. Ovviamente, è investito nel patriarcato e in che modo VS nella sua attuale iterazione sostiene quel sistema di potere e controllo sulle donne e sulle persone strane. Tra i suoi commenti e la reazione allo show della NYFW, è chiaro che Fenty ha marchi che hanno paura. Supereranno se stessi e impareranno a trattare e vendere a una gamma più ampia di taglie con rispetto? Hanno ancora molta strada da fare '.

BROOKLYN, NY - 12 SETTEMBRE: I modelli camminano la pista per la sfilata di moda Savage X Fenty Autunno / Inverno 2018 durante il NYFW all'iarda della marina di Brooklyn il 12 settembre 2018 a Brooklyn, New York. (Foto di JP Yim / Getty Images per Savage X Fenty) JP Yim / Getty Images

Kelcey Caulder, California

'È stato imbarazzante per me fare shopping con i miei amici al centro commerciale e sentirmi come se non potessi comprare reggiseni o camicie da VS perché ero' troppo grande '. Era come se questa cosa divertente che facessimo tutti insieme fosse qualcosa di cui facevo parte, ma non veramente una parte di ', ha ricordato Kelcey Caulder. 'Ricordo di essermi divertito un sacco e poi il secondo in cui sono andato nello spogliatoio per provare i reggiseni avrei dovuto fare un respiro profondo e farmi forza per la delusione. Proverei con sei o sette reggiseni e nessuno di loro si adatterebbe '.

Annuncio pubblicitario

Ricorda i dipendenti di Victoria's Secret, dove ha superato gli studi di terza media, come molto gentili, ma ciò non ha potuto mascherare i sentimenti che ha provato quando è entrata nello spogliatoio. 'Il personale era eccezionale, ma le dimensioni e le opzioni disponibili mi dicevano che non ero il tipo di persona che volevano fare shopping lì senza che nessuno dovesse mai dire nulla'.

Ora, Kelcey si sente a proprio agio e sicuro di trovare reggiseni della sua taglia in marchi come Good American, Lane Bryant, Torrid, ThirdLove e Charlotte Russe.

'I reggiseni sportivi regolabili sulle spalle di Lane Bryant hanno onestamente cambiato la mia vita. Più in generale, adoro il fatto che quando faccio acquisti in uno di questi negozi, posso farlo senza provare l'ansia che provavo prima di entrare nello spogliatoio. Ricevo anche un'adeguata assistenza da parte dei dipendenti, che non hanno mai paura di fermarmi e chiedermi se voglio essere misurato in modo da poter trovare qualcosa che mi si adatti perfettamente '.

Ha aggiunto: 'Penso che tutti stiamo iniziando collettivamente a guardare ai marchi per essere più inclusivi e premurosi nel modo in cui operano e non credo che cambierà mai. VS alla fine dovrà salire a bordo o perdersi. Spero comunque '.

Megan Mann

'Quando ero alle medie, VS lo era il posto per fare acquisti perché ti ha reso super cool, sai? Ho smesso di fare shopping lì qualche volta durante il college e non ho mai guardato indietro ', ha detto Megan Mann. Ricorda che fare shopping nel marchio di moda non mi ha 'fatto sentire bene ogni volta che mi avrebbero misurato per un reggiseno e mi avrebbe indirizzato alla sezione non carina'.

Dopo aver abbandonato Victoria's Secret, si è diretta a marchi come Aerie e La Senza.

'Adoro entrambi i marchi. Aerie non include solo le dimensioni in termini di prodotto, ma i loro annunci non presentano questo ideale irrealistico che dovremmo assomigliare tutti per adattarci ai loro reggiseni; presentano ragazze vere. Le dimensioni sono eccezionali e la vestibilità è ancora migliore. Non mi sento mai come se mi mancasse il supporto o lo stile e, al contrario, non sono nemmeno preoccupato che i reggiseni cadano a pezzi entro pochi mesi dall'acquisto. Non esco mai da quei negozi sentendomi meno che a causa della mia taglia, che penso sia ridicolmente importante quando si tratta dei miei vestiti. Voglio sapere che solo perché ho un petto e un sedere più grandi non significa che devo sacrificare stile, comfort e vestibilità '.

Ha aggiunto: 'Cosa c'è di sbagliato nell'avere qualche imbottitura extra? Cosa c'è di sbagliato nell'essere più spessi? Non consentire una maggiore inclusività delle dimensioni perpetua l'idea che tutte le donne devono essere alte e magre per essere desiderabili quando semplicemente non è affatto così. Con l'aumento simultaneo sia del benessere che della positività del corpo, i marchi devono entrare nel presente e rendersi conto che certo, molti consumatori sono magri, ma c'è una quantità uguale di consumatori che non lo sono e devono sapere che va bene essere più spesso ... Victoria's Secret ha bisogno di rendersi conto che i suoi ideali sono antiquati prima che si trovino sul fondo del totem con ancora meno clienti.

Julia, New York

Dopo aver superato i reggiseni del GAP Body, Julia ha iniziato a fare shopping al Victoria's Secret in prima media. Ha continuato a fare shopping lì fino alla scorsa primavera, alla fine della sua carriera universitaria. E fu allora, oltre sette anni dopo, che 'andò da Nordstrom e ottenne il primo vero reggiseno che io abbia mai avuto'.

Annuncio pubblicitario

'Guardando indietro, mi rendo conto che a loro non importava davvero trovare la taglia giusta per me, volevano solo che comprassi i loro reggiseni. La mia taglia attuale del reggiseno (34H) si trova in questa strana via di mezzo in cui si trova una fascia media ma una coppa più grande. Sono sempre stati gentili con me in VS quando facevo i montaggi e mi dicevano che ero una 34 DD. Solo quando ho trovato un reggiseno adatto da qualche altra parte ho scoperto che VS mi aveva detto di indossare reggiseni tre dimensioni della tazza troppo piccole per me per anni ', ha detto Julia.

Come molti altri, Julia si rivolse a Natori, che lei definisce la sua 'manna dal cielo'. Tuttavia, è incredibilmente difficile trovare reggiseni della sua taglia, anche in marchi inclusivi come Savage X Fenty o la linea di Ashley Graham da Macy's. 'Sono stato ricerca per un reggiseno convertibile nudo da oltre un anno e mezzo e devo ancora trovarne uno in negozio della mia taglia ovunque (e ho visto forse due opzioni online '). Ovviamente, i progressi devono ancora essere fatti.

'Come infastidito dal fatto che io sia il marchio di Rihanna che non ha le mie dimensioni, vedi spettacoli come i suoi e sono così oltre che belli. Mi viene in mente che qualsiasi marchio non lo vorrebbe da solo. Non solo è la cosa giusta e gentile da fare, ma dal punto di vista aziendale, ha molto senso includere diversi tipi di corporatura. Il modo in cui VS segue un singolo tipo di corpo mi ha sempre messo a disagio, e sono così felice di aver finalmente trovato un posto diverso dove comprare i reggiseni.

Jessica Mayes, Washington, D.C.

Jessica Mayes iniziò a fare shopping al Victoria's Secret nella scuola media quando anche tutti i suoi amici lo fecero. 'Fin dall'inizio, ho avuto tanta difficoltà a trovare la mia taglia in negozio', ha detto Teen Vogue. 'Lo shopping online non era così popolare quando ero alle medie, quindi dovevo andare nei grandi magazzini e comprare noiosi reggiseni e biancheria intima dai colori naturali'.

Ha aggiunto, 'Da giovane adolescente, ho già lottato con il mio corpo perché ero la ragazza più grande della mia classe. Quando ho scoperto che non potevo indossare reggiseni e abiti alla moda che i miei amici stavano comprando, mi vergognavo ancora di più del mio corpo. Ha sicuramente contribuito alla mia insicurezza crescendo e mi ha fatto risentire il mio corpo invece di apprezzarlo per quello che può fare '.

Jessica alla fine si allontanò da Victoria's Secret una volta che altri marchi iniziarono a rivolgersi a cornici taglie forti. 'Il mio go-to è ... Torrido. Hanno una grande varietà di stile e colori e si adattano bene a corpi più grandi (o almeno i miei) perché sono progettati per '.

Non fu affatto sorpresa dal commentare, raccontando Razek Teen Vogue, 'Da quando ero un bambino incapace di acquistare i loro prodotti, sono stati chiari sul fatto che le donne taglie forti non sono le benvenute vicino al loro marchio e ora hanno confermato ciò che ho sempre saputo nella loro dichiarazione. Onestamente, non potrebbe importarmene di meno di quello che Victoria's Secret ha da dire sul mio fisico plus-size oggi. Se vogliono essere conosciuti per giudicare le persone per avere curve, questo è il loro errore. È triste che nel 2018, quando abbiamo una rappresentazione più positiva delle persone di dimensioni più grandi nei media, Victoria's Secret vuole mantenere il loro marchio di giudizio, soprattutto quando ci sono così tanti fantastici modelli di dimensioni più grandi là fuori che sono sicuro che sarebbe più che felice di camminare nella loro sfilata di moda. Posso solo sperare che un giorno Victoria's Secret sarà più positiva per il corpo, così le altre ragazze non dovranno provare la vergogna che ho fatto '.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Savage X Fenty era tutto ciò che la sfilata di moda di Victoria's Secret doveva essere