Per coloro che soffrono, parlare con un amato morto fa bene alla salute mentale

Salute mentale

Per coloro che soffrono, parlare con un amato morto fa bene alla salute mentale

Ed è del tutto normale.

30 agosto 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
COCO, da sinistra: Abuelita (Renee Victor), Miguel (voice: Anthony Gonzalez), 2017. Walt Disney Studios Motion Pictures / Courtesy Everett Collection Walt Disney Studios Motion Pictures / Courtesy Everett Collection
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Il dolore è un duro lavoro. Che tu abbia perso un genitore, un fratello, un amico o qualcun altro, la morte di una persona cara può portare a una sensazione di enorme perdita.

Tutti sono in lutto in modo diverso. Per alcuni, parlare con una persona cara defunta nella loro tomba è confortante, mentre ad altri piace pubblicare messaggi su Facebook di qualcuno dopo la sua morte. Se ti sei mai trovato a conversare con qualcuno che ami che è morto, non preoccuparti. Se ti sei mai chiesto se si tratta di un meccanismo di coping malsano, gli esperti sostengono che è un modo completamente valido e salutare per far fronte alla perdita.

alexandria ocasio-cortez green new deal discours

'Parlare ad alta voce a una persona cara che è passata - sia in un luogo grave che a casa ad alta voce - è utile per molte persone che trattano il dolore', la dott.ssa Alison Forti, assistente professore presso il Dipartimento di consulenza alla Wake Forest University, detto Teen Vogue. 'A volte incoraggio i miei clienti a parlare con una sedia vuota nel tentativo di aiutarli a far fronte al dolore. Molte persone sperimenteranno un senso di incredulità dopo aver perso una persona cara. Incoraggiando le persone a parlare a voce alta alla persona amata, le aiuta a risolvere quell'incredulità '.

aventures effrayantes de sabrina cast susie

È anche normale vedere, ascoltare e / o percepire anche la presenza di una persona cara defunta. Secondo la conversazione, percepire la presenza di qualcuno anche se sono morti è del tutto normale. Spesso questa presenza può essere confortante. Se è qualcosa che hai sperimentato, va bene ed è anche una buona cosa.

Ad esempio, come esercizio, il consulente autorizzato Dr. Sherrie Campbell a volte chiede ai suoi clienti di scrivere lettere ai loro cari defunti per mettere in mostra eventuali rimostranze o pensieri finali, come ciò che il cliente vorrebbe poter dire prima che la persona amata morisse.

'Quando una relazione viene strappata via da noi attraverso la morte, ci vuole il cuore per lasciarsi andare', ha detto il dott. Campbell Teen Vogue. 'Abbiamo ancora cose non dette, emozioni ed esperienze che vogliamo condividere, cose su cui chiudere e un luogo dove ricevere o sentire un senso di connessione e conforto. Dico ai miei pazienti, giovani e meno giovani, che sebbene il nostro caro possa non essere qui in forma fisica, che sono proprio accanto a vegliare su di noi. Possiamo trovare conforto nel sentire che ci sono ancora vicini, che si possono ancora avere conversazioni '.

In ogni caso, ricorda che ognuno attraversa il processo del dolore ad un ritmo diverso. Ad esempio, se un amico intimo con cui hai frequentato la scuola muore e i tuoi altri amici sembrano andare avanti, va bene sentirsi ancora giù e sentirsi come se non potessi ancora andare avanti.

célèbres vieux acteurs mexicains

'Molte persone hanno sentito parlare delle fasi del lutto e fanno finta che il lutto sia lineare', ha aggiunto il dott. Forti. 'Tuttavia, il dolore arriva a ondate e può colpire le persone quando meno se lo aspettano. Le persone possono soffrire attivamente, andare avanti nella vita con il loro dolore, gli anni passano e il semplice odore di un profumo li riporta a un momento di rabbia o tristezza di lutto '.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo:

  • Come aiutare un amico in lutto
  • A tutti i ragazzi che ho amato prima È una storia d'amore - È anche una storia di perdita e dolore