Le animazioni cinematografiche e televisive sono ancora profondamente prive di donne di colore

Film

Secondo un nuovo USC Annenberg Inclusion Initiative Study.

Di Lauren Rearick

11 giugno 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Jennifer Yuh Nelson, direttore di Kung Fu Panda 2 e Kung Fu Panda 3.Han Myung-Gu / Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Negli ultimi anni, l'animazione televisiva e cinematografica ha fatto notizia per i progressi nelle trame inclusive, tra cui relazioni omosessuali storiche e supereroi plus-size. Sfortunatamente, tuttavia, un nuovo studio della USC Annenberg Inclusion Initiative ha scoperto che lo stesso spirito di rappresentazione non sembra essersi diffuso a coloro che lavorano dietro le quinte.





tana mongeau dating bella thorne

Secondo il nuovo studio, negli ultimi 12 anni, solo il 3% dei film animati è stato diretto da donne, Varietà segnalati. Quel numero è ancora più piccolo tra le donne di colore - Jennifer Yuh Nelson, che ha diretto Kung Fun Panda 2, è stata l'unica donna di colore a dirigere un film d'animazione.

Per quanto riguarda le registe che lavorano in serie televisive, il numero è migliorato, ma solo leggermente, Varietà segnalati. Il tredici percento dei programmi animati trasmessi nel 2018 erano diretti da una donna e solo tre di quei registi erano donne di colore.

photos de kylie jenner

In una dichiarazione, Marge Dean, presidente di Women in Animation, l'organizzazione che ha collaborato con USC allo studio, ha commentato i risultati, dicendo: 'Questo studio conferma ciò che abbiamo sempre saputo, che le donne sono una risorsa creativa enormemente non sfruttata nel settore dell'animazione. Ora che abbiamo una maggiore comprensione di come i numeri cadono a posto e quali soluzioni possono aiutare a correggere questa carenza, possiamo fare passi da gigante verso il nostro obiettivo di 50-50 entro il 2025 '.

Anche con una continua attenzione a personaggi più diversi, lo studio ha osservato che Hollywood ha ancora del lavoro da fare. Dei 120 film recenti, solo il 17% aveva un personaggio femminile come star o costar. L'animazione televisiva in realtà ha fatto meglio in questo senso, con il 39% di 100 serie TV animate con un ruolo femminile o co-protagonista.

Will Smith génie bleu

In risposta a questi risultati, la USC Annenberg Inclusion Initiative ha richiesto 'sforzi a livello di settore' per il cambiamento e ha suggerito di creare luoghi di lavoro in cui le donne si sentano benvenute, adeguare l'uso dei pronomi per includere tutti i sessi e incoraggiare le discussioni tra i dipendenti sulla cultura differenze.

Questo studio non è la prima volta che altri chiedono un cambiamento nel mondo dell'animazione. In precedenza ha parlato con The Black Girl Animators Collective (BGAC) Teen Vogue sul loro lavoro e hanno condiviso la loro speranza di vedere eventualmente delle animazioni rappresentative di tutti. 'Nell'animazione, non vedi davvero nessuna donna', ha affermato Taylor K. Shaw, fondatore di BGAC. 'Vedi alcune donne bianche, pochissime donne di colore e quasi nessuna donna di colore. Quello che stiamo facendo (qui) sta trasformando il panorama dei media e assicurandoci che le donne di colore siano incluse in questo spazio '.

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Questa leggenda Disney dietro 'A Whole New World' vuole una principessa filippina