'Tutto andrà bene' Esplora il dolore, l'amore e l'autismo

Cultura

La nuova commedia di Freeform creata da Josh Thomas si immerge in una dinamica familiare dopo un'improvvisa perdita.

fournitures scolaires cool pour les adolescents

Di Danielle Kwateng-Clark

13 dicembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Forma libera
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

La nuova commedia di Freeform Tutto andrà bene è non convenzionale esilarante. Ambientato in California, lo spettacolo esplora come tre fratelli affrontano l'improvvisa perdita del padre.





Nicolas, interpretato dall'attore australiano Josh Thomas, diventa la figura paterna delle sue due sorellastre adolescenti: un geneviene angosciato (Maeve Press) e Matilda (Kayla Cromer), che ha l'autismo.

Lo spettacolo è stato proiettato per un pubblico intimo al Davis Theater di Chicago martedì ed è stato accolto con risate e applausi.

Ciò che distingue lo spettacolo dalle altre sitcom familiari è che spacchetta senza mezzi termini dolore, sesso, amore e indipendenza in un modo oscuro e umoristico. Fa anche la storia come il primo spettacolo a interpretare un attore sullo spettro in un ruolo da protagonista.

'Tutti quelli che sono stati scelti come personaggi con autismo non hanno proprio questa disabilità', afferma Kayla, che interpreta Matilda schietto ma di buon cuore. 'Quindi come possono aspettarsi di comportarsi come uno di noi, quando non hanno camminato nei nostri panni'?

Precedentemente una modella, Kayla è stata una delle prime attrici a fare l'audizione per il ruolo e l'ha ottenuto poco dopo. E mentre è elettrizzata dall'opportunità di dare una sfumatura a cosa significhi avere l'autismo, è anche ben consapevole che dovrebbe esserci più rappresentazione su schermi grandi e piccoli di persone con disturbi neurologici.

'So che ci saranno sempre persone a cui non piacerà la mia esibizione e che ad altri piacerà', dice. 'Ma in realtà, un personaggio con autismo non può rappresentare ogni persona con autismo - ognuno è diverso. Tutti abbiamo le nostre diverse stranezze. Non tutti i nostri cervelli sono uguali '.

Tutto andrà bene in anteprima il 16 gennaio su Freeform.