Emma Watson Penne Lettera aperta a Savita Halappanavar, che morì in Irlanda dopo che le fu negato un aborto

Salute sessuale + identità

Emma Watson Penne Lettera aperta a Savita Halappanavar, che morì in Irlanda dopo che le fu negato un aborto

'Non volevi diventare il volto di un movimento; volevi una procedura che ti avrebbe salvato la vita '.

alison dilaurentis et champs emily
30 settembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Emma Watson sta usando di nuovo la sua voce per sempre - questa volta, continuando a lottare per la giustizia riproduttiva e scrivendo una potente lettera aperta a una donna morta in Irlanda sei anni fa dopo che gli era stato negato un aborto.

La lettera dell'attore e dell'attivista è apparsa di recente in usura la rivista ed Emma hanno condiviso le sue parole tramite i social media sabato 29 settembre. La lettera è stata inviata alla dott.ssa Savita Halappanavar, una dentista di 31 anni che ha subito un aborto settico in Irlanda nel 2012.

Secondo il Irish Times, La dott.ssa Halappanavar è stata ricoverata all'ospedale universitario di Galway il 21 ottobre 2012, dove i medici hanno stabilito che stava abortendo a 17 settimane di gravidanza. Tuttavia, poiché i medici hanno rilevato un battito cardiaco fetale, non le è stato permesso di abortire, nonostante le sue richieste. Il Volte aggiunge che Halappanavar si è 'ammalato sempre più' nei prossimi giorni prima della sua morte, avvenuta il 28 ottobre 2012. Come sottolineato da usura, ricerche successive hanno rivelato che c'erano molte opportunità per salvare la vita di Halappanavar e che se le fosse stato permesso di abortire, sarebbe probabilmente sopravvissuta.

https://twitter.com/EmmaWatson/status/1046039357038243841

La sua morte è stata caratterizzata come il catalizzatore per l'Irlanda che ha posto fine al suo severo divieto di aborto a maggio 2018, con l'abrogazione dell'ottavo emendamento del Paese alla sua costituzione. Come notato da BuzzFeed Notizie, i sostenitori della campagna referendaria spesso portavano segni e manifesti che raffiguravano l'immagine di Halappanavar. La lettera di Emma iniziò riconoscendo che Halappanavar 'non voleva diventare il volto di un movimento; volevi una procedura che ti avrebbe salvato la vita '.

Emma ha continuato a descrivere vari aneddoti e ricordi che la famiglia e gli amici di Halappanavar hanno condiviso con lei. 'Ci hanno detto che eri appassionato e vivace, un leader nato in modo naturale', ha scritto. 'Ho sentito che a Diwali nel 2010 hai vinto il ballerino della serata, proseguendo con le coreografie di routine con i bambini della tua comunità. Guardo il video di te che balli alla sfilata di San Patrizio nel 2011 a Galway e sono commosso fino alle lacrime dal tuo sorriso da mille watt e dal palpabile entusiasmo '.

La lettera dell'attore ha messo in luce le sfide che molte persone e società affrontano oggi quando si tratta di libertà riproduttiva. Emma ha osservato che molti luoghi nel mondo (come l'Argentina e l'Irlanda del Nord) hanno ancora regole severe in materia di aborto e che la giustizia riproduttiva mondiale rimane l'obiettivo finale. 'Nella tua memoria e verso la nostra liberazione, continuiamo la lotta per la giustizia riproduttiva', ha concluso la sua lettera.

Oltre alla sua potente lettera, Emma ha offerto suggerimenti per i lettori che potrebbero voler essere coinvolti e aiutare. 'C'è ancora molto lavoro da fare', ha aggiunto, aggiungendo che 'le persone che necessitano di aborti in Irlanda continueranno a essere costrette a viaggiare in Inghilterra o ad accedere a pillole per l'aborto online, fino a quando non verrà approvata la legislazione'. Ha condiviso i nomi di due organizzazioni che forniscono 'supporto riservato, pratico e finanziario' a entrambe le persone in Irlanda e in tutto il mondo: la rete di supporto all'aborto e le donne aiutano le donne. Come diceva Emma: 'In tutto il mondo sono necessarie cure per l'aborto gratuite, legali e locali'.

Per leggere la lettera completa di Emma, ​​visita usura rivista qui.

appropriation culturelle madonna

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: L'Irlanda ha votato per porre fine al suo divieto di aborto restrittivo