Non Stan Candidati alla presidenza nel modo in cui Stan BTS

Politica

Non Stan Candidati alla presidenza nel modo in cui Stan BTS

Questo editoriale sostiene che i sostenitori irriducibili dei politici finiscono per trascurare le loro carenze.

15 gennaio 2020
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Flashpop
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

In questi giorni, il tuo candidato alla presidenza prescelto ha un intero guardaroba di merce fatta dai fan. E hanno onesto a Dio ventilatori. Gli sfortunati titoli dei contendenti e senatori presidenziali Elizabeth Warren e Bernie Sanders su una disputa che potrebbe essere stata o meno esagerata non sono particolarmente sorprendenti, anche se l'intero sputato non sembra necessario. Ma è stata la frenesia dei rispettivi sostenitori che ha portato la situazione a un 10. L'incidente ha cristallizzato il modo in cui le persone non agiscono più solo come elettori o componenti, ma come devoti che seguono i politici con scrutinio oculare e dita pronte per Twitter. Sembra quasi di ricordare presto Idolo americano giorni.



Questo fenomeno è stato normalizzato negli ultimi anni. I fan di Sanders si sono rallegrati quando un uccello è atterrato sulla sua spalla durante una manifestazione della campagna del 2016; i sostenitori del senatore Kamala Harris si sono etichettati come #KHive; ed Etsy vende candele di preghiera con il volto del rappresentante Alexandria Ocasio-Cortez. E non dimentichiamo il culto di Donald Trump, quella fraternità invasa dai loro cappelli rossi MAGA coordinati. È difficile negare che i politici siano ufficialmente stabili nel 2020.

michelle et george

Per chiarire: non è una cosa cattiva o insolita che i politici ricevano sostegno dal pubblico. Diventa solo una linea pericolosa da seguire quando i fan di qualsiasi banda confondono il supporto con fedeltà cieca. I politici non sono pop star o star del cinema; eppure a molti di loro viene chiesto di impegnarsi come celebrità e trattati in natura dai loro sostenitori. Continuano a ballare The Ellen DeGeneres Show, leggi i tweet medi e sono anche soggetti di fan fiction.

I social media, ovviamente, svolgono un ruolo importante nel confondere il confine tra celebrità e politico. In passato l'accesso ai nostri politici era limitato alle dichiarazioni della stampa ufficiale e all'apparizione televisiva occasionale. Al giorno d'oggi, possiamo vedere come Ocasio-Cortez fa il suo chili su Instagram Live. Abbiamo uno sguardo inquietante e non filtrato nel cervello di Trump attraverso i suoi tweet, che vanno dall'indignazione di Snoop Dogg alle minacce alla Corea del Nord.

Queste innovazioni tecnologiche hanno reso più facile il collegamento con i nostri leader, ma ci hanno anche cullato nella falsa pretesa di essere uno di noi. Sì, più politici che mai provengono da contesti della classe operaia (ciao, AOC) e il Congresso sta lentamente ma sicuramente iniziando ad assomigliare più al paese che rappresenta. Ma alla fine, hanno il potere di creare politiche che influenzeranno milioni di vite. Mettere i nostri politici su piedistalli o trattarli come infallibili significa metterli - e noi - a rischio di fallimento e delusione.

designers masculins noirs

Dovremmo eleggere politici in base alle loro piattaforme e ai loro registri. Non ho bisogno di conoscere la routine di cura della pelle di Pete Buttigieg (o la sua mancanza) o di farmi dire da Warren di 'scaricare il ragazzo che mi ha fatto il fantasma'. L'idea che i nostri politici debbano essere riconoscibili e 'simpatici' per essere eleggibili non fa molto in termini di creazione di un cambiamento che andrà a beneficio delle persone. In un momento in cui molte persone si affidano a GoFundMe per permettersi le spese mediche e i bambini indossano zaini antiproiettile per la scuola materna, non mi interessa davvero se il mio politico è in grado di meme o esperto di TikTok. Devo solo sapere che possono aiutare le persone che ne hanno maggiormente bisogno, anche se ciò significa non riuscire a soddisfare la perfezione che la cultura si aspetta.

Come qualcuno che ha valutato il tempo in carica di Barack Obama (anche se forse non tanto quanto Sacco di pulci sì), ero anche profondamente scontento della deportazione di massa degli immigrati da parte della sua amministrazione, della cattiva gestione della crisi in Libia e della campagna di sciopero dei droni in Medio Oriente. Quando queste critiche vengono sollevate da colleghi, spesso incontrano scrollate di spalle imbarazzate o confutazioni sull'importanza di non sminuire il buon lavoro svolto da Obama. Troppo spesso viene respinto come un semplice assegno nella colonna 'problematica' di Obama.

L'etichettatura di un importante passo falso della politica come semplicemente 'problematica' (una parola che perde significato ogni giorno) mina la realtà delle persone che devono vivere - o morire - a causa delle scelte dei legislatori. La decisione di sostenere un politico non dovrebbe essere in bianco e nero, né dovrebbe essere simile a guardare il tuo preferito Laurea breve il concorrente ottiene la rosa finale. I politici sono individui che spesso devono scendere a compromessi. E quando ciò accade inevitabilmente, dovremmo esaminare criticamente le decisioni che prendono ed essere pronti a chiamarli per politiche sbagliate, anche se per lo più siamo d'accordo con loro. Dobbiamo ricordare che la natura intrinseca della politica è disordinata e sfumata, così come le persone che vi lavorano.

Alla fine della giornata, i funzionari eletti sono esseri umani. Il politico perfetto non esiste. Sosteniamo coloro che riteniamo meglio rappresentino i nostri interessi, dando loro spazio per l'errore ma ritenendoli responsabili delle decisioni che causano danni. Stanning, come abbiamo visto, non ci porterà molto lontano.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Ecco tutti i democratici che corrono ancora alle elezioni presidenziali del 2020

tarte black vendredi