I lavoratori domestici come mia mamma meritano protezione e sicurezza

Politica

I lavoratori domestici come mia mamma meritano protezione e sicurezza

In questo editoriale, la scrittrice Mariana Viera spiega come è stato crescere con una madre domestica e perché i lavoratori domestici hanno bisogno di più protezione.

bella thorne face
26 marzo 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Foto: Alamy
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Nel 2017, mia madre si è ammalata inspiegabilmente. Quasi da un giorno all'altro, ha iniziato a provare mal di testa debilitante, insonnia, vertigini costanti e dolori articolari in tutto il corpo. Stare in piedi e camminare, in particolare, divenne insopportabilmente doloroso per lei; i suoi piedi semplicemente non sarebbero conformi. Aveva trascorso i 15 anni precedenti della sua vita lavorando come domestica per diverse famiglie bianche della classe media. A poche settimane dalla sua malattia, aveva lasciato tutti i suoi lavori.



Dalla mia infanzia, fino a quel momento, la situazione finanziaria dei miei genitori era notevolmente migliorata. Crescendo, vivevamo in appartamenti con una camera da letto o con membri della nostra famiglia allargata per permetterci l'affitto. Abbiamo riciclato plastica e lattine per il reddito e abbiamo pagato l'affitto alla fine della maggior parte dei mesi. Ma entro il 2017, le cose erano cambiate. Mio padre aveva ottenuto un lavoro molto migliore che offriva benefici per la salute per la nostra famiglia e mia madre aveva lavorato fino a un programma a tempo pieno. Per la prima volta, la vita era a suo agio. Ma è cambiato molto rapidamente dopo che mia madre si è ammalata.

Come il 90% stimato delle lavoratrici domestiche in questo paese, mia madre è stata pagata 'sotto il tavolo' dai suoi datori di lavoro, il che significa che il suo reddito non era tassato, e non era ammissibile per l'assicurazione di invalidità. Poiché il reddito di mio padre non era abbastanza basso, la famiglia non aveva i requisiti per ricevere aiuti pubblici. Quando chiesi a mia madre se qualcuno dei suoi precedenti datori di lavoro, che avevano tutti chiamato la sua famiglia quando lavorava per loro, cercava di aiutarla finanziariamente, mi disse che uno mi aveva scritto e mi diceva che mi avrebbe aiutato con i soldi. Ha detto che avrebbe parlato con le famiglie per cui ho lavorato per ottenere dei soldi insieme. Ma non l'ha mai fatto. Non mi ha mai veramente scritto (ed) dopo quello. Mi sono sentito così male, ma è per questo che non dovresti mai aspettarti nulla dalle persone.

Il 95% dei lavoratori domestici in questo paese sono donne, immigrati o persone di colore, la maggior parte delle quali ha scarso potere contrattuale quando si tratta di condizioni di lavoro eque. Mia madre non ha lavorato per un anno e mezzo, un periodo che si è rivelato tremendamente difficile per la nostra famiglia finanziariamente. Ma è stata fortunata perché aveva supporto: aveva mio padre, mio ​​fratello e io su cui contare. Aveva anche accesso a un'assistenza sanitaria di qualità e nessun bambino a cui prendersi cura. Questa non è la realtà per molti domestici.

Penso spesso a quanto sarebbe stato diverso quell'anno e mezzo per una di quelle donne e quanto sarebbe stato devastante per i bambini che dipendevano da lei. È straziante pensare. Nessuno che lavora a tempo pieno dovrebbe avere una situazione finanziaria sospesa insieme da un filo o da una vita lavorativa definita da incertezza, ansia e paura. Ma la natura precaria del lavoro domestico e la fragilità della stabilità finanziaria dei lavoratori domestici è la prova del modo ingiusto con cui questo paese tratta le persone più vulnerabili.

La California è uno dei soli otto stati negli Stati Uniti in cui i lavoratori domestici sono protetti da una carta dei diritti. La Carta dei diritti dei lavoratori domestici, originariamente firmata dall'allora governatore Jerry Brown nel 2013 e aggiornata nel 2016, stabiliva standard di lavoro che includevano la retribuzione degli straordinari così come 'pasti e pause di riposo, chiarezza su ciò che costituisce orario di lavoro, tempo di malattia per le famiglie e se stessi, e la libertà da discriminazioni e molestie sessuali 'per determinati lavoratori domestici e assistenti personali, come indicato dalla National Domestic Workers Alliance. Secondo alcune stime, ci sono oltre 300.000 in questo stato. La promulgazione di tali leggi è al di là delle conseguenze in un paese in cui il lavoro domestico è stato storicamente e sistematicamente escluso dalla protezione ai sensi delle leggi sul lavoro, sia a livello statale che federale. Ma gran parte del lavoro domestico funziona al di fuori del sistema legale, lasciando spesso le situazioni finanziarie delle donne già vulnerabili totalmente dipendenti dalle idee di equità e capacità di gentilezza dei loro datori di lavoro.

Annuncio pubblicitario

Ciò porta spesso a condizioni di lavoro esplicitamente di sfruttamento sotto forma di salari inferiori al minimo o violenza fisica o emotiva. Ma anche in situazioni in cui tale trattamento è assente, lo sfruttamento può essere una caratteristica distintiva di questo particolare rapporto datore di lavoro / lavoratore.

façons de rétrécir les pores du visage

Mia madre è sempre stata pagata al di sopra del salario minimo e non è mai stata oggetto di minacce o violenza esplicita da parte dei suoi datori di lavoro. Ma è andata senza paga per settimane perché i suoi datori di lavoro hanno deciso di prendersi una vacanza dell'ultimo minuto. Ricordo che doveva rimandare la spesa della nostra famiglia alla settimana successiva perché il suo datore di lavoro si era dimenticato di scriverle un assegno. E non le è rimasto assolutamente nulla da mostrare per un decennio e mezzo di lavoro, lealtà e dedizione.

Anche prima che mia madre si ammalasse, mi ha detto che le relazioni che condivideva con i suoi datori di lavoro erano contrassegnate dalla costante concessione e revoca della 'tessera familiare'. Sotto l'albero a Natale, era una famiglia. Quando i visitatori finirono e fu presentata, era una famiglia. A volte, mia madre tornava a casa con borse di vestiti usati e scarpe che il suo datore di lavoro le aveva regalato. Ma questi tipi di abbracci erano spesso più un peso che una benedizione. Hanno offuscato i confini tra il personale e il professionista e le hanno fatto sentire un senso di lealtà verso i suoi datori di lavoro che, il più delle volte, non era ricambiato. Mia madre dice che il senso di intimità fabbricato ha reso quasi impossibile per lei chiedere aumenti, richiedere una retribuzione tempestiva e affermare i confini.

Nei 16 anni in cui ha lavorato per il suo principale datore di lavoro, mi dice che non è mai stata pagata per il tempo libero, non per ferie o malattia. Ha ricevuto due piccoli rilanci. Quando le ho chiesto perché ce ne fossero solo due, mi ha detto: 'Non sono ricchi e mi danno due giorni di lavoro a settimana. Ho paura che se chiedo più soldi, mi ridurranno a un giorno alla settimana '.

Il lavoro domestico è invisibile, spesso lavoro solitario che è stato in gran parte tenuto all'interno delle case in cui si svolge e fuori dalle conversazioni pubbliche. Nelle parole di Alfonso Cuaron, durante il suo discorso di accettazione come miglior regista per Roma, un film su una domestica che si prende cura di una famiglia negli anni '70 a Città del Messico, 'Il nostro lavoro è guardare dove gli altri no. (Quella) responsabilità diventa molto più importante nei momenti in cui siamo incoraggiati a distogliere lo sguardo '.

Relazionato: Roma Consente ai lavoratori domestici di sentirsi finalmente visti