L'annuncio di 'Chinese Chopsticks' di Dolce & Gabbana non è l'unico motivo per cui dovremmo smettere di supportarli

Stile

L'annuncio di 'Chinese Chopsticks' di Dolce & Gabbana non è l'unico motivo per cui dovremmo smettere di supportarli

In questo editoriale, lo scrittore Gianluca Russo sostiene che Dolce & Gabbana ha una lunga storia di attacchi a gruppi emarginati, ma i designer raramente sono ritenuti responsabili da celebrità, influencer o consumatori.

21 novembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

È chiaro che la comunità della moda nutre un profondo odio verso coloro che sono 'alterati'. Per molti grandi stilisti, non c'è alcuna rilevanza nel fatto che Christian Siriano abbia triplicato la sua attività includendo taglie forti o che Savage X Fenty abbia ricevuto consensi in tutto il mondo per aver messo in mostra un cast di modelli diversi sulla passerella. Quando si tratta di marchi come Dolce & Gabbana, più e più volte, i responsabili rendono senza dubbio chiaro che la moda appartiene a un gruppo d'élite di uomini e donne magri, eterosessuali, cisgender, ricchi, bianchi.

E non hanno interesse a cambiare lo status quo. Dalla diffusione del messaggio che il magro è bello e il grasso è mortale, al dire che le coppie strane che adottano stanno costruendo famiglie 'sintetiche', all'attacco di giovani donne famose online sminuendo il loro aspetto, Domenico Dolce e Stefano Gabbana sembrano non avere problemi a vomitare odio. Ma ancora di più, il problema sta nei consumatori che danno a questi due uomini il permesso di farlo.

Dolce & Gabbana

Mercoledì mattina presto, dopo aver ricevuto un contraccolpo per quello che molti hanno ritenuto un video di una campagna razzista, Dolce & Gabbana ha annullato il suo show sulla passerella di Shanghai. Il video, che è stato pubblicato sull'account Instagram ufficiale del marchio, è stato sbattuto per rappresentare donne asiatiche in modo stereotipato e umiliante. Presenta una donna asiatica che lotta per mangiare cibi come pasta e cannoli con le bacchette con simboli culturali cinesi stereotipati come lanterne e distici posti sullo sfondo. 'Imbarazzante. Seriamente, cosa c'è di sbagliato nel loro team di marketing, vivono nel 1908? un utente di Twitter ha scritto.

Eppure, non sono rimasto scioccato quando ho ricevuto il Affari della moda rapporto che ha annunciato la cancellazione e spacchettato il dramma che ne è seguito. Ho avuto solo una domanda che mi passava per la testa: perché stiamo ancora supportando Dolce & Gabbana?

comment savoir que votre hymen est cassé

Dolce & Gabbana ha una lunga storia di controverse controversie. Nell'aprile del 2017, il marchio ha rilasciato una giocosa sneaker in stile graffiti con la frase 'sottile e stupenda'. Quando i critici hanno sostenuto che promuoveva il messaggio sbagliato, Stefano ha fatto un passo indietro dicendo: 'Quando l'idiozia distorce la realtà !!! incredibile !!!! La prossima volta scriveremo LOVE TO BE FAT AND FULL OF CHOLESTEROL '.

Annuncio pubblicitario

Non è stata la prima volta che uno dei loro prodotti ha suscitato indignazione. Nella loro collezione della primavera 2016, hanno pubblicato 'Slave Sandal', che in seguito hanno ribattezzato in seguito a un contraccolpo fashionista. Quattro anni prima, Dolce & Gabbana ha debuttato 'orecchini blackamoor' che hanno cercato di difendere, nonostante il fatto che le immagini siano ampiamente considerate un emblema del colonialismo e della schiavitù.

Nel 2015 Domenico è stato messo sotto accusa per le osservazioni fatte sull'adozione e la maternità surrogata. In un'intervista con la rivista italiana panoramaDomenico, che si identifica come gay, disse: 'Nessuna progenie chimica e utero affittato: la vita ha un flusso naturale, ci sono cose che non dovrebbero essere cambiate ... Io chiamo figli della chimica, bambini sintetici. Utero noleggiato, seme scelto da un catalogo '. Oltre che questi commenti sono palesemente anti-gay, sono anche un attacco diretto contro le famiglie che usano la fecondazione in vitro per una vasta gamma di motivi. Dopo che il contraccolpo si è spento, i loro commenti omofobi sono continuati. Nel gennaio 2017, in risposta a un utente di social media che lo chiamava per commenti anti-gay online, Stefano ha detto 'Non chiamarmi gay per favore !! Sono un uomo!!! Chi amo è la mia vita privata '!

Più tardi nello stesso anno, i designer hanno fatto di nuovo notizia quando hanno vestito Melania Trump, suscitando un boicottaggio tra gli acquirenti che si oppongono all'agenda xenofoba, razzista e misogina dell'amministrazione Trump. Invece di rilasciare una dichiarazione rispettosa su vari partiti e credenze politiche, il marchio ha rilasciato una camicia 'Boycott Dolce & Gabbana' che deride il contraccolpo.

Negozio digitale Dolce & Gabbana

E di recente, Stefano ha preso Instagram per attaccare Selena Gomez commentando uno dei suoi post, 'e proprio brutta' !!! che, tradotto dall'italiano, significa 'è così brutta'! Con Selena Gomez che ha il maggior seguito sull'app dei social media, il contraccolpo è stato immediato. Ma affrontando la situazione, Stefano ha pubblicato schermate del suo commento odioso e casuale e ha scritto: 'IL MIO NOME È SELENA !!! #saysorrytome ', quindi ha aggiunto cinque emoji ridenti, Yahoo rapporti. Stefano mette spesso in scena il dramma con le celebrità: ha fatto vergognare Lady Gaga dopo la sua esibizione al Super Bowl nel febbraio 2017 ed è entrato in faida con Miley Cyrus quel giugno, in gran parte a causa delle loro diverse opinioni politiche.

Dopo ogni debacle, i designer si sono scusati; Hanno provato a backpedal; Hanno offerto spiegazioni sostenendo che non intendevano mai offendere. Ma non imparano mai dai loro errori. In effetti, le loro controversie sono diventate prevedibili come i loro progetti.

Annuncio pubblicitario

Domenico e Stefano hanno mostrato al pubblico con precisione chi sono: uomini bianchi che rifiutano di rispettare tutto ciò che non rientra nella loro definizione di 'tradizionale'. A loro non importa chi hanno ferito o offeso. A loro non importa dell'impatto dei loro messaggi. A loro importa solo i vestiti e le vendite. E i consumatori li stanno lasciando andare via.

Un rapporto pubblicato da Affari della moda all'inizio di quest'anno dimostra che, nonostante le molte controversie che circondano Dolce & Gabbana, il marchio sta ancora facendo grandi entrate. 'Secondo i documenti depositati presso la Camera di commercio di Milano, i ricavi totali - tra cui una caduta di 75 milioni dalla risoluzione anticipata del contratto con il licenziatario Procter & Gamble - hanno raggiunto oltre 1,1 miliardi nell'ultimo anno fiscale conclusosi il 31 marzo 2017, a partire da 1 miliardo nell'anno precedente ', si legge nel rapporto. 'Il commercio all'ingrosso rimane il principale fattore di guadagno, generando quasi 725 milioni, mentre la vendita diretta ha rappresentato 167 milioni e licenze 99 milioni. Anche i fondi del bilancio di Dolce & Gabbana sono aumentati nel 2016, salendo a 382,5 milioni dai 270 milioni dell'anno precedente '.

MILANO, ITALIA - 23 SETTEMBRE: Cara Delevingne di modello cammina la pista alla sfilata di moda Primavera / Estate 2013 Dolce & Gabbana come parte della settimana della moda di Milano Womenswear il 23 settembre 2012 a Milano, Italia. (Foto di Vittorio Zunino Celotto / Getty Images) Getty Images

Gli influencer continuano a prenotare accordi con Dolce & Gabbana, dicendo ai loro milioni di follower che dovrebbero spendere un sacco di soldi per i loro progetti. Celebrità famose come Millie Bobby Brown, Zendaya e Cardi B sfoggiano l'abbigliamento del marchio e partecipano ai loro eventi. Il sostenitore delle taglie forti Ashley Graham cammina ancora nei loro spettacoli in passerella ed è regolarmente vestito con i loro disegni. I critici della moda lodano i designer dopo che i loro pezzi hanno sfilato in passerella stagione dopo stagione. Cosa ci vorrà per essere ritenuti responsabili delle loro infinite manifestazioni di razzismo e bigottismo?

Osservando i gruppi che Domenico e Stefano attaccano - come persone grasse e strane - è chiaro che coloro che supportano Dolce & Gabbana non si preoccupano abbastanza delle persone emarginate da parlare. È uno schema che sta diventando fin troppo banale nel settore della moda. Considera la fretta di Yandy di rimuovere i costumi di 'Sexy Handsmaid's Tale' quando le donne bianche si lamentavano, insieme alla loro insistenza nel vendere costumi 'indiani' nonostante il contraccolpo della comunità nativa. O il continuo supporto e il pubblico del Victoria's Secret Fashion Show di fronte alle pratiche di casting transfobiche e fatphobic (così come i recenti commenti incendiari del VS CFO Ed Razek che hanno confermato ciò che già sospettavamo delle opinioni del marchio). L'indignazione e le azioni successive sono riservate a determinate comunità e trattenute da altre.

Annuncio pubblicitario

Spero che con la loro ultima infrazione - beffardo mentre provano anche a capitalizzare la cultura cinese - Dolce & Gabbana è finalmente ritenuto responsabile per il loro comportamento offensivo. Ma la storia mi dice che non è probabile. Francamente, ai designer e ai loro sostenitori non importa. A loro non importa delle comunità emarginate che vogliono semplicemente essere incluse nella narrativa dell'alta moda. A loro non importa dei sentimenti di coloro che attaccano, sia che si tratti di una celebrità come Selena Gomez o di una persona grassa come me. A loro non importa se perdono qualche migliaio di follower a causa di questo video di campagna razzista perché il loro prossimo accordo con il marchio influencer attirerà sicuramente più vendite e fan. Proprio come la recente debacle con Victoria's Secret, il cambiamento non deriverà dalla casa di moda. L'unico modo per innescare qualsiasi grado di cambiamento è per coloro che hanno influenza per ammonire il marchio dall'esterno e per spingere la verità tanto necessaria che dovremmo smettere di sostenere Dolce & Gabbana fino a quando non cambieranno strada.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Dolce & Gabbana hanno appena annullato il loro show in Cina dopo una polemica pubblicitaria 'razzista'