Derek Lam offre consulenza ai giovani designer in una potente lettera aperta

Stile

Derek Lam offre consulenza ai giovani designer in una potente lettera aperta

'Durante questo periodo di cambiamento, è più importante che mai parlare ed essere te stesso'.

23 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
TORONTO, ON - 17 NOVEMBRE - Lo stilista Derek Lam parla con The Star della sua prossima linea - Derek Lam 10 Crosby - che arriverà a Toronto il 17 novembre 2016. (Carlos Osorio / Toronto Star via Getty Images) Carlos Osorio
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

In questo editoriale, Derek Lam invita i giovani stilisti a trasformare l'industria nello spazio veramente inclusivo che spera diventi.

Quando ho iniziato nella moda, il mondo era un posto molto diverso. Era il 2003, un momento difficile per New York e gli Stati Uniti, sicuramente dopo l'11 settembre. Le persone erano preoccupate per quello che sarebbe successo alle industrie creative; I giovani non stavano entrando di moda, forse perché era troppo desolante. In risposta, c'è stata un'ondata di sensibilizzazione per cercare di far entrare più giovani designer nel settore - e ho cavalcato con grazia quell'ondata di generosità.

ashley benson et troian bellisario

Avanti veloce di 15 anni e l'industria della moda è molto meno intima. Ci sono così tante altre porte in cui entrare, ma è scoraggiante capire quali porte attraversare e quali attraversare. Restringere il numero di porte aperte a se stessi è una cosa spaventosa. Ma era qualcosa che sapevo essere indispensabile per il mio successo come giovane designer, grazie alla mia famiglia. A San Francisco, i miei nonni possedevano una piccola fabbrica che produceva abiti da sposa. La mia bisnonna, due delle mie prozie e la mia famiglia hanno lavorato lì insieme, facendo tutto a mano. Questa intima comunità era qualcosa che dovevo ricreare per me e il mio marchio quando venni a New York.

TORONTO, ON - 17 NOVEMBRE - Lo stilista Derek Lam parla con The Star della sua prossima linea - Derek Lam 10 Crosby - che arriverà a Toronto il 17 novembre 2016. (Carlos Osorio / Toronto Star via Getty Images) Carlos Osorio

Man mano che il mio marchio cresceva, mi resi presto conto che dovevo scegliere da quale porta volevo attraversare. Non puoi essere tutto per tutti. La porta che ho scelto di attraversare era vestire donne vere. Le donne vere vogliono indossare qualcosa che dia loro autorità ma è anche sensuale e casual in un certo modo. Si tratta di rispettare le donne e di sentirsi a proprio agio con la propria pelle - questa è una cosa chiave a cui penso, specialmente nel mondo in cui viviamo oggi.

Oggi, ci sono sicuramente grandi vantaggi nell'essere un designer americano nella moda. Il pubblico americano è ampio e solidale con i talenti e il mondo guarda ai nostri progetti per l'innovazione e la narrazione interessante. Ma allo stesso tempo, è un momento molto impegnativo per la moda americana. Siamo quasi vittime del nostro successo nello stile di vita - e siamo ancora una cultura molto invidiosa. Guarda lo streetwear europeo: pochissimi stilisti lo stanno facendo a New York. Molte persone guardano alla moda americana e dicono: 'Cosa c'è di nuovo in questo'?

Annuncio pubblicitario
SCAD Atlanta - Primavera 2018 - SCAD FASHWKND - Derek Lam Conversa on - SCADshow - Fotografia per gentile concessione di SCADDrew Perlmutter

Quindi, come giovane designer, devi davvero scavare in profondità e non provare a unirti semplicemente a tutto ciò che già esiste. Non pensare alla sensibilità americana; non pensare all'abbigliamento sportivo americano. Pensa a ciò che è più rilevante. Pensa a fare le cose in un certo modo perché ti piace.

adolescents et vibrateurs

Il meglio della moda americana è venuto da un momento di grande privazione. Dai un'occhiata a Claire McCardell: era una pietra miliare del design americano a causa di tutti i limiti causati dalla seconda guerra mondiale. Doveva prendere un semplice calicò o una striscia e renderlo interessante. Fare qualcosa dal nulla definisce lo spirito americano, ma non viviamo in un momento di privazione. In realtà, ora, abbiamo troppo di tutto. Quindi, noi designer e il settore, dobbiamo considerare cose come la sostenibilità e la consapevolezza ecologica. Come puoi fare di più con meno? Come si diventa Claire McCardell di questo nuovo mondo?

rinçage violet sur cheveux brun foncé

Di recente ho avuto l'onore di frequentare lo SCAD FASHWKND del Savannah College of Art and Design di Savannah e Atlanta, in Georgia. SCAD, una potenza globale, ha ridefinito la sfilata di moda con SCAD FASHWKND, un evento in due parti che collega una sfilata tradizionale con una vetrina di vignetta di moda innovativa. Presenta collezioni senior di studenti di moda nelle quattro sedi globali di SCAD, attirando un pubblico internazionale di luminari del settore che sono lì per incontrare le stelle della moda emergenti e persino acquistare il loro lavoro. Lì, mi è stato consegnato il premio Etoile annuale dell'università, ed è stato anche lì che ho potuto incontrare la prossima generazione di stilisti americani.

SCAD Atlanta - Primavera 2018 - SCAD FASHWKND - Derek Lam Conversa on - SCADshow - Fotografia per gentile concessione di SCADDrew Perlmutter

È stato un fine settimana energizzante, e dal talento che ho visto nella classe di stilisti di moda SCAD - artigiani delle fibre, designer di accessori, commercianti di moda e di lusso e oltre - il futuro è luminoso. Gli eventi lungimiranti come SCAD FASHWKND sono importanti perché introducono una nuova generazione di talenti e mettono in mostra la diversità nel crescente settore della moda.

È un momento entusiasmante per i nuovi designer che vengono messi in luce: quelli che metteranno in discussione il modo in cui le cose sono state fatte nell'ultimo decennio e ridefiniranno il significato di essere uno stilista. La mia speranza è che questa ondata di nuovi designer porti nuova prospettiva al settore in un momento in cui stiamo ridefinendo l'inclusività, l'autenticità e la diversità.

Durante questo periodo di cambiamento, è più importante che mai parlare ed essere te stesso. Non abbiate paura di dire: 'Questo è quello che posso fare bene; questo è ciò che sono; e soprattutto questo è ciò che rende me e il mio lavoro unici '. Questo è ciò di cui abbiamo bisogno per continuare a far crescere l'inclusività per tutti i membri della comunità del design, specialmente quelli che stanno ancora sviluppando la loro voce.