Secondo quanto riferito, Demi Lovato ha lasciato la riabilitazione. Che succede ora?

Identità

Secondo quanto riferito, Demi Lovato ha lasciato la riabilitazione. Che succede ora?

Abbiamo parlato con un esperto del perché è così importante che Demi abbia la libertà di guarire.

5 novembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

A luglio, Demi Lovato è stata ricoverata in ospedale dopo un'apparente overdose di droga, qualcosa che ha affrontato in una dichiarazione del 5 agosto su Instagram.

'Sono sempre stato trasparente sul mio viaggio con la dipendenza', ha scritto. 'Quello che ho imparato è che questa malattia non è qualcosa che scompare o svanisce nel tempo. È qualcosa che devo continuare a superare e che non ho ancora fatto. Voglio ringraziare Dio per avermi tenuto in vita e bene '. Demi ha continuato a parlare di come aveva pianificato di ottenere un trattamento per continuare quel lavoro. 'Ora ho bisogno di tempo per guarire e concentrarmi sulla mia sobrietà e sulla strada della ripresa', ha detto il post. 'L'amore che tutti mi avete mostrato non sarà mai dimenticato e non vedo l'ora che arrivi il giorno in cui posso dire di essere uscito dall'altra parte. Continuerò a combattere '.

Ora, pochi mesi dopo il suo post su Instagram, Demi è stata rilasciata dal programma in cui ha cercato il trattamento, secondo TMZ. Secondo quanto riferito, era entrata in una struttura di trattamento di 90 giorni, secondo la dott.ssa Caroline Fenkel, DSW, LCSW, presso la Newport Academy Teen Vogue è il numero minimo di giorni raccomandato per trattare il disturbo da uso di sostanze. In generale, ha detto Fenkel, i giorni e le settimane dopo aver lasciato la riabilitazione sono trascorsi reintegrandosi nella propria vita quotidiana - un processo che può essere stressante e richiedere ulteriori trattamenti.

'Dopo che qualcuno ha completato il trattamento in una struttura di trattamento residenziale, tornano a casa alle loro normali responsabilità, relazioni e ambienti', ha detto Fenkel Teen Vogue. 'La vita dopo aver completato il trattamento richiede il supporto di familiari e amici per contribuire a rendere il passaggio a casa il più privo di stress possibile. Ci sono anche risorse e approcci disponibili per facilitare questa transizione, incluso il trattamento ambulatoriale e la consulenza '.

est l'hymen visible

Mantenere un ambiente privo di stress può essere difficile, soprattutto per celebrità come Demi.

serena williams teen vogue

'È comune per le persone dimenticare che la vita dopo aver completato il trattamento richiede un aggiustamento', ha detto Fenkel. 'Questo è particolarmente vero per personaggi pubblici e celebrità, in quanto sono costantemente sotto i riflettori. È naturale per qualcuno lottare con lo stress di tornare a casa dalle cure dopo aver sperimentato la struttura e il costante supporto di una struttura di trattamento residenziale '.

Sin dall'apparente sovradosaggio di Demi, molti hanno trattato i rapporti sulle sue condizioni come pettegolezzi succosi, con alcuni speculando sulle circostanze che circondano il suo sovradosaggio e altri sezionandola ogni mossa post-riabilitazione. Fenkel ha affermato che il controllo può essere dannoso per la persona sotto i riflettori e altri hanno notato che può avere un effetto ancora maggiore.

Secondo la Substitution Abuse and Mental Health Services Administration (SAMHSA), il linguaggio che utilizziamo può aumentare lo stigma che circonda l'uso di sostanze e il disturbo da uso di sostanze, che potrebbe impedire alle persone di cercare cure quando ne hanno bisogno.

'I disturbi da uso di sostanze comportano un elevato carico di stigmatizzazione; paura del giudizio significa che le persone con disturbi da uso di sostanze hanno meno probabilità di chiedere aiuto e hanno maggiori probabilità di abbandonare i programmi di trattamento in cui si iscrivono ', afferma una guida per ridurre lo stigma per il disturbo da uso di sostanze, scritto per i professionisti della salute mentale, sul sito web SAMHSA. 'Il linguaggio involontariamente stigmatizzante può perpetuare stereotipi negativi sui tipi di persone colpite da abuso di sostanze e può ridurre il sostegno pubblico ai programmi di prevenzione e cura'.

Sebbene la guida di SAMHSA sia pensata per le persone che potrebbero trattare coloro che soffrono di disturbi da uso di sostanze, presenta consigli pratici a chiunque. La guida osserva che il disturbo da uso di sostanze è una condizione diagnosticabile e curabile, che lo radica saldamente come un problema medico, non un fallimento morale. La guida sconsiglia inoltre di alimentare il panico morale che serve solo a 'emarginare le persone vulnerabili e spesso mettere in discussione la loro moralità o persino l'umanità'. Secondo un articolo del 2014 di William White, autore e sostenitore del recupero, la sensazionalizzazione mediatica delle celebrità con disturbo da uso di sostanze o in fase di recupero può anche perpetuare lo stigma.

Piuttosto che trattare il completamento di un programma terapeutico da parte di qualcuno come un gossip, Fenkel ha affermato che le persone dovrebbero esercitare una maggiore comprensione.

'Gli amici e la famiglia dovrebbero sapere che il recupero è un processo in corso e il loro sostegno e comprensione sono essenziali, poiché la persona amata potrebbe sperimentare battute d'arresto', ha affermato. 'Ciò è particolarmente vero in quanto il passaggio da un programma strutturato in una struttura di trattamento residenziale alla relativa libertà e indipendenza può spesso essere scioccante e può provocare trigger familiari e sfide emotive'.

gabriel zamora photo

Mentre Demi fa questa transizione, è particolarmente importante che lei abbia lo spazio di cui ha bisogno per continuare a guarire e che è in grado di farlo senza giudizio.

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.