Color Me Courtney's Courtney Quinn condivide il modo in cui ha costruito il suo marchio personale

Opportunità di lavoro

Prendilo da qualcuno che lo sa.

Di Courtney Quinn

24 settembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Ci sono molti esperti là fuori che diranno che per salire sulla scala aziendale devi costruire il tuo 'marchio personale'. Ti farò entrare in un piccolo marchio segreto-personale non deve essere solo per i tipi da 9 a 5. Riguarda voi. Abbracciare, non nascondersi, le qualità che ti rendono unico in modo da distinguerti e aggiungere valore, che sia in ufficio, a scuola o, nel mio caso, sui social media.





Sono una di quelle persone che hanno trasformato il suo marchio personale in un'azienda di social media, un creatore di contenuti digitali, se vuoi. Fantastico, vero? Assolutamente. Facile? Affatto.

Il mio percorso di istruzione / carriera è stato tradizionale in tutti i sensi, ma ora lavoro più duramente di quanto abbia mai fatto. E questo dice molto. Quando avevo 21 anni, avevo il mio MBA e mi sono trasferito a New York, certo che stavo per ottenere il mio 'grande break', solo per scoprire che nessuno mi avrebbe assunto. Ho fatto progressi, intervistando e creando collegamenti, e alla fine ho iniziato il mio blog, Color Me Courtney, per trovare lavoro nella moda aziendale. Quando la posizione che ho ottenuto mi ha lasciato insoddisfatto, Color Me Courtney è diventato lo sbocco di cui avevo bisogno per rimanere creativo e ispirato. Poi, due anni fa, mi sono ritrovato a fare la spesa nel mezzo delle mie borse da lavoro per il lavoro dei sogni al Coach.

Tranne la cosa divertente dei lavori dei sogni è che ti fanno capire che i sogni sono effettivamente realizzabili ... quindi osi sognare ancora di più.

chanson de brenda.

Per fortuna (oltre al trambusto), mentre stavo salendo di fila in Coach, essenzialmente stavo trattenendo un altro lavoro a tempo pieno facendo crescere il mio blog Color Me Courtney e i canali dei social media, lavorando oltre 40 ore aggiuntive a settimana per crescere la mia presenza online e creare contenuti. Ogni giorno, ho visto il mio duro lavoro ripagare quando il mio nascente marchio online ha guadagnato nuovi follower, Mi piace e condivisioni - e presto mi sono reso conto che semplicemente non potevo dare tutta la mia attenzione sia a Coach che a Color Me Courtney. Qualcosa dovrebbe andare.

Ero ad un grande crocevia nella mia carriera. C'era il percorso sicuro e prevedibile per cui ero andato a scuola, lavorando per marchi affermati come avevo fatto con Tommy Hilfiger, Jonathan Adler e Kate Spade. OPPURE potrei mettermi in gioco e prendere tutto ciò che avevo imparato a fare Color Me Courtney - a.k.a. me! - un marchio che ispira le persone e diffonde positività ogni giorno.

Avviso spoiler: ho scelto me!

Con l'incoraggiamento dei miei genitori, entrambi imprenditori, ho fatto il salto per perseguire Color Me Courtney a tempo pieno, essenzialmente dedicando tutte le mie ore di veglia a promuovere e mantenere il mio sito Web e i canali dei social media in modo autentico per la mia personalità e accattivante ai miei seguaci. Sapevo che quando indossavo un cappotto rosa caldo in una tempesta di neve a New York City, avrei potuto far sorridere la gente ... ma come si è tradotto online? Quindi, il mio filtro era, ed è tuttora, come parlerei con una versione più giovane e più vulnerabile di me stesso. Il risultato finale è un marchio personale e professionale che abbraccia i miei riccioli e le mie curve, celebra il colore in una città in cui tutti indossano il nero, guardano il lato positivo e si scusano me stesso.

Tuttavia, per quanto sia bello, semplicemente dichiarare le tue buone intenzioni al mondo non pagherà le tue bollette. I marchi, proprio come quelli con cui lavoravo, mi pagano per promuovere i loro prodotti o campagne sui miei canali di social media. Le persone probabilmente pensano che sia la parte migliore del mio lavoro, ma è davvero una delle più difficili. Per prima cosa, fa male quando un marchio che pensi di ammirare ti dice 'non sei una rappresentazione accurata del loro marchio'. Ahia. Presto mi sono reso conto che quel messaggio diceva molto più su di loro che su di me. Ma comunque ... non è bello.

Annuncio pubblicitario

Poi ci sono delle volte in cui un controllo viene sventolato di fronte a me e, per qualsiasi motivo, semplicemente non lo fa sentire giusto. Il mio marchio personale è la mia 'stella polare' che guida tutte le mie decisioni e nessuna somma di denaro vale la pena andare fuori rotta. Ho persino creato un elenco di controllo delle linee guida e se una partnership o un contenuto non soddisfa tre dei cinque elementi nell'elenco, non lo pubblicherò. Inoltre, se c'è un consiglio che prendi da questo saggio, fai attenzione: Internet non dimentica mai.

un tampon brisera-t-il votre hymen

Ecco perché mi assicuro di collaborare attentamente con marchi che condividono la mia visione e credono nella mia voce. Come di recente, ho avuto la fortuna di essere scelto da Peace Tea per la loro campagna #ChoosePeace, che ha raccolto $ 75.000 per RandomActs.org e mi ha semplicemente richiesto di completare quello che hanno chiamato Randomer Random Acts of Kindness per altre persone. Proprio nel mio vicolo! Adoro lavorare con marchi come Peace Tea che vanno oltre la spinta al prodotto, ma vogliono anche diffondere felicità e gentilezza, proprio come me. Quest'estate ho trascorso una settimana impegnandomi in cinque atti casuali di gentilezza al giorno, che più di ogni altra cosa mi hanno fatto capire che passo troppo tempo davanti ai miei schermi. Ironia della sorte, ci è voluta una campagna sui social media per ricordarmi che anche la mia 'influenza' avviene offline.

Ed è davvero di questo che si tratta. Non devi essere ciò che l'industria considera un 'influencer' per avere un impatto sulla vita di qualcuno. Metti la tua personale svolta su di esso nel mondo reale con atti gentili, oppure online con immagini o parole meravigliose, o come preferisci. Forse con un po 'di fortuna e un sacco di duro lavoro, verrai persino pagato per questo.

Ricorda, il tuo marchio personale è solo tuo e tuo. I tuoi sogni, le tue idee, la tua storia. Condividilo con il mondo ... e poi vedi cosa succede dopo.

Relazionato: Cosa significa davvero essere un influencer di YouTube al college