L'annuncio Nike di Colin Kaepernick ispira il boicottaggio della protesta Nike

Stile

L'annuncio Nike di Colin Kaepernick ispira il boicottaggio della protesta Nike

'Bruciare la tua attrezzatura Nike non costa nulla alla Nike e offre loro pubblicità gratuita'.

4 settembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Da quando la rivelazione di Colin Kaepernick è la star della sua campagna 'Just Do It' per il 30 ° anniversario, il marchio atletico Nike è stato al centro di un'enorme tempesta di social media. Le reazioni all'annuncio sono state divise, con molti a sostegno della decisione dell'azienda di mettere in evidenza il controverso atleta, e altri hanno criticato il marchio per quello che credono sia un appoggio al suo attivismo. Una delle reazioni più sorprendenti alla campagna è stata condotta dagli utenti dei social media che hanno pubblicato immagini e video di se stessi distruggendo i propri prodotti Nike.

Lunedì pomeriggio, Nike ha rivelato un'immagine in bianco e nero di Colin con le parole 'Credi in qualcosa. Anche se ciò significa sacrificare tutto 'stampato davanti alla sua faccia. Il famoso slogan del marchio 'Just Do It' e il segno Nike sono apparsi nella parte inferiore dell'immagine. La citazione apparentemente fa riferimento alla posizione audace che Colin ha assunto nel 2016, quando ha iniziato a inginocchiarsi durante l'inno nazionale per far luce sulla pesante violenza della polizia contro i neri e altre questioni che affliggono la comunità nera. Le azioni dell'ex quarterback di San Francisco hanno innescato un effetto a catena, che, secondo una causa intentata contro la NFL, lo ha portato a essere ostracizzato dai proprietari delle squadre e incapace di giocare in campionato.

https://twitter.com/Kaepernick7/status/1036695513251434498

Nel corso degli anni, i critici della protesta di Colin hanno teso ad associare la sua riluttanza a sostenere l'inno nazionale con l'idea che, non restando in piedi, stava mancando di rispetto alla bandiera, e successivamente veterani militari. Nonostante molti veterani escano a sostegno della sua dimostrazione e Colin confermi il vero scopo delle sue azioni, i critici hanno mantenuto queste stesse idee. Queste critiche sono riemerse nelle ultime 24 ore, quando i manifestanti della campagna Colin della Nike hanno iniziato a condividere messaggi sui social media riguardo alla loro delusione nei confronti della Nike per aver appoggiato una persona che credono colpevole di aver mancato di rispetto alla bandiera e ai militari. L'hashtag #NikeProtest di Twitter è stato riempito con immagini di persone che hanno distrutto la loro attrezzatura Nike e diffamato Colin.

mouvement pour l'abolition des prisons

https://twitter.com/johnrich/status/1036751396002050050

https://twitter.com/playazball/status/1036785807435198464

https://twitter.com/talkwithzeno/status/1036938182913339398

Altri utenti di Twitter si sono uniti alla conversazione per prendere in giro la protesta e mostrare il loro sostegno alla campagna. Molti di questi utenti hanno pubblicato immagini delle loro Nikes e hanno elogiato il marchio per essere stato al fianco di Colin e aiutarlo a far luce su questioni importanti. Hanno anche fatto notare che Nike è una delle più grandi società di vendita al dettaglio al mondo e molto probabilmente non dovrà affrontare gravi difficoltà finanziarie a causa di questo nuovo boicottaggio.

https://twitter.com/tomiahonen/status/1036925083854491648

https://twitter.com/AllbrightNFL/status/1036979989281787906

https://twitter.com/korimargarett/status/1036954277456097282

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: I genitori di Trayvon Martin affermano che abbiamo bisogno di promemoria quotidiani sul fatto che Black Lives Matter

moyen le plus rapide de faire éclater un bouton