Chloe Grace Moretz non vuole il suo film con Louis C.K. mai rilasciato

Film

Chloe Grace Moretz non vuole il suo film con Louis C.K. mai rilasciato

'Penso che dovrebbe semplicemente andare via, onestamente'.

pack de démarrage e-girl
11 agosto 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Non è facile scartare un progetto su cui hai lavorato duramente, ma quando si tratta del film che Chloe Grace Moretz ha realizzato con Louis C.K., l'attore 21enne non lo farebbe diversamente.

Ti amo papà è stato lasciato cadere dal suo distributore nel novembre del 2017 dopo che cinque donne hanno accusato C.K. di cattiva condotta sessuale in a New York Times articolo. La notizia delle accuse è arrivata ore prima che il film fosse presentato in anteprima a New York City, che anche la società di distribuzione ha cancellato.

Chloe aveva rinunciato a promuovere il film due settimane prima, quando aveva saputo per la prima volta delle accuse. E venerdì 10 agosto, l'attrice ha chiarito che pensa Ti amo papà non dovrebbe mai essere rilasciato. 'Penso che dovrebbe semplicemente andare via, onestamente', ha detto al New York Times in una nuova intervista.

Nel Ti amo papà, Chloe interpreta la figlia adolescente di C.K. Il film la segue mentre inizia una relazione con un regista 68enne (John Malkovich) contro i desideri di suo padre. Sebbene Scadenza ha riferito a dicembre che C.K. stava cercando di riacquistare i diritti di Ti amo papà al fine di rilasciare il film da solo, Chloe ha anche affermato che pensa che gli uomini che sono stati denunciati per presunti comportamenti inappropriati nella resa dei conti di #MeToo non dovrebbero avere una piattaforma. 'Non penso che sia ora che abbiano una voce in questo momento', ha aggiunto nella sua ultima conversazione con il Volte. 'Certo, è devastante dedicare tempo a un progetto e farlo scomparire', ha spiegato l'attore. 'Ma allo stesso tempo, questo movimento è così potente e così progressivo che sono solo felice di essere in comunicazione con tutti e di vedere il grande cambiamento di fronte al settore, che penso sia molto, molto reale'.

jaz sinclair et ross lynch

La sua decisione di non supportare C.K. - o qualsiasi altro predatore accusato - potrebbe non sorprendere chi ha familiarità con la politica e l'ideologia femminista di Chloe. La 21enne ha lavorato a stretto contatto con Hillary Clinton durante la sua campagna presidenziale, e ha tenuto un discorso importante al DNC del 2016, esortando i giovani a uscire e votare.

Mentre se ne va Ti amo papà nello specchietto retrovisore, la giovane attivista si sta concentrando sul suo nuovo film, The Miseducation di Cameron Post, dove interpreta una giovane donna strana inviata alla terapia di conversione cristiana. Chloe ha detto al New York Times che spera che il film faccia luce su un problema importante, rilevandolo diseducazione è un 'film queer realizzato da persone queer per persone queer'. Del suo personaggio, Cameron, Chloe ha detto: 'È incredibilmente forte ma entra in un posto, dapprima interrogandolo, e poi fa perno sul voler vedere se funziona, cedendo del tutto. Poi si trova di fronte alla realizzazione che tutto questo è solo uno scatto nel buio. E da quel momento in poi, trova la sua forza e trova la sua famiglia '.

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Chloe Grace Moretz afferma che Hollywood deve fare di meglio dalle storie intersezionali LGBTQ