Chikesia Clemons spiega in dettaglio il suo processo di recupero a seguito di un brutale arresto virale

Politica

'Succede sempre. Nessuno è qui fuori con le spalle come giovani donne di colore, e tutti noi abbiamo '.

Di Ida Harris

25 aprile 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Per gentile concessione di Dynasia Clemons
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Il 22 aprile 2018, dopo aver festeggiato con gli amici, Chikesia Clemons ha visitato una Waffle House nella sua città natale di Saraland, in Alabama.





La visita, che è stata catturata in video dal telefono cellulare e ha attirato l'attenzione nazionale, è stata a dir poco il peggior incubo di Clemons. Fu lì, nella famosa catena di ristoranti del sud, che, come mostra il video dell'incidente, la venticinquenne fu afferrata per collo e braccio dalla polizia e finì per terra con il seno scoperto. Fu minacciata di danni fisici a uno degli ufficiali che disse: 'Ti romperò il braccio; questo è quello che sto per fare ', se non ha collaborato.

La polizia è stata chiamata sulla scena per una disputa con l'accusa di 50 centesimi per utensili da cucina in plastica, ha detto la madre di Clemons AL.com.

Secondo quanto riferito, Clemons e la sua amica Canita Adams hanno avuto una disputa verbale con un dipendente della Waffle House in merito all'accusa. La polizia ha affermato che testimoni hanno detto che Clemons stava urlando volgarità contro i dipendenti e ha minacciato di tornare allo stabilimento con una pistola, secondo Washington Post. La madre di Clemons ha detto che sua figlia aveva chiesto informazioni per contattare la direzione superiore e stava aspettando di riceverle quando è arrivata la polizia, secondo AL.com. Clemons fu arrestato e accusato di condotta disordinata e di resistenza all'arresto. Waffle House ha sostenuto le forze dell'ordine, affermando, '(I) t è giusto dire che le informazioni che abbiamo ricevuto a questo punto differiscono in modo significativo da ciò che è stato riferito attribuito alla signora Clemons e sostiene fortemente le azioni intraprese dal dipartimento di polizia di Saraland ', Il portavoce di Waffle House Pat Warner ha scritto in una e-mail ad AL.com subito dopo l'incidente.

Tre mesi dopo, Clemons fu processato e condannato.

AL.com riferì che, secondo il giudice Mark Erwin, 'i fatti del caso soddisfacevano le definizioni legali richieste per trovare una persona colpevole, e non avevano nulla a che fare con l'alto livello di emozione che si era manifestato nelle settimane e nei mesi precedenti'.

Clemons è stata giudicata colpevole di entrambe le accuse, e ora avrà il suo caso ascoltato nella Corte del Circuito Mobile. Ciò avviene dopo mesi di proteste e una procura con oltre 50.000 firme, che le chiedeva di essere liberata da tutte le accuse, è stata ricevuta dal procuratore distrettuale di Saraland. Il nuovo processo era inizialmente fissato per il 27 febbraio, ma è stato riprogrammato ad agosto. (Teen Vogue ha contattato sia il dipartimento di polizia di Saraland che la Waffle House per vedere se desiderano commentare ulteriormente l'incidente, ma non ha ancora ricevuto risposta.)

Clemons chiede aiuto al pubblico nella prossima udienza. Mentre il caso continua ad avere un impatto negativo sulla sua vita, ha cercato di trovare il modo di affrontarlo. Con le sue stesse parole, è una 'combattente'. Teen Vogue raggiunto con Clemons per parlarle dell'esperienza.

Teen Vogue: Come sei stato?

Clemoni della Chikesia: Sono stato bene, seguendo i movimenti, cercando di rimanere il più equilibrato possibile su base giornaliera. Sto cercando di scoraggiare la negatività che mi viene incontro. Ho cercato di reggere.

TV: Quali sono quelle cose negative?

ç.ç .: Ci sono troll; tutta la negatività con cui la polizia e la Waffle House hanno concordato ... Ho un sacco di contraccolpo per questo. È solo difficile; è molto. Non ho mai provato questo tipo di trattamento prima, quindi è molto per me.

TV: A parte questo tipo di energia, in che modo la tua vita è stata influenzata dall'incidente?

ç.ç .: La mia vita è stata pazza. È quasi passato un anno. Quando stavo andando a quel Waffle House, in realtà stavo tornando a casa, a due isolati di distanza. Mi sono trasferito dopo l'incidente. Ho dovuto muovermi immediatamente (di nuovo). Sono stato molestato. Avevo dei vicini che (mi riconoscevano) e mi stavano facendo commenti sessuali nei miei confronti. (Le persone) mi stavano (molestando sessualmente) e dovevo uscire. Mia mamma, non si sentiva a suo agio con me, quindi dovevo trasferirmi.

Annuncio pubblicitario

Ho perso il lavoro. Non lavoro da quasi un anno ormai perché nessuno mi ingaggierebbe a causa di questo caso pendente nazionale che riguarda il razzismo e la discriminazione. Ha avuto un effetto enorme su di me. Mi occupo di PTSD e depressione. Ho i miei giorni in cui in genere mi sento come se non stessi facendo abbastanza, o non sono abbastanza bravo, come se fossi basso sulla terra, o sono come lo sporco sul terreno. Mi hanno messo a terra alla Waffle House. Mi sembra di voler sparire a volte. Mi ha messo a dura prova una tensione emotiva, una tensione fisica, una tensione mentale.

Come continuo a dire, è difficile.

TV: Come sei in grado di supportarti?

ç.ç .: C'è stato un GoFundMe istituito e ho appena trattenuto i soldi extra che (mi) mi ha fornito. Ma ora ho quattro avvocati, quindi devo pagare per gli avvocati. Ho dovuto trasferirmi da casa mia. Ho dovuto pagare le polizze assicurative e telefoniche con i soldi extra rimasti. Mia mamma cerca di aiutare il più possibile. Ho anche (attivista e organizzatore) Tamika Mallory, (attivista ed educatrice) Brittany Packnett. Come stavo dicendo, Tamika Mallory, Brittney - conoscono le persone. Se sto attraversando delle cose, mi stanno attenti. Se conoscono qualcuno che fa quel tipo di lavoro, mi indirizzano alle persone. Hanno dei sit-down con me ... Mi dicono cose da fare per affrontare la giornata. Ho aiuto e terapisti con cui parlo regolarmente.

TV: Questa situazione ha influito sul tuo rapporto con tua figlia?

ç.ç .: Certo che ha. Sono uno dei genitori che di solito andava a tutti gli eventi a scuola; ogni evento che hanno avuto in classe. Ogni evento, sono un accompagnatore. Quindi tutti i bambini mi conoscono personalmente e mi hanno visto in TV. Sono venuti a scuola e hanno detto: 'Abbiamo visto tua mamma in TV e lei è morta'. Mia figlia, di soli sei anni, li stava guardando come: 'È morta? No, non l'ha fatto. Mia mamma non è morta. Mia mamma è a casa. '

Stava avendo incubi al riguardo; non poteva andare a dormire. Non voleva venire da me (sic), quindi sa cosa è successo. Sta imparando sulla discriminazione razziale, su Martin Luther King, sul perché ciò è accaduto. Sta mettendo insieme due e due. In realtà ha avuto un grande impatto su di lei. Le ha fatto conoscere qualcosa a cui non credo che avrebbe dovuto presentarsi a questa età, ma ora non ha scelta.

TV: Come ti sentivi a ricevere inizialmente il verdetto di colpevolezza?

ç.ç .: Sono andato in tribunale con la mia decisione già presa. Sapevo già che sarei stato dichiarato colpevole solo per l'attenzione del caso e quindi per la storia degli agenti di polizia (nell'area). La gente in Mobile (Alabama) ha paura solo di andare a Walmart o qualcosa del genere. Ho già pensato che sarebbe stato colpevole.

TV: Qual è la tua aspettativa per il nuovo processo?

ç.ç .: Questa volta avrò una giuria. Vedranno tutte le prove presentate (e vedranno) che la narrazione che hanno messo contro di me era tutta falsa. Mi aspetto di ottenere un verdetto innocente a causa del semplice fatto che l'evidenza sta lì e dice cosa succede.

TV: Questa violenza è ricorrente tra le donne di colore. Come ti fa sentire?

ç.ç .: Non ho mai provato nulla del genere da nessun uomo, nessuno. Quindi, quando mi è successo, mi ha davvero aperto gli occhi, come se questa cosa fosse reale. Le persone sono davvero qui fuori a fare queste cose non solo per farlo, ma solo per divertimento e solo per sentirsi meglio con se stesse. Ho contattato Yasmine (James) da quando è successo il suo incidente. Ho solo cercato di essere lì e di essere una spalla per lei. Succede sempre. Nessuno è qui fuori con le spalle come giovani donne di colore, e tutti noi abbiamo.

cheveux ariana grande sans extensions

Personalmente, sto cercando di essere lì per quante più giovani donne di colore possibile. Sto cercando di essere un leader, un modello, un mentore, qualunque cosa abbiano bisogno di qualcuno.

Relazionato: Per proteggere le ragazze e le donne di colore, dobbiamo esaminare la cultura degli stupratori