Stregoneria spiegata da Actual Bruges

Cultura

Le streghe reali parlano della pratica che deriva dall'Africa.

Di Amber C. Snider

Illustrazione di Liz Coulbourn





Billie Eilish pas de vêtements baggy
11 ottobre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Nella città coloniale di Trinidad, Cuba - un importante porto durante la tratta degli schiavi transatlantici - i locali dicono che le profonde strade di pietra acciottolate erano lastricate con le ossa degli schiavi. C'è una lunga e insidiosa storia in questa città un tempo prospera che risale al XVI secolo e una persistente stranezza può ancora essere sentita nelle colorate pareti in stile spagnolo su questa isola isolata.

Ricordo di aver tremato improvvisamente mentre mi guardavo intorno in un famoso ristorante per trovare le sue pareti decorate con veri e propri dispositivi di tortura usati durante la tratta degli schiavi. Non sono stati nascosti in un museo, ma in mostra, mentre la gente mangiava la loro riso e fagioli. Negli Stati Uniti, tendiamo a nascondere la vergogna della schiavitù, la nostra storia - ma a Trinidad, la storia è messa a nudo da tutti. io

Riferimenti a Santeria e altre forme di brujeria possono essere trovati in tutto il mondo, anche nella cultura pop. La stessa regina Bey ha reso omaggio a Oshun (o Ochun), l'Orisha di sensualità e amore, durante i Grammy 2017. Netflix di Sempre strega (2019) raffigura una giovane strega schiava del 17 ° secolo che il tempo viaggia nell'odierna Colombia per salvare l'uomo che ama. Il video della canzone della Principessa Nokia 'Brujas' dal suo album 1992 Deluxe inizia con cinque donne che conducono quello che sembra essere un rituale acquatico per Yemaya. E più recentemente, con il video di 'Sufi Woman' di Jidenna, è stata esposta la stregoneria dell'Africa occidentale.

Anche Instagram ha avuto un grande impatto sulla moderna brujeria: gli hashtag #bruja e #brujas hanno più di un milione di post combinati e alcune streghe sono ormai famose nella loro arte.

Ma anche con queste rappresentazioni dei media apparentemente benigne, i brujas sono spesso ridotti a stereotipi e suscitano ancora un senso di paura in molte persone.

Quindi cos'è esattamente un bruja / o / x? In parole povere, 'bruja' significa 'strega' in spagnolo. Nel corso dei secoli, la Brujeria in America Latina è diventata una pratica profondamente personalizzata con radici in diversi lignaggi spirituali, tra cui Yoruba, Macumba, Vodou e altri. Ma una cosa interessante che ho incontrato quando ho parlato con alcune streghe moderne praticanti è sia l'abbraccio totale della parola 'bruja' sia anche la riluttanza a usarla tutte insieme. Risale a questa idea di appartenenza e accettazione all'interno di comunità magiche e mostra come l'identità di sé possa avere molto peso, specialmente con persone di origini razziali miste.

Dal momento che l'America Latina fu colonizzata dagli europei a partire dal 15 ° secolo - lasciando dietro di sé una cultura indigena profanata - alcune medicine curative native e tradizioni magiche sincronizzate con la Chiesa cattolica romana e questo portarono a una sorta di ibridità nella spiritualità contemporanea. In Messico, ad esempio, la celebrazione annuale di onorare i morti durante il Dia de los Muertos ha origini nella cultura azteca, ma si svolge anche nel giorno di Ognissanti e di tutte le anime nel calendario cattolico. A Santeria, una religione afro-latina con radici yoruba, Yemaya (considerata la madre di tutti e la regina del mare) è una delle Orisha più amate a Cuba - e nell'iconografia, la sua immagine è strettamente legata alla Vergine Maria.

Per il brujo Curly Velasquez di Los Angeles, la cui famiglia proviene dalla stirpe indigena el Salvador, tradizioni moderne come Wicca, fondata all'inizio della metà del 20 ° secolo in Inghilterra, non erano davvero per lui. Si definisce un 'manifestatore di energia'. Per lui e per molte altre streghe, le preghiere sono solo un'altra parola per indicare gli incantesimi. 'Per il popolo latino, preghiamo pesantemente, accendiamo molte candele, bruciamo molte cose diverse. Facciamo piccole cose per tornare alle persone - per legare le persone - e questo non è per tutti, ma queste sono cose tipiche della mia cultura ', dice Curly. 'Bruciamo copale in onore degli spiriti. Usiamo gli elementi di acqua, fuoco, terra '.

Annuncio pubblicitario

Termini definiti

Per le persone miste BIPOC (specialmente quelle con radici latine che vivono negli Stati Uniti), la parola 'bruja' o 'brujo' ha una connotazione diversa.

Jesse Sandoval Gomez, energia messicana-americana e sana guaritrice, crede che siamo al di là di termini obsoleti o ambigui come bruja o brujo. 'Penso che sia facile per le persone associare quella parola a chiunque sia strega. Mi considero un intuitivo - qualcuno che è attinto a un lignaggio di cose che appartengono alla stregoneria fin da piccoli '.

'Nella direzione in cui andiamo (come cultura), sarà solo così ambiguo da non pensare che abbia importanza. Siamo a un punto della storia (e della storia della terra) in cui parole come la bruja, la strega o persino la stregoneria hanno molto stigma dietro. Storicamente, molti di noi sanno intuitivamente che è tempo di superarlo ', afferma Gomez.

'Dipende davvero da questa combinazione di tutte le pratiche a questo punto - perché a questo punto ci troviamo in un grande melting pot di cultura. La stessa cosa accade nelle comunità magiche: sciamanesimo, magia, stregoneria, tutti questi diversi termini che descrivono semplicemente il loro approccio sovrano alla magia e l'arte di portarlo avanti. Non penso che ci sia più una parola (per descrivere ciò che facciamo). Stiamo solo attingendo a così tante parti diverse dello spettro a questo punto che non c'è modo che non possa essere ambiguo a questo punto ', afferma Gomez.

Identità spirituale

Secondo Curly, El Salvador, come gran parte dell'America Latina, racchiude molte delle sue radici in un misto di magia popolare cattolica, santeria e indigena. Non devi unirti a un'alleanza o far parte di una religione organizzata per essere un bruja / o, e spesso significa sviluppare il tuo modo di fare le cose.

Come cultura spirituale, Curly afferma che le persone di Latinx tendono ad onorare il femminile. Come queer brujo (o brujx), Curly non si è mai sentito a suo agio a pregare un uomo bianco. 'Non sto pregando un uomo bianco. Nessun uomo bianco mi ha mai dato un'opportunità, ma le donne hanno. Le donne nella mia vita sono sempre state quelle che sono state lì per me. Donne nere, donne latine, donne asiatiche, donne bianche - sono quelle che hanno spinto per me ', dice.

La Brujeria, tuttavia, può ancora essere fonte di paura per molti, che Velasquez attribuisce al colonialismo. 'Siamo sempre stati una cultura molto superstiziosa, ma quando siamo stati colonizzati e ci è stato detto che non potevamo (pregare i nostri spiriti) perché saremmo andati all'inferno, penso che ci spaventasse. Ci ha fatto paura, non solo degli spiriti, ma di noi stessi. Ma ora penso che ci siano molte persone che escono di più (come bruja / os) perché penso che, poiché ci stiamo evolvendo, le persone stanno accettando di più '.

La magia come forma di resistenza

Per la sacerdotessa Wiccan Marilia de Abreu di San Paolo, la stregoneria significa seguire un percorso coerente che collega la nostra natura interiore al nascosto forze della natura, sintonizzandosi sui cicli e sul linguaggio spirituale del mondo. Ha iniziato la Wicca Cia das Bruxas nel 1998 e ha esercitato la sua attività artigianale in Brasile. La stregoneria arrivò a San Paolo attraverso le sue popolazioni indigene, immigrati europei, schiavi africani e attraverso la Santeria cubana, tra le altre tradizioni.

'Credo che la magia sia parte della vita', dice Abreu '. La differenza sta nel farla scattare senza consapevolezza e usarla consapevolmente con intenzione. In effetti, il percorso di una strega è la ricerca della saggezza su come usarla consapevolmente, ma la magia è presente in tutto '.

Annuncio pubblicitario

Dice che anche la Brasile in Brasile è stata usata come forma di resistenza e identità personale. 'I colonizzatori hanno trovato qui la magia indigena e successivamente con la schiavitù, la magia africana. I nativi erano a conoscenza di erbe medicinali native per malattie per le quali il colonizzatore non aveva medicine. Per i neri che venivano come schiavi, la loro magia era anche una forma di resistenza e un modo per mantenere le loro radici culturali ancestrali ', dice Abreu. 'Pai de Santo (Padre di Saint) (il sacerdote maschio nelle religioni afro-brasiliane) era davvero il padre di molti schiavi e rappresentava il legame con le entità della sua origine'.

Un'altra bruja, Carmen Regina Casella, che pratica e insegna alla stregheria (una forma di autodifesa spirituale) afferma che l'essenza della stregoneria va oltre i confini geografici. 'Come streghe, la nostra patria è lo spirito. La magia non ha 'colore', ma ha una guida su altri livelli ... non si aggrappa alla dualità umana ', dice.

'(I colonizzatori) tentarono sia di porre fine alla connessione spirituale dell'uomo con la terra sia di sterminare chiunque usasse le pratiche magiche per la guarigione e il sollievo ... e di condannare qualsiasi pratica che non fosse istituzionale e accettata dallo stato-chiesa al potere. Solo il Papa rappresenterebbe il potere 'divino' sulla terra. Bene, non ha funzionato e siamo qui, con tutti i colori dell'arcobaleno ', dice Carmen.

In breve, la Brujeria non è una pratica fantastica o fiabesca, ma consapevole, basata sull'intenzione. Può essere avvolto nel mistero, ma si tratta principalmente di attingere a un linguaggio più profondo dell'universo.

Relazionato: Come usare la magia del sesso per manifestare il tuo io migliore

Nota del redattore: questa storia è stata aggiornata per maggiore chiarezza.