La candidata alla presidenza brasiliana Jair Bolsonaro ha ispirato massicce proteste femminili, proprio come Donald Trump

Politica

La candidata alla presidenza brasiliana Jair Bolsonaro ha ispirato massicce proteste femminili, proprio come Donald Trump

'Se succede con Trump, potrebbe succedere qui'.

5 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
MIGUEL SCHINCARIOL
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Maya Brant e Marina Mattos fanno scivolare un piccolo quaderno quadrato sul tavolo di legno fino a Marina Falcao.

ariana grande et le tapis rouge

Le tre ragazze sono sedute nella sala da pranzo di Marina F. a San Paolo, in Brasile, dopo aver studiato insieme al Colegio Oswald de Andrade, una scuola privata progressiva nel cuore della città. Hanno tutti 14 anni, ma sono già amici da 12 anni.

'Abbiamo fatto questa lista sull'autobus sulla strada qui', dice Marina M..

Il sorriso di Marina F. si allarga mentre annuisce d'accordo per alcuni dei motivi per cui gli altri due hanno scarabocchiato su molte pagine del quaderno perché non voterebbero mai per il candidato alla presidenza di estrema destra del Brasile, Jair Bolsonaro:

'Pensa che le donne dovrebbero guadagnare di meno perché rimangono incinte'.

'Pensa che allentare le leggi sulle armi fermerà la violenza'.

'Pensa che l'aborto debba essere comunque illegale'.

Adesivi viola e bianchi con lo slogan #EleNao - o #NotHim - sono sparsi sul tavolo. Le ragazze hanno già ordinato magliette degli stessi colori e abbellite con la frase, che è diventata il grido di battaglia per i brasiliani contro Bolsonaro, un candidato che identificano con fascismo, sessismo, razzismo e omofobia. Le proteste si terranno in tutto il paese il giorno successivo sotto la bandiera di Women United Against Bolsonaro, e si prevede che centinaia di migliaia si presenteranno a sostegno del movimento. Marina F., Maya e Marina M. non sono ancora abbastanza grandi per votare alle elezioni del 7 ottobre - votare in Brasile è obbligatorio alle 18 e puoi scegliere di votare alle 16 - ma questo non le fermerà dal protestare contro un candidato dicono che violano i loro diritti e i diritti degli altri.

Una manifestante brasiliana con 'Ele Nao' (Not Him) scritto sulla sua faccia.

MIGUEL SCHINCARIOL

Ex capitano dell'esercito, Bolsonaro è stato deputato a Rio de Janeiro per quasi tre decenni ed è ben noto per aver fatto commenti denigratori su donne, persone di colore e membri della comunità LGBTQ. Una volta disse al collega del Congresso Maria do Rosario che era troppo brutta per meritare di essere violentata da lui, un'osservazione che portò Bolsonaro ad essere ordinato da un tribunale di pagare a Rosario 10.000 beni immobili (attualmente $ 2.500) in danni morali e scusarsi pubblicamente. È stato anche accusato di incitamento all'odio, un crimine in Brasile, per aver detto che le persone che vivono in comunità iniziate da schiavi fuggiti, chiamato quilombos, 'non sono nemmeno buoni per procreare'. Il padre di cinque figli ha affermato di avere quattro figli e quindi, 'in un momento di debolezza', di avere una ragazza e che preferirebbe avere un figlio morto piuttosto che un figlio gay.

Annuncio pubblicitario

Ma il discorso diretto e la forte posizione di Bolsonaro sulla lotta alla violenza e alla corruzione politica che affliggono il Brasile lo hanno portato in cima alle urne presidenziali, con il 32% dei voti previsti. Anche se probabilmente non raggiungerà il 50% richiesto per evitare un deflusso, si prevede che legherà al 42% in un secondo voto con Fernando Haddad, noto per essere il candidato sostituto del Partito dei lavoratori per l'ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva , a cui è stato proibito di correre a causa di una condanna per corruzione.

Il gruppo di Facebook Women United Against Bolsonaro è stato creato alla fine di agosto, quando era chiaro che il vantaggio della candidata di estrema destra nei sondaggi non vacillava. Più di 1 milione di donne si sono rapidamente unite al gruppo non partigiano, e da allora è cresciuto costantemente, raggiungendo quasi 4 milioni di membri. L'idea di protestare per le strade è nata dal gruppo. Parlare a vicenda online sul perché non avrebbero mai votato per Bolsonaro è stato un inizio, ma non era abbastanza. Le donne sapevano che avevano bisogno che le loro voci fossero ascoltate dagli altri in modo da capire perché le sue opinioni fossero un pericolo per la democrazia del Brasile e per i diritti dei gruppi minoritari.

Gli eventi sono stati creati su Facebook e le proteste in tutto il paese hanno avuto luogo nel pomeriggio del 29 settembre. Marina F. e Marina M. non hanno Facebook - 'condividiamo le cose su Instagram', dice Marina F. - ma loro sentito parlare delle proteste di Maya e delle loro mamme.

Questa non è la prima protesta delle ragazze. Marciano sempre insieme per la Giornata internazionale della donna e hanno partecipato a una protesta contro la violenza sessuale contro le donne in transito pubblico che ha portato all'attuazione di una nuova legge che mette gli uomini in carcere da uno a cinque anni per masturbarsi ed eiaculare sulle donne vicine spazi.

Ma questo è particolarmente importante per tutti e tre. Sanno che gli elementi elencati da Marina M. e Maya nel quaderno sono solo alcuni dei modi in cui le loro vite sarebbero influenzate se il candidato che considerano una minaccia ai loro diritti diventasse presidente.

https://twitter.com/FabioErdos/status/1046429836577845248

'Questo è un momento cruciale', afferma Marina F. 'È ora o mai più. Pensavo che non fosse possibile per (Bolsonaro) avere così tanti sostenitori perché le sue idee e i suoi pensieri sembrano così folli, ma ovviamente ci sono molte persone che la pensano come lui '.

Annuncio pubblicitario

'Se succede con Trump, potrebbe succedere qui', dice Maya.

positions pour soulager les douleurs menstruelles

Il giorno successivo, Marina F. e Marina M. marciano per le strade di San Paolo con la mamma di Marina F. - antropologa e professoressa presso la School of Medicine dell'Università di San Paolo - e i suoi colleghi e studenti verso la Women United Against Punto d'incontro delle proteste di Bolsonaro. È una camminata di mezz'ora e 50 ragazze e donne - le loro camicie viola e bianche coperte da bottoni e adesivi #EleNao, striscioni in mano e volti dipinti - cantano mentre si avvicinano agli altri 150.000 manifestanti riuniti per parlare contro Bolsonaro.

Il sole del pomeriggio è alto e caldo mentre si muovono tra la folla in cerca di Maya e degli altri amici che hanno programmato di incontrarsi lì. Quando vedono Maya, le due ragazze salutano e le corrono incontro.

'È stato fantastico', dice Marina F. della loro marcia pre-protesta. 'Abbiamo marciato per la strada e la gente suonava il clacson e il tifo'.

'Potete crederci? Stanno persino protestando in Germania e in Inghilterra ', afferma Maya.

Le ragazze scattano foto insieme e poi si rivolgono alle loro madri, che alzano i segni e sorridono per la macchina fotografica. La musica tradizionale della samba è suonata da diversi gruppi in tutta la folla e la protesta continua ad essere pacifica e positiva quando il sole inizia a tramontare. La paura che i sostenitori di Bolsonaro si presentino e reagiscano in modo violento ha iniziato a placarsi. Avevano violato diverse volte il gruppo femminile di Facebook in vista delle proteste e uno degli organizzatori della marcia di Rio de Janeiro è stato recentemente aggredito da due uomini mentre cercavano di entrare nella sua casa.

'Le persone erano troppo imbarazzate per dire e fare queste cose (sessiste), ma non lo sono più', dice Manuela Vomera, un'altra amica delle ragazze di scuola che le ha incontrate durante la protesta. '(Il discorso di odio di Bolsonaro) dà loro il coraggio di fare ciò che vogliono. Sta già dando loro una voce e non è nemmeno ancora presidente '.

'Spero solo di poter avere un futuro con pari retribuzione, con una carriera che desidero e con una relazione che non sia offensiva', afferma Maya. 'Voglio poter continuare questa eredità per cui altre donne hanno combattuto e ci hanno dato. Ma so che peggiorerà molto prima di migliorare '.

Mentre i manifestanti iniziano a muoversi per le strade, Eloiza Abreu, che si è appena unita alle altre ragazze, le guarda alle spalle.

'Ecco perché dobbiamo parlare adesso. Se non siamo noi, allora chi sarà '?

comment maquiller

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: È stato assassinato un ufficiale brasiliano apertamente bisessuale. Ora le persone si stanno mobilitando in suo onore