Bra Burning come rituale femminista, sfatato

Politica

Bra Burning come rituale femminista, sfatato

E storia è una serie di Teen Vogue in cui scopriamo la storia non raccontato attraverso una lente bianca, etero-patriarcale.

27 settembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

L'hai sentito da qualche parte: le femministe bruciano i loro reggiseni. Ma se sei una femminista, potresti chiederti perché non sei ancora stato invitato a un rituale cerimoniale di bruciare il reggiseno. (Seriamente, dov'è il mio invito?)

Il motivo per cui non hai visto questo stereotipo manifestarsi nella vita reale è perché l'idea che tutte le femministe brucino i loro reggiseni per puro disprezzo per il patriarcato è un mito.

Questa narrativa inventata risale a 50 anni fa a una manifestazione di liberazione delle donne, organizzata da un piccolo gruppo chiamato New York Radical Women, al di fuori del concorso di Miss America ad Atlantic City, New Jersey, il 7 settembre 1968. Le donne che si presentarono fortemente disapprovarono della competizione.

Il corteo era un bersaglio degli attivisti della lib delle donne a causa del suo centramento dello sguardo maschile. Secondo l'autore W. Joseph Campbell in Dieci delle più grandi storie travisate nel giornalismo americano, circa 100 donne si radunarono e formarono un picchetto a Kennedy Plaza, proprio fuori dal Convention Center, al fine, secondo un partecipante, di 'protestare contro l'immagine degradante delle donne perpetuata dal concorso di Miss America'. Campbell ha aggiunto che i manifestanti hanno affermato che la competizione ha invocato un 'simbolo Mindless-Boob-Girlie' e 'l'immagine di Madonna Whore della femminilità' mettendo 'donne su un piedistallo / blocco dell'asta per competere per l'approvazione maschile'. Inoltre, a questo punto, il concorso non aveva mai avuto un vincitore non bianco, anche dopo aver smesso di accettare solo concorrenti bianchi nel 1940, secondo Notizie di Black Christian.

Prima di questo evento, spiegò Campbell, il movimento di liberazione delle donne era associato all'uniforme suffragetta di 'donne con la gonna lunga nel cofano', secondo uno studio degli eventi del 1968 dello scrittore Mark Kulransky - molto diverso dall'odierno reggiseno -academico-lesbica-che-non-fa la barba stereotipo.

'Invocare il reggiseno è stato un modo conveniente per scartare le questioni e le sfide sollevate dalla liberazione delle donne e screditare il movimento nascente come superficiale e senza gravi rimostranze', ha scritto Campbell.

hommage cameron boyce

Mentre alcuni reggiseni venivano dati alle fiamme, Snopes spiega, è successo solo brevemente e i reggiseni non erano gli unici oggetti bruciati. Un pezzo importante del puzzle - sottolinea Campbell - è il fulcro dell'evento - era il cosiddetto Freedom Trash Can, 'che i manifestanti definivano' strumenti di tortura ', come reggiseni, cinture, scarpe col tacco alto, ciglia finte e riviste come playboy e Cosmopolita'. Campbell lo ha scritto secondo il Il New York Times, una donna ha anche 'gettato una bottiglia di detersivo liquido rosa nel cestino e ha dichiarato la sua opposizione a' tali atrocità come dover lavare i piatti '.'

jean délavé à l'acide style années 80

Il reggiseno che brucia come il fulcro di questa dimostrazione è un'esagerazione e una falsa rappresentazione dell'evento. Tuttavia, ha spiegato il partecipante Alix Kates Shulman Il Washington Post, 'Ci ha messo (il movimento di liberazione delle donne) sulla mappa in un modo che era molto più grande di quanto fossimo prima. Ho pensato che fosse un trionfo '.

'L'uso del linguaggio per sorvegliare i confini dell'autoespressione femminile ha, ovviamente, trovato un obiettivo particolare nelle donne che si identificano come femministe', secondo un post sul blog dell'Oxford English Dictionary. 'Questi termini tentano di delegittimare l'agitazione per i diritti delle donne associandola all'estremismo militante'.

In altre parole, negli anni '60, i critici del movimento di liberazione delle donne descrivevano le femministe come 'brucia-reggiseno', mentre oggi gli anti-femministe usano il 'femminismo' perché queste etichette inducono una reazione così estrema nelle persone che non stanno bene informato sulla causa. Mentre alcuni potrebbero aver gettato i reggiseni nel fuoco in una manifestazione 50 anni fa, ma una simile rappresentazione è inaccurata come una rappresentazione generale delle femministe. La frase, tuttavia, è stata persistente nella cultura americana da allora. Alcune critiche al femminismo, compresi i conservatori di estrema destra, continuano a respingere le femministe come odiatori di uomini che bruciano il reggiseno. Il concorso di Miss America - che ha influenzato generazioni di giovani donne da quando è iniziato nel 1921 - è cambiato anche dopo la manifestazione nel 1968. All'inizio di questa estate, la Miss America Organization ha annunciato che il concorso non includerà più una competizione di costumi da bagno, una tradizione di 96 anni fino a quel momento. Il 5 giugno, Gretchen Carlson, presidente del consiglio di amministrazione della Miss America Organization, ha fatto il grande annuncio su Buon giorno America: 'Non giudicheremo più i nostri candidati in base al loro aspetto esteriore. Ciò significa che non avremo più una gara di costumi da bagno, e questo è ufficiale '.

Mentre Carlson si sta impegnando per rendere la competizione qualcosa di più della semplice bellezza fisica, Miss America non è sempre stata così.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo:

  • La bandiera americana è stata in realtà cucita in parte da una ragazza nera adolescente
  • Questo è ciò che la vita era DAVVERO come prima che l'aborto fosse legale