Diventare una ballerina mi ha impedito di uscire come queer

Salute sessuale + identità

Diventare una ballerina mi ha impedito di uscire come queer

Non esiste 'sembrare gay' o 'non abbastanza gay'.

11 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Una notte durante il mio ultimo anno di liceo, dopo una rigorosa competizione di danza a San Diego, una ballerina in competizione di una scuola diversa le chiese se poteva accompagnarmi a tornare nella mia stanza. Aveva i capelli corti e rosa e, mentre camminavamo nella mia camera d'albergo, abbatté senza paura il colletto della camicia per rivelare tre tatuaggi triangolari a tema Pride. Avevo visto queste bandiere arcobaleno su tre lati prima su Internet, ma mai di persona. Volevo toccarli e stavo diventando sempre più incuriosito da lei. Mi baciò il collo, poi mi sussurrò all'orecchio: 'Sono bisessuale ... Non puoi dirlo? Sembro gay da morire '!

Mi sono reso conto che mi sentivo più affascinato da lei di qualsiasi ragazzo che avessi mai baciato, ma non mi sentivo 'abbastanza gay' da meritare ancora più del suo affetto. Così l'ho evitata per il resto del viaggio e non ho mai avuto il coraggio di parlarle di nuovo.

"Avortement"

'Bisessuale', mi dissi nello specchio del bagno, mentre mi riprendevo i capelli in una crocchia stretta prima delle lezioni di ballo nelle settimane seguenti. La parola non sembrava giusta.

'Gay', ho provato, parlando di nuovo con il mio riflesso, ma non sembravo 'gay' secondo il suo standard. Questo momento cruciale è stato solo l'inizio di me che provavo su diverse etichette e riapprendevo le definizioni della mia personalità, sessualità e intimità.

Negli anni che precedono il liceo, non volevo altro che essere una prima ballerina. Ho ammirato i body, le pantofole di seta rosa e ho sognato di potermi muovere nello spazio con una precisione accattivante. Ogni giorno dopo la scuola, mi sono nascosto da solo in palestra, osservando attentamente la pratica della danza al liceo. Ogni ragazza della squadra aveva lunghi capelli ondulati, una postura perfetta e una sicurezza sicura di me che ammiravo.

All'ultimo anno, ero tecnicamente abbastanza allenato da controllare quasi tutto sul mio corpo fisico. Non solo stavo coreografando le routine, ma ero il capitano della squadra di cheerleader delle superiori. Eppure, più sono diventato bravo a ballare, più mi sono reso conto che la mia dedizione alla danza e alla femminilità erano fuori luogo. Non ero ancora a mio agio con chi ero e quando la ragazza dai capelli rosa mi baciò, avevo più domande che risposte sulla mia identità.

Nel corso dei prossimi anni, ho cercato di reinventarmi: mi sono tagliato i capelli e ho modellato il mio corpo per adattarmi a quello che una volta credevo potesse sembrare una persona strana. Ma non importa quanto ho modificato il mio aspetto, mi sono sentito intrappolato sotto una superficie. Come una ballerina seria, non potevo sfuggire 'guardando dritto' - e ho iniziato a risentirmi per il mio corpo.

Ero arrabbiato e ansioso. Mi sono dato un ultimatum: danza o amore senza precipitazione? Pensavo di dover scegliere tra il mio rapporto con la forma d'arte che ha fondato me e la strana comunità. Ad un certo punto, ho anche confessato nel mio diario che non avrei mai meritato l'amore strano fino a quando non avessi guardato la parte. Come può una ragazza amare una ballerina?

Ora ho 23 anni, sono strano e mi identifico ancora come una ballerina, continuando a studiare balletto e movimento contemporaneo attraverso la mia vita da giovane adulta. Durante la mia prima notte di college, ho incontrato il mio migliore amico, che era orgoglioso di essere sia queer che cheerleader competitivo. È stato attraverso l'osservazione di qualcuno vicino a me abbracciarsi senza alcuna inibizione che mi sono reso conto che non esiste qualcosa come 'sembrare gay' o 'non abbastanza gay'.

La danza è una forma d'arte profondamente personale e, abbracciando ciò che mi ha reso diverso dai ballerini che una volta volevo diventare, sono stato in grado di alleviare un po 'della rabbia che mi consumava e sono diventato più deliberato sulla mia espressione di me stesso come me muoversi attraverso il mondo.

A volte mi sento ancora perso e ansioso, cercando di inserirmi in un mondo che sembra mirare sempre a etichettare e classificare le identità in base all'apparenza fisica. Ma la verità è che non importa come sembro. Tutte le sfaccettature della mia identità possono coesistere. Sono una ballerina, con passione, scopo e piena convinzione sul modo in cui mi muovo nella mia vita. Sono 'abbastanza strano' perché mi identifico come strano. Potrei non avere tre tatuaggi con bandiera arcobaleno che spuntano da dietro i miei lunghi capelli ondulati, ma questo non mi rende meno meritevole di un amore strano.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Questi giovani sanno fin dall'inizio, e pensano che anche Brett Kavanaugh dovrebbe

taylor swift président