La pipeline del ponte Bayou incontra la resistenza dal campo L'eau Est La Vie

Politica

Un attivista in prima linea dell'ultima resistenza della conduttura dice che è stata tagliata da un albero dove stava protestando e incaricata dalla polizia.

Di Maia Wikler e Mary Lovell

16 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Courtesy Water Is Life Camp
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Le paludi del sud della Louisiana, un territorio della tribù Atakapa-Ishak, sono le basi della resistenza del gasdotto mentre le comunità si stanno alzando per fermare il gasdotto Bayou Bridge (BBP).





ariana grande p

L'oleodotto di 163 miglia trasporterebbe il greggio dai giacimenti di Bakken del Nord Dakota e si collegherebbe con il famigerato sistema DAPL (Dakota Access Pipeline) alle raffinerie della Parrocchia di St. James, Louisiana. La compagnia dietro il BBP, Energy Transfer Partners (ETP), è la stessa compagnia responsabile del DAPL, che aveva violentemente respinto la polizia dai pacifici Protettori dell'Acqua a Standing Rock nel 2017. Il BBP è stato approvato a dicembre dello stesso anno dal Corpo dell'Esercito Gli ingegneri e la costruzione sono iniziati alla fine di gennaio 2018. Ma il 27 febbraio è stata emessa un'ingiunzione preliminare per bloccare il completamento di un'estensione del BBP perché il Corpo degli ingegneri dell'esercito non aveva soddisfatto tutti i requisiti di valutazione ambientale. Nonostante questa ingiunzione, l'ETP ha continuato la costruzione con piani per completare la pipeline entro la fine del 2018.

La costruzione della conduttura attraverserebbe l'estremità meridionale del bacino di Atchafalaya, uno degli ultimi habitat critici di palude al mondo, che ospita oltre 65 specie di rettili e anfibi e oltre 200 specie di uccelli e pesci. Il percorso del gasdotto attraverserebbe 600 acri di zone umide e 700 corpi idrici, alcuni dei quali secondo come riferito forniscono acqua potabile a circa 300.000 famiglie. Geograficamente parlando, la Louisiana meridionale è fortemente minacciata dagli impatti dei cambiamenti climatici causati dalle inondazioni e dagli uragani intensificati, e le zone umide che il BBP potrebbe potenzialmente distruggere sono spugne vitali per le acque alluvionali. Se realizzato, questo gasdotto creerebbe l'equivalente in carbonio di 30 nuove centrali a carbone, il che è in contraddizione con gli attuali mandati globali sul cambiamento climatico per ridurre le emissioni di carbonio. Il BBP eliminerebbe la migliore difesa della Louisiana meridionale contro le crisi climatiche, contribuendo contemporaneamente agli effetti intensificati del cambiamento climatico dalle sue emissioni di carbonio.

Mentre gli impatti di questa conduttura rappresentano gravi minacce per gli ecosistemi critici, le fonti d'acqua e le comunità emarginate, la posta in gioco è alta anche per chiunque abbia il coraggio di resistere alla sua costruzione. Il legislatore dello stato della Louisiana ha decretato il 1 ° agosto 2018 che la violazione di 'infrastrutture critiche' merita una carica criminale - nello stato, le infrastrutture critiche includono terreni attorno a oleodotti. A loro si uniscono politici che lavorano a livello federale per intimidire i manifestanti dell'oleodotto. Lo scorso ottobre, 84 legislatori (tra cui 'almeno' due democratici, per Reuters) hanno pubblicato una lettera in cui chiedevano al procuratore generale Jeff Sessions di ritenere che il gasdotto sabotasse una forma di terrorismo interno. Nonostante questi meccanismi di intimidazione politica e legale, la gente comune ha continuato a perseverare, dai blocchi di kayak nel bayous alle persone che si incatenano agli estrattori per protestare contro la costruzione.

La forza organizzativa centrale dietro la resistenza del gasdotto è stata il campo L'eau Est La Vie, un gruppo di base che agisce in modo dinamico per fermare il gasdotto. Cherri Foytlin, organizzatrice del Consiglio delle donne indigene per L'eau Est La Vie, ha dichiarato su Facebook: 'Ovunque andiamo vediamo la fauna selvatica spezzata, gli alberi abbattuti. È solo brutto e sporco. È la violenza, è quello che è. È tempo di proteggere l'acqua '. Riferendosi al movimento Standing Rock, Cherri dice: 'Se ti definisci un Protettore dell'Acqua, e sappiamo che migliaia di persone lo hanno fatto contemporaneamente, allora è il momento di proteggere l'acqua che vive nei nostri corpi. Ne facciamo il 70%, lo sai. Se non stai proteggendo le persone, sicuramente non stai proteggendo l'acqua '.

Annuncio pubblicitario

Il 21 agosto, la resistenza ha preso il cielo sotto forma di 'baccelli' alloggiati tra cipressi. Sospesi 35 piedi in aria, i baccelli del cielo sono piattaforme di legno circondate da materiale tenda dove siedono i Protettori dell'Acqua - e la chiave strategica per questa protesta aerea è la parola 'in mezzo'. Tecnicamente, lo spazio tra gli alberi è 'libero' e i Water Protector non stanno sconfinando sedendosi sui baccelli del cielo. Abbattere un albero significa quindi rischiare di uccidere chiunque si trovi sulla piattaforma. Luca, 27 anni, il cui nome è stato cambiato per proteggere la sua identità, afferma di essere stata tagliata da un albero in cui protestava pacificamente e successivamente incaricata dalla polizia. Secondo un comunicato de L'eau Est La Vie, 'Nelle prime ore dell'alba di lunedì mattina, i deputati del dipartimento dello sceriffo della parrocchia di St. Martin hanno ordinato e arrestato un protettore dell'acqua dopo averla intrappolata per ore in un albero permettendo ai lavoratori di ETP per tagliare l'ancora di salvezza su un blocco aereo in cui era seduta '. (Il dipartimento dello sceriffo della parrocchia di St. Martin non ha risposto Teen Voguerichiesta di commento).

'Mi hanno incaricato di proprietà privata che mi è stato permesso di essere', dice Luca Teen Vogue. 'Hanno preso la piattaforma (quindi) sono salito più in alto sull'albero e poi sono rimasto lassù. Hanno messo un recinto attorno all'albero in modo che io fossi in una gabbia quando scendevo '. Quando Luca è sceso dall'albero, dice di essere stata incaricata da agenti di polizia e di essere accusata di un reato fino a cinque anni di prigione.

Come ha osservato Luca, l'opposizione alla conduttura si è verificata sulla proprietà privata, resistenza che è arrivata su invito del proprietario, che secondo come riferito ha rifiutato di consentire all'ETP di acquistare o utilizzare la propria proprietà per la conduttura. Il * Bayou Brief * riporta che da quando la legge è entrata in vigore il 1 ° agosto, più di una dozzina di individui, tra cui un reporter, sono stati 'affrontati, incriminati, arrestati e accusati ai sensi della nuova legge'.

'La polizia e lo stato stanno colludendo insieme e la compagnia sta chiamando i colpi', dice Luca. 'La polizia è la loro forza di sicurezza. L'industria è un'altra incarnazione del colonialismo; stanno tagliando alberi e rubando terra a spese della vita mentre inquinano le comunità a basso reddito ed emarginate '.

Il razzismo ambientale è radicato negli Stati Uniti meridionali e gli attivisti affermano che gli effetti della conduttura che si trovano ad affrontare il distretto di St. James sono una dimostrazione esplicita di ciò. St. James è una città afroamericana prevalentemente a basso reddito situata in quella che è conosciuta come 'Cancer Alley', una regione altamente industrializzata che affronta tassi più elevati di cancro legati alle infrastrutture esistenti di petrolio e gas. Seduta quasi a livello del mare, circondata da condutture e raffinerie, la comunità sta lottando per una via di evacuazione dal Dipartimento delle risorse naturali della Louisiana. La mancanza di urgenza di sviluppare tale rotta simboleggia l'apparente negligenza e indifferenza da parte di funzionari statali, rappresentanti pubblici e industria petrolifera nella loro responsabilità di valutare e mitigare adeguatamente i rischi del gasdotto.

Le storie di Luca e Cherri sconvolgono narrazioni dominanti che velano le strutture di potere coloniale esistenti e la disuguaglianza di ricchezza. Il campo di L'eau Est La Vie continua a crescere di dimensioni poiché la resistenza al BBP è in costante aumento. Queste comunità hanno dimostrato che non saranno scoraggiate dalla complicità politica nell'industria petrolifera e del gas e gli attivisti stanno lavorando con loro per garantire un futuro senza condutture. Il 2 ottobre, l'azione è proseguita quando tre protettori dell'acqua del campo di L'eau Est La Vie hanno interrotto la costruzione del BBP chiudendo attrezzature pesanti sul cantiere all'interno del bacino di Atchafalaya.

Esistono molti modi per essere coinvolti nella lotta contro l'oleodotto. Chi è interessato a impegnare il proprio sostegno può firmare qui o donare al campo L'eau Est La Vie. Inoltre, puoi agire contro le banche che finanziano l'ETP e spargere la voce.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Relazionato: Come le banche divertono gli oleodotti

Controllalo: