Attivisti giovanili australiani stanno cercando di chiudere il più grande porto di carbone del mondo

Politica

Attivisti giovanili australiani stanno cercando di chiudere il più grande porto di carbone del mondo

'Ho visto gli strati di polvere di carbone accumularsi su tutto nella mia casa ogni settimana'.

5 settembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Claver Carroll
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Un adolescente australiano è stato arrestato mercoledì 4 settembre, per aver bloccato i treni che entravano in un porto di carbone nel tentativo di protestare contro l'industria carboniera, secondo quanto riferito da un comunicato stampa australiano.

Il diciassettenne, identificato solo come Ballyn, ha trasmesso in streaming la sua pacifica protesta sulla pagina Facebook del gruppo di difesa del clima Frontline Action on Coal. In quel live stream e nelle foto, Ballyn è visto penzolare sopra i binari del treno nella sua città natale di Newcastle, nel Nuovo Galles del Sud - circa due ore a nord di Sydney - in una struttura a treppiede che ha detto che era 'robusto come la (sua) volontà di fermare il carbone' . C'è un cartello che dice 'Dov'è il nostro piano? #ClimateEmergency'.

Il live streaming di Ballyn supera un'ora e 20 minuti e ha accumulato oltre 89.000 visualizzazioni. In esso, afferma che lui e Frontline Action on Coal stanno 'prendendo posizione contro l'esportazione di carbone e carbone stesso'.

Ha continuato, 'Chiediamo a dirigenti e lobbisti e anche al pubblico di rinunciare al carbone e di smettere di pensare nei loro portafogli e di iniziare a pensare a un futuro più luminoso'.

kylie et kendall jenner pacsun

'Ho vissuto a Newcastle per tutta la vita. Ho visto strati di polvere di carbone accumularsi su tutto nella mia casa ogni settimana ', ha detto Ballyn sul ruscello. 'Puoi passare il dito su una finestra e hai un enorme fango nero sul dito. È così pressante che puoi vedere la polvere di carbone accumularsi su tutto ciò che possiedi '.

Secondo la notizia 9, Ballyn è stato arrestato e preso in custodia dalla polizia.

Non sembra essere la prima volta che giovani attivisti con Frontline Action on Coal bloccano la linea ferroviaria di Newcastle in segno di protesta. In un video pubblicato sulla pagina Facebook del gruppo domenica 2 settembre, un manifestante identificato come Sarah viene mostrato penzolare sopra i binari in una struttura simile a quella di Ballyn. Il suo cartello recita 'L'esportazione di carbone è criminale'.

Secondo Il guardiano, Newcastle è il più grande porto di esportazione di carbone al mondo. Il direttore esecutivo del carbone del Consiglio dei Minerali dell'Australia, Greg Evans, ha dichiarato all'Australia Broadcasting Corporation (ABC) che il 2017 è stato un anno record di esportazione per il porto e la domanda è in aumento. ABC ha riferito che uno studio commissionato dal consiglio ha previsto che la domanda di esportazioni di carbone australiane raddoppierà entro il 2030, dalle 400 tonnellate del 2017 alle 800 tonnellate all'anno.

Frontline Action on Coal ha organizzato una protesta di cinque giorni sul porto di Newcastle alla fine di questo mese. Sul loro sito, il gruppo ha affermato che sta 'portando la lotta nel più grande porto del carbone del mondo' e chiamando '#EndCoal'.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: I nativi americani hanno protestato contro la pipeline di accesso del Dakota a Washington, DC.