Alla March 2019 delle donne, ho sentito qualcuno ridere in una ragazza trans come me

Politica

In questo editoriale, Lucy Diavolo di Teen Vogue condivide la sua esperienza personale alla Marcia delle donne del 2019, esplorando la natura disordinata dell'edificio della coalizione sul terreno.

Di Lucy Diavolo

25 gennaio 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Lucy Diavolo
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Venerdì, 18 gennaio, arrivo a Washington, DC, verso le 5:30 del pomeriggio, in treno per una Union Station vivace come ai vecchi tempi. Uno spazio enorme con soffitti alti e un centro commerciale, è frenetico con arrivi, partenze e gruppi di turisti che circolano mentre un basso rombo di conversazioni riecheggia nel marmo.





La folla sembra un mix di genitori e adolescenti, con i pendolari che sfrecciano attraverso. La maggior parte sono avvolti in cappotti, quindi è difficile dire chi è un turista, chi è lì per la marcia delle donne di sabato e chi è lì per la marcia per l'aborto di venerdì per la vita. Ci sono indicazioni qua e là, come cappelli da figa, cappelli da secchiello Make America Great Again rosso vivo indossati da un gruppo di ragazze, e segni 'Defund Planned Parenthood' portati da altri.

È un chiaro promemoria dei contrasti in tutto il paese, convergendo nella capitale per il secondo anniversario di quello che è stato probabilmente il più grande giorno di protesta nella storia degli Stati Uniti mentre, contemporaneamente, il 46 ° annuale evento autodescritto annuale più grande del mondo è anche in città.

Vedo la cupola del Campidoglio fuori dalla Union Station, rigida come qualsiasi arena in cui una squadra rossa e una blu si sono affrontate.

La mattina dopo, rivolgo la televisione dell'hotel alle notizie locali, che avevano installato una telecamera al Freedom Plaza, dove si sarebbe svolta la Marcia delle donne. Ma stanno anche affrontando la Marcia per tutte le donne, un evento concepito come una critica puntuale alla posizione favorevole alla scelta della Marcia delle donne.

Un oratore alla March for All Women indica la March femminile.

Lucy Diavolo

Cambiando canale attraverso le notizie via cavo, trovo che i segmenti della Marcia delle donne siano calpestati tra la copertura della chiusura del governo. Ma l'enfasi non è sull'anniversario di una giornata storica o sui suoi impatti. Sulla CNN e MSNBC, l'unica copertura che vedo della Marcia delle donne si concentra sulle associazioni a lungo criticate di Tamika Mallory con Louis Farrakhan, un leader della Nation of Islam che è stato condannato per osservazioni antisemite, omofobiche e transfobiche. (Mallory ha denunciato l'antisemitismo e l'omofobia, anche se non si è ritirata dalle sue associazioni con Farrakhan.)

Durante una marcia verso la marcia, discuto con il mio autista, Chris, di come non ci siano persone perfette per essere leader in un movimento, e com'è essere delusi dalla politica e dall'attivismo, che definisce 'il problema con gestire la nostra attività '. Mi dice che ha votato all'età di 18 anni perché 'è la cosa da fare', ma è diventato più consapevole di quanto sia difficile affrontare questioni reali attraverso l'urna elettorale e le sfide dell'organizzazione al di fuori di essa. Ciò che dice risuona, poiché la Marcia delle donne è allo stesso tempo una promessa di potenziale indicibile e una domanda che induce l'ansia di capacità sconosciute per me come donna trans.

Annuncio pubblicitario

Più tardi, ancora in viaggio per la marcia, incontro un gruppo di ragazze adolescenti nell'ufficio D.C. di Girls Inc., un'organizzazione no profit dedicata ad aiutare le giovani donne a rimanere a scuola e diventare leader. Chiedo loro perché stanno marciando.

'Penso che i diritti delle donne siano qualcosa di veramente importante, di cui si dovrebbe parlare quotidianamente', mi dice Makaya Scott, 16 anni. Jordan Couser, 16 anni, afferma: 'Penso di essere qui, soprattutto alla mia età, perché ho 16 anni, aiuta altre ragazze a conoscere il loro posto nel mondo e a sapere quanto sono forti e audaci'.

sacs de livres les plus mignons

Jordan Couster (a sinistra) e Makaya Scott

Lucy Diavolo

Jordan spiega perché ha scelto un cartello con la scritta 'F * ck Sexism': 'Come ragazza, credo di poter fare qualsiasi cosa un altro essere umano possa fare. Che sia per il modo in cui è la mia pelle, o per quanto sono piccola, o qualsiasi altra cosa, posso fare qualunque cosa chiunque altro possa fare. E questo è per tutti '.

Camminiamo verso la marcia e Jordan mi racconta della sua scuola, dove dice che le ragazze vogliono fare sport, ma i ragazzi dicono loro che non possono. È contenta che ci sia un club LGBTQ + per le persone che hanno bisogno di sostegno e per coloro che hanno bisogno di istruzione. Mentre camminiamo davanti a Franklin Square Park, un uomo che sembra vivere nel parco attualmente in attesa di 'rivitalizzazione', grida alle ragazze con cui sto camminando, 'Non rinunciare alla lotta, signore'!

Quando arriviamo alla Marcia delle donne, mi separo dal gruppo Girls Inc., scattando foto di segni e manifestanti. Com'era prevedibile, è una cornucopia di grandi segni, con canti, canti e persone che cercano di urlare i manifestanti anti-aborto i cui manifesti grafici sono circondati da blocchi della polizia. La più grande presenza della polizia è proprio fuori dal Trump International Hotel, lungo la rotta della marcia.

Gli agenti di polizia di stanza fuori dal Trump International Hotel

Lucy Diavolo
Annuncio pubblicitario

La diversità dei segni riflette la diversità delle questioni che un movimento così grande deve affrontare. È incoraggiante vedere una così solida combinazione di segni che chiedono che le famiglie siano tenute insieme e si impegnino a sostenere 'tutte le sorelle, non solo le vittime'. Ci sono segni di impeachment, battute e slogan ispiratori. Il cinico in me è tentato di scrivere questi segni come oggetti di protesta, ma molti di essi presentano cose che non diciamo abbastanza ma che dobbiamo ascoltare.

Ma non tutti i messaggi sono così inclusivi. Alcuni segni sono omofobici e mostrano un Donald Trump nudo, coccolato da un Vladimir Putin dall'aspetto debuttante. Altri manifestanti cercano di esprimere un punto in base all'apparenza di Trump, come la persona che finge di piangere mentre indossa una maschera Trump e una tuta gonfiabile gonfiabile. Un segno, in particolare, mi ha scosso quando l'ho visto, non per alcun motivo intenzionale, ma a causa di ciò che il suo creatore chiaramente non capiva su alcune persone che potrebbero vederlo: sotto un ritaglio di un utero e due ovaie, il segno leggi 'Prendi il tuo, quindi digli cosa fare'.

Un segno alla March 2019 delle donne

Lucy Diavolo

Quando sono andato alla Women's March di Chicago nel 2017, sapevo che mi sarei sentito in qualche modo escluso come transessuale. Ho a lungo sostenuto che la mentalità della 'figa afferra indietro' è una risposta più che appropriata per un presidente come questo. Ma i problemi sollevati nel 2017 su come i cappelli sono diventati un simbolo di un tipo specifico di femminismo cis-centrico sono reali. Stando in piedi a Washington, quest'anno, mi è stato ricordato quanto fosse palese quel disagio per me personalmente, dovendo chiedermi se ci fosse spazio per me in quella folla dove sembrava che così tante persone mi stessero fissando come una sorta di stranezza o novità.

Vedo due ragazze, di nome Elizabeth e Julia, che indossano bandiere di trans orgoglio come mantelle. Entrambi hanno più o meno la mia stessa età, intorno ai 20 anni; Chiedo loro se hanno avuto riserve per la marcia di oggi. Niente affatto, hanno detto. Vorrei sentirmi allo stesso modo.

Più tardi, tornando a Freedom Plaza, vedo un altro gruppo con una bandiera di orgoglio che legge quello che sembra il nome dei morti. Mi giro un po 'prima di arrampicarmi su una delle pareti basse dove le persone si stanno radunando per una migliore visione del palcoscenico. Bamby Salcedo, l'iconica presidente e CEO di TransLatin @ Coalition, fa cantare la folla con lei, 'Le donne trans sono donne'! È un balsamo per me in quel momento. E poi, come fanno spesso gli anziani LGBTQ +, Salcedo dice qualcosa che ho sentito tutto il giorno: dice alla folla che è una donna con un pene che merita di essere lì. E sento qualcuno ridere.

Annuncio pubblicitario

Una visione ostruita del palco durante il discorso di Bamby Salcedo

masterbating pour débutants
Lucy Diavolo

Forse è una risata di ignoranza o sorpresa, come una risatina di un bambino durante il peekaboo, un gioco con una meccanica oltre il concepimento per i non iniziati. Ma questa possibilità è tanto probabile quanto quella che non mi piace considerare: l'idea di una 'donna con un pene' era ridicola.

La dirigenza della Marcia delle donne sembrava fare un buon lavoro nel portare sul palco una vasta gamma di persone - persone che potevano aiutare ad alleviare le critiche dimostrando che un'ampia coalizione può fare spazio a molte voci - e la solidarietà è necessaria per noi per lavorare verso un bene comune.

Ciò è importante per la comunità trans in questo momento, poiché il divieto militare scientificamente insoddisfatto del presidente Trump si fa strada attraverso i tribunali e gli autori principali credono che i memo interni della sua amministrazione minaccino la nostra esistenza, anche se la legislazione rende le tattiche di sopravvivenza più pericolose. Il sistema politico ha fatto molto più che fallire le donne trans; ci ha minacciato direttamente alloggiandoci nelle carceri degli uomini, rendendo più difficile la vita dei richiedenti asilo, escludendoci dalle conversazioni sui nostri bisogni anche se la nostra piscia è legiferata.

Dopo aver sentito quella risata, decido di averne abbastanza della Marcia delle donne. Il mio umore è forse meglio rappresentato da segni di protesta scartati, che provengono da uno stand che pubblicizza la loro eventuale inclusione in un museo, ma alcuni dei quali sono accatastati tra porta-vasini e un cestino.

Segnali di protesta di marzo delle donne scartate

Lucy Diavolo
Annuncio pubblicitario

Ricomincio a camminare verso il mio hotel, che è una strada che porta su Pennsylvania Avenue. Lungo la strada, passo davanti alla Casa Bianca, dove gruppi di adolescenti aggressivi si mescolano a quella che sembra una piccola occupazione di persone ancora lì, dalla marcia delle popolazioni indigene il giorno precedente, ricordandomi che l'incubo dell'inferno video virale di venerdì è ancora una realtà , non importa quanti video sembrano esonerare gli adolescenti bianchi che indossano un cappello MAGA. C'è una linea di barriere metalliche che circondano la recinzione esterna della Casa Bianca, tra le barriere temporanee e permanenti, e le persone che indossano giubbotti etichettati 'Servizio segreto' stanno guardando la folla. Anche il pianto Donald Trump in un abito grasso si è fatto strada qui.

Un indigeno si sta tamburellando con le barricate esterne. Questo è quando sento qualcuno che inizia un canto di tomahawk-chop, come in un evento sportivo: è un ragazzo dall'aspetto bianco, e anche lui sta facendo il movimento del braccio, con alcune donne di mezza età in cappelli rosa. Una delle donne lo ferma delicatamente, abbassando il braccio con il suo. È un promemoria che questo tipo di razzismo dannoso e casuale esiste tra la folla delle donne di marzo, poiché questo ragazzo sta facendo qualcosa che gli stessi MAGA avevano fatto.

Qualcuno che suona la batteria fuori dalla Casa Bianca

Lucy Diavolo

Mi viene in mente la mia conversazione con Chris, il mio autista della Lyft, e come non ci siano leader perfetti nel movimento. Penso che probabilmente non ci siano nemmeno movimenti perfetti. Non importerà mai chi o che cosa gli organizzatori ripudiano in modo soddisfacente se le persone sul campo non riescono ancora a relazionarsi tra loro e non capiscono la politica e la storia delle esperienze reciproche abbastanza da organizzarsi attorno alle questioni che devono essere affrontate.

In un editoriale per USA oggi, La cofondatrice di Black Lives Matter Alicia Garza scrive che c'è inevitabilmente un crepacuore coinvolto nell'organizzazione di diversi popoli in un singolo movimento, ma che le critiche non dovrebbero essere usate per far deragliare lo slancio del bene più grande che viene fatto. Sono d'accordo con lei, e questo non è un pezzo di successo nella marcia delle donne o dei suoi organizzatori, le cui azioni dimostrano il loro interesse per uno spazio inclusivo. Come notato da Rebecca Traister Il taglio, l'organizzatore Linda Sarsour le ha persino detto che lo spazio per la lotta è stato creato intenzionalmente per aiutare a guarire le ferite invece di lasciarle incustodite. E come ha scritto Esther Wang arpia, le questioni di razza e classe hanno sforzi limitati per creare un movimento femminile unificato.

Annuncio pubblicitario

Potremmo aggiungere anche problemi LGBTQ + a quell'elenco. La famigerata caratterizzazione dei diritti delle lesbiche da parte di Betty Friedan come 'minaccia alla lavanda' per l'organizzazione delle donne (di cui in seguito si è scusata) ricorda che la storia si ripete. Oggi, le persone si aggrappano all'ideologia del femminismo radicale trans-esclusivo (in breve TERF) al fine di giustificare l'esclusione delle donne trans dalle conversazioni sui diritti, i bisogni e le ingiustizie delle donne.

Sebbene l'indignazione a Donald Trump possa essere stata un catalizzatore per l'attivazione della folla della Marcia delle donne, non può essere l'unica ragione dell'esistenza della marcia. Le mobilitazioni di massa dovrebbero essere incarnate dalla solidarietà. La Marcia delle donne può essere questa, ma non se le persone che si presentano non conoscono abbastanza per rispettarsi. Posso solo sperare che un giorno possa presentarmi a questo tipo di evento e non dovermi preoccupare di essere sorpreso, di segni che provocano involontariamente il mio disagio con il mio corpo o di sentire risate quando vengono affrontati semplici fatti della mia esistenza.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Resistenza, ribellione, rivoluzione: cosa sono e come si intersecano