Art Collective Colectivo Morivivi dipinge murali politici in tutto il Porto Rico

Politica

Art Collective Colectivo Morivivi dipinge murali politici in tutto il Porto Rico

Le donne credono di portare ai quotidiani portoricani temi importanti che sono anche facilmente digeribili.

meilleure façon de battre votre viande
4 gennaio 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Per gentile concessione del Colectivo Morivivi
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

A Puerto Rico, il Morivivi - che in spagnolo significa 'morire e vivere' - è una delle meraviglie naturali della terra. Al tatto, le foglie di questa specie di pianta perenne si chiudono, apparendo senza vita. Pochi istanti dopo, riaprono, quasi come se la flora fosse nata di nuovo.

Come la pianta samsarica, il Colectivo Morivivi - un collettivo d'arte di giovani donne sull'isola - spera di respirare un nuovo spirito combattivo in un popolo e in un paese affaticati da catastrofi economici, politici e naturali, usando vernici e pennelli per realizzare murales.

Il gruppo si è riunito nel 2013, quando Chachi Gonzalez, 23 anni, Joy Diaz Marty, 23 anni, e Raysa Raquel Rodriguez Garcia, 23 anni, erano studenti delle scuole superiori dell'Escuela Especializada Central de Artes Visuales di San Juan. Le giovani donne si unirono per partecipare a Santurce Es Ley 4, un popolare festival di arti urbane a Puerto Rico, e diventarono Colectivo Morivivi dopo che un organizzatore, che era affezionato a ciò che vide, chiese loro di trovare un nome. Da allora, il collettivo è diventato un popolare fronte artistico noto per aver creato un'arte pubblica femminista audace e anticoloniale in tutto l'arcipelago.

Dopo che l'uragano Maria ha devastato l'isola, due membri sono stati costretti a proseguire gli studi universitari altrove, portando la loro arte politica nei quartieri portoricani nei contigui Stati Uniti. Joy rimane in Massachusetts, ma il gruppo, credendo nel potere curativo dell'arte, è tornato da allora a realizzare murales sull'isola, che i suoi membri sperano possano aiutare i loro compatrioti a guarire dal trauma provocato dalla tempesta.

Un murale di Colectivo Morivivi.

Con il sostegno e la partecipazione della comunità, le giovani donne hanno affrontato questioni tempestive nel loro lavoro, come la violenza di genere, la liberazione riproduttiva e sessuale, i cambiamenti climatici, il razzismo anti-nero, il colonialismo e il neoliberismo statunitense. Considerano la loro arte come una componente di un più ampio movimento rivoluzionario femminile che prende piede a Puerto Rico.

'Come in molti paesi, le donne qui sono trattate come minoranze, e proprio ora i barrios resistono contro questo, e noi facciamo parte di quel movimento. Lavoriamo in solidarietà con altre donne, collaborando per fare arte che rafforzi gli sforzi degli attivisti che stanno conducendo ', dice Chachi Teen Vogue presso l'Academia Bautista Puerto Nuevo, dove il gruppo sta lavorando a un murale educativo. 'Penso che questa sia la soluzione ai problemi del nostro paese: l'unione', aggiunge Raysa.

Il dipinto su cui stavano lavorando include temi di natura, giovinezza e femminilità, con un albero che rappresenta la conoscenza trasmessa agli studenti da un amato insegnante che ha istruito a scuola per 40 anni. Con membri afro-discendenti, il collettivo affronta anche il tema della razza, in particolare la femminilità nera.

Annuncio pubblicitario

'Per molto tempo qui, ci siamo allenati imbiancamento, dove le persone di colore sposavano i bianchi nel tentativo di perdere il loro nero. Come paese e cultura, abbiamo cercato di sbarazzarci dell'eredità africana che è coinvolta nel processo di colonizzazione di Puerto Rico ', dice Chachi. 'E mentre potremmo non praticarlo consapevolmente come in passato, questo modo di pensare ha lasciato un segno nella psiche del popolo portoricano e persino nel modo in cui rappresentiamo noi stessi. Quindi per noi per cambiare questa immaginazione, siamo intenzionati a rappresentare la femminilità nera '.

Uno dei murali più chiacchierati del Colectivo Morivivi è Pace per le donne '(Peace for the Woman'), che è stato dipinto nel 2015 come una collaborazione con un'organizzazione anti-violenza domestica con lo stesso nome per richiamare l'attenzione sulla violenza di genere. Nel murale, le donne nere nude a figura intera sono viste coprirsi il viso mentre si trovano in una foresta di farfalle monarca, con gli insetti usati per rappresentare tre sorelle domenicane, i Mirabali, che vengono spesso chiamate 'las mariposas', o 'il farfalle. Le sorelle furono assassinate dal dittatore Rafael Trujillo nel 1960, dando il via alla Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

Mentre i membri del collettivo stavano dipingendo, diversi passanti si fermarono per esultare e dare il loro sostegno. Altri hanno espresso offesa per le immagini nude. Mesi dopo, i vandali hanno deturpato il murale, disegnando indumenti intimi sui corpi delle donne.

'La gente era arrabbiata per la nudità in uno spazio pubblico, e in particolare per il tipo di corpo nudo: era una donna nera che non aveva un corpo perfetto. Uno dei suoi seni era più grande dell'altro, per riflettere i corpi naturali di molte donne ', dice Chachi.

In seguito alla profanazione, la comunità venne in difesa del collettivo, con diverse donne che protestavano di fronte al murale in topless. Ha stimolato una conversazione tanto necessaria sulla censura, sul libero arbitrio femminile e sulla violenza.

La comunità ha sempre guidato il lavoro del Colectivo Morivivi. Per il gruppo, l'arte deve essere creata per le persone e con le persone. Questo è il motivo per cui i membri della comunità prendono parte a riunioni di brainstorming, alla fine decidendo i temi per i pezzi del gruppo, e molti di loro, in particolare giovani e anziani, partecipano alla pittura dei muri. Non solo è vitale per garantire che la voce e lo spirito del barrio siano inclusi nell'arte, ma gli artisti affermano che è anche un processo che è curativo per le persone.

'Sta guarendo per loro ed è anche una forma di potenziamento per loro. Mostra loro cosa sono in grado di raggiungere quando hanno gli strumenti per farlo ', afferma Raysa.

Collettivo Morivivi.

Attraverso i murali, al contrario della galleria d'arte, le donne credono di portare ai quotidiani portoricani temi importanti che sono anche facilmente digeribili.

'È un modo per fare arte accessibile. Mentre i musei sono pubblici e qui a Puerto Rico non sono molto costosi, c'è una distinzione tra le classi che vanno ai musei e che si sentono a proprio agio e quelle che non lo fanno. Mentre è fuori su un muro, è per tutti ', dice Chachi.

Alla fine, il Colectivo Morivivi vorrebbe creare un programma di formazione di base per insegnare il muralismo come attivismo ad altre giovani donne. Mentre i membri del gruppo esplorano i modi per finanziare e sostenere il nuovo sforzo, hanno già accettato il loro primo apprendista, un neolaureato che sta acquisendo esperienza accademica e pratica lavorando con il collettivo.

'Quando lasciamo il liceo, dobbiamo disimparare tutte queste ideologie che ci hanno insegnato che ti rendi conto che sono sbagliate', dice Chachi. 'È pesante ed è difficile, quindi pensiamo che iniziare a capirlo prima, attraverso l'arte, sia meglio'.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Relazionato: A un anno dall'uragano Maria, non è ancora chiaro quanti siano morti a Puerto Rico

Controllalo: