Anna Jarvis, la creatrice della festa della mamma, è morta odiando la festa che ha creato

Politica

Anna Jarvis, la creatrice della festa della mamma, è morta odiando la festa che ha creato

E storia è una serie di Teen Vogue in cui scopriamo la storia non raccontato attraverso una lente cisheteropatriarchal bianca.

10 maggio 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

La festa della mamma è dietro l'angolo, il che significa che sei tu probabilmente tentando di comprare un regalo a tua madre come piccolo segno del tuo apprezzamento per tutto ciò che ha fatto per te.

Tenutasi ogni anno la seconda domenica di maggio, questa festa è spesso associata a bouquet e colazione a letto, persino a gioielli costosi. Ma i motivi moderni di una sana vacanza sono un concetto relativamente nuovo. In effetti, la creatrice della vacanza, Anna Jarvis, ha cercato di abolire la festa che ha creato, inizialmente stabilita per dedicarsi all'amore e all'apprezzamento, da quando si è trasformata in una frenesia capitalista. Probabilmente, l'iterazione odierna della festa della mamma è un guscio del suo sé originale, con promozioni specifiche offerte come un modo per fare soldi per le aziende.

La missione di Jarvis di fondare la festa della mamma nasceva dal desiderio di rendere omaggio alla sua defunta madre, Ann Reeves Jarvis.

'Anna ha ricordato, da giovane, di aver sentito sua madre ripetere spesso una semplice preghiera:' Spero e prego che qualcuno, qualche tempo, troverà una festa della mamma commemorativa per commemorarla per il servizio ineguagliabile che rende all'umanità in ogni campo della vita . Ne ha diritto. ' Il design della vacanza è stato quindi un omaggio alla signora Jarvis ', afferma Katharine Antolini, assistente professore di Wesleyan e autrice del libro Memorizzare la maternità: Anna Jarvis e la lotta per il controllo della festa della mamma.

Anna ha deciso che le vacanze dovrebbero essere celebrate la seconda domenica di maggio perché era la data più vicina all'anniversario della morte di sua madre nel 1905, spiega Antolini. La prima osservanza ufficiale della festa della mamma ebbe luogo la mattina del 10 maggio 1908, presso la chiesa episcopale metodista Andrews a Graton, nella Virginia occidentale, dove 400 persone si presentarono per onorare le madri nelle loro vite. Lo stesso giorno, altre 15.000 persone avrebbero partecipato alla prima festa della mamma a Filadelfia. Per 70 minuti, Anna ha parlato all'Auditorium Wanamaker come parte della celebrazione.

L'anno successivo, il numero di celebranti è salito mentre le comunità di tutta la nazione ospitavano i servizi per la festa della mamma.

'Era ovvio (Anna) che i figli e le figlie del paese possedessero una' fame materna nei loro cuori 'e bramassero un simile giorno di tributo materno', dice Antolili. 'Pertanto, ha deciso di dedicare la sua vita alla perpetuazione della vacanza'.
Ci sarebbero voluti diversi anni, ma nel 1914, il lavoro di Anna fu realizzato quando il presidente Woodrow Wilson dichiarò la festa della mamma una festa ufficiale dopo l'approvazione di una risoluzione del Congresso.

Oltre al giorno dell'osservanza, Anna ha incoraggiato le persone che non potevano visitare le loro madri a scrivere lettere che esprimessero la loro gratitudine e persino designato il garofano bianco, il fiore preferito di sua madre, come l'emblema ufficiale della vacanza, secondo Antolini.

'Il garofano non lascia cadere i petali quando muore', dice Antolini. 'Invece' li abbraccia nel suo cuore ', ha descritto Jarvis, proprio come' le madri abbracciano i loro figli nel loro cuore, la loro madre ama non morire mai '.

Nonostante questi dettagli ben ponderati, Antolini spiega che la vacanza madre-centrica creata da Anna non era quella immaginata da sua madre nella sua preghiera. Mentre entrambi volevano onorare le donne per il loro servizio come madri, differivano su come commemorarle e su cosa significa essere una madre.

L'anziano Jarvis fu ispirato dal suo lavoro con i Mothers 'Day Work Clubs e, per lei, l'influenza materna raggiunse molto al di fuori delle tradizionali aree domestiche per 'servire l'umanità'. Antolini spiega che la signora Jarvis ha immaginato una celebrazione materna che includeva 'leadership e servizio civici; le madri si sono unite in opere pubbliche per potenziare se stesse e aiutare a potenziare gli altri.
Sua figlia, tuttavia, ha affrontato l'apprezzamento della maternità in modo diverso - dal punto di vista di una figlia. Secondo Antolini, Anna non aveva figli e viveva con i suoi fratelli.

Annuncio pubblicitario

'Invece di un giorno riservato esclusivamente alle madri per celebrare la loro influenza materna, come previsto dalla signora Jarvis, Anna ha progettato un giorno riservato a' figli e figlie per onorare se stessi mostrando gratitudine alla (madre) che li ha sorvegliati con tenerezza cura nei giorni dell'infanzia ', dice Antolini.

La differenza, secondo Antolini, sta nella celebrazione del potere collettivo delle madri (Festa della mamma) e dell ''ampiezza impressionante del loro ruolo materno', e di un evento singolare (Festa della mamma) che celebra un'immagine sentimentale della maternità definita dai bambini. Mentre la signora Jarvis voleva che le madri avessero 'un ruolo attivo nel loro tributo', la festa nazionale di sua figlia alla fine riduce una madre a una 'figura passiva di lode'.

Mentre Anna Jarvis aveva una visione diversa delle vacanze rispetto a sua madre, con il passare degli anni, le sue stesse speranze per la festa della mamma furono distorte dal commercialismo. Mentre le industrie capitalizzavano la commerciabilità della giornata, Anna divenne sempre più angosciata dall'uso delle sue vacanze come impresa per fare soldi. Voleva che la vacanza fosse un 'giorno santo'.

'Nonostante le sue chiamate alla nazione affinché adotti le sue vacanze, Anna la considera proprietà intellettuale e legale e non fa parte del pubblico dominio', spiega Antolini. 'Non intendeva mai che l'osservanza diventasse il' oneroso, dispendioso, costoso giorno dei regali ', come altre festività erano diventate all'inizio del XX secolo'.

Protettiva di quella che considerava la sua proprietà intellettuale, Antolini afferma un 1944 Newsweek l'articolo sosteneva che una volta Anna avesse subito 33 cause pendenti in una sola volta e includeva dichiarazioni di non responsabilità in un comunicato stampa dell'Associazione internazionale per la festa della mamma che minacciava azioni legali contro persone che usavano i nomi delle feste e gli emblemi senza permesso. Per promuovere il suo dominio sulla vacanza ormai commercializzata, Anna ha protetto da copyright la propria foto, si è incorporata come 'Associazione internazionale per la festa della mamma' e ha persino attaccato verbalmente la first lady Eleanor Roosevelt per aver usato la 'sua' vacanza per raccogliere fondi per beneficenza.

Nel frattempo, la festa della mamma di Anna Jarvis non è stata l'unica celebrazione dedicata alle madri durante questo periodo. La scrittrice, abolizionista e suffragista Julia Ward Howe istituì la 'Giornata della pace per le madri' nel 1872, secondo Antolini. Dice che la festa non ufficiale è stata celebrata il 2 giugno di ogni anno fino al 1913, ed è stata originariamente istituita dopo la guerra civile per le madri che avevano perso i loro figli. La festa della mamma di Anna alla fine sostituirà questa celebrazione, che è stata principalmente riconosciuta dalle organizzazioni per la pace.

In Indiana, un uomo di nome Frank Hering stava guadagnando credito come il 'Padre della festa della mamma', secondo Antolini, per il suo 'appello pubblico per l'osservanza a livello nazionale di una festa della mamma' nel 1904. Hering, ex football dell'Università di Notre Dame l'allenatore, ha promosso la sua idea attraverso la sua associazione con l'Ordine fraterno delle aquile, sebbene non abbia fornito informazioni su quando osservare questa festa, nonostante volesse che fosse una domenica ', dice Antolini.

'Non è stato Hering che ha spinto gli Stati a renderlo una festa di stato o responsabile per il giorno in cui si celebrava una celebrazione nazionale e internazionale ... quindi Anna lo odiava quando ha ottenuto credito', spiega Antolini. 'Ha anche creduto che stesse approfittando finanziariamente della giornata solo per allinearsi alle proprie tasche e avanzare nella propria carriera politica'.

Alla fine, con l'arrivo del 111 ° anniversario della festa di Jarvis, la festa si è trasformata in una celebrazione delle madri al di fuori della tipica sfera domestica. Nel 21 ° secolo, le donne sono riconosciute più che caregivers: sono individui con carriere, passioni e interessi al di fuori della famiglia.

L'enfasi sulla commercializzazione è aumentata enormemente dall'inizio della vacanza, con un previsto $ 25 miliardi da spendere quest'anno da solo, un aumento di quasi $ 2 miliardi dal 2018. Mentre l'aumento della spesa non era l'intenzione di Anna o di sua madre, le persone in tutto il mondo continuano a inondare le loro madri di amore e affetto e onorano la loro memoria in modi che si sentono giusti per loro, ed è quello che è più importante.

tenue de pantalon de réveillon du nouvel an