Anarchia: cos'è e perché la cultura pop la adora

Politica

Anarchia: cos'è e perché la cultura pop la adora

È una filosofia complicata che è molto più di una semplice frase punk rock.

7 settembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
NEW YORK, NY - 1 MAGGIO: Gli anarchici conducono una marcia attraverso il Greenwich Village il primo maggio, 1 maggio 2018, a New York City. (Foto di Andrew Lichtenstein / Corbis via Getty Images) Andrew Lichtenstein / Corbis via Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Lo scrittore Kim Kelly è un anarchico di New York City e un organizzatore del Metropolitan Anarchist Coordinating Council (MACC).

ariana grande fait l'amour

In un senso pop-culturale, almeno, l'idea di anarchia è stata caratterizzata da un atteggiamento punk medio-alto, senza genitori e senza regole, o da una visione panica e più conservatrice usata da fonti nazionali e statali per rappresentano il caos e il disordine violenti. Oggi possiamo vedere una filosofia politica di sinistra estremamente radicale e radicale sulle magliette di Hot Topic.

Cos'è l'anarchismo? Che cosa vogliono davvero quelle persone che alzano bandiere nere e cerchiano A? Ecco cosa devi sapere:

Che cos'è l'anarchismo?

L'anarchismo è una filosofia politica di sinistra radicale e rivoluzionaria che sostiene l'abolizione del governo, della gerarchia e di tutti gli altri sistemi di potere disuguali. Cerca di sostituire ciò che i suoi sostenitori vedono come istituzioni intrinsecamente oppressive - come una società capitalista o il complesso industriale della prigione - con strutture orizzontali non gerarchiche alimentate da associazioni volontarie tra le persone. Gli anarchici si organizzano attorno a un insieme chiave di principi, tra cui orizzontalità, aiuto reciproco, autonomia, solidarietà, azione diretta e democrazia diretta, una forma di democrazia in cui il popolo prende le proprie decisioni tramite il consenso (al contrario della democrazia rappresentativa, di cui gli Stati Uniti Il governo degli Stati è un esempio).

'Definirei l'anarchismo come la forma non gerarchica, non elettorale, orientata all'azione diretta del socialismo rivoluzionario', Mark Bray, docente al Dartmouth College e autore di Antifa: il manuale antifascista, racconta Teen Vogue.

Come il gruppo anarchico con sede a New York Metropolitan Anarchist Coordinating Council (MACC), di cui sono membro, scrive sul suo sito web, 'Dimostriamo una visione per una società in fondamentale opposizione alla brutale logica del capitalismo contemporaneo - una società basata sull'aiuto reciproco, sulla cooperazione e sulla democrazia radicale '.

Da dove viene l'anarchismo?

L'anarchismo ha radici antiche, con la parola stessa che deriva dall'antico greco anarchos, o 'senza sovrani', ma nel XIX secolo fiorì come filosofia politica in Europa e negli Stati Uniti. A quel tempo, gli scritti del pensatore comunista Karl Marx erano diventati popolari e la gente era alla ricerca di alternative al sistema capitalista. La Comune di Parigi - un breve periodo nel 1871, quando Parigi fu controllata da anarchici e comunisti - contribuì a diffondere ulteriormente il messaggio dell'anarchismo e ispirò altri giovani radicali ad accettare la causa, a volte con effetti violenti quando abbracciarono la filosofia della propaganda l'atto '. All'inizio del XX secolo, l'anarchismo si era diffuso in tutto il mondo, ma la repressione governativa spesso rendeva difficile agli anarchici organizzare e raggiungere i propri obiettivi.

Pierre-Joseph Proudhon è generalmente riconosciuto come il primo anarchico autoproclamato, e le sue teorie continuano a influenzare il pensiero anarchico oggi - se hai mai sentito la frase 'proprietà è un furto', è direttamente dal libro di Proudhon del 1840 Che cos'è la proprietà? Ma Proudhon era ben lungi dall'essere l'unico pensatore di spicco a far avanzare la causa dell'anarchia. Il trattato di William Godwin del 1793, Un'indagine sulla giustizia politica, è salutato come un classico del pensiero antistato e proto-anarchico. Altri contributi famosi allo sviluppo dell'anarchismo includono Peter Kropotkin, Mikhail Bakunin, Emma Goldman, Lucy Parsons, Voltairine De Cleyre, Max Stirner, Johann Most, Buenaventura Durruti e Alexander Berkman. Oltre a questi nomi, innumerevoli altri, le cui identità sono state perse nella storia, hanno contribuito a perfezionare e diffondere l'ideologia dell'anarchismo. Oggi l'anarchismo è una filosofia intersezionale completamente globale, con radici particolarmente forti in America Latina, Spagna, Germania e, a partire dal 2012, in Medio Oriente, a causa della rivoluzione del Rojava del 2012 nel Kurdistan occupato.

In che modo l'anarchismo si interseca con altre filosofie politiche?

L'anarchismo come filosofia si presta a molte idee. Non esiste un modo per essere un anarchico.

Annuncio pubblicitario

Le tradizioni anarchiche classiche includono il mutualismo, che è situato al nesso del pensiero individuale e collettivista; anarco-comunismo, che favorisce la proprietà comunitaria dei mezzi di produzione e l'abolizione dello stato e del capitalismo; anarco-sindacalismo, che vede i sindacati, la classe operaia e il movimento operaio come potenziali forze per un cambiamento rivoluzionario; e l'individualismo, che ha somiglianze con il libertarismo, e sottolinea soprattutto la libertà individuale. Scuole di pensiero più recenti e postmoderne, tra cui anarcha-femminismo, anarchismo nero, anarchismo strano, verde o eco-anarchismo e anarco-pacifismo, hanno trovato un solido appoggio nelle odierne comunità anarchiche.

adorable millie bobby brown

L'anarco-capitalismo, che è interessato all'autoproprietà e ai mercati liberi, è molto più raro ed è considerato illegittimo dalla maggior parte degli anarchici a causa dell'opposizione intrinseca dell'anarchismo al capitalismo.

Qual è la differenza tra anarchismo e comunismo?

'Quando (la maggior parte delle persone) pensa al comunismo, inevitabilmente pensano agli stati che si sono formati nel 20 ° secolo sulla base di varie interpretazioni del marxismo-leninismo, e la differenza tra l'anarchismo e quegli stati e quelle teorie e quelle idee è la loro prospettiva su lo stato ', dice Bray a * Teen Vogue. 'Nella teoria marxista ortodossa, lo stato è un'istituzione politicamente neutrale e può essere utilizzata per scopi diversi, a seconda della classe che lo controlla; pertanto l'obiettivo marxista ortodosso è catturare lo stato, trasformarlo in una dittatura del proletariato e reprimere la classe capitalista. Una volta che lo faranno, lo stato appassirà e avrai il comunismo. L'argomento anarchico è che lo stato non è neutrale, è intrinsecamente gerarchico, è intrinsecamente un'istituzione di dominio; pertanto, gli anarchici si oppongono allo stato tanto quanto si oppongono al capitalismo.

'Un'altra importante differenza è che, storicamente, nel marxismo, l'economia è stata la base fondamentale', continua Bray, 'mentre gli anarchici hanno storicamente formato una critica al dominio e alla gerarchia che è più ampia e non monodimensionale. I partiti marxisti-leninisti sostengono un modello all'avanguardia di organizzazione con un piccolo gruppo in alto, e gli anarchici parlano di tipi di politica orizzontali e direttamente democratici '.

In che modo l'antifascismo si interseca con l'anarchismo?

Poiché il fascismo è un'ideologia antidemocratica che prospera sull'oppressione, e l'anarchismo è esplicitamente contro l'oppressione in tutte le forme e per la democrazia diretta, l'anarchismo è intrinsecamente antifascista (proprio come tutti gli anarchici sono necessariamente anti-polizia e anti-carcere). Non tutti gli antifascisti sono anarchici, ma tutti gli anarchici sono antifascisti e hanno combattuto contro le forze fasciste per secoli. Durante la guerra civile spagnola, la maggior parte del paese era sotto il controllo anarchico e migliaia di anarchici si unirono alle Brigate Internazionali, una milizia volontaria che contava migliaia, che si recarono in Spagna per combattere contro il generale Francisco Franco e le sue forze fasciste. Non è un caso che ci siano bandiere nere che sventolano in molte foto di antifa mascherata, che sono state molto attive nel resistere ampiamente a quelle che considerano politiche oppressive negli Stati Uniti.

In quale altro modo l'anarchismo ha avuto un impatto sulla cultura pop?

'Sono un anticristo, sono un anarchico'! Consegnata nel condannato cantante dei Sex Pistols Johnny Rotten, l'iconico ringhio, quella semplice frase ha suscitato paura nei cuori di rispettabili adulti in tutta la Gran Bretagna e ha viaggiato attraverso l'Atlantico per elettrizzare i nascenti punk rocker americani. 'Anarchy in the U.K'., Il singolo di debutto snello, cattivo e irriverente dei Sex Pistols, ha inviato onde d'urto attraverso la scena rock gonfia degli anni '70 - e ha introdotto milioni di ragazzini arrabbiati all'idea di anarchia come opzione, o addirittura ideale. Anche se il cantautore John Sex Rols di John Pistols, Lydon, ha spiegato nel documentario del 2000 The Filth and the Fury che aveva allevato l'anarchia solo perché 'non riusciva a trovare una dannata cosa in rima' con 'anticristo' (e in seguito disse in un'intervista del 2012 che non era mai stato affatto un anarchico), il danno era già stato fatto. A parte Sid Vicious, l'anarchismo ha anche avuto un impatto più ampio sulla cultura pop globale, dal lavoro di Noam Chomsky alle canzoni sindacali di Joe Hill ai romanzi anarchici di fantascienza di Ursula K. Le Guin. Il famoso autore del 1984 George Orwell combatté a fianco degli anarchici nella guerra civile spagnola; Il drammaturgo irlandese Oscar Wilde è diventato un anarchico dopo aver letto il lavoro di Peter Kropotkin; L'attivista sorda e cieca Helen Keller era una socialista che andava in giro con Emma Goldman e altri anarchici. Innumerevoli band e artisti hanno tratto ispirazione dalle idee anarchiche, dagli anarchici punk Crass e dai padrini Amebix (il cui brano del 1982 'No Gods, No Masters'! Rimane un grido di battaglia) a Rust Belt punk Anti-Flag, black metal UK Dawn Ray'd, l'artista hip-hop MC Sole, e Laura Jane Grace, con indie punk contro di me! (che fondamentalmente ha scritto il tema musicale non ufficiale dell'anarchismo con 'Baby, I'm an Anarchist' del 2002).

I simboli anarchici come la bandiera nera e il cerchio A sono facilmente riconoscibili quando scarabocchiati su scrivanie o dipinti a spruzzo su pareti, ma sono anche diventati onnipresenti in musica e film, da SLC Punk per V for Vendetta al film punk rock slasher Stanza verde (anche se Sons of Anarchy, motociclista, non ha nulla a che fare con l'ideologia politica stessa). Anche la regina hip-hop Cardi B ha fatto girare un grande cerchio Una patch nel video per la sua hit 'Bodak Yellow'.

spectacle tard tard avec james corden bts

L'anarchismo e gli anarchici sono ovunque e, si spera, ora hai una migliore comprensione di ciò per cui stanno combattendo - e contro.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo:

  • Storia e politica dell'antifa, ha spiegato
  • Tutto ciò che devi sapere sul capitalismo