'All American' è la serie Must-Watch che affronta classe, colore della pelle e 'The Talk' nella comunità nera

tv

È per qualcosa di più del semplice 'effetto dell'effetto drammatico'.

Di Candice Frederick

31 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Tutti gli americani - '99 Problemi '- Numero immagine: ALA102b_0117b.jpg - Nella foto: Daniel Ezra come Spencer - Foto: Eddy Chen / The CW - AA 2018 The CW Network, LLC. Tutti i diritti riservati Eddy Chen
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Se hai catturato l'episodio della scorsa settimana di Tutti americani, il nuovo dramma della CW che segue Spencer (Daniel Ezra), una stella del football nero delle scuole superiori che lotta per conciliare la sua streetwise educazione Crenshaw con il suo nuovo stile di vita a Beverly Hills, c'è una scena straziante che potrebbe aver colpito un accordo. Mentre guidano per la città in un'elegante macchina sportiva rossa, Spencer e il suo compagno di squadra nero Jordan (Michael Evans Behling) vengono fermati dalla polizia. Ma mentre Spencer mantiene deliberatamente la calma e segue le istruzioni del poliziotto, Jordan ha una reazione molto più ingenua allo stesso evento, che li porta ad essere ammanettato a faccia in giù sul marciapiede.





È una scena che illumina perfettamente il modo in cui la serie affronta questioni di colore della pelle e classe all'interno della comunità nera, pur ponendo anche domande difficili, come: Cosa succede quando un giovane uomo di colore non ha ancora avuto The Talk con i suoi genitori sui pericoli di uno scontro da parte della polizia?

Questa era la domanda nella mente dello showrunner Nkechi O. Carroll mentre scriveva il momento con i suoi scrittori. 'Sono una mamma di due ragazzi neri in America e sono molto consapevole di quando è il momento giusto per parlare con loro', racconta Teen Vogue. 'Sono anche pienamente consapevole che è un discorso che molte delle mie controparti che non hanno figli di colore, in particolare i figli afroamericani, devono mai avere'.

La trama punta Tutti americani, che si ispira alla vera storia dell'ex star del calcio Spencer Paysinger, va oltre l'esplorazione di come il discorso influenzi il modo in cui i giovani neri rispondono in queste fatidiche situazioni. Mostra anche cosa succede dopo che qualcuno come Jordan, che è nato e cresciuto a Beverly Hills e ha appena avuto il suo primo incontro brutale con il razzismo, è lasciato a pensare a ciò che ha vissuto.

'Non si trattava solo di far uscire gratuitamente due giovani maschi dalla loro auto e sbattere contro la strada per un effetto drammatico', dice Carroll. '(Volevo) coinvolgere davvero l'America in una conversazione su cosa succede quando questi ragazzi tornano a casa. Come fermi il PTSD che succede ai giovani ragazzi neri dopo qualcosa del genere?

Per la Giordania, inizia affrontando la sua complicata relazione con il suo allenatore e suo padre, Billy (Taye Diggs), che riconosce troppo tardi che allevare suo figlio in un quartiere benestante non lo ha protetto dalla profilazione razziale - e nemmeno il colore della pelle più chiaro della Giordania o identità biraziale (sua madre è bianca). 'Sono fermamente convinto che a un certo punto della vita di ogni maschio afroamericano, non importa dove siano cresciuti, non importa come siano cresciuti, dovranno affrontare il fatto che sono africani -Americano maschio in America ', dice Carroll.

Annuncio pubblicitario

Quando Jordan chiede a suo padre se avrebbe parlato con lui se avesse assomigliato a Spencer, che ha la pelle più scura e marrone, ammette senza esitazione che avrebbe avuto. '(Jordan) sta effettivamente dicendo che c'è qualcosa in me che non vedi nero', spiega Carroll. 'Questo è un giovane che sta lottando per connettersi con la sua identità, che è pienamente consapevole di essere biraziale e quindi visto come qualcos'altro in un certo senso. È molto che un giovane ragazzo adolescente si riconcili in un momento della sua vita in cui sta ancora cercando di capire la sua identità '.

E Jordan non è in grado di ottenere molto aiuto neanche da Billy. Come suo figlio, anche Billy deve affrontare i propri problemi con l'identità. Non sappiamo ancora molto della sua storia passata, ma quello che sappiamo è che è un uomo di colore originario di Crenshaw come Spencer, che deliberatamente si è spostato dal cofano, ha sposato una donna bianca (Monet Mazur) e ha avuto due figli biraziali (tra cui una figlia interpretata da Samantha Logan) con la quale vive in una grande casa a Beverly Hills. Proteggere suo figlio dalle realtà del razzismo indica un aspetto della sua stessa oscurità che ha cercato di liberarsi. 'Billy spiegherà - non che dovrebbe dover spiegare la sua decisione - ma gli verrà chiesto di spiegare la sua decisione di sposarsi al di fuori della cultura e lo fa in un modo che si spera che le persone vedranno come interessante e complicato', Rivela Carroll. 'Ciò che amiamo è che a volte ha ragione, a volte ha torto. Ma sta vivendo la sua vita nel modo più autentico possibile, come è cresciuto, quali sono le sue priorità e cosa sta cercando di fare per i suoi figli.

Le complessità di Billy sono più pronunciate se si considera il modo in cui è parallelo a Spencer, che si è trasferito da Crenshaw per vivere con lui e la sua famiglia per giocare nella squadra di football della Beverly Hills High School per una maggiore opportunità di entrare nella NFL. Queste sono due stelle dello sport nere a sé stanti le cui storie riflettono così tanti atleti della vita reale che hanno ottenuto un successo selvaggio mentre contemporaneamente abbandonano la loro provenienza per diversi motivi. 'Quando questo accade nella vita reale, tante volte è molto facile per noi giudicare se torni o quanto restituisci e perché', dice Carroll. 'Volevamo davvero esplorare le complessità di quando vieni dalla cappa e avere la possibilità di quella che sembra una vita migliore, più finanziariamente stabile, quando decidi di tornare a casa? Quando sei un atleta dal cofano, è quasi come se ci fosse un alone sopra di te in un certo senso, che sei qualcuno che dovrebbe farcela. Spencer ne ha provato un po 'e giocheremo con quello nello show'.

All American - 'Lose Yourself' - Numero dell'immagine: ALA104a_0368b.jpg - Nella foto (LR): Samantha Logan come Olivia, Bre - Z come Coop e Daniel Ezra come Spencer - Foto: Jesse Giddings / The CW - AA 2018 The CW Network, LLC. Tutti i diritti riservati. Jesse Giddings
Annuncio pubblicitario

Tutti americani tocca anche la vita delle persone che non hanno necessariamente un biglietto fuori dal comune. Incontriamo l'amica d'infanzia di Spencer, Coop (Bre-Z), una giovane lesbica che cerca di resistere a soccombere a una banda, soprattutto dopo che sua madre l'ha cacciata di casa. È bloccata a Crenshaw proprio mentre Spencer inizia a prosperare a Beverly Hills.

'Che cosa è successo ai ragazzi del cofano che non sono il prossimo Kobe Bryant o Spencer Paysinger, che potrebbe essere il prossimo scienziato missile, chimico o medico. Ma questo non è necessariamente ciò che viene visto come una vera opzione per loro ', afferma Carroll. 'Chi sta tornando indietro e li sta aiutando? Questi sono i tipi di conversazioni che vogliamo avere '.

mourir sur les cheveux bleus

Lo spettacolo sta ponendo ciascuna di queste domande usando la semplice presenza di Spencer come un impulso. 'Spencer che arriva a Beverly Hills non ha solo scosso il suo mondo. Ora è il catalizzatore per il cambiamento in tutti. La sua esistenza sta sostenendo uno specchio per tutti gli altri a guardare e mettere in discussione il loro mondo '.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Relazionato: The Hate U Give Dice di rimanere in silenzio o di parlare contro la brutalità della polizia