Una breve storia di K-pop

Musica

Da Seo Taiji and Boys alle più grandi star di oggi come BTS.

comment obtenir les cheveux bleus

Di Brittany Vincent

21 ottobre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images. Illustrazione di Liz Coulbourn.
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

È la settimana di K-Pop! Teen Vogue sta esplorando il genere musicale popolare con articoli che esplorano le sue origini, le più grandi star e le complessità.





Che tu sia un BTS ARMY, un BLACKPINK Blink autodescritto o un membro della fanbase Orbit di LOONA, c'è una cosa su cui tutti possiamo essere d'accordo: K-pop è un fenomeno globale abbastanza diverso da qualsiasi altra cosa. Mentre possiamo considerare la Corea del Sud come il paese con molte delle ossessioni che portiamo con noi ogni giorno (drammi televisivi emotivi, video Mukbang e straordinarie routine di cura della pelle), una delle sue esportazioni più dominanti ed effervescenti è musica pop scintillante e ben prodotta .

Hallyu, colloquialmente noto come l'onda della cultura coreana, è davvero una forza da non sottovalutare. Sin dai primi anni '90, il K-pop è stato lentamente affinato in niente meno che una forma d'arte, ed è diventato una potenza influente nel corso degli anni. Da gruppi come Girls 'Generation e NCT 127 a BIGBANG e 2NE1, c'è una band là fuori per tutti i gusti.

Questo è apposta. Gli artisti K-pop sono sia ridicolmente talentuosi che malleabili. Possono eccellere in una varietà di stili diversi: rap, pop bubblegum, ballate e rock. E una buona parte delle esportazioni K-pop più famose della Corea del Sud viene avvolta in un abbagliante, iridescente rivestimento di caramelle sotto forma del loro imballaggio meticolosamente realizzato; tutto, dagli abiti alle acconciature alle immagini complessive, viene misurato con cura per creare un certo marchio che si scatenerà in massa di fan.

Anni '90: Seo Taiji and Boys

Mentre l'emergere del 'vero' K-pop può essere probabilmente ricondotto ad atti che hanno debuttato prima degli anni '90, non è stato fino al debutto di un particolare gruppo che il genere come lo conosciamo è sbocciato ufficialmente nell'esistenza: il vero re di K-pop, Seo Taiji e Boys. Mentre la musica coreana era lungi dall'essere fiorente prima di Seo Taiji e Boys, la maggior parte della cultura del paese era in realtà influenzata dalle creazioni della musica popolare americana e giapponese, date le radici del paese in entrambi i paesi. A seguito dell'ascesa della Corea del Sud alle restrizioni di viaggio per i suoi cittadini nel 1988, divenne presto molto più semplice per gli artisti ricercare e accogliere elementi musicali da altre culture e paesi stranieri. Ciò alla fine porterebbe a più modi per gli artisti di sperimentare la propria musica, aprendo così la strada a band che avevano suoni 'nuovi', ad esempio Seo Taiji e Boys.

Il trio composto da Seo Taiji, Yang Hyun-suk e Lee Juno uscì dal cancello oscillando con una fusione di rap americano e testi coreani. I ragazzi non se la cavarono molto bene durante la loro prima apparizione televisiva in un talent show nel 1992, ricevendo il punteggio più basso dalla giuria, ma non importava. I fan avevano sentito abbastanza per spingere il gruppo verso la celebrità semplicemente sulla base della canzone che hanno suonato durante lo spettacolo. 'I Know' è arrivato in classifica e è rimasto lì, salendo alle stelle al numero uno delle classifiche dei singoli della Corea del Sud e dominando la posizione per oltre 17 settimane.

Non esiste una data 'ufficiale' per la svolta del K-pop, ma molti attribuiscono le sue origini al tumultuoso debutto televisivo di Seo Taiji e Boys e all'ondata di successi che ne seguì. Seo Taiji and Boys fondevano musica pop in stile occidentale con testi in coreano che andavano ben oltre le norme culturali accettabili nella cultura popolare dell'epoca. Gran parte della prima musica pop della Corea del Sud ebbe distinte influenze americane e giapponesi e un eccesso di artisti stava eseguendo musica 'trotto', o melodie derivate da canzoni popolari americane e britanniche con testi in lingua coreana che, per la maggior parte, presentavano testi che si è pronunciato contro le autorità coloniali del paese. Combinato con ballate e musica più lenta e country, questo era fondamentalmente lo status quo del tempo. L'implementazione dell'hip hop e del nuovo jack swing di Seo Taiji and Boys ha segnato una svolta nel genere per la loro volontà di infrangere la tradizione.

Annuncio pubblicitario

Il loro suono aveva un margine frastagliato, 'urbano', musicalmente, qualcosa di simile a quello che potresti sentire da New Kids on the Block in quel momento in termini di spavalderia 'hip hop' - e come tale, la loro popolarità in Corea del Sud ha aperto loro diverse porte e un certo numero di gruppi che sono sorti immediatamente cercando di capitalizzare o replicare il loro successo. Gli imitatori iniziarono a diffondersi, tutti a causa del desiderio dell'industria dell'intrattenimento di sfornare la prossima grande cosa - e ciò che alla fine sarebbe stato raffinato nella 'cultura dell'idolo' che conosciamo oggi.

Fine degli anni '90: Presentazione degli Idoli

La cultura dell'idolo è incentrata su artisti con enormi fan dedicati, gli idoli sono di solito formati da agenzie di intrattenimento in danza, voce e quasi ogni altro aspetto dell'arte performativa. Tutta la loro immagine è costruita attorno a piacevoli fan e alla creazione di relazioni con i loro sostenitori. Ci sono una serie di regole rigorose che molti intrattenitori devono seguire a causa della formazione che ricevono e gli artisti sono spesso soggetti a lunghi contratti con i loro gruppi di gestione. Può essere estremamente difficile essere scelto come idolo e, come tale, solo il meglio del meglio finisce per riuscire e infine fare il loro debutto.

Spesso, l'addestramento sull'idolo inizia durante l'adolescenza degli attori, quando i potenziali artisti frequentano spesso le scuole superiori delle arti dello spettacolo e perfezionano il loro mestiere il prima possibile. Sebbene questo non sia localizzato agli artisti K-pop, è stato un modo per garantire che gli aspiranti avessero la maggior formazione possibile prima di entrare nelle agenzie di intrattenimento che in seguito avrebbero contribuito a modellarli nelle stelle che speravano di essere.

La prima ondata di gruppi di idoli è arrivata alle stelle dopo che Seo Taiji e Boys hanno lasciato il segno nella storia. Alla fine degli anni '90, tre studi musicali sono entrati in scena: SM Entertainment (o SM Town), YG Entertainment fondata da Yang Hyun-suk e JYP Entertainment creata da J.Y. Parcheggia, stabilendo il collaudato processo di creazione di idoli che rimane oggi una formula di tale successo.

Fuori dal trio, SM Entertainment era responsabile dell'assemblaggio di un gruppo chiamato H.O.T. che ha debuttato nel 1996. Composto da cinque diversi cantanti maschili (che potevano anche ballare, per inciso), la boy band offriva qualcosa per tutti: membri di bell'aspetto, abiti colorati e ritmi funky a cui tutti potevano scendere. Da H.O.T., è stato solo un tiro di schioppo verso altri atti simili che hanno debuttato nel corso del decennio da vari collettivi di intrattenimento.

L'esplosione dell'idolo è continuata negli anni '90 e negli anni 2000, sfornando gruppi formano una formula simile: un gruppo di membri attraenti e carismatici, hip hop accattivanti e brani pop su cui si poteva ballare e una strategia di promozione aggressiva. Fin.K.L., Shinhwa e una miriade di altri gruppi di talento sono entrati in scena contemporaneamente durante i primi anni 2000.

Mentre i magnati dell'intrattenimento si spingevano ulteriormente nello spazio, prendevano continuamente ciò che avevano appreso dai pionieri del genere come Seo Taiji e Boys e dalle band che ne erano emerse e lo trasmettevano. La formula ha continuato a essere perfezionata fino a quando non è diventata quasi una scienza. Questi dettagli includevano quale tipo di coreografia, outfit e manierismi erano popolari tra i fan o quali tipi di canzoni finivano per risuonare maggiormente con i fan che stavano diventando famelici per i loro artisti preferiti.

Con l'evolversi della formula, i gruppi hanno iniziato a venire 'assemblati' in vari gusti. l'hip-hop di B.A.P. o gli stili pop bubblegum del gruppo idolo femminile Apink. Ma i gruppi K-pop di soli uomini erano ben lontani dal focus singolare delle organizzazioni di intrattenimento. C'erano anche donne artiste da promuovere e commercializzare.

images de dylan sprouse
Annuncio pubblicitario

È così che gli anni 2000 hanno visto il nascente Kwon Bo-Ah, altrimenti noto come mega-star sudcoreana BoA, fare il suo debutto. Scoperto da SM Entertainment dopo aver accompagnato suo fratello a una ricerca di talenti nel 1998, ha ricevuto due anni di formazione prima di fare il suo debutto ufficiale. Da allora ha pubblicato quasi due dozzine di album, lasciando il segno nel settore e guadagnandosi il titolo di 'regina K-pop'.

Dall'inizio degli anni '00 a oggi: gruppi di ragazze

Al di là del BoA, tuttavia, presto anche i gruppi di ragazze erano in aumento. Le talentuose cantanti sono state riunite in unità come l'inimitabile Girls 'Generation, una visione scintillante e glamour della femminilità, con un numero di sottogruppi e canzoni scoppiettanti ridicolmente accattivanti come' Gee '. La canzone è diventata una sensazione virale nel 2009, raggiungendo il successo all'estero e aiutando a generare ulteriori concetti di gruppi di ragazze che alla fine avrebbero lasciato il posto a musicisti come 2NE1 e Wonder Girls, e poi ai moderni gruppi K-pop tra cui Red Velvet e Blackpink.

Curiosamente, Wonder Girls si è anche unita ai Jonas Brothers come apriscatole (insieme a Jordin Sparks e Honor Society) sulla tappa americana del Jonas Brothers World Tour 2009. Questo ha dimostrato che c'erano piani in atto per tentare di portare artisti coreani nel mondo più grande, in tutto il mondo palcoscenico. Le Wonder Girls non riuscirono ad afferrare il pubblico occidentale come fecero in seguito artisti come i BTS, ma all'epoca era ancora un punto monumentale nella storia del K-pop e una vittoria importante per i fan americani quando si trattava di migliorare visibilità.

Mentre gli artisti K-pop continuavano a perfezionare e perfezionare il loro mestiere, l'influenza di alcuni artisti iniziò a risuonare in tutto il mondo, con i fan occidentali in ascesa. Il mondo degli idoli ha iniziato ad espandersi nella coscienza pubblica, con melodie fiduciose come 'I Am The Best' dell'hip-hop / pop outfit 2NE1 e ugualmente impertinente f (x) suscitando curiosità da parte dei fan desiderosi di ascoltare qualcosa di diverso da quello che era attualmente domina la radio.

A quel tempo, la radio occidentale era piena di canzoni pop e ballate eleganti, con 'Rolling in the Deep' di Adele in cima alla classifica Hot 100 di fine anno del Billboard 2011 di quell'anno e tracce come 'Party Rock Anthem' di LMFAO che la seguivano al numero due fessura. Nessuno poteva sostenere che la pista hip hop sfrenata di 2NE1 con spavalderia e braggadocio si 'fondesse'. Era estremamente accattivante e sicuro di sé in un momento in cui l'industria aveva bisogno di un tale inno. Commercializzati come 'ribelli' con il loro stile spigoloso ma sexy, questi gruppi di ragazze hanno continuato a spianare la strada all'inevitabile acquisizione di Blackpink nell'ultimo anno.

Annuncio pubblicitario

Uno dei grandi momenti di K-pop per il pubblico occidentale finì per provenire da una fonte improbabile: il rapper sudcoreano Psy. Il singolo principale del suo sesto album in studio 'Gangnam Style' è diventato immediatamente virale, diventando il primo video di YouTube a raggiungere un miliardo di visualizzazioni, superando persino i video come 'Baby' di Justin Bieber in termini di video più visti sulla piattaforma nel 2012.

Una canzone sul presunto 'stile di vita' del distretto di Gangnam di Seoul, Psy riproduceva l'immagine di una 'ragazza perfetta' della zona simile a Beverly Hills e accoppiava testi rap follemente accattivanti con un video musicale che non aveva un'oncia di serietà, ma alla gente è piaciuto. Abbastanza esilarante, 'Gangnam Style' è stato così lontano dalla raffinata immagine 'idolo' che altri gruppi avevano lavorato duramente per ritrarre, ed è probabilmente per questo che ha funzionato così bene, abbastanza bizzarro da catturare l'attenzione di una nuova area geografica. La storia di Psy di una pista da ballo ha lanciato i fan occidentali in una frenesia in cerca di altro dall'artista stesso e da altri artisti coreani, e probabilmente

Oggi: BTS e altro ancora

Ma l'evoluzione del K-pop, molti saranno d'accordo, è culminata nel successo di una delle più grandi sensazioni della Corea del Sud di tutti i tempi: la BTS. Il settetto in cima alla classifica ha battuto record e stereotipi sia nel loro paese d'origine che all'estero, facendo passi da gigante per l'intero settore K-pop. Ad esempio, a maggio 2018, i BTS Ama te stesso: lacrima album ha debuttato al numero uno della classifica US Billboard 200 a maggio 2018, che parla a volume della loro influenza e, a giugno 2018, il gruppo è stato nominato uno dei Tempo'25 persone più influenti su Internet'. Più tardi quell'anno, a settembre, l'album della band Amati: rispondi colpire di nuovo il numero uno sulla stessa tabella, dimostrando che apparentemente l'illuminazione può certamente colpire due volte.

panthères noires de coalition arc-en-ciel

I BTS hanno deciso di adottare un modello simile alla band che ha dato il via a tutto, Seo Taiji e Boys, scegliendo di cantare su argomenti più seri: relazioni, pressioni sociali e altri fili narrativi ispirati a tutto, dalla filosofia junghiana all'avere un sognare e perseguirlo.

Mentre BTS è il prodotto e il risultato naturale di una formula raffinata, il gruppo sfida anche la storia del K-pop con la sua volontà di parlare di cose come la salute mentale e la politica. Hanno raggiunto un livello di fama internazionale che produce costantemente hashtag di tendenza e un enorme esercito di fan. Quel fandom ha attirato numerosi collaboratori occidentali, da Halsey a Zara Larsson a Charli XCX, spingendo ulteriormente il dominio pop dei BTS oltre la Corea.

Annuncio pubblicitario

Ma mentre il K-pop è cresciuto positivamente in popolarità, con BTS che ha ricevuto una serie di riconoscimenti impressionanti, deve ancora ricevere lo stesso livello di apprezzamento o rispetto della critica che ricevono gli artisti pop occidentali. Ad esempio, viene spesso archiviato in categorie secondarie quando si tratta di premiare spettacoli - nonostante sia solo musica pop creata in Corea invece di essere un genere completamente diverso. Sembra che anche se la Korea abbia prodotto una delle più grandi boy band di tutti i tempi con i BTS, c'è ancora molta strada da fare prima che la musica venga vista come 'uguale' nella cultura occidentale come, per esempio, un nuovo album di Ariana Grande o un Beyonce single.

Indipendentemente dal fatto che tu sia pronto per il giro perché stai con Loona o vivi per la tua propensione al BTS, i gruppi K-pop hanno qualcosa per tutti (questo è fondamentalmente il punto). Il genere è in definitiva una raccolta di influenze che vanno dal rap e dall'hip-hop al pop internazionale degli anni '80 ai suoni e strumenti tradizionali coreani. Combinato con idoli operosi e una vasta e variegata esperienza tra i fan della community, K-pop sta dimostrando una forza irresistibile nel 2019 - dopo tutto, c'è un futuro ARMY o Monbebe dentro tutti noi.

Relazionato: La critica della BTS è spesso solo la xenofobia sotto mentite spoglie

Controllalo: