7 modi per essere un alleato dei popoli indigeni questo Ringraziamento

Politica

Parla contro il colonialismo e sfida i miti.

Di Delilah Friedler

21 novembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
ERIK MCGREGOR / IMMAGINI GETTY
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Negli Stati Uniti, gran parte di ciò per cui gli americani sono grati - le nostre famiglie, le case, i cibi di cui godiamo - sono i prodotti della colonizzazione in corso. Potremmo sentirci grati per il posto in cui siamo cresciuti, ma quel posto esiste su una terra rubata. Incontrare la famiglia può essere una sfida, dato che tutti noi abbiamo idee diverse su cosa sia l'America. Eppure, se c'è una cosa molte persone può d'accordo, è che nella storia di questo paese, i nativi sono stati torti.





Con l'arrivo dei coloni europei, si stima che il 90% dei milioni di popolazioni indigene - un numero che si discute tra 20 e 100 milioni - sia morto. Non era solo una malattia: i coloni colonizzatori hanno messo in atto il genocidio delle popolazioni indigene attraverso la fame, la tortura e i massacri. Può essere vero che il 'primo Ringraziamento' fu un pacifico raduno di pellegrini e Wampanoag, che insieme celebrarono il primo raccolto dei Pellegrini nel 1621. Ma dato l'enorme genocidio vissuto dai loro antenati per mano dei colonizzatori europei, è difficile per gli indigeni la gente vede questa festa come qualcosa di diverso da una giornata nazionale di lutto.

'Ciò che non va nel Ringraziamento non è tanto la celebrazione quanto la mitologia americana che la circonda', racconta Alaina Comeaux, un'attivista di Ishak che lavora per decolonizzare la storia Teen Vogue. 'Permette una certa fantasia imbiancata che cancella gli impatti devastanti della colonizzazione che persistono fino ai giorni nostri'.

Je connais les nouvelles

I popoli nativi continuano a lottare per le loro terre e sovranità mentre affrontano tassi eccezionali di povertà, suicidio e violenza sessuale, quindi è ormai passato il tempo per più americani a riconoscere le difficili verità nel cuore del Ringraziamento. Se desideri fare la tua parte per contribuire a riscrivere la storia durante la riunione di quest'anno, ecco alcuni modi in cui puoi iniziare a lavorare verso un futuro più giusto.

1. Fai le tue ricerche.Prima del grande pasto festivo, leggi le verità che definiscono le storie native. I moderni Stati Uniti ospitano oltre 600 tribù e nazioni indigene. Sai di quali terre abiti? La mappa su Native-Land.ca è un buon punto di partenza, ma mentre scavi più a fondo, potresti scoprire che non c'è una risposta; queste storie sono complesse. Le tribù native non 'possedevano' la terra, ma hanno continuato a governare e proteggerla, pur avendo la loro sovranità spogliata nel tempo attraverso una scia infinita di trattati infranti. Prenditi del tempo per imparare come puoi sostenere gli sforzi delle tribù nella tua regione.

2. Guarda prima di saltare.Quando si parla di colonizzazione, ci sono molte ragioni per diventare emotivi. I tuoi parenti potrebbero non capire la tua passione e vorrai assicurarti di aver lavorato per educare te stesso. Lo scrittore di Blackfeet Abaki Beck e Presenting for Racial Justice (SURJ) offrono utili risorse per il Ringraziamento. La 'Guida per gli alleati' della Native Truth può aiutarti a identificare e sfidare idee dannose sulle popolazioni indigene. Prendi in considerazione la pianificazione di un riconoscimento dei popoli nativi e parla in anticipo con l'ospite del pasto per determinare quando offrirai il tuo pezzo.

3. Condividi ciò che hai imparato.Un ottimo modo per farlo è offrire un riconoscimento formale all'inizio del pasto del Ringraziamento. Tali dichiarazioni combattono l'invisibilità dei nativi e riconoscono la loro relazione duratura con la terra. Un riconoscimento può essere breve: 'Questo incontro si sta svolgendo sulle terre occupate dei Cherokee', ma un'affermazione più lunga e ponderata può avere un impatto maggiore. Leggi e condividi la guida #HonorNativeLand per approfondire e diffondere questa pratica.

différence entre l'herpès et le feu sauvage
Annuncio pubblicitario

Puoi anche riconoscere le comunità native di oggi condividendo notizie di recenti successi, come le due donne indigene che presto si uniranno al Congresso, ma continuano a rifiutare di ignorare verità difficili, spiegando il fatto che i diritti dei nativi sono attualmente sotto attacco da parte del governo.

4. Sfida i miti del Ringraziamento.I pellegrini al centro della tradizione del Ringraziamento non erano amici dei nativi; hanno lavorato attivamente per sterminarli. Anche il presidente Abraham Lincoln, che fece del Ringraziamento una festa federale, fece appendere 38 uomini del Dakota. 'Guardare il Ringraziamento da un punto di vista storico (obiettivo), piuttosto che da una prospettiva mitica storica, è enorme', dice Michael Roberts Teen Vogue. Roberts, che è Tlingit, aiuta a guidare la reclamazione della verità nativa e spiega che anche i simboli familiari della vacanza sono imprecisi e si fondono con identità indigene: quei copricapi di carta che adornano decorazioni del Ringraziamento, versioni di cui i bambini fanno scuola, 'sono immagini culturali di pianure Gli indiani, e non il Wampanoag con cui i pellegrini hanno effettivamente trascorso del tempo ', dice.

acteurs féminins hispaniques

5. Porta qualcosa di diverso al tavolo.Comeaux afferma che il Ringraziamento ha le sue radici nelle antiche celebrazioni del raccolto, che non sono diverse da alcuni rituali indigeni che 'ringraziano le piante e gli animali che ci nutrono'. Per favorire questa 'relazione reciproca con la terra', potresti saltare il supermercato e creare un piatto che contenga cibi ottenuti attraverso 'giardinaggio, caccia, raccolta o con prodotti di produzione locale', in particolare gli alimenti originari della zona.

7. Gioca nelle tradizioni preesistenti della giornata, come il calcio.È una tradizione del Ringraziamento tanto quanto il tacchino. Se vuoi dare uno shoutout a un eroe nativo che impressionerà anche il tuo nonno amante dello sport, parlagli di Jim Thorpe e della squadra di calcio della Carlisle Indian School del 1899, che ha trasformato il gioco in un emozionante inseguimento ad alta velocità che è adesso ', secondo NativeVillage.org. L'abilità di Thorpe è roba da leggende calcistiche, ma la storia meno discussa riguarda la stessa Carlisle: era uno dei tanti collegi statunitensi che utilizzavano tattiche crudeli per assimilare i nativi e distruggere le loro culture. Questi sono fatti che non possiamo ignorare e che dobbiamo riconoscere.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Relazionato: L'attuale crisi di confine è troppo familiare per le popolazioni indigene negli Stati Uniti

Controllalo: