6 blogger diventano reali circa la loro acne e ciò che li rende belli

bellezza

6 blogger diventano reali circa la loro acne e ciò che li rende belli

In un mondo Instagram perfetto per le foto in cui la pelle perfetta è vista come la norma, queste donne diventano vere e proprie sui loro viaggi con l'acne.

28 giugno 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Teen Vogue celebra i suoi annuali Acne Awards questa settimana con una serie di storie sull'acne. Da sapere quando fare scoppiare un brufolo a capire perché alcune persone ottengono sblocchi e altri no, abbiamo coperto. Leggi tutte le storie qui.



Come abbiamo visto con la nostra serie di storie per i nostri Acne Awards 2019, vivere con l'acne può essere stressante e influire su tutti in modo diverso, ma la cosa più importante è essere istruiti e sentirsi come se avessi una comunità a cui puoi relazionarti. Quindi, dobbiamo dire che siamo così grati per tutti i blogger là fuori che stanno diventando reali sull'acne dal mostrare foto reali all'essere aperti sul trattamento e sulla vita con la pelle incline all'acne che tutti i loro follower possono vedere.

Blogger Lea Alexandra di Skin With Lea, un autodidatta 'coach per la mentalità della pelle', racconta Teen Vogue, 'Se tutti ci riunissimo e lavorassimo su una maggiore rappresentazione della pelle imperfetta, questo stigma che l'acne ha di essere grossolano, brutto e sporco si sposterebbe in qualcosa di molto più amorevole e positivo'. Si stanno lentamente prendendo provvedimenti per discutere dell'acne sotto una luce più positiva, e tutto inizia con coloro che hanno molta influenza.

Teen Vogue chiacchierato con sei influencer di bellezza che condividono apertamente il loro viaggio dell'acne e non hanno permesso agli irreali standard Instagram di 'pelle perfetta' di evitarli di essere aperti e onesti.

Per gentile concessione di @TheStyleBoro

Annuncio pubblicitario

Aileen Olmedo di The Style Boro è un guru della moda che è 'ossessionato dalla cura della pelle'. La blogger di New York City dedica la sua vita a '#StigmaFree', che aiuta a tenere fuori un po 'del falso rumore di Instagram.

Teen Vogue: Come pensi che Instagram abbia fatto sentire alcune persone imbarazzate dalla loro acne?

Aileen Olmedo: A volte, sento che le persone non condividono il loro vero io quando si tratta di Instagram. Tutti, o almeno influenzatori, sono così preoccupati per il loro impegno e mostrando uno stile di vita curato che ricorrono ad app come FaceTune per eliminare qualsiasi traccia della loro pelle, dossi, segni e acne. Vedo completamente come la loro mancanza di pori possa alimentare le insicurezze di una persona. Incontrare così tante persone sul mio feed con una pelle 'perfetta' mi rende un po 'titubante nel condividere il mio viso nei giorni migliori e peggiori.

TV: Quando ti senti più bella o sicura?
AO:
Ho accettato e sono d'accordo al 100% con la consapevolezza che la mia pelle non sarà mai imperfetta o priva di segni così sorprendentemente, mi sento più sicuro quando i miei capelli sembrano davvero buoni.

TV: Qual è un malinteso che le persone hanno riguardo all'acne e alle persone con acne?

AO: Il più grande malinteso che le persone hanno, anche alcuni estetisti con cui sono entrato in contatto, è che l'acne significa che la persona ha una cattiva alimentazione e non è pulita. Il che non è affatto vero. Ad esempio, la mia acne è ormonale e si espande in momenti di intenso stress.

TV: Qual è il tuo prodotto acne preferito?
Aileen:
Condividerò tre preferiti (a) tre diversi punti di prezzo:
Blume's Meltdown, $ 26 - L'ho visto spuntare su tutti i miei feed Instagram e Reddit e ho deciso di provare. O sarebbe un disastro come ogni altro prodotto per l'acne che promette di combattere l'acne cistica o ... no. Sono stato piacevolmente sorpreso dall'efficacia della miscela di oli nel ridurre al minimo la mia acne cistica e ridurre l'infiammazione. A volte, metto anche uno strato su tutto il viso solo perché lascia anche la mia pelle così morbida.
Buccia di enzima purificante alla zucca di Naturopathica, $ 58 - Questa buccia estremamente delicata ma efficace utilizza enzimi di zucca per aiutare a decongestionare i pori ed esfoliare la pelle. Adoro usarlo mentre sei sotto la doccia per l'effetto spa completo. Questo è stato molto utile per eliminare la pelle morta mentre sono in una routine di retinolo notturno.
Lytera di SkinMedica, $ 154 - Dopo un breakout, o anche se appare il più piccolo brufolo, ottengo l'iperpigmentazione senza fallo. Quei segni tendono a rimanere sul mio viso per mesi e mesi. Questo è un prodotto nuovo per me, ma dopo due settimane di utilizzo, posso già vedere una notevole differenza nella mia pelle, il che è fantastico perché significa meno correttore. #GameChanger

Per gentile concessione di @SkinWithLea

Annuncio pubblicitario

Lea Alexandra di Pelle con Lea è un allenatore per la mentalità della pelle che aiuta le donne con acne a sentirsi 'sicure di AF'. Nel condividere il suo viaggio personale, Lea mira a ricordare alle altre donne che sono degni e che è possibile amare se stessi con l'acne. Benedicila.

TV: Quando ti senti più bella o sicura?
Leggi Alexandra:
Mi sento più bella e sicura di me quando sono solo me e so che va bene essere proprio questo. Penso che ci sia questa pressione (per) apparire in un certo modo per essere belli quando in realtà, non esiste un libro di regole che dice che devi guardare QUESTO modo per essere fiducioso o per sentirti bello. Penso che sia una mentalità, penso che riguardi il modo in cui parli con te stesso e come ti tratti. Nessuno cammina con un timbro che approva o disapprova le persone, anche se la società piace farci credere. Mi sento molto bello e sicuro di me stesso quando sono autenticamente me stesso, senza la pressione di essere, fare o guardare in un certo modo. Sapendo che va bene e in realtà è abbastanza bello essere solo BE.

TV: Qual è il tuo prodotto acne preferito?
LA:
La mia mentalità Sono un grande sostenitore della connessione mente-corpo e della guarigione dall'interno verso l'esterno, quindi una volta scoperto che molto era in mio potere, è stato un enorme cambiamento di gioco. Penso che si parli così tanto del prossimo miglior prodotto e di come 'riparare' l'acne con lozioni xyz o trattamenti spot e non abbastanza discorsi su come la tua mente lo influenza e su come tutto ciò che l'odio di sé e il parlare di sé negativo possono manifestarsi su l'esterno.

TV: Perché hai deciso di parlare della realtà di avere l'acne?
LA:
Sono appena arrivato a un punto della mia vita in cui ero in questa spirale discendente della mia pelle, costantemente ossessionato e preoccupato e ho deciso di condividerlo su Instagram con persone che sapevano come si sentiva. Quello che faccio e perché ho iniziato a parlarne è stato quello di far luce sull'aspetto della salute mentale di avere l'acne, quanto impatto può avere sulla tua autostima e sul livello di fiducia. Sento che tutti parlano solo del prossimo prodotto e della prossima cura dell'acne invece di come può influenzare tutta la tua vita e come ti vedi. La cosa bella nel parlare di acne è che una volta che lo fai, la persona successiva si alza, alza la mano e dice 'Anch'io ci penso'. E poi la persona successiva e la persona successiva. Crea questo effetto a catena ed è qui che può davvero cambiare tutto. Quando una persona ne parla, altre dieci si uniranno e quindi quella era la mia missione. Iniziare una conversazione, cambiare lo stigma, parlare dell'aspetto della salute mentale dell'acne e che sentirsi sicuri e amarsi con esso è possibile.

Per gentile concessione di @KaiserCoby

Annuncio pubblicitario

L'acne si presenta un po 'diverso sulle donne di colore, il che può variare l'esperienza. Mentre Kaiser Coby pensa che sia 'più difficile da trovare (donne di colore che parlano di acne) perché a volte sono trascurate', lei stessa condivide la sua esperienza con l'acne sulla sua piattaforma e i suoi 303.000 sostenitori non ne hanno mai abbastanza.

TV: Qual è stata la tua esperienza con l'acne specificamente come una donna di colore?
Kaiser Coby:
Quando la mia acne ha iniziato a svilupparsi avevo davvero paura di mostrare ai miei sostenitori perché prima di ottenere l'acne avevo una pelle relativamente chiara. Ha iniziato a influenzare il mio lavoro perché il mio lavoro consiste nel socializzare, registrare video, scattare foto, ecc. E non lo facevo perché ciò implicava mostrare il mio viso ed ero terrorizzato. Presto mi sono reso conto che dovevo indossare i miei pantaloni da ragazza grande, così ho deciso di scattare una foto a faccia in giù e caricarla su Instagram. Onestamente mi aspettavo di ricevere molti commenti meschini perché pensavo che avere una pelle chiara fosse una parte importante del mio marchio. Ma ho ottenuto il contrario! Ho avuto così tante persone che mi DM e commentano la mia foto di quanto fossero felici che stavo mostrando la mia acne e di come è stato bello vedere un blogger abbracciarla. Mi hanno anche fatto sapere che li faceva sentire come se potessi possederlo così potrebbero farlo! Sono stato molto grato per la risposta! I miei sostenitori mi hanno anche dato la sicurezza di iniziare la mia serie Acne che ho fatto su YouTube dallo scorso novembre. Nella serie ho documentato il mio percorso dell'acne ogni 2/3 mesi e ho dato loro aggiornamenti sulla mia pelle e sui prodotti che ho usato. Sono così felice di aver iniziato la serie perché ho ricevuto molti feedback positivi su come aiuta gli altri.

TV: Che tipo di pedaggio finanziario ti è servito per acquistare e provare costantemente nuovi prodotti per vedere cosa funziona per la tua pelle?
KC:
L'acne ha sicuramente un impatto sul tuo conto bancario! Quando è iniziata la mia acne, tutti mi stavano raccomandando prodotti che avevano funzionato per loro, quello che non mi dicevano era quanto fossero costosi i prodotti! Ero scioccato. Molti prodotti non hanno funzionato. Proverei altri prodotti nella speranza di trovarne uno che alla fine abbia funzionato. Avere l'acne è un costoso processo di 'tentativi ed errori'.

TV: Come pensi che Instagram abbia fatto sentire alcune persone imbarazzate dalla loro acne?
KC:
Sento che su Instagram la maggior parte delle persone vuole solo mostrare la parte migliore di se stessi. Quindi un sacco di gente tende a non mostrarci le proprie imperfezioni / difetti, cosa che tutti hanno perché se siamo onesti non otterrà così tanta accoglienza o gradimento e anche a volte potrebbe attrarre conti mediocri. Molte persone, particolarmente il pubblico più giovane vede i propri blogger preferiti online e sembrerebbe che la loro pelle sia immacolata e priva di porzioni quando in realtà l'uso dell'illuminazione, dei filtri, delle faccette e del montaggio sono la ragione per cui molti di noi sembrano così 'impeccabili'. Questo ha sicuramente indotto molte persone a non voler accettare o sentirsi in imbarazzo per la loro acne, lo so che lo ero!

Per gentile concessione di @EmeraldxBeauty

Annuncio pubblicitario

Kadeeja Sel Khan di Emerald x Beauty sa come scuotere una faccia battuta, ma l'influencer del Regno Unito è anche appassionata di diffondere la positività della pelle e si sente più sicura quando si toglie il trucco. Mentre condivide apertamente il suo viaggio su Instagram per uno scopo positivo, sa che la piattaforma di social media può essere ugualmente 'il posto più oscuro, deprimente e triste'. Ma non le permette di impedirle di condividere i suoi progressi.

TV: Come indossi il trucco pur essendo gentile e consapevole della tua pelle?
Kadeeja Sel Khan:
Tengo sempre una barriera tra il mio viso e il trucco! Quindi adoro usare una crema idratante sensibile all'acne! Ma soprattutto sono un grande fan dei sieri.

pour toujours 21 jeunes

TV: Quali sono i tuoi tre non negoziabili quando si tratta di truccarsi con l'acne?
KSK:
Mai dormire con il trucco, sempre mantenere una barriera tra la pelle e il trucco e conoscere quel trucco è qualcosa che dovresti indossare se vuoi, non perché anche tu AVETE.
TV: Come pensi che Instagram abbia fatto sentire alcune persone imbarazzate dalla loro acne?
KSK:
Gli influencer, i blogger e i modelli di Instagram sono noti per essere queste persone meravigliose e perfette. Mostra i loro corpi perfetti, la pelle, il trucco ecc. A migliaia di follower. Ti fa anche sentire (come se non lo fossi) normale se guardi in un certo modo. Sento che si sprigiona la pressione di apparire sempre bene e di apparire in un certo modo. Quindi quando le persone cercano di essere se stesse vengono costantemente giudicate. Sento che alcuni marchi contribuiscono a questo problema nella comunità della bellezza. Grandi marchi come Mac Cosmetics, Kylie Cosmetics ed Estee Lauder dovrebbero mostrare più donne vere. Aiuterebbe a dare a quelle persone la sicurezza di essere se stessi e di sentirsi bene con la pelle.

Per gentile concessione di @EmilyKeel_

Incontra Emily Keel, la personal trainer che 'ha imparato che l'acne non la definisce'. Oltre a condividere il suo percorso di fitness, Emily fa luce sulla positività della pelle, lasciando sempre ai suoi seguaci ciò che funziona meglio per lei.

TV: Quando ti senti più bella o sicura?
Emily Keel:
Mi sento più sicuro e bello quando sono completamente me stesso, senza trucco. Abbracciare i tuoi difetti è liberatorio e potenziante.

TV: Qual è un equivoco sulle persone con acne?
A:
Così tante persone credono che le persone con acne non si prendano cura di se stesse, ma questo è spesso così lontano dalla verità. Chi soffre di acne ha provato di tutto! Molte persone consigliano di bere più acqua o di tagliare i latticini, ma per la maggior parte delle persone che non cureranno l'acne.

Annuncio pubblicitario

TV: Perché hai deciso di parlare della realtà di averlo?
A:
Ho deciso di parlare della realtà di avere l'acne perché ero stufo di vergognarmi. Presto mi sono reso conto di quanti altri stavano lottando con gli stessi problemi ed è stato così bello entrare in contatto con altre persone.

Per gentile concessione di @RocioCeja_

Rocio Cervantes si è definita un 'frullatore olimpico professionale' perché sa come truccare gli occhi d'élite da occhi ispirati al mese dell'orgoglio mescolati alla perfezione a tonalità audaci e neon eccessivamente pigmentate. Ma, al di là della condivisione, Rocio condivide anche il suo percorso dell'acne e afferma di essere 'felice con se stessa, l'acne e tutto il resto'.

TV: Quando ti senti più bella o sicura?
Rocio Cervantes:
Mi sento più bello quando mi sento bene all'interno perché se il mio cervello non è mentalmente buono di quanto non mi senta troppo bene. Come qualcuno che lotta con l'acne, cerco di essere fiducioso, ma mi permetto anche di avere quei brutti giorni perché è normale.

TV: Come hai superato un'idea così superficiale di fiducia?
RC:
Sono stato in grado di superare un'idea superficiale di fiducia quando mi sono reso conto che a volte non sono fiducioso e va bene. Abbiamo tutti i nostri giorni, è così normale sentirsi fuori dal giro e non tutti i giorni devi indossare questa faccia falsa e sicura. Sono umano, ho sentimenti e mi è permesso di sentire come voglio perché so che lo supererò.

TV: Quando è stata la prima volta che hai visto l'acne rappresentata nei media mainstream?
RC:
Ad essere sincero, non ricordo la prima volta che ho visto l'acne rappresentata nei media mainstream. So solo per me che a quel tempo ero così stanco di scacciare l'acne dalle mie foto di trucco che ho smesso di farlo. Penso che sia importante che i media tradizionali rappresentino tutti i tipi di pelle perché non tutti hanno la pelle chiara. Penso che sia per questo che è così importante che metto in mostra la mia acne su tutta la mia piattaforma perché so che le persone hanno bisogno di qualcuno con cui confrontarsi e far loro vedere che non sono soli.