5 domande a Anna Eskamani, la prima iraniana-americana eletta alla legislatura della Florida

Politica

'Per il mio avversario e il Partito repubblicano della Florida, la mia stessa esistenza era radicale'.

qu'est-ce que le poisson-chat quelqu'un

Di Azmia Magane

8 novembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Emily Wray
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Martedì 6 novembre, un'ondata di donne senza precedenti è stata eletta sia negli uffici a livello statale che al Senato e alla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti. Tra loro c'era la 28enne Anna Eskamani, che divenne la prima iraniano-americana eletta per servire nella legislatura della Florida.





Eskamani, la figlia di immigrati iraniani, è una democratica che correva su una piattaforma che prometteva che avrebbe cosponsorizzato la legislazione per vietare le armi d'assalto, proteggere la copertura sanitaria per condizioni preesistenti e vedere che il finanziamento dell'assistenza sanitaria mentale nel suo stato era aumentato. Il 1 ° ottobre, è stata approvata dall'ex presidente Barack Obama.

Eskamani alla fine ha vinto House District 47 questa settimana, sconfiggendo il suo avversario repubblicano, Stockton Reeves, vincendo il 57,35% dei voti, secondo i risultati non ufficiali pubblicati martedì sera sul sito web del Supervisore delle elezioni di Orange County.

Durante la campagna, un annuncio finanziato dal Partito repubblicano della Florida ha inviato mailing di attacco pubblicizzandola come 'estremamente volgare' a causa del suo uso di frasi come 'potere p / * ssy'! e 'f / * ck il patriarcato'! durante la Marcia delle donne nel 2017. Molte delle presunte 'volgarità' che Eskamani è stata accusata di usare sono state portate fuori dal contesto dai discorsi che aveva tenuto a varie proteste o marce, spingendo Eskamani a scrivere un articolo dal titolo 'Sì, lo sono una donna che corre per l'ufficio, e sì, maledico '.

Dopo che i mailer sono stati inviati ai costituenti, ha applaudito nuovamente su Twitter e ha sottolineato quello che vede come un ovvio doppio standard sessista nel modo in cui i candidati politici sono trattati: il presidente Donald Trump ha parlato di come catturare le donne dall'assalto sessuale - e divenne la presidente degli Stati Uniti, ma quando parlò di 'potere p / * ssy' - uno slogan di liberazione usato in un contesto di potenziamento delle donne, Eskamani fu bollato come 'estremamente volgare'.

Teen Vogue ha parlato con il neoeletto ufficiale appena uscito dalla vittoria a metà mandato. La conversazione di seguito è stata modificata e condensata per maggiore chiarezza.

Teen Vogue: Cosa ti ha motivato a candidarti per l'ufficio?

Anna Eskamani: Sono nativo di Orlando e figlia di immigrati della classe operaia dall'Iran. Quando avevo 13 anni, persi mia madre per cancro. Quella perdita è ciò che mi ispira ogni giorno a lottare per le famiglie laboriose della Florida.

Come candidato per la prima volta, la mia motivazione a candidarmi a cariche pubbliche era fondata sul mio amore per la comunità, sul desiderio di facilitare il successo degli altri e sulla passione per le questioni che contano di più, come proteggere il nostro ambiente, difendere il nostro pubblico scuole, garantendo l'accesso alle cure sanitarie e riducendo la violenza armata.

tv: La tua identità di donna iraniana-americana è mai diventata un problema sulla scia della campagna?

AE: Sono sempre stato orgoglioso della mia identità iraniano-americana e onorato di condividere parti della mia cultura con gli altri. Sebbene non mi sentissi come se la mia identità culturale fosse un problema sulla pista della campagna, i nostri avversari hanno cercato di farne uno: ho affrontato il cyber bullismo ostile che era motivato a livello razziale.

tv: I mailer di attacco inviati dal GOP della Florida ti hanno definito 'troppo estremo per la Florida centrale'. Quali erano queste idee 'radicali' a cui si riferivano e, perché pensi di essere stato criticato in questo modo?

AE: Per il mio avversario e il Partito repubblicano della Florida, la mia stessa esistenza era radicale.

tv: Parlaci dei tuoi piani una volta entrato in carica.

AE: Proteggere il nostro ambiente, difendere le nostre scuole pubbliche, garantire l'accesso alle cure sanitarie e ridurre la violenza armata sono le mie massime priorità. La Florida aveva il quinto tasso più alto di residenti non assicurati nella nazione, e ora è il momento di espandere Medicaid e colmare il divario di copertura. Sappiamo anche che la Florida si colloca al 50/50 in termini di finanziamenti per la salute mentale: questo ha un impatto sui floridiani di tutti i giorni, compresi i veterani con PTSD, i primi soccorritori e i nostri giovani. Oltre ai finanziamenti per la salute mentale, dobbiamo garantire un aumento di stipendio per i nostri insegnanti delle scuole pubbliche, fornire ulteriore supporto alla programmazione speciale ed eliminare i test ad alto rischio garantendo nel contempo un percorso di successo per i nostri studenti, indipendentemente dal fatto che scelgano di frequentare un istituto di istruzione superiore tradizionale o cercare avanzamento attraverso un collegio tecnico.

Infine, ho intenzione di riportare la scienza alla legislatura della Florida e di rendere responsabili gli inquinatori, combattendo nel contempo le realtà dei cambiamenti climatici.

tv: Che consiglio hai per le giovani donne che vogliono entrare in politica, essere più coinvolte nelle loro comunità o semplicemente fare la differenza?

AE: Sii il tuo io autentico e trova mentori che ti sosterranno e la tua crescita.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Relazionato: Midterms 2018: 9 candidati al Congresso LGBTQ che devi conoscere

Controllalo: