28 studenti Parkland hanno viaggiato in Nuova Zelanda per partecipare a un vertice sull'attivismo giovanile

Politica

28 studenti Parkland hanno viaggiato in Nuova Zelanda per partecipare a un vertice sull'attivismo giovanile

'È il nostro movimento. Abbiamo affrontato tutto questo insieme e siamo tutti insieme ”.

10 agosto 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Per gentile concessione di Education New Zealand | Foto di Josiah Pasikale
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Gli studenti della Marjory Stoneman Douglas High School (MSD) torneranno a scuola la prossima settimana. Lo faranno insieme a una nuova classe di matricole, ma senza gli amati compagni di classe e il personale che sono stati uccisi il 14 febbraio, quando un uomo armato ha aperto il fuoco all'interno della scuola di Parkland, in Florida.

Hanno trascorso la loro estate a bilanciare la vita da adolescenti regolari con la loro nuova missione: diffondere il messaggio di prevenzione della violenza armata, promuovere la registrazione degli elettori e sostenere il movimento di attivismo giovanile che ha catapultato la loro scuola sotto i riflettori nazionali.

Un gruppo di 28 studenti di MSD ha recentemente viaggiato in Nuova Zelanda, dove non solo hanno diffuso le loro idee sulla riforma della legge sulle armi, ma hanno anche assorbito nuove strategie per perseguire l'attivismo in generale. Per sette giorni a fine luglio, gli studenti hanno attraversato il paese, imparando in ogni fase come l'attivismo può aiutare a riparare le comunità scosse dalla tragedia.

Per gentile concessione di Education New Zealand | Foto di Josiah Pasikale

Mentre molti di questi studenti non sono i volti della campagna March for Our Lives, stanno sfruttando la scintilla originale del movimento per guidare i propri progetti progressivi. Uno di questi studenti è Kai Koerber, un anziano di 17 anni, che ha fondato la Societal Reform Corporation senza scopo di lucro per portare un curriculum di salute mentale nelle scuole. Un altro è Isaac Christian, un ragazzo di 16 anni, che vuole aprire un club per sostenere gli studenti che si sentono isolati.

'Il controllo delle armi potrebbe essere stato messo alla ribalta a causa della tragedia', dice Sandra Davis, responsabile del dipartimento di studi sociali di MSD e accompagnatrice di viaggi Teen Vogue. 'Ma penso che ciò che stanno realizzando sia che qualunque cosa credano, possono usare la stessa tabella di marcia che gli altri studenti hanno usato per galvanizzare quel movimento'.

Dopo più di 14 ore di viaggio, gli studenti sono stati accolti a Christchurch, in Nuova Zelanda, il 23 luglio. Indossando magliette #MSDS forti bordeaux, gli studenti sono stati accolti da funzionari statunitensi e neozelandesi, che hanno aiutato a scortare il gruppo a un vertice della gioventù organizzato in collaborazione con Nancy Gilbert del Console onorario della Nuova Zelanda per la Florida, Education New Zealand e il Ministero degli affari esteri e del commercio della Nuova Zelanda.

I ragazzi di Parkland hanno anche incontrato studenti dell'Università di Canterbury Student Volunteer Army, un gruppo formato da una tragedia tutta sua: una serie di terremoti, tra cui uno nel 2011 che ha provocato 185 morti e anni di danni alla città. Circa 13.000 studenti si sono offerti volontari per dare una mano durante le conseguenze del terremoto e il movimento volontario continua quasi otto anni dopo, con gli studenti che continuano a restituire alle loro comunità e scuole elementari incorporando i curricula degli studenti volontari dell'esercito.

https://twitter.com/Beatrice_Dupuy/status/1021151300858175489

Lo Student Volunteer Army ha condiviso i suoi consigli sull'attivismo giovanile durante la settimana, mentre partecipava anche a seminari tenuti dai professori dell'Università di Canterbury sull'attivismo giovanile globale e mantenendo la trazione nel movimento giovanile. Per alcuni studenti, era la prima volta che seguivano un corso sull'attivismo giovanile, a parte il corso intensivo che hanno ricevuto dopo la tragedia nella loro scuola.

Annuncio pubblicitario

Prima di fare il viaggio in Nuova Zelanda, Delaney Tarr, diplomato MSD nel 2018, stava viaggiando attraverso la Florida registrando giovani elettori sulla strada del cambiamento, come parte del movimento March for Our Lives. Delaney racconta Teen Vogue che spera che March for Our Lives continui come lo Student Volunteer Army.

'Sono diventati un movimento sostenibile che si è davvero diffuso e si è integrato con tutte le forme di scolarizzazione, istruzione e tutte le parti della comunità', afferma. 'Ed è qualcosa che desideriamo davvero con March for Our Lives'.

https://twitter.com/Beatrice_Dupuy/status/1022256644153962496

Molti studenti del viaggio hanno dichiarato di essere stati ispirati da alti dirigenti e ex studenti come Tarr, così come dagli studenti March for Our Lives che hanno condotto dimostrazioni sulla scia delle riprese. Lauren Avellanet, un secondo studente di 15 anni e presidente di classe, racconta Teen Vogue che vedere gli studenti delle classi superiori la mettesse in azione la motiva a dare l'esempio per gli studenti del secondo anno in arrivo.

'Se tutti questi bambini più grandi stanno andando là fuori e stanno marciando e stanno protestando, tu vuoi andare là fuori e vuoi marciare e vuoi protestare', dice. 'Se lo creiamo e lo mostriamo, continueranno a farlo'.

A seguito delle riprese di Parkland, gli studenti in Nuova Zelanda hanno tenuto le loro marce a sostegno degli studenti che marciavano contro la violenza armata, anche se il loro paese ha già leggi severe sulle armi rispetto a quelle degli Stati Uniti. Per possedere un'arma da fuoco in Nuova Zelanda, gli individui devono presentare un domanda al dipartimento di polizia, pagare una tassa di domanda, far controllare i loro precedenti, partecipare a un programma di sicurezza delle armi da fuoco e sottoporsi a un colloquio di polizia.

'Queste sono persone che non subiscono alcuna violenza armata come noi', dice Tarr. 'Ma consideravano ancora abbastanza importante che uscissero e marciassero'.

I membri dello Student Volunteer Army hanno mostrato il loro sostegno per gli studenti MSD accompagnando gli studenti il ​​24 luglio nell'area di conservazione del parco di Halswell Quarry, dove hanno piantato 17 alberi in onore delle vittime delle riprese di febbraio. Dopo aver piantato gli alberi, gli studenti sono rimasti sul sito per offrire parole a nome dei 17 membri della comunità che sono stati uccisi. Attraverso lacrime e sniffles, gli studenti hanno iniziato con l'allenatore Aaron Feis e si sono conclusi con il direttore atletico Chris Hixon.

transgenre secret de victoria

'È una metafora straordinaria per la vita, piantare un albero in memoria di qualcuno che passa', dice Tyah-Amoy Roberts, una diciassettenne di MSD senior Teen Vogue. Roberts piantò un albero in onore di Helena Ramsay.

Per gentile concessione di Education New Zealand | Foto di Josiah Pasikale

Per mantenere viva la memoria dei 17 studenti, gli attuali studenti di MSD si stanno impegnando a garantire che le classi in arrivo siano ben informate sulle riprese di febbraio, quindi i progressi che hanno fatto non sono persi.

'Tra qualche anno ci saranno bambini che non conoscono ogni singolo dettaglio, ma dobbiamo assicurarci che lo facciano', afferma Lauren.

'Una lezione che abbiamo imparato è che ... dobbiamo davvero unirci perché non è un movimento di un gruppo o di un'organizzazione', dice Kai.

'È il nostro movimento. Abbiamo affrontato tutto questo insieme e siamo tutti insieme ”.

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo:

  • Gli studenti di Parkland stanno protestando contro un videogioco che consente agli utenti di giocare come sparatutto a scuola
  • 6 punti chiave del nuovo libro #NeverAgain di Lauren e David Hogg