Il diciannovenne Ronnie Lopez e sua madre rinnovano il sogno americano

Politica

Il diciannovenne Ronnie Lopez e sua madre rinnovano il sogno americano

'Il sogno americano appartiene a chiunque voglia cercare rifugio o asilo negli Stati Uniti'.

8 agosto 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
per gentile concessione di Ronnie Lopez e famiglia
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

È stata un'estate spietata a El Paso, in Texas. Settimane di temperature sopra i 100 gradi hanno costretto i condizionatori d'aria più freschi in stile palude della città del deserto a fare gli straordinari per competere con le esigenze del caldo. Tutti stanno lavorando duramente al confine.

Ronaldo 'Ronnie' Lopez è una di quelle persone. Ronnie, un importante biologo dell'Università del Texas a El Paso, si è incontrato Teen Vogue al Barnes & Noble il martedì sera e ha spiegato come sogna di fare il medico, mentre osserva una pila di libri di medicina in mostra. Il diciannovenne era stanco ma soddisfatto, sorridendo calorosamente.

Il padre di Ronnie è americano e sua madre è residente legale negli Stati Uniti, titolare di una carta verde di Zacatecas, in Messico. I genitori di Ronnie hanno vissuto a Juarez per diversi anni e, secondo Ronnie, suo padre ha insistito sul fatto che lui e i suoi cinque fratelli più piccoli sarebbero nati negli Stati Uniti, nonostante i timori di sua madre di una possibile deportazione. Oggi, Ronnie afferma che sua madre teme ancora possibili persecuzioni.

Ronnie è membro di una famiglia di migranti e comprende le sfide di questo stile di vita da entrambi i lati del confine. Durante l'estate, lui e la sua famiglia si recavano a Dallas, dove i suoi genitori sceglievano cotone e mais per le aziende tessili statunitensi.

'Mia mamma ha molti amici a Dallas e le parlerebbero del lavoro', racconta Ronnie Teen Vogue. 'Quindi quando siamo emigrati qui. Anche se ero un cittadino degli Stati Uniti, non parlavo inglese, ero buio. Ovviamente, inizialmente la gente pensava: 'Non è di qui'. Sono nato qui, ma ovviamente non vengo da qui '.

acteurs féminins hispaniques

Ronnie spiega che i figli dei lavoratori migranti sono cresciuti in condizioni estreme che includono il caldo e le ore estenuanti, e la sua esperienza non è stata diversa. I lunghi giorni che iniziano alle 2 o alle 3 del mattino si trasformano in notti tardive che finiscono dopo il tramonto, a volte dopo le 20:00. durante le estati del deserto. Non esistono regolamenti sufficienti per proteggere la comunità di migranti dall'inalazione di pesticidi sul luogo di lavoro, c'è pochissima compensazione e non c'è quasi alcun rispetto. Eppure, le famiglie persistono.

Il Dipartimento della Pubblica Istruzione degli Stati Uniti finanzia programmi per aiutare le persone provenienti da famiglie migranti a frequentare il college, fornendo anche servizi e supporto che porteranno al successo accademico. All'Università del Texas, il College Assistance Migrant Program (CAMP) aiuta gli studenti che lavorano nel settore agricolo durante il loro primo anno di college.

Ronnie si è qualificato alla CAMP lo scorso anno come matricola del college, ed è rapidamente salito a una posizione di leadership in cui sostiene immigrati e rifugiati ispirando i suoi consiglieri CAMP.

'Ronnie era un sogno con cui lavorare', racconta Christian Marquardt, che è stato mentore del CAMP di Lopez Teen Vogue. 'Ronnie è sempre stato umiliato, anche quando ha tutti i motivi per vantarsi. Ha sempre contattato i suoi coetanei per aiutare in ogni modo possibile '.

Il giorno in cui ha parlato Teen Vogue, Ronnie stava tornando dal volontariato presso una clinica medica a Tornillo, dove afferma di aver lavorato con i medici di tutto il paese per fornire esami medici, visivi e dentistici gratuiti ai membri della comunità, indipendentemente dal loro status legale.

jeunes filles anus

I suoi doveri erano vari. 'Molti medici provengono da fuori città, quindi molti di loro non parlavano spagnolo, quindi avrei tradotto per loro', dice Ronnie. 'Farei esami di visione, fare commissioni, ed ero praticamente lì per due settimane consecutive senza sosta. Nei giorni in cui non avevo scuola sarei stato lì alle 8 del mattino e ci sarei rimasto fino alle 6 o 7 '. Stima di aver visto più di 1.200 pazienti per un periodo di due settimane e afferma di sentirsi rinvigorito dall'esperienza.

Annuncio pubblicitario

Questo programma non è insolito per Ronnie, che è abituato a spostarsi due ore al giorno per frequentare la scuola, fare volontariato e guidare l'organizzazione del campus 'Mi Tierra, Mi Gente', che si dedica a servire ulteriormente la comunità di migranti. L'organizzazione mira a sostenere Dreamer, i destinatari del DACA e altre minoranze perseguitate nella regione.

Ronnie e i suoi coetanei della scuola sono recentemente tornati da un viaggio in Nicaragua, dove hanno fornito assistenza medica e dentistica alle comunità povere. Ha pagato il suo viaggio attraverso la raccolta fondi, vendendo hot dog, hamburger e altri snack fuori da un negozio locale nei pomeriggi del fine settimana e distribuendo volantini fuori da un ristorante fast-food. Il viaggio è descritto con orgoglio ed è chiaro che Ronnie coglie le opportunità per aiutare le persone sul serio. Questo grado di compassione è stato appreso a casa.

Oggi, la madre di Ronnie lavora in piedi, come governante, per provvedere alla sua famiglia, e dice che non smette di lavorare o di prendersi cura degli altri una volta che ha finito il giorno. Mentre la violenza in Messico è aumentata, gli immigrati continuano a chiedere asilo negli Stati Uniti e Ronnie afferma che sua madre è sensibile al fatto che molti entrano nel paese terrorizzati, affamati e incerti su dove andare. Il processo di istituzione dell'asilo o della residenza legale è esteso e troppo spesso intimidisce le persone, impedendo loro di passare attraverso il processo di legalizzazione. Quindi Ronnie afferma che sua madre usa la sua esperienza come titolare di una carta verde per indirizzare gli altri verso le appropriate organizzazioni governative, assistenti sociali e avvocati, il tutto nonostante le sue ricorrenti paure di essere eventualmente punito per aver fornito informazioni.

'Dice alla gente,' Se fossi riuscito a farlo, anche tu puoi farlo ', dice Ronnie. 'Dice che è un lungo processo, ma una volta che lo fai sarai in grado di avere una vita migliore qui, non sarai così terrorizzato dall'essere espulso'.

comment se doigter avec une brosse à dents

Ronnie dice di pensare alle esperienze di sua madre e di sua madre quando incoraggia se stesso e gli altri a perseguire il sogno americano, che per lui include la scuola di medicina.

'(Il sogno americano) non appartiene solo agli americani, appartiene a chiunque voglia cercare rifugio o asilo negli Stati Uniti, o voglia l'opportunità o voglia fare un tentativo per renderlo vivo e avere successo'.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Il lavoro di uno studente di medicina mostra le conseguenze della separazione familiare