17 delle migliori citazioni di Barack Obama in onore del suo compleanno

Politica

17 delle migliori citazioni di Barack Obama in onore del suo compleanno

Dalle intuizioni sulla corsa in America ai commenti esilaranti sulla sua vita familiare, queste sono le nostre citazioni preferite di Obama.

4 agosto 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Chip Somodevilla - Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Cinquantasette anni fa oggi, una donna di 18 anni di nome Stanley Ann Dunham ha dato alla luce un bambino e lo ha chiamato Barack. Nei quasi sei decenni trascorsi tra quel giorno in un ospedale di Honolulu e oggi quel bambino sarebbe cresciuto, diplomato alla Columbia University, poi alla Harvard Law School (dove era il primo presidente nero della Law Review della scuola). Barack Obama avrebbe iniziato la sua carriera politica come organizzatore di comunità a Chicago, avrebbe scritto un memoriale acclamato dalla critica, per poi candidarsi con successo al Senato dello stato dell'Illinois nel 1996. Il democratico dell'Illinois sarebbe salito al Senato degli Stati Uniti nel 2005. E, entro il 2009, Obama avrebbe essere giurato come presidente degli Stati Uniti, diventando il primo afro-americano della nazione a ricoprire la carica più alta del paese.

La presidenza Obama, che si è protratta dal 2009 al 2017, ha portato con sé mutevoli vittorie legislative, una reputazione internazionale notevolmente migliorata per gli Stati Uniti e, rispetto ai giorni nostri, un periodo relativamente sconcertante di una governance senza scandali.

Dall'inchinarsi per far sentire i capelli a un bambino di cinque anni, al cantare 'Amazing Grace' a una nazione in lutto, a incarnare appieno il titolo aggiuntivo di comico in capo attraverso otto esilaranti discorsi sulla cena dei corrispondenti, Obama conosceva il potere di un gesto appositamente programmato. Conosceva anche il potere della parola, dimostrando la sua unica padronanza della lingua retorica e scritta innumerevoli volte durante la sua presidenza.

In onore del compleanno dell'ex presidente, ecco 17 delle migliori citazioni di Obama.

Sulla speranza

1.

Dal discorso di Obama alla Convenzione democratica del 2004 del 27 luglio:

oitnb gay dans la vraie vie

'Non sto parlando di cieco ottimismo qui, l'ignoranza quasi volontaria che pensa che la disoccupazione scompaia se non ne parliamo o la crisi sanitaria si risolverà da sola se la ignoriamo. No, sto parlando di qualcosa di più sostanziale. È la speranza che gli schiavi seduti attorno a un fuoco cantino canzoni di libertà; la speranza degli immigrati che partono per coste lontane; la speranza di un giovane tenente navale che pattuglia coraggiosamente il Delta del Mekong; la speranza del figlio di un millworker che osa sfidare le probabilità; la speranza di un bambino magro con un nome divertente che crede che anche l'America abbia un posto per lui. L'audacia della speranza! Alla fine, questo è il dono più grande di Dio per noi, il fondamento di questa nazione; la credenza in cose non viste; la convinzione che ci aspettano giorni migliori '.

2.

Dalla vittoria della sua notte elettorale il 4 novembre 2008:

'Questo è il nostro momento. Questo è il nostro momento - per rimettere la nostra gente al lavoro e aprire le porte alle opportunità per i nostri bambini; ripristinare la prosperità e promuovere la causa della pace; rivendicare il sogno americano e riaffermare quella verità fondamentale - che da molti siamo una cosa sola; che mentre respiriamo, speriamo, e dove ci troviamo di fronte al cinismo e al dubbio, e quelli che ci dicono che non possiamo, risponderemo con quel credo senza tempo che riassume lo spirito di un popolo: Sì, possiamo '.

3.

Dal primo discorso inaugurale del presidente del 20 gennaio 2009:

'Ciò che i cinici non riescono a capire è che il terreno si è spostato sotto di loro - che gli argomenti politici viziati che ci hanno consumato per così tanto tempo non si applicano più. La domanda che poniamo oggi non è se il nostro governo è troppo grande o troppo piccolo, ma se funziona - se aiuta le famiglie a trovare un lavoro con un salario dignitoso, le cure che possono permettersi, una pensione dignitosa. Dove la risposta è sì, intendiamo andare avanti. Dove la risposta è no, i programmi finiranno'.

Annuncio pubblicitario

In gara

4.

A partire dal Sogni da mio padre:

'La mia identità potrebbe iniziare con il fatto della mia razza, ma non l'ha fatto, non potrebbe finire qui. Almeno è quello che sceglierei di credere '.

5.

Dal discorso di Obama 'A More Perfect Union' del 18 marzo 2008:

'Questa volta vogliamo parlare delle scuole fatiscenti che stanno rubando il futuro dei bambini neri e dei bambini bianchi e dei bambini asiatici e dei bambini ispanici e dei bambini nativi americani. Questa volta vogliamo rifiutare il cinismo che ci dice che questi bambini non possono imparare; che quei bambini che non ci assomigliano sono il problema di qualcun altro. I bambini d'America non sono quei bambini, sono i nostri figli e non li lasceremo indietro in un'economia del 21 ° secolo. Non questa volta'.

6.

Dal 19 luglio 2013 di Obama, i commenti rispondevano alla notizia che una giuria della Florida aveva assolto il capitano della guardia di quartiere George Zimmerman dall'uccisione di Trayvon Martin, un diciassettenne nero disarmato:

'Sai, quando Trayvon Martin fu colpito per la prima volta, dissi che questo avrebbe potuto essere mio figlio. Un altro modo di dire che Trayvon Martin avrebbe potuto essere io 35 anni fa. E quando pensi al perché, almeno nella comunità afroamericana, c'è molto dolore in ciò che è successo qui, penso sia importante riconoscere che la comunità afroamericana sta affrontando questo problema attraverso una serie di esperienze e una storia che non va via '.

7.

Dal 26 giugno 2015 di Obama, i commenti sulla scia del massacro della chiesa episcopale metodista africana Emanuel a Charleston, nella Carolina del Sud, in cui il suprematista bianco Dylann Roof ha ucciso nove adoratori neri:

'Per troppo tempo, siamo stati ciechi sul modo in cui le ingiustizie passate continuano a plasmare il presente. Forse lo vediamo ora. Forse questa tragedia ci porta a porre alcune domande difficili su come possiamo permettere a così tanti dei nostri bambini di languire nella povertà, o di frequentare scuole fatiscenti, o di crescere senza prospettive di lavoro o di carriera. Nessuno di noi può o dovrebbe aspettarsi una trasformazione nelle relazioni razziali durante la notte. Ogni volta che succede qualcosa del genere, qualcuno dice: 'Dobbiamo avere una conversazione sulla razza'. Parliamo molto di razza. Non c'è scorciatoia '.

Sul genere e la sessualità

8.

Dal breve discorso di Obama a seguito della decisione 5-4 della Corte suprema su 'Obergefell v. Hodges', che si pronunciava a favore della parità matrimoniale:

'Questa è la conseguenza di una decisione della Corte Suprema, ma, cosa più importante, è una conseguenza degli innumerevoli piccoli atti di coraggio di milioni di persone attraverso decenni che si sono alzati, che sono usciti, che hanno parlato con genitori - genitori che amavano i loro figli, non importa cosa. Le persone che erano disposte a sopportare il bullismo e gli insulti, sono rimaste forti e hanno creduto in se stesse e in quello che erano e lentamente hanno fatto capire a un intero paese che l'amore è amore '.

9.

Dal discorso sullo stato dell'Unione del 2015 di Obama, in cui è diventato il primo presidente degli Stati Uniti a usare le parole 'lesbica', 'bisessuale' e 'transgender' durante il discorso annuale:

'Come americani, rispettiamo la dignità umana, anche quando siamo minacciati, motivo per cui (noi) condanniamo la persecuzione di donne, minoranze religiose o persone lesbiche, gay, bisessuali o transgender. Facciamo queste cose non solo perché hanno ragione, ma perché ci rendono più sicuri '.

vue arrière du vagin

10.

Dal suo articolo del 4 agosto 2016 fascino, Afferma il presidente Barack Obama, 'Questo è l'aspetto di una femminista':

Annuncio pubblicitario

'Dobbiamo continuare a cambiare l'atteggiamento che induce le nostre ragazze ad essere pudiche e i nostri ragazzi ad essere assertivi, che critica le nostre figlie per aver parlato e i nostri figli per aver versato una lacrima. Dobbiamo continuare a cambiare l'atteggiamento che punisce le donne per la loro sessualità e premia gli uomini per la loro. Dobbiamo continuare a cambiare l'atteggiamento che consente le molestie di routine delle donne, che camminino per strada o abbiano il coraggio di andare online. Dobbiamo continuare a cambiare l'atteggiamento che insegna agli uomini a sentirsi minacciati dalla presenza e dal successo delle donne. Dobbiamo continuare a cambiare l'atteggiamento che si congratula con gli uomini per aver cambiato un pannolino, stigmatizza i padri a tempo pieno e penalizza le madri che lavorano. Dobbiamo continuare a cambiare l'atteggiamento secondo cui i valori sono sicuri, competitivi e ambiziosi sul posto di lavoro, a meno che tu non sia una donna. Allora sei troppo prepotente e all'improvviso le stesse qualità che pensavi fossero necessarie per il successo finiscono per trattenerti '.

11.

Dalle osservazioni di Obama al primo vertice sullo stato delle donne della Casa Bianca il 14 giugno 2016:

'Ammiriamo gli uomini che hanno modellato il nostro paese, e giustamente, gli uomini che vediamo come eroi - da Alexander Hamilton a Muhammad Ali - per la loro fiducia e il loro coraggio nel credere che potrebbero cambiare la nostra nazione, questa idea di auto-creazione, che non c'è niente che ci trattiene ... Ma il nostro paese non riguarda solo i Benjamin, ma anche i Tubman. Abbiamo bisogno che tutti i nostri giovani sappiano che Clara Barton e Lucretia Mott e Sojourner Truth ed Eleanor Roosevelt e Dorothy Height, non sono solo per il Mese della storia delle donne. Sono le autrici della nostra storia, le donne che hanno plasmato il loro destino. Devono sapere che ... Questa è la storia che ancora oggi viene scritta dai nostri eroi moderni come Nancy Pelosi o Sonia Sotomayor o Billie Jean King o Laverne Cox o Sheryl Sandberg o Oprah Winfrey o Mikaila Ulmer o Michelle Obama ogni giorno innumerevoli persone comuni che ci stanno avvicinando ai nostri più alti ideali. Questa è la storia che continueremo a raccontare, quindi le nostre ragazze vedono che anche loro sono in America - sicure e coraggiose e, nelle parole di Audre Lorde, 'intenzionali e impaurite di niente'.

Sull'attivismo

12.

Dall'11 ottobre 2016 di Obama, conversazione con L'imbattuto:

'Molte volte quando sei giovane e stai cercando di lasciare il segno nel mondo, pensi che riguardi te. Uno dei vantaggi della sconfitta è quello di togliere un po 'di vanità da ciò che stai cercando di ottenere. E inizi a ricordare a te stesso che parte della tua forza viene dal realizzare: 'Oh, non si tratta di me, di quello che sto facendo per qualcun altro'. E può darsi che Dio abbia scelto un altro modo per me di servire, ma posso ancora servire. E quando inizi ad avere quell'atteggiamento, quando hai l'atteggiamento che si tratti di qualcosa di più grande di me, allora le tue vittorie o sconfitte individuali diventano meno importanti del progetto più ampio '.

13.

Parlando a un incontro di giovani attivisti europei il 23 aprile 2016, Obama ha offerto i seguenti consigli in merito allo scopo della dimostrazione:

'Il valore dei movimenti sociali e dell'attivismo è portarti al tavolo, portarti nella stanza e poi iniziare a cercare di capire come risolvere questo problema'.

14.

Dichiarazione di Obama in risposta agli sforzi dei sopravvissuti alle sparatorie del liceo Majory Stoneman Douglas per chiedere la legislazione sul controllo delle armi:

Annuncio pubblicitario

'I giovani hanno contribuito a guidare tutti i nostri grandi movimenti. Che stimolo vederlo di nuovo in così tanti studenti intelligenti e senza paura che difendono il loro diritto alla sicurezza; marciare e organizzare per rifare il mondo come dovrebbe essere. Ti stavamo aspettando. E abbiamo le tue spalle '.

Sulla famiglia

15.

Dalle osservazioni della festa del papà 2015 presso la Chiesa apostolica di Dio a Chicago:

'Quando ero un giovane uomo, pensavo che la vita fosse tutta incentrata su di me: come faccio a farmi strada nel mondo e come ottengo successo e come ottengo le cose che voglio. Ma ora, la mia vita ruota attorno alle mie due bambine. E quello a cui penso è che tipo di mondo li sto lasciando. Stanno vivendo in una contea dove c'è un enorme divario tra pochi ricchi e un sacco di persone che lottano ogni giorno? Vivono in una contea che è ancora divisa per razza? Un paese in cui, poiché sono ragazze, non hanno le stesse opportunità dei ragazzi? Vivono in un paese in cui siamo odiati in tutto il mondo perché non collaboriamo efficacemente con altre nazioni? Stanno vivendo un mondo in grave pericolo a causa di ciò che abbiamo fatto al suo clima?

16.

Da un'intervista del 2013 fatta da Obama Voga:

traitement localisé à l'huile de coco

'Michelle è come Beyonce in quella canzone. 'Lascia che ti aggiorni!' Mi ha potenziato '.

Sul futuro

17.

Dall'indirizzo di addio di Obama, consegnato il 10 gennaio 2017 a Chicago:

'Miei compagni americani, è stato l'onore della mia vita per servirvi. Non mi fermerò; in effetti, sarò proprio lì con te, come cittadino, per tutti i miei giorni rimanenti. Ma per ora, che tu sia giovane o che tu sia giovane di cuore, ho un'ultima domanda da farti come tuo presidente - la stessa cosa che ti ho chiesto quando hai colto l'occasione con me otto anni fa. Ti sto chiedendo di credere. Non nella mia capacità di provocare un cambiamento, ma nella tua. Ti sto chiedendo di tener fede a quella fede scritta nei nostri documenti di fondazione; quell'idea sussurrata da schiavi e abolizionisti; quello spirito cantato da immigrati e padroni di casa e da coloro che marciavano per la giustizia; quel credo ribadito da coloro che hanno piantato bandiere dai campi di battaglia stranieri sulla superficie della luna; un credo al centro di ogni americano la cui storia non è ancora stata scritta: Sì, possiamo '.

Relazionato: Barack e Michelle Obama partecipano al concerto di Beyonce e Jay-Z nel Maryland

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: