16 dei momenti più inclusivi della moda e della bellezza del decennio

Stile

16 dei momenti più inclusivi della moda e della bellezza del decennio

Dal lancio di Fenty Beauty al primo spettacolo della settimana della moda di New York di Chromat.

17 dicembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Per celebrare il 21 ° secolo che ha attraversato la sua adolescenza, # 20teens è una serie di Teen Vogue che celebra il meglio della cultura, della politica e dello stile dell'ultimo decennio.

Solo nell'ultimo decennio, le industrie della moda e della bellezza hanno apportato enormi cambiamenti in termini di inclusività. Sia in termini di diversità dimensionale che di rappresentanza razziale, l'ascesa dei social media e l'era digitale ha aiutato i consumatori a mantenere i marchi responsabili e al passo con i tempi. Sono finiti i giorni in cui un marchio di bellezza poteva lanciare una collezione di fondotinta che includeva solo tre tonalità per le persone di colore. Ora, con le piattaforme in ciascuna delle nostre mani, abbiamo il potere di cambiare la narrazione in una più inclusiva, veramente rappresentativa del mondo in cui viviamo.

Certo, c'è una quantità infinita di lavoro da fare. L'inclusività viene spesso indicata come un termine ampio e di tendenza nella moda e nella bellezza senza pensare alla responsabilità che ne deriva. Ma i progressi compiuti negli ultimi dieci anni - come avere persone grasse di colore sia sulle copertine delle riviste che dietro le quinte - mostrano che è possibile un futuro inclusivo.

Mentre ci prepariamo ad entrare nel 2020, continuando a portare avanti le nostre prove individuali, abbiamo trovato opportuno riflettere su 16 dei migliori momenti inclusivi di moda e bellezza del decennio - momenti che ancora ci portano gioia e ci danno il potere di sostenere tutti i comunità emarginate che meritano un posto a tavola.

Questo elenco, sebbene soggettivo, evidenzia 16 momenti incredibili che hanno costituito un precedente per l'industria della moda e della bellezza nel suo insieme. In nessun ordine particolare, ecco i nostri momenti di moda e bellezza inclusivi preferiti del decennio.

Rihanna lancia Fenty Beauty

Il lancio di Fenty Beauty nel settembre del 2017 ha scosso il settore della bellezza al suo interno. Con Rihanna al timone, il marchio ha ridefinito il trucco, lanciando un prodotto inclusivo (nel vero significato della parola) con una gamma di colori che alla fine ha dato a quasi tutti i clienti un'opzione per adattarsi con precisione al tono della pelle. Nei due anni successivi al lancio iniziale di Fenty Beauty, il marchio è cresciuto esponenzialmente, espandendosi da 40 tonalità a 50, oltre ad essere stato nominato uno dei Tempo Le 50 aziende più geniali della rivista nel 2018.

Annuncio pubblicitario

Inoltre, Rihanna ha quindi lanciato Savage x Fenty, un'estensione del marchio che ha creato lingerie sbalorditiva e inclusiva.

L'evoluzione di Chromat

Victor VIRGILE / Getty Images

Nel 2010, la designer Becca McCharen-Tran ha lanciato Chromat, una nuova etichetta dedicata all'abbigliamento di tendenza, inclusivo delle dimensioni, in gran parte ispirato a pezzi architettonici. Nel 2014, il marchio ha mostrato la sua prima collezione al NYFW, mettendola sulla mappa come un punto di svolta. Da allora, il marchio si è evoluto in una celebrazione di tutte le razze, etnia, dimensioni, altezze, disabilità e altro ancora. Nel settembre del 2019, Chromat ha festeggiato il suo decimo anniversario con un altro spettacolo del NYFW che ha fatto saltare il tetto.

Ashley Graham's Sports Illustrated Cover

Ashley Graham è stata a lungo una pioniera per l'inclusione delle dimensioni nella moda, abbattendo continuamente le barriere e sostenendo la curva e oltre le persone nel settore. Ma un punto culminante della sua carriera è arrivato nel febbraio del 2016, quando è diventata la prima modella plus size ad abbellire la copertina Sports Illustrated. La copertina ha significato molto per la comunità plus, contribuendo a dimostrare che la sensualità è raggiungibile a qualsiasi dimensione e non solo riservata alle persone magre.

Candice Huffine x il Calendario Pirelli

Come Graham, la modella taglie forti Candice Huffine è stata un sostenitore della comunità per un po 'di tempo, lavorando spesso con grandi designer e marchi come Christian Siriano. E a novembre 2014, ha avuto l'onore di diventare la prima modella plus-size ad essere presente nell'iconico calendario Pirelli. In un'intervista con Il taglioCandice ha detto: 'Significa molto ed è una mossa così audace e brillante da parte di Pirelli e Meisel. È la loro comprensione: sanno che il sexy può avere diverse forme e dimensioni. Sono disposti a correre il rischio e fare qualcosa di nuovo. È semplicemente travolgente nel migliore dei modi '.

Tyler Mitchell's Vogue Cover Shoot con Beyonce

Voga ha sempre impostato il tono per l'attuale stato della moda, ed è proprio per questo che il suo numero di settembre 2018 è diventato così monumentale. La copertina - con Beyonce - ha fatto la storia quando il 23enne Tyler Mitchell è diventato il primo fotografo nero a girare la copertina nella storia della rivista. Il momento ha rappresentato un punto importante dell'inclusione della moda: non è possibile cambiare le storie senza cambiare gli storyteller. Non basta mettere le persone di colore sulle copertine, ne hai bisogno anche dietro le quinte, portando una forte autenticità sul tavolo.

Lo standard universale diventa il marchio più inclusivo di sempre

Mentre molti marchi dichiarano di essere inclusivi delle dimensioni, spesso si fermano a una taglia 20 o 24. Lo standard universale, tuttavia, voleva cambiarlo. Nel maggio del 2019, hanno annunciato che tutti i loro vestiti sarebbero stati disponibili nelle taglie dalla 00 alla 40, rendendo il marchio il più completo di sempre. In tal modo, lo standard universale ha dato l'esempio di dove dovrebbe essere diretto il futuro della moda: perché è necessario dividere le taglie forti e le taglie forti? La vera inclusione della moda significa opzioni per tutti, e il marchio è dedicato a dimostrarlo in tutto ciò che fanno.

Ragazza copertina Rende la diversità la norma

Per molti, Covergirl è stata la loro prima occhiata al mondo della bellezza crescendo. E negli ultimi anni, il marchio di bellezza si è impegnato a mostrare la diversità nei rappresentanti che sceglie. Sono state presentate donne di colore come Ayesha Curry e Issa Rae, così come Amy Deanna, la prima modella di Covergirl con vitiligine. Nel 2016, il marchio ha anche reso YouTuber James Charles il suo primo Covergirl maschile, dimostrando che il trucco va ben oltre il genere.

modèles de piste masculins noirs
Annuncio pubblicitario

In (un'intervista con Lei, Ha affermato Ukonwa Ojo, vicepresidente senior di Covergirl, 'La diversità non è una tendenza per Covergirl. Abbracciare la diversità significa abbracciare veramente la diversità nella nostra individualità. L'idea alla base della nostra campagna è che le persone considerano il trucco più che un cosmetico, ma uno strumento per la creatività, l'espressione personale e la trasformazione personale '.

Christian Siriano triplica i suoi affari con taglie forti

Taylor Hill / Getty Images

Da quando ha vinto Project Runway, il designer di lusso Christian Siriano ha dimostrato più volte la sua dedizione all'inclusività. Alla NYFW, non manca mai di assumere una serie di modelli diversi. Quando celebrità di grandi dimensioni come Leslie Jones non riescono a trovare qualcuno che li vesti per il tappeto rosso, entra subito. E chiaramente, la sua devozione all'inclusività ha dato i suoi frutti: nel giugno del 2018, ha rivelato che ha letteralmente triplicato i suoi affari espandendosi in taglie forti. Non solo questo ha dimostrato l'incredibile richiesta di capi di abbigliamento sopra la taglia 14, ma ha anche mostrato ad altri designer di lusso e di lusso che devono salire a bordo prima di cadere in secondo piano.

Halima Aden diventa il primo Hijab che indossa un cartello con IMG

Jeff Spicer / BFC / Getty Images

Nel 2017, a soli 19 anni, Halima Aden è diventato il primo modello che indossa l'hijab a essere firmato con IMG, un grande momento per l'industria. Quell'autunno, ha camminato alla settimana della moda di New York e Milano. Il momento rivoluzionario è avvenuto nel periodo in cui l'hijab è entrato nella moda tradizionale con marchi come Nike, Uniqlo e American Eagle che offrono in vendita versioni dell'hijab.

CeCe Olisa e Chastity Garner Valentine presentano The CurvyCon

Quando la settimana della moda non lascia entrare le persone grasse, facciamo spazio a noi stessi, ed è esattamente quello che hanno fatto CeCe Olisa e Chastity Garner Valentine nel 2014 quando hanno lanciato The CurvyCon, una convention di moda più esclusiva che celebra le donne che sono spesso trascurate dal conversazione di moda.

Annuncio pubblicitario

CeCe e Chastity alla fine hanno spostato The CurvyCon per presentarsi durante la stessa settimana della moda, dando a donne e uomini un posto dove sentirsi rappresentati quando le loro grasse spalle non sono benvenute agli Spring Studios. Ora che ha concluso la sua quinta iterazione, The CurvyCon ha creato una straordinaria comunità per più donne che si estende oltre New York e L.A. e nelle vite delle persone in tutto il paese.

jaclyn hill sans maquillage

La copertina cosmopolita di Tess Holliday

Nell'agosto del 2018, Tess Holliday ha davvero rotto Internet con lei Regno Unito cosmopolita storia di copertina. Vedere una donna taglie forti in costume da bagno sulla copertina di una rivista così importante ha segnato un enorme passo avanti per la diversità del corpo nella moda. Per molti fan, quella copertina ha dato loro la rappresentazione che cercavano da tempo. Di volta in volta, Tess continua ad abbattere le barriere, che si tratti di camminare al NYFW o semplicemente pubblicando una foto su Instagram. Ma questa copertina si distingue sicuramente come una delle migliori.

Savage x Fenty's First Runway Show

Presley Ann / Getty Images

Nel momento in cui è stato annunciato che Rihanna avrebbe portato Savage x Fenty al NYFW, tutti sapevano che sarebbe stato il biglietto più caldo della stagione, e sicuramente lo era. Lo spettacolo - che si è svolto a settembre 2018 - è stato il primo del marchio e ha caratterizzato livelli di diversità mai visti prima nella settimana della moda. Donne nere, donne grasse, donne incinte - Rihanna si stava assicurando che nessuno si sentisse escluso. Nella sua prima sfilata, Savage x Fenty ha realizzato qualcosa che la maggior parte degli altri marchi non potrebbe mai fare: mostrare l'alta moda in modo intrigante attraverso più tipi di corpo e forme di diversità. E quello è proprio per questo che Rihanna è una leggenda.

Kerby Jean-Raymond, Telfar e Christopher John Rogers di Pyer Moss vincono il premio CFDA

COMPOSITO: IMMAGINI GETTY.

Annuncio pubblicitario

I CFDA Awards svolgono un ruolo vitale nella moda. Mirano a onorare e supportare i designer emergenti che stanno cambiando la loro narrativa con il loro lavoro. E in questo decennio, tre vincitori si sono distinti tra gli altri: Pyer Moss, Telfar e Christopher John Rogers.

Tutti e tre i designer non sono solo incredibilmente inventivi, ma sono anche uomini neri che aiutano a portare la diversità nel mainstream della moda, normalizzandola in ogni abito che creano. Le loro vittorie segnalano un cambiamento nelle voci che l'industria della moda sta onorando ed edificando. Con i loro CFDA Awards, ricevono ciascuno il tutoraggio e l'assistenza per portare i loro marchi al passo successivo, ampliando le loro iniziative di diversità a livelli completamente nuovi.

Indya Moore x Louis Vuitton

Nel gennaio del 2019, Louis Vuitton ha fatto la storia dell'iconico marchio toccando l'attrice transgender e Posa la star Indya Moore per la sua campagna pre-autunno della primavera 2019. Indya ha avuto un impatto enorme in un breve lasso di tempo e la collaborazione tra lei e il marchio sembrava una corrispondenza perfetta. In un comunicato stampa pubblicato sulla campagna, Nicolas Ghesquiere ha dichiarato: 'Queste donne abbracciano le varie personalità che incarnano la moda a Louis Vuitton. Che si tratti di stelle o di nuovi volti, condividono tutti la stessa forza di volontà e la fiducia nelle loro scelte e, allo stesso tempo, riflettono l'eclettismo dell'identità femminile '.

Sinead Burke's TedTalk

David M. Benett / Getty Images
Annuncio pubblicitario

L'attivista di moda Sinead Burke ha da tempo combattuto per l'inclusività nel settore. E nel 2017, il suo virale TEDTalk intitolato 'Why Design Should Include Everyone' ha scosso Internet e l'industria fino in fondo.

In esso, spiega come è navigare nel mondo e nell'industria della moda come una donna 3 '5', sottolineando l'impatto che il design ha sulla vita delle persone e perché la rappresentazione è così importante. La voce di Sinead è leader per il futuro inclusivo della moda, e il suo TEDTalk lo dimostra chiaramente.

Dapper e x Gucci

Kevin Mazur / Getty Images

Parlando di voci di spicco della moda, Dapper Dan ha avuto un impatto enorme sul settore per tutta la sua carriera. E nel 2017, ha fatto una scelta che ha colto di sorpresa molti: entrare in affari con Gucci. A poco a poco, la loro relazione è cresciuta fino a quando Dapper Dan è diventato un gamechanger per la diversità del marchio, aiutandoli a correggere gli errori del passato.

Questa partnership, benché chiaramente iconica, ha anche mostrato come i marchi di lusso possano iniziare a prepararsi per il futuro inclusivo del settore: facendo finalmente spazio al tavolo per le comunità emarginate da cui si sono appropriati da tempo.

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: I migliori momenti della moda delle celebrità