10 icone di Latinx che non hai imparato a scuola

Politica

10 icone di Latinx che non hai imparato a scuola

Festeggia loro questo mese del patrimonio latino-americano.

19 settembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

La storia americana è stata imbiancata. Sfogliate ogni libro di storia e siete fortunati se trovate i nomi dell'attivista per i diritti civili Cesar Chavez, o anche il giudice della Corte suprema Sonia Sotomayor. Sembra che la comunità di Latinx sia stata cancellata dalle pagine della storia americana, a partire dalla sua esistenza coloniale e continuando ai giorni nostri. Molti libri di testo non menzionano l'estensione del 1975 del Voting Rights Act del 1965 infine ha dato a molti membri della comunità di Latinx il diritto di voto o di includere qualsiasi testo dedicato al movimento Chicanx che ha avuto luogo negli anni '60.

Invece di aspettare che vengano scritti libri di testo più obsoleti, prenditi del tempo per educarti sulle figure storiche di Latinx che hanno contribuito a plasmare la storia americana. Dagli astronauti agli attivisti, di seguito sono solo alcune delle icone di Latinx che dovrebbero essere presenti in ogni libro di storia degli Stati Uniti.

1. Rodolfo 'Corky' Gonzales

Accanto alla lotta del Dr. Martin Luther King Jr. per i diritti civili negli anni '60 c'era il movimento Chicanx di Rodolfo 'Corky' Gonzales nel sud-ovest americano. Dedicò la sua vita al movimento per i diritti messicano-americani, aiutò a registrare il maggior numero di elettori di Chicanx nella storia del Colorado, fondò un centro culturale che mirava a porre fine alla povertà e all'ingiustizia razziale, fronteggiò la parte di Chicanx della marcia dei poveri a Washington e persino ha istituito una scuola a contratto a Denver per gli studenti Chicanx. Ovviamente, Gonzales ebbe molti altri successi di vita impressionanti, e il suo contributo come padre del movimento Chicanx deve essere ricordato.

2. Sylvia Rivera

Il movimento di liberazione gay degli anni '60 sarebbe stato molto meno potente senza Sylvia Rivera. Sostenendo le persone trans e le persone di colore all'interno del movimento, Rivera è forse meglio conosciuta per aver lanciato una delle prime bottiglie durante gli scontri di Stonewall e lottando contro l'esclusione delle persone trans dalla Legge sulla non discriminazione nell'orientamento sessuale. Rivera ha anche aperto una casa dedicata a fornire riparo ai giovani senzatetto attraverso la sua organizzazione, Street Transvestite Action Revolutionaries (STAR).

3. Dolores Huerta

Sebbene sia spesso associata a Cesar Chavez e al suo lavoro con la National Farm Workers Association, la storia dell'attivismo di Dolores Huerta è iniziata molto prima e ha continuato ben dopo le famose manifestazioni 'Si se puede'. A vent'anni, Huerta era leader nell'organizzazione dei servizi comunitari (CSO) e fondò l'Associazione dei lavoratori agricoli. Ha svolto un ruolo determinante nel garantire gli aiuti alle famiglie a carico e l'assicurazione sulla disabilità per i lavoratori agricoli della California nei primi anni '60, e ha fatto in modo che l'Atto per le relazioni sul lavoro agricolo del 1975 fosse emanato in California. Oltre a dirigere il boicottaggio nazionale delle uve della California, Huerta è stata sostenitrice dei diritti delle donne e portavoce delle latine in carica. Ha ricevuto la medaglia presidenziale della libertà per il lavoro della sua vita dal presidente Barack Obama nel 2012.

4. Cravatta Ralph

Nel 1942, quando i giapponesi e i giapponesi-americani furono ingiustamente costretti ai campi di internamento, l'adolescente messicano-americana Ralph Lazo entrò volontariamente in uno di questi campi come atto di solidarietà. Lazo trascorse due anni vivendo nel campo di internamento di Manzanar e si dice che fosse l'unica persona non giapponese che non era la moglie di un detenuto a vivere nei campi. Anche se ha dovuto lasciare il campo di internamento perché è stato arruolato dall'esercito, Lazo ha continuato a essere un sostenitore schietto della comunità giapponese-americana fino alla sua morte nel 1992.

Annuncio pubblicitario

5. Dr. Ellen Ochoa

La dott.ssa Ellen Ochoa ha fatto la storia più volte durante la sua carriera alla NASA. Nel 1991, divenne la prima astronauta ispanica e fu selezionata come prima direttrice ispanica del Johnson Space Center. Oltre a guadagnare vari premi, Ochoa è una testimonianza sia per le donne che per la comunità di Latinx che puoi davvero fare qualsiasi cosa.

6. Ottaviano Larrazolo

Ex governatore del New Mexico, Octaviano Larrazolo fu il primo ispanico-americano a servire nel Senato degli Stati Uniti. Larrazolo era un sostenitore dei diritti civili e dell'uguaglianza per le comunità di lingua spagnola negli Stati Uniti. Prima di entrare in carica, Larrazolo aveva contribuito a rendere lo spagnolo accettabile per condurre affari pubblici, cambiando radicalmente la vita delle comunità di Latinx nello stato per sempre.

cheveux blonds teints en bleu

7. Dr. Hector P. Garcia

Di fronte a gravi pregiudizi, segregazione e discriminazione per tutta la vita, il Dr. Hector P. Garcia ha perseguito una carriera in un campo che apparentemente non lo voleva. Durante questo periodo, secondo una fondazione istituita a nome di Garcia, solo uno studente messicano-americano poteva entrare in una scuola di medicina del Texas ogni anno. Costretto a lasciare lo stato per perseguire la sua residenza, il dottor Garcia si unì ai militari, prima di aprire una pratica medica in Texas che avrebbe servito le minoranze nella sua comunità. Successivamente è diventato presidente della Lega dei cittadini uniti latinoamericani e ha fondato il Forum americano per i GI. Alcuni sostengono che il Dr. Garcia sia uno dei motivi per cui il presidente John F. Kennedy ha vinto il voto ispanico durante la sua elezione. Garcia ha continuato a essere un consigliere di fiducia per ogni presidente di Kennedy attraverso Bill Clinton, e ha persino vinto la medaglia presidenziale della libertà nel 1984.

8. Jose 'Cha Cha' Jimenez

Negli anni '60 e '70, Jose 'Cha Cha' Jimenez ha svolto un ruolo determinante nel trasformare The Young Lords, una gang di strada a Chicago, in The Young Lords Organization, una coalizione che difende i diritti civili e l'uguaglianza per la comunità di Latinx. Come fondatore della nuova organizzazione, Jimenez ha affermato di aver tratto ispirazione dal Black Panther Party e dalle letture del Dr. Martin Luther King Jr. per creare un gruppo dedicato alla lotta contro gli oppressori. Alla fine ha lasciato Chicago, ma Jimenez ha aiutato a creare un gruppo che ha dato voce alla comunità di Latinx, unificandoli verso una causa di giustizia e uguaglianza per tutti.

9. Sylvia Mendez

Prima Brown v. Board of Education, c'era Mendez v. Westminster, in cui Sylvia Mendez di otto anni ha portato in tribunale diversi distretti scolastici della California per segregazione illegale, e ha vinto la causa di classe nel 1947. Questo caso storico ha portato alla desegregazione ufficiale delle scuole della California e ha aperto la strada a Brown v. Board of Education pochi anni dopo. Mendez ha continuato a lavorare come attivista per i diritti civili e nel 2011 ha ricevuto la medaglia presidenziale per la libertà dal presidente Barack Obama.

10. Roberto Clemente

Pubblicizzato come il 'santo patrono del baseball latino', Roberto Clemente è stato il primo giocatore di Latinx ad essere introdotto nella Hall of Fame del baseball. Afro-latino, Clemente ha subito discriminazioni dentro e fuori dal campo. Oltre a vincere due serie mondiali con i Pittsburgh Pirates, diventando il primo giocatore di Latinx a colpire 3.000 corse in casa e cambiando il modo in cui i giocatori di Latinx erano rappresentati nella Major League Baseball, Clemente era un attivista dedicato. Tra gli altri atti di beneficenza, ha raccolto migliaia di dollari in aiuti per il Nicaragua dopo che il paese ha subito un devastante terremoto. Purtroppo, morì nel tentativo di consegnare questo aiuto, nel 1972, ma sarà sempre ricordato come un'icona di Latinx.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Relazionato: Dolores Huerta ha avuto il miglior consiglio per i sognatori al Teen Vogue Summit 2018

Controllalo: